Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Pan brioche con gocce di frutta (frutti di bosco)

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: media
pan brioche con gocce di frutta

Di pan brioche ne trovate diversi qui nel mio blog, ma questo è davvero super. Dalla rielaborazione di una ricetta di Giorilli del pan brioche al curry e uvetta, ho creato una versione del pan brioche farcito di gustose gocce di frutta, una sorta di gelatine che in bocca creano una esplosione di sapore; non le conoscevo e me le ha fatte conoscere Morena (andate a vedere il suo blog perchè è bravissima).

Questo pan brioche dolce è venuto davvero delizioso. Provatelo perchè vale davvero la pena!

Pane carasau fatto in casa

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: media
Pane carasau

Il pane carasau è il tipico pane sardo originario della Barbagia, ma diffuso in tutta la Sardegna. Nella lingua italiana è anche conosciuto come carta musica per il rumore che fa quando lo si spezza e mastica essendo un pane dalla consistenza croccante e friabile.

Pasta con fichi e pancetta dolce

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: facile
pasta con fichi e pancetta

per questa pasta ho utilizzato dei fichi neri e della pancetta stagionata dolce che ho preso dal macellaio. Potete anche sostituire la pancetta con del guanciale e secondo me il risultato sarà altrettanto buono. La sapidità della pancetta e del guanciale si sposano benissimo con il dolce del fico.   Preparazione della pasta con fichi e pancetta Mettete dell’acqua in una casseruola e ponetela sul fuoco; portate a bollore. Lavate accuratamente i fichi e senza sbucciarli, tagliateli a spicchi; tagliate […]

Coniglio in porchetta alla marchigiana

Di: 12 commenti 12 Difficoltà: facile
coniglio in porchetta

Alcuni di voi mi conoscono e sanno che sono di origini marchigiane, altri invece lo scopriranno ora. Sono nata ad Ancona e lì ci sono tutti i miei parenti (quelli che sono rimasti), ma ho sempre vissuto a Jesi, fino ai 18 anni, quando sono partita alla volta di Bologna per iscrivermi all’università per poi rimanerci. A Bologna vivo bene, è una città ancora a misura d’uomo, ma non nascondo che le mie Marche spesso mi mancano. Mi manca il verde della campagna, il mare del Conero, quel misto di ruvidezza, sfrontatezza e schiettezza che contraddistingue il marchigiano.

Risotto di orzo perlato al pomodoro con feta marinata

Di: 7 commenti 7 Difficoltà: facile
Risotto di orzo perlato

Come vi rapportate voi rispetto ai libri di cucina? Io ormai ho una biblioteca fornitissima di libri, tutti bellissimi e tutti rigorosamente con foto bellissime. Li amo tutti, ma la predilezione va ai libri di cucina etnica e, per essere ancora più precisa a quelli di cucina mediorientale; per due ragioni. Una perchè a me affascinano da morire la cultura araba sia da un punto di vista architettonico sia culinario e due perchè i libri di cucina di quella parte del mondo sono tutti….wooow!!! Nel senso che sono bellissimi e affascinanti. Tra i vari libri di cucina mediorientale che vi consiglio ci sono sicuramente quelli di Yotam Ottolenghi, uno chef israeliano, di Gesuralemme la cui cucina consiste in un matrimonio di sapori tra la cucina israeliana e quella mediterranea, mediorientale e asiatica.
I suoi piatti sono sempre ricchi di colori, spezie e sapori. Quello che vi propongo oggi è un risotto fatto di orzo perlato al pomodoro, arricchito con spezie tra cui limone e paprika affumicata e servito con della feta marinata con carvi, olio di oliva e origano.
Se amate le spezie e i sapori forti provatelo. E’ un piatto che potrebbe sembrare pesante e invece le spezie gli conferiscono un gusto fresco ed estivo. Provare per credere!

Maionese di soia vegana ovvero finta maionese senza uova

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: facile
maionese vegana di soia

Non sono vegetariana, non sono vegana, ma sono curiosa. E’ per questo che ultimamente, complice anche il caldo che mi fa propendere per ricette veloci, mi sono data alla sperimentazione di ricette di maionese alternative. I puristi obietteranno che una maionese senza uova, non è una maionese. Chiamatela allora finta maionese, ma di per sè la maionese è una emulsione tra una parte oleosa e una acquosa e dunque anche se fatta con del latte di soia a mio avviso può essere chiamata maionese di soia.

Comunque vogliate chiamarla, rimarrete stupiti da quanto sia veramente simile alla maionese con le uova! Io mi aspettavo un sapore un po’ farlocco e fagioloso e invece…