Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Chai tea, il tè rosa del Kashmir

Di: 2 commenti 2 Difficoltà: facile
Kashmiri chai tea

A tutti noto come chai tea, questo tè rosa del Kashmir viene chiamato così impropriamente. La parola chai infatti si traduce “tè” e quindi chai tea nei fatti sarebbe un “tè tè”.

Più proprio sarebbe chiamarlo Kashmiri tea o Kashmiri pink tea o ancora Kashmiri chai o Gulabi chai o più semplicemente pink tea.

Questo tè è originario del Kashmir, la regione a nord del subcontinente indiano in mezzo tra India e Pakistan e di cui entrambi pretendono la sovranità. Un altro dei nomi con cui questa bevanda viene indicata è Noon chai (letteralmente tè salato), perchè originariamente era una bevanda salata, ma nel corso degli anni la gente ha iniziato ad aggiungere zucchero conferendogli un sapore più ricco.

Il chai tea si ottiene bollendo il tè verde con delle spezie e la sua colorazione è data dall’aggiunta di bicarbonato e dal processo di ossigenazione e ossidazione che subisce durante la cottura che favoriscono la reazione chimica che trasforma il colore altrimenti marroncino del tè verde in un colore rosso bordeaux. Il colore viene poi fissato aggiungendo acqua gelata.

Una volta completata la procedura il chai va filtrato e questo tè molto concentrato e dal colore rosso scuro prende il nome di Kahva o Kahwa.

La miscela va poi mescolata al latte.

Cocktail Hugo o spritz hugo e l’aperitivo è servito

Di: 0 Difficoltà: facile
cocktail hugo o spritz hugo

preparare il cocktail Hugo è semplice. Munitevi di un bicchiere a calice. Versate i cubetti di ghiaccio nel calice. Versate poi lo sciroppo di sambuco, il prosecco e infine il seltz. Mescolate bene e decorate con un rametto di foglie di menta. Servite immediatamente. Questo cocktail, anche noto come spritz Hugo è ideale per un aperitivo non molto alcolico e adatto quindi anche a chi non è abituato a bere. E’  molto piacevole e solitamente piace a tutti perchè è […]

Strawberry Mojito (Mojito alla fragola): come prepararlo

Di: 0 Difficoltà: facile
Strawberry mojito

per preparare un buon strawberry mojito sono sufficienti pochi ingredienti: l’importante è saperli utilizzare al meglio. Lavate e asciugate le fragole e tagliatele a pezzetti. In un tumbler* alto, versare lo zucchero e le fragole e con il pestello schiacciate le fragole per bene riducendole a una purea. Inserite le foglie di hierba buena o menta e schiacciatela leggermente contro le pareti per far uscire l’aroma, ma senza pestarla troppo, altrimenti cederà troppo amaro al cocktail.   Massaggiate il lime premendolo su un […]

Di sciroppo di fiori di acacia e del primo, strafichissimo libro delle Bloggalline!

Di: 14 commenti 14 Difficoltà: facile
Sciroppo di fiori d'acacia

– raccogliete i fiori di acacia in un posto lontano dallo smog e poco inquinato. In una terrina raccogliete solo i petali e i pistilli (il lavoro è lunghetto e noioso, ma “s’ha da fare”) – il primo giorno portate a ebollizione il litro di acqua in una casseruola capiente e poi versateci i fiori mescolando delicatamente per immergerli bene; spegnete il fuoco e coprite la casseruola con il suo coperchio. Lasciate riposare 24 ore. – Il giorno seguente, filtrate […]