Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Costine di maiale sous vide – costine cbt

Di: 0 Difficoltà: facile
costine di maiale sous vide

La cbt (cottura a bassa temperatura) regala davvero soddisfazioni incredibili ed è davvero interessante e appassionante . Lo è per me, anche se è un mondo tutto da scoprire e pieno di cose da imparare e capire.

Mi piacerebbe infatti prendere un libro e ce n’è uno appena uscito che deve essere fatto benissimo di Marco Pirrotta: un compendio che credo risponda a ogni domanda e chiarisca ogni aspetto, ma che ha un costo elevato; non dico che sia caro, perchè penso sia adeguato alla completezza del contenuto e deve essere costato parecchia fatica e impegno, però costoso lo è e non è per me questo il momento di spendere sta cifra. Se siete appassionati di questa arte della cottura e avete la possibilità, pur non avendolo sfogliato, ve lo consiglio. Sto nel gruppo Facebook dell’autore e mi pare che chi l’ha preso ne sia contento. 

Ho provato qualche piatto cbt (o sous vide, che letteralmente significa sotto vuoto, perchè la cottura a bassa temperatura spesso si fa sottovuoto). Poi in fondo al post vi metto i link alle altre ricette che ho provato e che mi hanno soddisfatta.

Intanto oggi vi propongo delle costine di maiale sous vide, che poi ho finito con salsa BBQ al forno per creare la crosticina caramellata che ne accende il sapore. Sono qualcosa di meraviglioso se vi piace questo tipo di preparazione. L’osso esce bello pulito e la carne è un burro.

Torta crema chantilly e fragole

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: media
torta crema chantilly e fragole

Questa torta la settimana scorsa l’ho fatta bene tre volte! Mio marito ha compiuto 50 anni! La prima con un diametro di 28cm per festeggiare con i ragazzi del trio di mio marito e 2 amici (decisamente sovradimensionata per 6 persone, ma non ne è avanzata poi molta eh!), poi sono scesa a 20cm di diametro per il festeggiamento a casa di mia suocera con mio cognato e mio nipote (che è quella che vedete in foto nel post) e infine l’ultima, da 18cm per festeggiare con una coppia di amici.

Ora vado in sciopero e niente più torta crema chantilly e fragole per un po’!

Di seguito vi do le dosi per la torta da 20 cm

Pizza alla pala veloce

Di: 2 commenti 2 Difficoltà: media
pizza alla pala veloce

La ricetta è quella della pizza da fare in fretta di Paoletta, del blog Anice e Cannella che ho però adattato facendola alla pala. Il risultato, nonostante sia una pizza a breve lievitazione è davvero sorprendente. Io l’ho provata più volte e ho ridotto la quantità di lievito perchè cresceva troppo velocemente, ma voi fate le vostre prove.

Io ho preferito farla bianca condita solo con un giro di olio e del fleur de sel perchè così si presta benissimo ad essere mangiata con dell’affettato. L’ho provata anche margherita e con le cipolle. La mia preferita rimane la bianca, ma sono tutte buonissime.

Per le pizze ho utilizzato una piastra speciale brevettata, in alluminio rivestito di uno strato antiaderente che sulla parte sottostante ha delle alette che convogliano e accumulano il calore riproducendo l’effetto platea dei forni professionali.
Uno delle principali pecche dei forni casalinghi infatti è che manca una spinta potente dal basso che invece è necessaria per ottenere una buona crescita e una buona alveolatura dei lievitati come pane e pizza. Per info sulla Vulcan guardate in fondo al post.

Treccia di pan brioche a 5 capi

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: media
treccia di pan brioche a 5 capi

Era da un po’ che l’avevo adocchiata e la trovavo meravigliosa e quindi aveva a pieno diritto trovato posto nella mia to do list che cresce a dismisura arricchendosi di nuove ricette che non mi basterà una vita per realizzarle.

E tenete presente che sul blog ormai ho quasi 1000 ricette. Ma vi rendete conto 1000 ricette???!!! Quasi non ci credo. Ce ne sono abbastanza per riempire 6 o 7 libri!

I lievitati però, lo sapete, sono la mia passione, di quelle che ti accompagnano nella vita, che ti spingono a migliorare sempre, a studiare nuove tecniche, a sperimentare nuove farine, nuove ricette, nuovi intrecci. E questo di intreccio io lo trovo davvero stupendo.

Parker house rolls – come addentare una nuvola

Di: 12 commenti 12 Difficoltà: media
parker house rolls

Questo genere di lievitati a me fanno impazzire. Sono di quelli sofficissimi che schiacci fino ad assottigliarli e tornano su come una spugna. Hanno poi un sapore neutro che si adatta al dolce come al salato e sono quindi anche perfetti per un buffet, magari facendoli di pezzatura più piccola. Sono ottimi anche per farci degli hot dogs.
Noi ce li siamo mangiati per pranzo con del crudo e sono buonissimi. Il latte e il latte in polvere li rendono davvero leggerissimi e con una mollica cotonosa ed eterea. A noi sono piaciuti da matti..Provateli e mi direte che ne pensate.

La ricetta viene dal gruppo Facebook della Confraternita della pizza, pubblicata da Dany Bina.

Swiss roll cake

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: facile
swiss roll cake

mi è appunto comparso il video di questo rotolo meraviglioso, setoso, perfetto, senza sbavature. Ho deciso subito di provarlo, non senza una certa dose di scetticismo. Ero quasi certa che non mi sarebbe venuto altrettanto “pulito”, liscio, perfetto e uniforme come quello del video e in effetti quello del video è più liscio del mio, ma sono comunque contenta del risultato. Però è stato un gioco da ragazzi. La ricetta è eccezionale e il risultato garantito. Si ottiene un roll (o un rotolo se preferite) di una sofficità paradisiaca che si scioglie in bocca. PERFETTO!

Io l’ho farcito con delle marmellata di arance, per farlo non troppo calorico, ma l’ho sognato con la crema di nocciole perchè me lo immagino da sturbo.

Beh, ora non vi rimane che mettervi all’opera e provarlo.