Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Ragù: lo famo strano, ovvero ragù di seitan

Di: 24 commenti 24 Difficoltà: facile
Ragù: lo famo strano, ovvero ragù di seitan

A me piace sperimentare. Se ogni tanto passate di qua, lo sapete, e quindi qualche giorno fa mi sono data al seitan e ora io e Mauro stiamo prendendo un po' la sua consistenza. Siamo più gommosi da qualche giorno. Scherzi a parte, naturalmente mi sto divertendo a sperimentare ricettine varie con questo nuovo amico glutinoso.

Dopo le cotolette alla palermitana, è stata la volta del ragù, si quello strano, che parla un po' d'amore, verso gli animali e verso se stessi, perché limitare la carne, oggi secondo me è un buon modo di volersi bene. Un po' perché la carne è piena di ormoni e di antibiotici e sempre più spesso sento di gente che è diventata resistente agli antibiotici e non riesce a debellare alcune infezioni contratte, un po' perché gli oncologi ipotizzano una concatenazione tra eccessivo uso della carne e tumori in aumento.

Ora, magari abolirla completamente può essere complicato, ma ridurne il consumo, che sia per ragioni etiche o per ragioni di salute, non sarebbe male e allora spuntano le alternative. Questa è una di quelle. Un ragù, comunque gustoso e saporito, ma fatto di seitan. Un modo semplice per non rinunciare a un piatto slurposo e differenziare un po' l'alimentazione. Allora, che dite, lo famo strano?

- Ingredienti -

(per 4 porzioni)

  • 250g di seitan
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1/2 cipolla dorata
  • salsa di soia
  • 2 barattoli di polpa di pomodoro da 400g
  • olio extravergine di oliva
  • 1 foglia di alloro
  • 1 cucchiaio di fiocchi lievito di birra devitalizzato (facoltativo)
  • vino bianco secco
  • 1 cucchiaino pieno di dado granulare vegetale homemade
  • sale
  • pepe

- Procedimento -

tritate grossolanamente il seitan con un mixer (meglio ancora se avete un tritacarne). Tritate la cipolla, la carota e il sedano e mettete a soffriggere in una casseruola antiaderente con l’olio extravergine. Quando la cipolla, il sedano e la carota saranno ammorbiditi e soffritti, aggiungete il seitan, l’alloro e lasciate insaporire. Sfumate con vino bianco secco e salsa di soia e lasciate evaporare, poi unite la polpa di pomodoro, il dado granulare fatto in casa o comprato in un supermercato bio, i fiocchi di lievito di birra (facoltativi) e aggiustate di sale. Lasciate sobbollire a lungo per far insaporire bene e portate  a cottura. Spegnete e aggiungete una spolverata di pepe macinato. Condite la pasta con il ragù di seitan e una spolverata di parmigiano reggiano (se non siete vegani).

 

Vedi anche:
seitan homemade
ragù di soia

Ragù di seitan

 

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Ragù: lo famo strano, ovvero ragù di seitan
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
24 commenti

24 commenti sul post:
“Ragù: lo famo strano, ovvero ragù di seitan”

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)