Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Vignarola, una delle ricette più tipiche della cucina romana

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: facile
vignarola romana

La vignarola romana, è un contorno preparato con verdure stagionali primaverili quali i piselli e le fave fresche e i carciofi a cui si aggiungono altri tre ingredienti molto usati nella cucina romana come il guanciale (che si usa per fare la pasta alla amatriciana e la carbonara), la menta romana o mentuccia che invece si usa ad esempio nella ricetta dei carciofi alla romana e infine il pecorino romano che si usa per i tonnarelli cacio e pepe e in molte paste tipiche della cucina romana.
La ricetta è evoluzione di un altro piatto laziale: ovvero le fave cor guanciale

Pur essendo un contorno, la vignarola o vignarola alla romana, si presta bene ad essere usato come condimento per dei primi piatti davvero gustosi e genuini.

Quale sia l’origine del nome vignarola è controverso. Una prima ipotesi sostiene che il nome derivi dal fatto che tutti gli ortaggi e le verdure che compongono la vignarola crescessero tra le vigne. Una seconda ipotesi invece sostiene che il termine derivi la sua etimologia dai vignaroli e cioè coloro che vendevano frutta e verdura nei mercati romani. Una terza e ultima ipotesi lega il nome della vignarola alla preparazione che erano soliti mangiare i contadini che lavoravano nelle vigne.

Se l’origine della vignarola romana è incerta, cosa certa e indiscussa è invece la sua bontà. Io l’ho preparata come condimento per dei mezzi rigatoni ed erano davvero buonissimi!

Mini maritozzi alla panna di Luca Montersino

Di: 25 commenti 25 Difficoltà: media
Maritozzi alla panna

nella planetaria mettete la farina insieme al lievito di birra sbriciolato e il latte a temperatura ambiente. Unite le uova, lo zucchero, il miele, il rum e gli aromi. Azionate la planetaria a velocità minima e lasciatela lavorare per 8/10 minuti. Unite ora il burro in più riprese e infine il sale. Aumentata la velocità a medio bassa e portate a incordatura. L’impasto dovrà risultare liscio, omogeneo semilucido, ma soprattutto molto elastico e non appiccicoso. Riponete l’impasto in un contenitore […]

Focaccia con prosciutto e fichi

Di: 35 commenti 35 Difficoltà: media
Focaccia con prosciutto e fichi

setacciate la farina nella ciotola dell’impastatrice (serve a far respirare la farina). Aggiungete i fiocchi di patate. In una ciotola sciogliete il lievito nell’acqua insieme al malto. Versate 3/4 dell’acqua con il lievito sulla farina e fate partire l’impastatrice con il gancio a foglia a bassa velocità. Quando gli ingredienti cominciano ad amalgamarsi cominciate ad aggiungere la restante acqua, poco alla volta. Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e liscio, unite l’olio a filo e il sale. Aumentate la velocità […]

Pizza bianca tipo romana gluten free!

Di: 31 commenti 31 Difficoltà: media
Pizza bianca tipo romana senza glutine

nel cestello dell’impastatrice versate le tre farine e i fiocchi di patate e mescolate bene con una frusta. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida insieme al miele, poi versate 3/4 di acqua sulla farina e avviate l’impastatrice. Aggiungete poi la restante acqua poco a poco. Quando avrete fatto assorbire tutta l’acqua alla farina, aggiungete il sale e l’olio e continuate a impastare per una decina di minuti. Se non avete l’impastatrice, lavorate il tutto o con un frullino con i ganci […]