Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Cracker di semi 😋 facili veloci e buonissimi

Di: 12 commenti 12 Difficoltà: facile
cracker di semi

Attualmente i nutrizionisti hanno riscoperto il valore dei semi nell'alimentazione e li includono nella "dieta" o meglio nelle indicazioni alimentari insieme a legumi ne cereali. I semi in effetti, un po' come i germogli contengono in maniera concentrata quelli che sono i nutrienti necessari alla pianta una volta cresciuta.
Ciascun seme poi ha le sue caratteristiche e le sue proprietà. I semi di lino, ma un po' tutti i semi, sono ricchi di omega 3 ed aiutano quindi a mantenere pulite le arterie dal colesterolo; gli omega 3 vegetali sono meno assimilati dall'organismo umano rispetto a quelli del pesce, ma aiutano comunque.
Il sesamo è ricco di calcio e di acido folico, i semi di girasole sono ricchi di vitamine del gruppo B e di vitamina E, ma anche di omega 3.
I semi di chia sono ricchissimi di calcio, omega 3 ed omega 6.

Mangiare una piccola dose di semi ogni giorno può aiutare l'intestino e in generale essere molto salutare. Quale modo migliore allora se non farci dei gustosissimi cracker da sgranocchiare a merenda?

La ricetta è di Donna Hay ed è tratta dal libro Life in Balance

- Ingredienti -

(per 10 porzioni)

  • 40g di semi di girasole
  • 20g di semi di lino
  • 20g di semi di sesamo bianco
  • 1 cucchiaio pieno di semi di chia
  • 1/2 cucchiaino di sale in fiocchi + altro per cospargere i cracker (io ho usato del fleur de sel)
  • 65g di farina di farro (io ho usato una farina tipo 1, ma potete usare la farina che volete, prediligendo quelle meno raffinate)
  • 60g di acqua
  • 40ml di olio extravergine di oliva
per una sfoglia di cracker di 20x30cm circa

- Procedimento -

per preparare i cracker di semi, portate per prima cosa il forno a 180° in modalità statica.
Mettete tutti i semi, il sale e la farina in una terrina. Aggiungete a questo punto l’acqua e l’olio e amalgamate il tutto mescolando con un cucchiaio finché avrete ottenuto un impasto morbido ma consistente.

Coprite il piano di lavoro con un foglio di carta forno abbastanza grande (un po’ abbondante rispetto alla dimensione 20×30); preparate un altro foglio di carta. Versate l’impasto per i cracker di semi al centro della carta forno, poi coprite con l’altro foglio e con il mattarello stendete l’impasto molto sottile. Lo spessore dei semi farà da guida allo spessore perchè sotto il loro spessore non riuscirete ad andare.

Cospargete con i fiocchi di sale o il fleur de sal, senza esagerare.

A questo punto togliete delicatamente il foglio di carta superiore e adagiate la sfoglia che avete appena steso su una leccarda; meglio ancora sarebbe adagiarla su un foglio di Silpat di quelli micro-forato o una teglia micro-forata così che i cracker si asciughino bene anche sotto, ma non è affatto indispensabile.

 

Cottura dei cracker di semi

Infornate per circa 20 minuti o finché la sfoglia sarà dorata in superficie e croccante.

Sfornate la sfoglia e con delicatezza trasferitela su una griglia per farla raffreddare. Una volta raffreddata, rompetela in pezzi.

Sono perfetti anche da servire con delle salsine per un aperitivo. Provateli con una maionese vegana di avocado, con del babaganoush o magari con uno tzatziki.

Sbriciolateli in un’insalata mista per un tocco originale e gustoso.

 

I cracker di semi si conservano fino a due settimane in un contenitore ermetico, ma dubito che dureranno così a lungo. Qui in casa mia sono finiti subito. mio marito li ha spazzolati con mio sommo dispiacere! Mi toccherà rifarli!

cracker di semi

- Valuta questa ricetta -

Cracker di semi 😋 facili veloci e buonissimi
5 (100%) 7 votes

Cracker di semi 😋 facili veloci e buonissimi
5

5

5 7
00 unknow 00 unknown
12 commenti

12 commenti sul post:
“Cracker di semi 😋 facili veloci e buonissimi”

  • Simonetta ha detto:

    Bellissima ricetta, compro i semi e ci provo. Per cuocerli posso appoggiare
    la carta forno sulla refrattaria dove cuocio il pane?

    1. Martina ha detto:

      Sai che ho paura che i semi si brucino? Meglio non rischiare anche perchè poi se superano una certa temperatura diventano tossici, come l’olio se supera il punto di fumo

  • Penso proprio di fare questi cracker. Mi sembrano molto appetitosi

    1. Martina ha detto:

      sì, sono molto gustosi! Poi fanno bene

  • raffaella ha detto:

    Sei un angelo cercavo proprio una ricetta per i cracker di semi ti faro sapere come e andata

    1. Martina ha detto:

      Sì dai dimmi se ti sono piaciuti!

  • Mafi ha detto:

    Ciao Martina. Questi cracker mi hanno ispirato appena ho letto la ricetta, e li ho fatti. Ho usato farina integrale (in questo periodo posso usare solamente l’integrale…) e per il resto stessi ingredienti tuoi. L’acqua però non sono riuscita a inserirla tutta, l’impasto rimaneva troppo liquido. A cottura e raffreddamento ultimati, i cracker non si “reggono”, non hanno consistenza, come se ci fosse poca farina. Siamo sicuri delle dosi? Sessantacinque grammi di farina e sessanta di acqua? Scusa se te lo chiedo, ma vorrei rifarli e non vorrei sbagliare.
    Grazie. Mafi

    1. Martina ha detto:

      Ciao Mafi, sono andata a ricontrollare per sicurezza le proporzioni e sì, sono giuste. All’inizio l’impasto sembra mollaccchione, ma poi mescolando diventa più sodo. Rimane sempre un po’ poltiglioso, ma comunque non fluido al punto di non riuscire a stenderlo. Comunque tieni presente che ogni farina ha il suo grado di assorbenza, quindi magari ci sta che la tua assorba un pochino meno di acqua, però il fatto che i cracker dopo la cottura non stessero insieme mi fa pensare che mancasse appunto acqua a fare da colla insieme alla farina.
      Più o meno la consistenza dell’impasto assomiglia a quella della creta, per intenderci. Forse la presenza di molta crusca, visto che hai usato farina integrale ha reso l’impasto meno colloso. Spero che la seconda volta ti riescano bene, perché sono tanto buoni. Fammi sapere com’è andata la seconda volta.

      1. mafi ha detto:

        Ciao Martina.Operazione cracker riuscita!
        Li ho appena rifatti, e questa volta sono venuti proprio bene. Ho impastato prima acqua e farina, poi olio, e infine i semi. L’impasto si reggeva, anche se poltiglioso, come dici tu…
        Sono scuri per via dell’integrale, ma veramente buoni, e anche qui non so quanto dureranno (il marito si è già prenotato!)
        Saranno da ripetere ancora e ancora.
        Grazie, un carissimo saluto.
        Mafi

        1. Martina ha detto:

          Oh, mi fa molto piacere che siano riusciti bene stavolta. Forse la scorsa volta senza renderti conto avevi sbagliato la dose di qualcosa, non so. Comunque sono contenta! Un abbraccio

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)