Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Canederli allo speck

Di: 0 Difficoltà: facile
canederli allo speck in brodo

Preparare i canederli allo speck in brodo I canederli sono un piatto alto atesino povero e anche un modo utile per riciclare del pane vecchio avanzato. Si preparano molto velocemente e sono davvero buonissimi. Nella cucina italiana non si usa farli spesso, ma se li proverete li apprezzerete molto. rimuovete la crosta dal pane e tagliatelo a dadini di 1m di lato. Versate il pane in una ciotola capiente. Tagliate lo speck a dadini piccolissimi e uniteli al pane. Fate […]

Crema di zucca e lenticchie – non chiamatela vellutata di zucca e lenticchie

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: facile
crema di zucca e lenticchie

Per molto tempo ho avuto le idee confuse anche io su quale fosse la differenza tra crema e vellutata. E infatti sul blog trovate delle creme che io ho chiamato vellutate perchè non conoscevo ancora la differenza. Abbiate pietà! Per fortuna leggere e ascoltare aiuta a capire e finalmente sono arrivata a capire quali siano le caratteristiche dell’una e dell’altra preparazione.

Si intende crema qualsiasi preparazione a base di verdura o ortaggio che preveda un soffritto iniziale e che poi viene frullata. Generalmente nelle creme è spesso presente la patata perchè aiuta ad addensare grazie al contenuto di amidi.
Per vellutata invece si intende una preparazione che preveda la presenza di un grasso, che sia burro, panna, panna acida o besciamella. Tecnicamente la vellutata dovrebbe prevedere un roux, ovvero una emulsione di burro o olio e farina, ma più in generale l’aggiunta di un grasso anche a cottura avvenuta identifica il piatto come vellutata.

Dunque, in soldoni, la differenza tra crema e vellutata è la presenza in quest’ultima di un grasso.

Acquacotta: la tradizionale zuppa maremmana

Di: 6 commenti 6 Difficoltà: facile
acquacotta maremmana

Come preparare l’acquacotta (o acqua cotta) Preparare l’acquacotta richiede tempo, ma realizzarla è quanto di più semplice esista;  mentre la zuppa cuoce potete fare tranquillamente altro senza rischiare che si bruci. Iniziate rimuovendo dai gambi di sedano i filamenti duri e poi lavateli e tagliateli a dadini. Pelate la cipolla e tagliate anch’essa a dadini. Scolate e schiacciate i pelati con i rebbi della forchetta. In una casseruola, meglio se di ghisa o di ceramica, versate due cucchiai abbondanti di […]

Vellutata di asparagi light

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: facile
vellutata di asparagi

Vellutata di asparagi o crema di asparagi? ho sempre avuto il dubbio e per fugarlo, oggi ho cercato quale fosse la differenza che magari chiarirà le idee anche a voi.
Dunque, si definisce vellutata una preparazione composta da due, massimo 3 verdure, a cui eventualmente si possono aggiungere panna da cucina o tuorli d’uovo per legare gli ingredienti e aumentare la sensazione di cremosità (ma io spesso trovo che se ne possa fare a meno risparmiando calorie senza pregiudicare la cremosità della vellutata).

Di definisce crema invece un composto a base di una sola verdura, che viene poi frullata e legata con latte e/o farina di riso.
Chiarito a me stessa e a voi questo dubbio amletico, posso con tranquillità affermare che quella di cui vi sto per mostrare la ricetta è a pieno titolo una vellutata di asparagi! E che nessuno osi metterlo in dubbio… Ahahah