Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Cheesecake ai frutti di bosco

Di: 27 commenti 27 Difficoltà: facile
cheesecake ai frutti di bosco

Non avevo in mente di fare questo dolce, sebbene mi piaccia tanto, fino a quando mi sono imbattuta in questa pagina piena di invitanti versioni di cheesecake.
Di varianti di cheesecake ne esistono tante. Esiste la versione estiva, senza cottura, fresca e gustosa, ma esiste anche la versione cotta, che, nella sue versione classica ha origini americane. La più famosa delle cheesecake è La New Yorker cheesecake, che si differenza dalle altre per la presenza della panna acida all'interno della crema di formaggio, che dona un gusto più asprigno.
Che poi io, come spesso mio solito non mi sia affidata a una ricetta precisa, seguendola da capo a fondo, è un'altra storia. Quella pagina mi ha scatenato la voglia e a partire da quella mi sono fatta un giro in rete e ho cercato diverse ricette, poi mi sono affidata anche ai miei libri, partendo da quello di Martha Stewart, che mi sembrava potesse essere un buon punto di partenza per poi passare a uno di Laurel Evans, una blogger americana che vive in italia.

Ero partita con l'dea di fare uan New Yorker cheesecake, ma poi non ho trovato la panna acida e ho ripiegato su una classica cheesecake ai frutti di bosco.
Per la cottura esistono i più disparati consigli. Chi la cuoce a bagnomaria, chi no, chi cuoce per qualche minuto a forno altissimo, chi invece cuoce a una certa temperatura dall'inizio alla fine.
Io ho voluto seguire il metodo di Laurel Evans, che prevede di cuocere per 10 minuti a 260° e poi abbassare, senza aprire il forno a 95° per un'altra ora e mezza, ma a me è bastata ed è avanzata un'ora!

In due giorni ho provato la torta 2 volte e la seconda volta ho voluto fare di testa mia. Ho quindi cotto per 10 minuti a 250° e 1 ora a 95°, ma inserendo una teglia sul fondo del forno con dell'acqua in modo che si formasse del vapore e devo dire che questo metodo l'ho trovato molto migliore perchè evita che si spacchi la superficie del dolce, mantenendolo più cremoso.

Quella in foto è la torta cotta con il primo metodo; la seconda purtroppo non ho avuto tempo di fotografarla, ma risultava meno "abbrustolita" sui lati.

- Ingredienti -

(per 10 porzioni)

  • 750g di formaggio spalmabile cremoso
  • 180g di zucchero bianco
  • 1 uovo +1 tuorlo
  • 1 cucchiaio abbondante di amido di mais o Maizena
  • i semi di 1/2 bacca di vaniglia o 1 cucchiaino abbondante di estratto (purché sia naturale)
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 120g di biscotti tipo Digestive, Graham crackers* oppure Oro Saiwa (io ho usato Oro Saiwa)
  • 70g di burro fuso
  • 1/2 cucchiaio di zucchero
  • 125g di lamponi
  • 125g di mirtilli
  • 3 cucchiai circa di confettura di mirtilli o lamponi
PER UNA TEGLIA A CERNIERA DA 20CM DI DIAMETRO

* la versione americana originale della cheesecake prevede i Graham crackers, ma qui in Italia non si trovano; se ne avete voglio potete farveli in casa con questa ricetta.

In inghilterra come base usano i biscotti Digestive, ma io li trovo un po' stomachevoli

- Procedimento -

 

Foderare il fondo di uno stampo a cerniera da 20cm

Per foderare il fondo dello stampo imburratelo bene (anche nella pareti) e procedete come indicato in foto:

rivestire il fondo di una teglia

1. Ritagliate un foglio di carta forno quadrato.

2. Piegate il foglio a metà lungo la diagonale in modo da formare un triangolo.

3. Piegate di nuovo a metà, questa volta lungo l’altezza del triangolo (foto 1)

4. Ora piegate di nuovo lungo la linea che da un angolo del triangolo finisce sulla metà del lato opposto (foto 2).

5. A questo punto, appoggiate la punta del triangolo al centro dello stampo e segnate con una matita all’altezza della circonferenza della base dello stampo, in modo da individuare l’altezza a cui ritagliare. In questo modo avrete verificato il raggio del cerchio che vi servirà per coprire il fondo dello stampo in maniera precisa.

6. Ritagliate lungo la linea che avete appena segnato, quindi aprite la carta. Avete ottenuto un cerchio perfetto per coprire il fondo della teglia.

 

Preparare il fondo della cheesecake ai frutti di bosco

per preparare la cheesecake ai frutti di bosco la prima cosa da fare è quella di tritare finemente i biscotti in un mixer insieme al 1/2 cucchiaio di zucchero; ai biscotti aggiungete il burro fuso a bagnomaria oppure per 1 minuto al microonde (tagliato a pezzetti). Mixate quindi ancora un po’in modo che i biscotti si impregnino uniformemente di burro.

A questo punto versate i biscotti sul fondo della teglia foderata e con il dorso di un cucchiaio schiacciate il composto in modo che formino uno strato uniforme e compatto. Mettete quindi lo stampo in frigo per 15-20 minuti in modo che si compatti ancora e si raffreddi.

 

Portate il forno a 250° mettendo una teglia con dell’acqua sul fondo. Nel frattempo dedicatevi alla preparazione la crema al formaggio.

 

Preparare la crema al formaggio

in una terrina capiente e con i bordi alti versate la crema spalmabile al formaggio e i 180g di zucchero. Munitevi quindi di un frullino e montate per un paio di minuti.

In una’altra terrina, unite un uovo intero e 1 tuorlo e con una frusta mescolateli bene in modo da rompere il filo delle uova e renderle liquide.

 

Aggiungete il cucchiaio di amido di mais alla crema di formaggio, aggiungete un pizzico di sale, la vaniglia, la buccia grattugiata di limone. Frullate per far amalgamare, poi unite le uova a filo sempre frullando.  Unite per ultimo il succo di limone e date una breve frullata.

Non frullate troppo a lungo. E’ sufficiente frullare per il tempo necessario a mescolare gli ingredienti.

cheesecake ai frutti di bosco

 

Cottura della cheesecake

Prelevate lo stampo con la base della cheesecake dal frigo e versatevi la crema al formaggio appena preparata. Uniformate lo strato superficiale, quindi infornate per 10 minuti a 250°.

Trascorsi i primi 10 minuti, abbassate il forno a 95° senza aprire lo sportello del forno e cuocete per 1 altra ora circa.

La cheesecake è cotta quando risulterà stabile e ferma sulla sua circonferenza ma leggermente tremolante al centro. La temperatura al cuore della torta deve essere di 65°.

Passate un coltello attorno alla torta e poi sganciate la cerniera e rimuovete la fascia laterale dello stampo. Fate raffreddare la torta, poi mettetela in frigo per circa 4 ore, ma anche di più possibilmente. Se avete un abbattitore usate quello per raffreddare la torta.

 

Decorazione della cheesecake ai frutti di bosco

lavate e asciugate i mirtilli e i lamponi. Prelevate la cheesecake dal frigo e spalmate un po’ di marmellata di mirtilli o lamponi sulla superficie. Quindi decorate con i frutti di bosco. Spolverate un po’ di zucchero a velo sui frutti di bosco.

cheesecake ai frutti di bosco

 

- Valuta questa ricetta -

Cheesecake ai frutti di bosco
4.6 (92%) 10 votes

Cheesecake ai frutti di bosco
4.6

4.6

5 10
00 unknow 00 unknown
27 commenti

27 commenti sul post:
“Cheesecake ai frutti di bosco”

  • Dina ha detto:

    Ho le ghiandole salivari impazzite in questo momento… mi passi una fetta?

    1. Martina ha detto:

      Ahahaha…le ghiandole salivari fuori di testa mi hanno fatto ridere! Ti lancio una fetta…Tu preparati a prenderla al volo….;)

    2. Morena ha detto:

      Marty sei mitica, la faccio presto, sembra uno spettacolo. Brava complimenti x tutto

  • Costanza ha detto:

    Se volessi fare la versione con la copertura al cioccolato come potrei fare?

    1. Martina ha detto:

      Ciao Costanza. Se vuoi fare una versione al cioccolato, prepara una salsa al cioccolato e glassa la torta con quella. Puoi provare a vedere tra le mie ricette la glassa per la sacher torte

      1. Costanza ha detto:

        Grazie:)

  • Davvero ben fatta e ben spiegata Martina

    1. Martina ha detto:

      Grazie Giulia, mi fa piacere che la spiegazione sia chiara. Ci sto molto attenta nel cercare di essere il più descrittiva possibile

  • Chiara ha detto:

    Ciao,quale formaggio spalmabile cremoso hai utilizzato? Posso usare la ricotta?

    1. Martina ha detto:

      Sì, puoi usare anche ricotta anche se perderà il sapore tipico un po’ acidulo dato da formaggi spalmabili tipo Philadelphia o robiola. Se dovessi decidere di usare la ricotta, mi raccomando frullala bene in modo che non rimanga grumosa

    2. Martina ha detto:

      p.s. io ho usato un formaggio spalmabile tipo Philadelphia che compro all’Eurospin e che secondo me è molto buono

  • Nadia ha detto:

    Ho davvero l’acquolina
    Ho deciso: me la farò pross settimana per il mio compleanno

    1. Martina ha detto:

      Evvai! Brava!! Ti fai un bel regalo! 🙂

  • Elena ha detto:

    Martina quante incredibili ricette ci sono nel tuo blog!!! Mi hanno fatto venire una tale voglia di cucinare!!! Credo che diventerò una assidua frequentatrice del blog!

    1. Martina ha detto:

      Ciao Elena, eh sì. Ormai sono 8 anni che ho il blog e in questi anni di ricette ne ho postate! Mi fa piacere che ti facciano venire voglia di cucinare! Se ti fa piacere e non vuoi perdere nessuna ricetta puoi iscriverti alla mia newsletter inserendo il tuo indirizzo mail nello spazio apposito nella colonna di destra del blog. Ciao, Martina 🙂

  • LInda - lavecchiasaggia ha detto:

    Complimentissimi per questa torta bellissima e interessante, Martina.
    Nel mio dolce lampo in barattolo invece, ho simulato i sapori dell’intramontabile New York Cheesecake che preparai nel lontano 2010, ideando questa volta anche una sorta di sour cream (quella vera è facilissima da fare in casa peraltro, anche senza lattosio).
    Non puoi non provarla almeno una volta 😉
    Se me lo permetti, ecco il mio flash c.c. senza cottura e senza gelatina, con all’interno i vari link del New York C.C.:
    https://blog.cookaround.com/lavecchiasaggia/flash-cheesecake-in-barattolo/

    1. Martina ha detto:

      Ciao Linda, sono andata a vedere la tua versione “al cucchiaio” di cheesecake e mi sembra un’ottima idea. veloce e anche leggera!

  • Nadia ha detto:

    Come ti avevo preannunciato, l’ho fatta! Davvero buona, cremosa ed invitante.
    Grazie della bella ricetta.
    Un caro saluto

  • Martina ha detto:

    Oh, grazie di averla provata!! Mi fa un gran piacere che ti sia anche piaciuta!

  • Ma è una meraviglia la tua cheesecake, complimenti !

    1. Martina ha detto:

      Grazie!! :*

  • Vincenzo Bellini ha detto:

    E’ da un po’ che non pubblichi una delle tue meravigliose ricette. Tutto bene? Sei occupata in altre cose? Un saluto.

    1. Martina ha detto:

      Ciao Vincenzo, sei davvero carino a chiedermi. E’ un periodo che sono un po’ giù, niente di preoccupante, però non ho molta voglia di cimentarmi in cucina. Comunque tornerò presto. Grazie mille di avermi scritto chiedendo come sto!!!!

  • Maria ha detto:

    Ecco, anch’io voglio chiederti la stessa cosa…io ti aspetto, e credo tante altre persone ! Dopo la tua ricetta sulla vasocottura, mi sono “invasata” !!! A presto

    1. Martina ha detto:

      Ciao Maria, grazie anche a te per esserti interessata. E’ un periodo che sono un po’ scarica e non ho tanto sprint per cucinare e creare nuove ricette, ma al più presto devo darmi una mossa e tornare su questi schermi perchè non sono mai stata così lontana dal blog in vita mia! Un abbraccio e a presto!

  • Renata Fregonese ha detto:

    bella bella e presumo anche buona! vorrei provare la ricetta ma non ho ben capito come prepari lo stampo sui bordi, solo imburrati o altro?

    1. Martina ha detto:

      Ciao Renata, ti avevo risposto ma evidentemente non ho dato l’invio o non so cosa sia successo. Mi dispiace! Dal momento che è necessario usare lo stampo a cerniera, sì, i bordi li imburro soltanto. Se vuoi essere più sicura o non ti fidi a imburrare soltanto, prendi uno spago e con quello misura la circonferenza dello stampo, poi una volta che hai tagliato il nastro della lunghezza della circonferenza dello stampo, ritagli un pezzo di carta forno della stessa lunghezza e dopo aver imburrato i bordi dello stampo ci fai aderire la carta forno.

Lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: