Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Naked cake alle fragole e frutti di bosco

Di: 28 commenti 28 Difficoltà: facile
Naked cake alle fragole e frutti di bosco

Ormai ci ho preso gusto a fare questa torta, perchè tutto sommato è veloce e mi piace tantissimo. L'avevo preparata per il mio compleanno e per il compleanno di un mio amico, ma in entrambe le occasioni non avevo avuto tempo e modo di fotografarla. Questa volta invece ho preparato le basi della torta con un giorno di anticipo e mi sono organizzata in modo che mi rimanesse solo da preparare la farcitura, che è veloce e la decorazione e mi rimanesse un po' di tempo per fotografare. Problemi da foodblogger...:)

Eccola qua..E' una torta molto scenografica e veloce da preparare. Ve la consiglio. La base della torta può essere fatta con un pan di spagna (l'importante è che non sia estremamente soffice altrimenti la torta potrebbe crollare sotto il suo peso), con una torta allo yogurt, una chiffon cake, una angel food cake, una torta paradiso o un pan di spagna aurora.

Io come base ho usato una quattro quarti e mi sono ispirata alla ricetta di Stefania qui facendo qualche variazione qua e là

Naked cake alle fragole e frutti di bosco

 

Ingredienti per le torte:

350g di uova intere (peso senza guscio)
350g di burro morbido
350g di zucchero
350g di farina 00 per dolci
12g di lievito chimico per dolci

 

Per la crema:

380g di mascarpone fresco
400g di panna fresca
125g di zucchero a velo
semi di 1 bacca di vaniglia

 

Per decorare:

circa 15 fragole fresche
200g di lamponi
20 mirtilli circa
gipsofila e gerbere (se volete mettere anche i fiori)

 

 

Procedimento:

1 o 2 ore prima di cominciare a preparare, tirate fuori il burro dal frigo in modo che si ammorbidisca. Imburrate e infarinate 3 stampi rotondi, uno da 24cm di diametro, uno da 18 e uno da 10.

Al momento di cominciare, tagliate il burro a pezzetti e versateli nella ciotola della planetaria o in una terrina se usate uno sbattitore elettrico e montatelo fino a che sarà  chiaro e spumoso (deve assomigliare a una maionese visivamente quando è pronto), poi aggiungete lo zucchero e cominciate a montare a bassa velocità per poi aumentare quando lo zucchero si sarà amalgamato al burro.

Portate il forno a 175°.

Pesate le uova e sbattetele un po’ e passatele attraverso un colino in modo che perdano viscosità e sia più semplice dosarle;  cominciate a versarle a filo sul burro che monta. Può succedere che se le uova sono fredde o se le versate troppo velocemente, il composto stracci, ma non preoccupatevi perchè questo non crea problemi.

Unite quindi la farina setacciata con il lievito in due o tre volte, amalgamandola al composto con il burro con una spatola e mescolando dal basso verso l’alto per non far smontare il tutto.
Versate il composto equamente negli stampi in modo da ottenere 3 torte circa della stessa altezza.

 

Cottura della naked cake:

Informate prima la teglia più grande per circa 25-30 minuti o finché inserendo uno stuzzicadenti al centro della stessa, questo uscirà pulito. Sfornate e infornate le altre due torte insieme per circa 15-20 minuti. Eventualmente se la piccola ci mette meno a cuocere sfornatela e continuate la cottura dell’altra.

Sfornate anche queste torte, poi sformatele e fatele raffreddare con la superficie rivolta verso il basso. Una volta che saranno completamente fredde, copritele con la pellicola e riponetele in frigorifero per almeno 4 ore.

Quando sarà il momento di farcire la torta, versate il mascarpone e la panna (freddissimi di frigo) nella planetaria (sarebbe meglio se raffreddaste la frusta e anche la ciotola in frigo prima di cominciare a montare). Montate alla massima velocità finché otterrete un composto quasi completamente montato, poi aggiungete lo zucchero a velo e i semi di vaniglia e terminate di montare.
Naked cake

Montaggio della naked cake

prelevate le tre torte dal frigo e tagliate ciascuna a metà in senso orizzontale.

Riempite una sac a poche con la crema di panna e mascarpone; ritagliate la punta in modo da avere un’apertura di circa 1,2cm.  Cominciate a farcire la base inferiore della torta grande, ricopritela con lo strato superiore, poi adagiate la base della torta da 18 cm sopra questa posizionandola bene al centro, farcite anche questa e coprite con lo strato superiore e infine fate la stessa cosa con la torta da 10cm.

 

Decorazione della naked cake

lavate le fragole i lamponi e i mirtilli e fateli asciugare bene su un canovaccio pulito ed eventualmente aiutandovi con della carta assorbente. Tagliate le fragole a metà e disponetele a vostro piacere sulla torta intervallandole con i lamponi e i mirtilli. Se volete aggiungere anche i fiori alla naked cake, ricordate di comprare solo fiori non profumati e poi rivestite i gambi che infilerete nella torta con della pellicola: i fiori che trovate dai fiorai infatti sono trattati con pesticidi e non è il caso che vadano a contatto con la torta.

Per finire ultimate la naked cake con una spolverata di zucchero a velo.

Naked cake

- Tips & Tricks -

- Usate uova a temperatura ambiente e prima di inserirle nella montata di burro e zucchero, passatele attraverso un colino. In questo modo perderanno il filo, come si dice in gergo, ovvero perderanno viscosità e riuscirete a controllare meglio l'inserimento

- il burro deve essere morbido e spalmabile quando iniziate a montarlo: se vi ricordate invece che due ore prima tiratelo fuori dal frigo la sera prima.

- per facilitare la montatura del burro sciacquate le pareti esterne della ciotola con acqua calda.


Ringrazio per i consigli un mio lettore Stefano Arturi.


- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 2 votes

Naked cake alle fragole e frutti di bosco
5

5

5 2
00 unknow 00 unknown
28 commenti

28 commenti sul post:
“Naked cake alle fragole e frutti di bosco”

  • ipasticciditerry ha detto:

    Ma è un monumento, spettacolare! Brava, bellissima l’idea di farla così a torre, dalla più larga alla più stretta. Te la copierò di sicuro, brava Marty. Foto stupende, come sempre.

  • Martina Toppi ha detto:

    Grazie Terry! Sì, in realtà è proprio la naked cake che ha questa forma…Però sì è una idea carina perchè fa molto scena e poi puoi usare come base torta quella che più ti piace…Un baciotto

  • stefano arturi ha detto:

    martina… che dire…. bellissima torta; io ho sempre saputo che la quattro quarti prevede di pesare le uova col guscio, quindi questa tua e’ ancora più’ ricca. Mi permetto di condividere alcuni punti che ho imparato nel corso degli anni facendo molte e molte pound cake e leggendo in giro:
    il burro deve essere morbidissimo, meglio tirarlo fuori dal frigo la sera prima: deve essere spalmabile e cremoso. Le uova a temperatura ambiente (immergerle in acqua calda per dieci minuti se fredde da frigo). Per facilitare ulteriormente la montata meglio sciacquare la ciotola dello sbattitore con acqua bollente. Prima si monta il burro fino a che diventi come maionese, poi si aggiunge lo zucchero. Immaginare il burro montato come maionese aiuta molto a visualizzare come dovrebbe essere la montata (trucco imparato dallo chef/3 stelle Michelin Thomas Keller). Le uova sbattute e passate al cinese (colino). Aggiunte a filo. alternandole a qualche cucchiaio di farina. Così’ non stracciano. Hai ragione:anche se stracciano, non si compromette il risultato finale, ma meglio se non accada (per una consistenza migliore). Per i pigri poi esiste anche il metodo “tutto in uno”: si versano tutti gli ingredienti nella ciotola e si monta assieme/o si monta il tutto con le le fruste elettriche : ne risulta una torta con meno volume, ma funziona. ciao, stefano

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Stefano, hai ragioen, la quattro quarti si fa pesando le uova con il guscio e in effetti io ho una ricetta della quattro quarti qui sul blog fatta proprio come dici tu…Ottimi i tuoi consigli! Se non ti dispiace li integro alla ricetta come tip and tricks!

  • Naked and Delicious!!! 😉

    Joe
    xxx

    1. Martina Toppi ha detto:

      Thank you Joe! 🙂

  • Carlotta ha detto:

    Spettacolo Martina… la torta della primavera!!! Ottima spiegazione e ottimi consigli!!!
    Grazie …!!!
    Carlotta

    1. Martina Toppi ha detto:

      Hai ragione, fa molto primavera! 🙂

      1. Carlotta ha detto:

        Martina, non ho resistito…
        l’ho provata… troppo buona!!!

        1. Martina Toppi ha detto:

          Che bello! Sono contenta che ti sia piaciuta!

  • Gina ha detto:

    Una visione!
    Adoro questo tipo di torta e se poi presentata come la tua ancora meglio!

    1. Martina Toppi ha detto:

      🙂

  • IsaQ ha detto:

    Ciao Martina ho una domanda: solitamente quando devo fare una torta che prevede + basi, sono soita fare + impasti e questo perchè tempo fà avevo letto che il lievito chimico che si usa per le preparazioni dolci attiva immediatamente la lievitazione e quindi se si fa un unico impasto ma + infornate come in questo caso si rischia che le torte cotte successivamente alla prima beneficino meno della forza del lievito e quindi siano un pò + gommose.E ciò sia se si lasciano a temperatura ambiente sia se si mettono in frigo nell’attesa di cuocerle.Ti è mai capitato?

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Isaq, ti hanno detto una cavolata. Il lievito chimico per dolci (quello tipo Paneangeli per intenderci) si attiva solo con il calore, quindi non c’è problema a lasciare le torte a temp ambiente finché un’altra cuoce. In questo caso al limite il problema poteva essere per la montata di burro, che comunque aggiunge sofficità perchè piena di aria, che con il tempo potrebbe smontare un po’, ma tutto sommato non ho visto alcuna differenza tra i vari strati.

      1. IsaQ ha detto:

        Grazie Martina!Almeno così non sarò più costretta a dover far + impasti successivi.Allora mi metto all’opera.A fine maggio ho in programma il primo compleanno del secondogenito ed a fine giugno il quinto compleanno del grande.comprare tutto per le feste sarebbe uno svenamento.meglio fare a casa!

        1. Martina Toppi ha detto:

          ottimo!! Dovrai lavorare un po’ ma sarà tutto più buono!

  • Linda ha detto:

    Spero arrivi il commento. Bellissima prova torta. Oltre la bontà sprizza allegria

    1. Martina Toppi ha detto:

      Sì Linda, commento arrivato, grazie!!! Sì, è vero è allegrotta!

  • lauraanzelini ha detto:

    Bellissima questa torta!!!Anche a me piacciono molto le naked cake e tu l’hai decorata benissimo! 🙂

    1. Martina Toppi ha detto:

      Grazie Laura! Sono contenta che ti piaccia!

  • Stefania ha detto:

    Bellissima, molto elegante e curata! Complimenti … e grazie per la citazione

    1. Martina Toppi ha detto:

      Grazie a te per avermi fatto conoscere questa torta! Citazione d’obbligo…:)

  • Dani ha detto:

    Ciao Martina, sono un’appassionata di cucina come te e di blog ne ho visti tantissimi, ma mai uno bello e curato come il tuo, che per di più offre tantissime ricette splendide e ottimi trucchi. Complimenti davvero! Da oggi in poi ti seguirò sempre 🙂 Questa torta è da leccarsi i baffi… E ora devo assolutamente provare anche il mascarpone fatto in casa!
    Dani

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Dani, ti ringrazio tanto! Se provi qualcosa fammi sapere!

  • Cristina ha detto:

    Ciao, stavo cercando un’idea per la torta da fare in occasione della cresima di mia figlia a maggio… e direi che l’ho trovata!! festeggeremo con una cena in casa con tutti i parenti (22 persone) perchè ci piacciono le cose fatte come una volta. Ti chiedo: per tenere fermi i vari strati hai usato degli stecchini? con la crema non tendono a scivolare l’uno sull’altro? Altra cosa: vorrei sostituire la crema con un mix di yogurt ai frutti bosco – ricotta e panna montata che in passato mi ha dato ottime soddisfazioni come farcitura in quanto molto leggero e gradvole dopo un pasto abbondante. Fammi sapere. Grazie mille dell’ispirazione, continuerò a seguirti
    Cristina

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Cristina,
      fai bene a fare questa torta, perchè si fa abbastanza rapidamente e non hai problemi come con il pan di Spagna, che devi fare un po’ più sostenuto se vuoi che regga. No, non servono stuzzicadenti e non c’è rischio che scivoli…almeno con la crema che ho usato io perchè è abbastanza soda. Sostituisci pure con la crema di cui parlavi. L’importante è che rimanga abbastanza densa e soda visto che deve sostenere il peso della torta…Se metti una crema un po’ più fluida con il peso esce tutta fuori. Casomai se la crema fatta con lo yogurt di cui parli dovesse essere un po’ fluida, puoi aggiungerci della gelatina. Scaldi due cucchiai di atte e ci sciogli la gelatina e poi la unisci alla tua crema..:lasci per un po’ in frigo che si rassodi e poi la usi

  • Patrizia Gallina ha detto:

    Ciao Martina! Complimenti sei bravissima!! Una domanda..secondo te se la farcisco con crema chantilly viene bene??

    1. Martina Toppi ha detto:

      potresti farla, ma dovresti aggiungere della gelatina secondo me per renderla più consistente, perchè gli strati della torta pesano e sono compatti e quindi ci vuole una crema più densa. Dunque puoi ammollare la gelatina nell’acqua, strizzarla bene e poi scaldare uno o due cucchiai di latte e sciogliercela dentro (oppure metti un cucchiaino di latte e basta e la scaldi al microonde per qualche secondo). Unisci quindi la gelatina alla crema prima di mescolarla alla panna.

      L’importante è che la crema abbia una consistenza un po’ solida insomma, altrimenti col peso esce tutto

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)