Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Wool roll bread, la ricetta che impazza sul web

Di: 22 commenti 22 Difficoltà: media
wool roll bread

Io arrivo sempre un po' in ritardo rispetto alle ricette virali, ma questa volta forse nemmeno tanto credo. L'ho vista pubblicata su Instagram da @cappuccinoecornetto che l'ha fatta più volte e in tutte le salse ma me l'ha proposta anche Youtube che evidentemente sa che non so resistere alla tentazione di un lievitato nuovo e perdipiù con una nuova bella forma!

Quindi chissenefrega se la ricetta è diventata virale. Io dovevo assolutamente provarla e l'ho pure fatta 3 volte prima di capitolare e comprare lo stampo della dimensione giusta. Sì perchè continuavo a provare con una stampo da 18,5cm di diametro, quando invece la ricetta prevede lo stampo da 20. La differenza è poca, ma il risultato non mi soddisfaceva al 100% perchè l'impasto spingendo in lievitazione e in cottura in uno spazio evidentemente troppo piccolo si spaccava e da pignoletta quale sono sta cosa mi rompeva proprio e quindi l'ho rifatta più volte prima di arrendermi all'idea che era proprio lo stampo che mi creava il problema.

Quindi ho ordinato lo stampo da 20 (va bene qualunque stampo purché sia alto almeno 7cm. Io ho voluto strafare e ne ho preso uno alto 10 che però sarà molto utile per le torte alte con pan di spagna!).

Fatta per la quarta volta è finalmente riuscita bene, anche se a differenza di altre viste in rete a me non è rimasto spazio al centro tipo ciambella, conferendo un aspetto per certi versi imbarazzante che non sto a dirvi cosa mi ricorda, ma lascio alla vostra creatività immaginarlo.

Chi ha fatto questo pane l'ha fatto in diverse varianti dolci, mentre a me è venuto subito in mente di provarlo in versione salata dal momento che è un pane dal sapore neutro che va bene sia nell'una che nell'altra versione.
Io quindi l'ho farcito con delle caciotta che avevo in casa e l'abbinamento è azzeccatissimo. Voi potete mettere anche pecorino, emmenthal, provolone o quello che più vi piace. Sbizzarritevi

- Ingredienti -

(per 8 porzioni)

  • 300g di farina 0 con 11 o 12g di proteine (io ho usato una w260. Generalmente quelle per pizza a media lievitazione hanno circa questo W)
  • 8g di lievito di birra fresco
  • 80ml di latte fresco a temperatura ambiente
  • 100ml di panna fresca a temperatura ambiente
  • 1 uovo medio (circa 55g)
  • 30g di zucchero semolato
  • 5g di sale (io 6g)
  • 50g di caciotta
per uno stampo circolare da 20x7h

- Procedimento -

nel video di cui ho messo il video sopra, gli ingredienti vengono inseriti in planetaria tutti insieme e l’impasto non ha problemi a incordare. Avendo io fatto la ricetta più volte vi suggerisco invece di versare quasi tutti gli ingredienti escludendo inizialmente il sale e versando solo 1/3 della panna.

Avviate la macchina a velocità bassa fino a far amalgamare sommariamente gli ingredienti, quindi unire il sale. In questo modo eviterete  che venga a contatto con il lievito disattivandolo. Fate incordare l’impasto; dovrà risultare compatto, liscio e tenace. A questo punto potrete iniziare a inserire un po’ alla volta la restante panna.

Inserendo gli ingredienti tutti insieme la farina non avrà il tempo di assorbire i liquidi con calma e quindi l’impasto rimarrà appiccicoso e meno sodo.

Riponete l’impasto in un contenitore con le pareti dritte e schiacciatelo giù segnando a che altezza arriva per poter poi verificare con accuratezza l’effettivo raddoppio. Coprite il contenitore con pellicola o con il coperchio e fate lievitare a 28° fino al raddoppio; volendo potete far lievitare a temperature inferiori ma i tempi si allungheranno.

Una volta che l’impasto sarà raddoppiato trasferitelo su un piano di lavoro infarinato, quindi pesatelo e dividete l’impasto in 5 pezzi di egual peso. Date a ciascun pezzo una forma arrotondata. Coprite le palline con la pellicola e lasciatele riposare 15 minuti così che il glutine si rilassi e sia più semplice stenderle.

 

Foderatura dello stampo

foderate il forno dello stampo 20×7 con carta forno. Per creare un cerchio perfetto da inserire sul fondo procedete come descritto nel mio tutorial fotografico qui sotto (nella foto vedete uno stampo più piccolo perchè il tutorial l’avevo fatto per un altro dolce molto tempo fa). Per prima cosa ritagliate un quadrato di carta forno, quindi piegatelo a metà lungo la diagonale e procedete come da foto.

Prima di adagiare il cerchio sul fondo imburrate bene fondo e pareti dello stampo. il burro sul fondo garantirà che la carta forno si attacchi e rimanga in posizione.

Nel tutorial che ripeto era fatto per una vecchia ricetta avevo rivestito anche le pareti, ma per il wool roll bread non è necessario!

 

Formatura del wool roll bread

per prima cosa tagliate a dadini la caciotta e mettete da parte.

Prendete ciascuna pallina, infarinatela sotto e sopra e stendetela nel senso della lunghezza in modo da dare una forma ovale (foto 1).

Con un raschietto per pasta, fate dei taglietti paralleli a pettine nella parte superiore della pasta (foto 2).

Farcite la parte inferiore dell’ovale e ripiegate la pasta laterale verso il centro (foto 3), quindi arrotolate in direzione della pasta precedentemente tagliata a pettine (foto 4) fino a formare un rotolino (foto 5).

Adagiate ciascun rotolino così formato uno adiacente all’altro (foto 6).

tutorial formatura wool roll bread

Coprite lo stampo con una cuffia da doccia o con della pellicola e ponete a lievitare a 28° per circa 1 ora o comunque finché l’impasto sarà ben raddoppiato.

Scoprite il wool roll bread e spennellatelo con della panna fresca, del latte o con albume.

Portate il forno a 170° e infornate per 17-20 minuti. Sfornate, passate una spatola lungo i bordi per assicurarvi che il wool roll bread sia ben staccato dalle pareti e sformatelo. Rimuovete la carta forno dal fondo del pane e lasciatelo raffreddare su una gratella.

E’ un pane che dà soddisfazione aprire con le mani che non tagliare con il coltello, ma ovviamente fate come credete!

 

Prova anche:

wool roll bread

wool roll bread: interno

- Valuta questa ricetta -

Wool roll bread, la ricetta che impazza sul web
4.6 (91.79%) 39 vote[s]

Wool roll bread, la ricetta che impazza sul web
4.59

4.59

5 39
00 unknow 00 unknown
22 commenti

22 commenti sul post:
“Wool roll bread, la ricetta che impazza sul web”

  • dina ha detto:

    ho sbagliato a cliccare! 5 CINQUE STELLE!

    1. Martina ha detto:

      Grazie!

  • elisabetta ha detto:

    bellissima !

    1. Martina ha detto:

      Grazie!!

  • Vincenzo Bellini ha detto:

    Martina !!! Mi hai fatto piegare dal ridere! Quando hai detto che per questioni di stampo e lievitazione non era rimasto il buco in mezzo e alludevi a cosa somigliava son andato a riguardare le foto che avevo appena scorso e mi sono messo a ridere come un matto !!! Grazie per la ricetta. Ti dirò che l’avevo provato giorni fa da un sito che non aveva mai frequentato e sono rimasto molto deluso. Questo però è stato dovuto al fatto che il lievito era un po’ pigro. Quindi mi ero ripromesso di riprovarci. Credo però che questa sia una di quelle ricette che sembrano semplicissime però basta un particolare diverso e cambia il risultato. Per dire, i tagli che ho fatto, pur precisi, che creano quelle specie di frange, avvolgendoli poi sono venuto storti ecc. ecc. Capita che a volte ricette semplici creino problemi. Lo stampo dove l’hai preso? Perchè a parte il lievito, a questo punto diventa una questione di puntiglio…Ciao !!!

    1. Martina ha detto:

      Ciao Vincenzo!!! Chissà se avremo pensato la stessa cosa…A te posso dirlo…Ahahah..Io ho pensato a un buco di c..o. Ahahah (scusa la volgarità).
      Lo stampo l’ho preso su Amazon. E’ della Decora ed è 20×10 di altezza e ha le pareti completamente dritte, il che lo rende perfetto anche per fare pan di Spagna alti! Comunque nonostante anche avendo usato lo stampo giusto a me il buco in mezzo non è venuto! Però almeno non si si create le crepe sulla superficie come si creavano con lo stampo un po’ più piccolo.
      Se riprovi il pane, fammi sapere come è andata! E se ti viene col buco o senza…Ahaha

      1. Vincenzo Bellini ha detto:

        Ahahaha, sì, intendevo proprio quello!!! Per quello mi sono piegato dal ridere quando ho letto quello che hai scritto.

        1. Martina ha detto:

          😀

  • Thea ha detto:

    Si può escludere il formaggio? Grazie

    1. Martina ha detto:

      Sì, puoi mettere anche dadini di prosciutto cotto o salame, pancetta oppure puoi farla dolce con pezzetti di cioccolato oppure marmellata. Insomma puoi sbizzarrirti perchè è un pane dal sapore neutro, tipo quello dei tramettini

  • MAIERON GABRIELLA ha detto:

    vorrei usare il lievito madre, secondo te è possibile? e quanto dovrei metterne? grazie e complimenti

    1. Martina ha detto:

      Ciao, puoi metterlo ma poi devi ribilanciare la ricetta togliendo la quantità di farina e di acqua contenuti nel lievito dal totale di farina e acqua della ricetta. Io metterei 60g-70g di lievito circa per non avere tempi biblici. Considera che i 2/3 della pasta madre sono composti da farina e 1/3 da acqua, quindi quando decidi la quantità che userai, devi calcolare i 2/3 di quel peso per sapere quanta farina contiene e togliere quella quantità ai 300g della farina totale. POi calcoli 1/3 di quel peso per sapere l’acqua contenuta e la sottrai in questo caso alla quantità di latte

  • Cecilia ha detto:

    È bellissima! Più tardi la provo. Ma mi è venuto un dubbio amletico.. la.misura dello stampo da dove si prende?? Prendi ad esempio quelli di alluminio leggermente svasati. Misuri la circonferenza superiore (dove andrebbe per intenderci un potenziale coperchio) o dal fondo della teglia?? No perché cambia tanto! Io ne ho presa una che viene venduta con l etichetta 24 cm. Poi però se misuro il fondo è 20

    1. Martina ha detto:

      Ciao Cecilia e sì che fa un bella differenza e infatti dovresti usare uno stampo con le pareti dritte, non svasate. Come quelli con i bordi apribili ad esempio

      1. Cecilia Piacente ha detto:

        L ho fatto e grazie alle tue dritte è venuto una bomba. Ma davvero una nuvola. Grazie!
        P.s. il.mio stampo asseritamente 20 però è risultato un pelo piccolo. L ultimo rotolino ho dovuto tagliarlp a metà perché non ci entrava. Allora l ho messo al centro.. è venuto tipo ombelico.
        Bellino però!!❤️

        1. Martina ha detto:

          probabilmente allora quando hai steso le palline e le hai rese ovali le hai lasciate più larghe, o magari non le hai avvicinate e strette bene..Comunque mi fa piacere che ti sia riuscito e ti sia piaciuto!!! Se hai Instagram e posti la foto taggami così ti metto nelle storie…:)

  • Frank ha detto:

    L’aspetto è invitante, anche se però diciamoci la verità (non voglio essere offensivo ma simpaticamente goliardico) sembra un buco di culo gigantesco ;-D

    1. Martina ha detto:

      Ahahaah. Quando ho scritto “conferendo un aspetto per certi versi imbarazzante che non sto a dirvi cosa mi ricorda, ma lascio alla vostra creatività immaginarlo” intendevo proprio quello!!! Ahahaah

  • Elena ha detto:

    Il mio impasto risultava liquido e non si incordava facilmente ho aggiunto un cucchiaio di farina …dove ho sbagliato?

    1. Martina ha detto:

      il problema può essere una farina poco assorbente o magari hai inserito l’acqua troppo velocemente e prima che l’impasto avesse già una consistenza tenace ed elastica quindi la farina non ha avuto tempo di assorbirla e quindi l’impasto si è smollato. Se ti dovesse succedere di nuovo, prova a montare la foglia e a farla andare a velocità sostenuto sempre facendo attenzione a on scaldare troppo l’impasto però.

  • Clara ha detto:

    Ciao, ho fatto l’impasto ma mi è venuto appiccicoso. Come procedo?
    Clara

    1. Martina ha detto:

      Ciao Clara, scusami ma leggo ora e ormai è troppo tardi. Come è andata poi?

Lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: