Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Strudel di mele

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: media
strudel di mele in pasta fillo

Ancora una volta per alcune dritte molto interessanti su questa ricetta e l’idea di farla con la pasta fillo, devo ringraziare Barbara, una ragazza che mi segue sul blog e che ho conosciuto anche di persona. E’ grazie a lei che tra noi è nata un’amicizia. Io sono più timidona e impacciata ed è grazie a lei, al fatto che mi segue sul blog e quasi conosce meglio di me ogni ricetta presente, se ci siamo conosciute.

E’ capitato in occasione di un suo passaggio qui a Bologna. Io non la conoscevo, ma lei mi scrisse dicendo che avrebbe avuto piacere di conoscermi di persona ed è così che ci siamo ritrovate davanti a un the e qualche pasticcino in una pasticceria di un parco commerciale a chiacchierare. Insieme a lei c’era anche Giada, la sua dolcissima bimba. Da quella volta ora ci scriviamo quasi quotidianamente su whatsapp e ci lasciamo vocali senza fine discutendo un po’ di tutto, ma principalmente di ricette, farine, lievitati.

Ed è sua, tranne che per alcune piccole variazioni, la ricetta che oggi vi regalo.

Avevo della pasta fillo, che avevo rifatto dopo aver usato quella fatta in precedenza per il byrek, ma non avevo ancora le idee chiare su come utilizzarla.

Avevo quindi sovrapposto le mie sfoglie ben infarinate con l’amido di mais e le avevo arrotolate tra due fogli di carta forno e chiusi con la pellicola per utilizzarla quando mi fosse venuta un’idea per utilizzarla.

Nel frattempo a Barbara avevo fatto venire la voglia di fare la pasta fillo che comunque lei fa più spesso di me. Mentre la mia pasta fillo giaceva in frigo in cerca d’autore, Barbara mi ha mandato dei video in anteprima di come lei avevo steso la sua a mano e di come poi l’aveva utilizzata per farci uno strudel spaziale!

A quel punto avevo trovato l’idea per come utilizzare la pasta fillo!

Di seguito la ricetta.

Bavarese alla pesca

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: facile
bavarese alla pesca

Tra i vari dolci al cucchiaio, le bavaresi occupano un posto speciale ed è per questo che ne ho provate diverse versioni (metterò i link alla fine del post) e che oggi ve ne propongo un’altra. Bavarese alla pesca, ma non una pesca qualunque. Ho voluto provare con la pesca tabacchiera, quella bassa e schiacciata, con la polpa bianca dolcissima. Naturalmente voi siete liberi di sostituirle con la varietà di pesca che più vi piace.
Preferite però pesche mature e succose perchè sono meno fibrose.

Kumquat canditi (mandarini cinesi) con metodo Morandin

Di: 14 commenti 14 Difficoltà: media
Kumquat-canditi

Ultimamente mi è preso il trip della canditura. Mi è venuta la voglia vedendo dei mandarini cinesi che aveva candito Michela del bellissimo blog Menta e Rosmarino; non ho seguito però il suo metodo; essendo iscritta al gruppo facebook del Fan club del maestro Morandin, ho voluto provare a seguire il metodo utilizzato dai fan del gruppo che naturalmente segue il procedimento spiegato dal maestro nei suoi corsi.

Il risultato è davvero eccellente. Si ottengono dei kumquat perfetti, non rugosi, né accartocciati o ammaccati. Devo ringraziare per la consulenza 24h di Claudia Saracco del blog 6 mani in cucina. Il sapore è qualcosa di paradisiaco. Scordatevi i canditi che sanno di gomma e ne hanno pure la consistenza: qui l’agrume è esaltato all’ennesima potenza, la consistenza è scioglievole e il sapore indescrivibilmente buono. Io ho già preparato due vasetti da mezzo kg di Kumquat canditi e vi consiglio di provarli!

Insalata di anguria e feta veloce e gustosissima!

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: facile
insalata di anguria

L’insalata di anguria e feta è un contorno ma può essere servita anche come entrée, in un bicchierino da finger food. L’abbinamento può sembrare strano ed è comunque insolito, ma vi posso assicurare che il successo è garantito. L’insalata di anguria si prepara velocemente e, per chi non la conosce sarà una piacevole scoperta!