Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Acquacotta: la tradizionale zuppa maremmana

Di: 6 commenti 6 Difficoltà: facile
acquacotta maremmana

Come preparare l’acquacotta (o acqua cotta) Preparare l’acquacotta richiede tempo, ma realizzarla è quanto di più semplice esista;  mentre la zuppa cuoce potete fare tranquillamente altro senza rischiare che si bruci. Iniziate rimuovendo dai gambi di sedano i filamenti duri e poi lavateli e tagliateli a dadini. Pelate la cipolla e tagliate anch’essa a dadini. Scolate e schiacciate i pelati con i rebbi della forchetta. In una casseruola, meglio se di ghisa o di ceramica, versate due cucchiai abbondanti di […]

Zucca al forno – tra le ricette light e gustose che più amo

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: facile
zucca al forno

La zucca al forno è un contorno leggerissimo ma gustoso che è perfetto in tutte le occasioni, ma in particolar modo se si è a dieta. La zucca gialla infatti ha pochissime calorie (18 per 100g ed è ricchissima di vitamine, fibre, potassio, betacarotene e tanto altro).

Preparare la zucca al forno tra l’altro richiede pochissimo tempo, il che non guasta. Si possono usare diversi tipi di zucca. risotto alla zucca prediligo la zucca butternut, un po’ meno fibrosa, più cremosa e scioglievole, per fare le fette di zucca al forno, preferisco utilizzare la zucca mantovana, quella con la buccia verde con i “poli” un po’ schiacciati, che è un po’ più consistente ma altrettanto gustosa.

Schiacciata con l’uva toscana

Di: 2 commenti 2 Difficoltà: media
schiacciata con l’uva

E’ tempo di vendemmia. E’ tempo di cieli grigi, di tappeti di foglie colorate, di aria frizzantina, di caldarroste, di uva e moscerini. E in questa stagione ho voglia di starmene in casa. L’autunno mi coglie sempre impreparata, psicologicamente e fisicamente. Non sono pronta ai primi freddi, non so mai come vestirmi e sono una freddolosa cronica. E non sono neanche pronta alle giornate che si accorciano, all’escursione termica tra giorno e sera, alle piogge. Mi manca il sole. come fosse l’aria.
E allora me ne sto a casa, un po’ annoiata e cerco di allontanare la noia cucinando tra un lavoro e l’altro. E non c’è niente di meglio che un lievitato ad accompagnare i pomeriggi autunnali.
Dapprima l’impastamento, che è sempre affascinante. Vedere un impasto informe fatto della somma degli ingredienti che piano piano prende forma e diventa liscio, setoso e soffice è come un miracolo e poi l’impasto che cresce, un’altra magia. Infine la cottura. il dolce che si gonfia e si colorisce e il profumo del dolce cotto che comincia a insinuarsi piano piano uscendo timidamente dallo sportello del forno.

Risotto di grano saraceno alla zucca con sumac e semi di zucca

Di: 2 commenti 2 Difficoltà: facile
Risotto di grano saraceno alla zucca

preparate un brodo di verdura; io l’ho fatto con il mio dado granulare vegetale fatto in casa. Mantenetelo sul fornello alla minima temperatura in modo che rimanga caldo. Mondate la zucca e tagliatela a dadini. Tritate finemente lo scalogno, versatelo in una padella di 28cm circa insieme a due cucchiai di olio. Aggiungete i dadini di zucca. Cuocete per 10 15 minuti, finché la zucca si sarà ammorbidita. Di tanto in tanto versate del brodo sulla zucca quando dovesse asciugarsi […]