Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Chiamatelo “pollo ripieno all’ascolana” ©

Di: 11 commenti 11 Difficoltà: facile

Ve le ricordate le mie olive all'ascolana di Sunny? Beh, se vi foste persi il post andate a leggerlo...La ricetta è davvero valida e viene diretta diretta dal ristorante Vittoria di Ascoli  dove abbiamo pranzato durante il nostro tour enogastronomico Eating Piceno;
il risultato è garantito, sempre che siate pronti a una bella e lunga sfacchinata...Questo pollo nasce proprio da lì....Avevo preparato 500g di ripieno abbondante per le olive, ma quando sono arrivata a confezionare l'82esima oliva ho detto basta! Non ne potevo più..
Ho avuto allora un'illuminazione quando mettendo il ripieno in frigo mi è balzato agli occhi quel bel polletto allevato all'aperto che avevo comprato da fare per cena...L'idea è stata quella di farlo ripieno con il ripieno dell'oliva all'ascolana ed è stato subito amore!! Risultato super e pollo saporitissimo!

Pollo ripieno all’ascolana

 

Ingredienti:

1 pollo allevato all’aperto di circa 1200g
sale aromatico
olio extravergine di oliva

per la farcia (ripieno olive all’ascolana):

1/2 cipolla dorata media
1/2 carota
1 foglia di alloro
olive tenere ascolane
125g di  magro di manzo
75g di coppa di maiale
50g di tacchino (io petto di pollo)
35g di parmigiano reggiano (non di più altrimenti l’oliva si rompe in cottura)
1 uovo
1/2 costa di sedano
noce moscata
buccia grattugiata di limone (io non l’ho omessa)
olio extravergine di oliva
1/2 bicchiere di vino bianco secco
sale
pepe

 

 

Preparazione:

per la farcia: tritate finemente carota sedano e cipolla, tagliate la carne a dadini e fate rosolare il tutto in una casseruola con olio extravergine di oliva aggiungendo una foglia di alloro e, se gradite, della buccia grattugiata di limone. Salate (poco perché poi si aggiungerà il parmigiano all’impasto e perché anche l’oliva è salata) e pepate. Quando l’acqua della carne si sarà consumata, sfumate con il vino e lasciate cuocere per un’ora minimo a fuoco basso; la carne dovrà essere abbastanza asciutta e a quel punto togliete l’alloro e passate tutto al tritacarne (meglio il tritacarne del frullatore) per due volte. Aggiungete uova e parmigiano e lavorate a lungo l’impasto a mano, poi lasciate raffreddare e riposare in frigo.

Versate poco olio di oliva in una teglia da forno e adagiateci il pollo. Salatelo con il sale aromatico all’esterno e un pochino anche all’interno (ma senza esagerare ceh il ripieno è saporito!). Massaggiate il pollo aiutandovi con l’olio, dopodiché farcite il pollo con il ripieno delle olive. Con uno spago alimentare legate le zampe del pollo in modo che il ripieno non esca in cottura. Informate a 180° finché il pollo sarò cotto, poi rosolate per 15 minuti con il grill.

- Valuta questa ricetta -

Chiamatelo “pollo ripieno all’ascolana” ©

Chiamatelo “pollo ripieno all’ascolana” ©
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
11 commenti

11 commenti sul post:
“Chiamatelo “pollo ripieno all’ascolana” ©”

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)