Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Torta fiorita con crema al mascarpone e decorazioni in crema al burro alla meringa svizzera

Di: 25 commenti 25 Difficoltà: difficile
torta fiorita con crema al mascarpone

Ho sempre sognato prima o poi di realizzare una layered cake all’americana, ma a frenarmi, ogni volta che leggevo gli ingredienti di una di quelle torte, è stata sempre la quantità smodata di burro e zucchero. Non solo penso che non mi piacerebbe una torta troppo zeppa di burro e zucchero, ma allo stesso tempo pensare a quella quantità di grassi e calorie fuori dalla grazia di dio mi ha sempre frenato.
E’ più forte di me! Non sono certo una di quelle salutiste senza se e senza ma e non sono neanche di quelle che sostituiscono ingredienti qua e là per alleggerire un dolce. Se dolce deve essere, che venga fatto con i sacri crismi: al limite, se non si sbilancia troppo la ricetta, posso diminuire un po’ il burro, ma nulla di più.

Torta alla zucca soffice e buonissima

Di: 17 commenti 17 Difficoltà: facile
torta alla zucca

Dopo una lunga assenza dal blog, sono tornata a pubblicare ricette in linea con la stagione, sia per colore che per la stagionalità degli ingredienti. Una volta, prima di avere il blog non sapevo neanche cosa fosse la stagionalità, poi ho iniziato a farci attenzione e ora è diventata una priorità, tanto che spesso quando sono dal fruttivendolo e non sono certa di un frutto o di una verdura chiedo prima se sono di stagione.

E in autunno, oltre ai mandarini, alle castagne, ai funghi, ci sono le zucche, con il loro arancione bellissimo e la loro dolcezza innata che si presta però a preparazioni dolci come a quelle salate

La apple pie di Nonna papera

Di: 18 commenti 18 Difficoltà: media
apple pie americana

Non era mai successo che stessi lontana dal blog per un tempo così immensamente lungo in tutti questi anni che ormai sono 6 abbondanti!. Il tempo passa anche per il blog e per fortuna da 1 annetto a questa parte l’ho ringiovanito un po’ con qualche punturina di botox facendo il fatidico passaggio a Wordpress tanto immaginato e tanto temuto (che quando si tratta di cambiare le incognite sono sempre tante no?).

Beh, insomma, non era mai capitato che stessi due lunghi mesi lontano da questo mio angolo gastronomico e mi è dispiaciuto tanto per i mie lettori, ma è stato un periodo in cui proprio voglia di cucinare ne avevo poca; questi periodi capitano un po’ a tutti, ma generalmente a me passano presto, mentre questa volta no e a differenza delle altre poi ho vissuto questa lontananza anche bene, senza farmi venire troppa ansia, senza pensare che dovevo assolutamente pubblicare qualcosa.

La brazadela, la ciambella romagnola, ma anche un po’ emiliana

Di: 26 commenti 26 Difficoltà: facile
ciambella romagnola o brazadela

preparare la brazadela o ciambella romagnola o ciambella bolognese è facile e veloce. Portate il forno a 180° in modalità statica. Setacciate farina e lievito in una ciotola; se usate l’impastatrice montate il gancio a foglia, quello indicato perla pasta frolla. Alla farina unite lo zucchero semolato e la buccia grattugiata di un limone. Formate quindi una fontana ricavando una sorta di cratere al centro per ospitare gli ingredienti liquidi. Rompete quindi le uova e versatele al centro della fontana; tenete […]