Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Flan giapponese

Di: 7 commenti 7 Difficoltà: facile
flan giapponese

Stavo guardando un video su Youtube, neanche ricordo di cosa. E sbam, sulla destra mi compare questo video del flan giapponese. Ricetta, nuova, originale. Non l'avevo mai vista prima. E che fai non la provi??? Era sera, dopo cena e mi ero quasi convinta a mettermi all'opera, ma poi la pigrizia ha prevalso e ho rimandato al giorno dopo.

Il giorno dopo ero all'opera. Questo dolce mi intrigava perchè è semplice da preparare, ma soprattutto per le sue molteplici consistenze. Sulla base un sottile strato di caramello, al centro uno strato cremoso simile a un creme caramel aromatizzato al Brandy e in alto un morbido pan di spagna. Mi piaceva tanto poi la sua forma e il fatto per accedere al flan dovessi bucare il soffice strato di pan di spagna che ricopre come un cappellino il dolce.

Il dolce non è molto calorico e quindi non dovete neanche fustigarvi con il cilicio per aver sgarrato, quindi cosa state aspettando? Preparatevi a cucinarlo!

Ingredienti

(dose per 4 vasetti da 200ml o 6 vasetti da 125ml)

 

Per il caramello:

60g di zucchero semolato
10ml di acqua +20ml di acqua

 

Per il flan:

370ml di latte intero
3 uova medie
1 tuorlo da un uovo medio
60g di zucchero
15g di miele di acacia
10ml di Brandy

 

Per il pan di spagna in superficie:

1 uovo medio
25g di zucchero
10g di miele di acacia
25g di farina

 

Preparazione del caramello per il flan giapponese

per prima cosa preparate il caramello. In un pentolino dal fondo spesso, versate lo zucchero e 10ml di acqua. Ponete su fuoco medio e senza mescolare attendete che lo zucchero si sciolga e piano piano dopo aver passato la fase di cristallizzazione torni liquido e comincia a dorarsi. Di tanto in tanto roteate il pentolino per far mescolare il caramello. Quando comincerà ad essere ambrato spegnete il fuoco; facendo molta attenzione a non scottarvi e indossando un guanto da cucina, aggiungete i restanti 20ml di acqua e chiudete immediatamente con il coperchio. Attendete qualche secondo che smetta di fare vapore, quindi togliete il coperchio e distribuite un po’ di caramello su ciascun vasetto.

Mettete i vasetti in frigo.

 

Preparazione del flan

Sgusciate 3 uova di media grandezza in una terrina. Dividete il tuorlo dall’albume del quarto uovo e versate il tuorlo sulle altre uova. Mescolate con una frusta.

In ‘un’altra terrina versate zucchero, miele e brandy. Mescolate con una frusta, quindi unite le uova e il latte. Mescolate bene per far sciogliere completamente zucchero e miele. Passate il composto dapprima attraverso un colino a maglie un po’ più larghe, quindi una seconda volta attraverso un colino a maglie più strette.

Prelevate i vasetti dal frigo e distribuite il composto sui vari vasetti riempiendoli tutti alla stessa altezza per circa 4/5.

 

Portate il forno a 160° in modalità statica e posizionate un teglia sul secondo ripiano dal basso.

Mettete i bicchierini in una teglia da forno in modo che stiano vicini.

 

Preparazione del pan di spagna

scaldate dell’acqua a 60° e versatela in un contenitore di vetro.  L’acqua calda vi aiuterà a montare più facilmente e meglio le uova. Appoggiateci sopra una terrina in cui avrete messo zucchero miele e uova. Con un frullino montate a lungo fino ad ottenere un composto bianco e spumoso.

Setacciate la farina sul composto con le uova e mescolate con una spatola delicatamente dal basso verso l’alto per non smontarlo.

Distribuite questo composto sui bicchierini riempiendoli fino all’orlo.

 

Cottura del flan giapponese

portate a bollore abbondante acqua. Quando il forno arriverà a temperatura, adagiate la teglia con i vasetti nella teglia da forno e versate acqua nella teglia in modo che arrivi all’incirca a metà dell’altezza dei vasetti.

Cuocete per 40-45 minuti o finché la parte superficiale del flan sarà ben dorata..

Sfornate facendo attenzione a non scottarvi. Prelevate i vasetti e fateli intiepidire, quindi riponeteli in frigo per almeno 4 ore.

Servite il flan giapponese con una spolverata di zucchero a velo (io me ne sono dimenticata).

 

Prova anche:

 

flan giapponese -japanese flan

 

- Valuta questa ricetta -

Flan giapponese
5 (100%) 7 vote[s]

Flan giapponese
5

5

5 7
00 unknow 00 unknown
7 commenti

7 commenti sul post:
“Flan giapponese”

  • Paola De Marco ha detto:

    Adoro questi dolci al cucchiaio senza panna o burro…-da provare quanto prima,grazieeee.

    1. Martina ha detto:

      Se lo provi fammi sapere! 🙂

  • Vincent ha detto:

    Davvero bella ricetta, con un procedimento singolare ed intrigante. Di questi tempi non facendo più inviti e cene, e avendo sorella e cognato che abitano di sotto in perenne difficile equilibrio tra dieta e trasgressioni, devo frenare le preparazioni e ridurle all’essenziale. Ma intanto tengo sempre le tue ricette perchè so che riescono sempre bene. Un affettuoso saluto.

    1. Martina ha detto:

      Ciao Vincent, per la dieta ti capisco. Io sono a dieta da ottobre 2019. Piano piano arriverò al peso che mi sono prefissata. Per quanto riguarda questo dolcetto, secondo me potresti anche permettertelo perchè non è molto calorico…Magari ne mangi un vasetto da 125 che ha meno di 150 calorie 🙂

      1. Vincent ha detto:

        Il fatto è che amo cucinare per gli altri, per questo dicevo della dieta dei miei. Amo moltissimo fare dolci ma non li mangio e può capitare 2- 3 volte in un anno che abbia voglia di dolce, mentre mia sorella ci camperebbe. Amo tutto il resto e nella scelta vassoio di dolci o vassoio di tartine, sicuramente il salato. Se almeno si potesse viaggiare…di solito sono talmente preso dal viaggio che a volte salto i pasti. Ultima sfiga: da ex proprietario di bar / pub ritengo uno dei piaceri della vita un buon vino o un buon cocktail.

  • Alessandra ha detto:

    Ricetta molto interessante. Avevo fatto la Castella Cake tempo fa, pura delizia. Questo mi sembra ancora più intrigante. Complimenti!

    1. Martina ha detto:

      è molto scenografico, con quel cappellino di pan di spagna vero? 🙂

Lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: