Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Parker house rolls – come addentare una nuvola

Di: 12 commenti 12 Difficoltà: media
parker house rolls

Questo genere di lievitati a me fanno impazzire. Sono di quelli sofficissimi che schiacci fino ad assottigliarli e tornano su come una spugna. Hanno poi un sapore neutro che si adatta al dolce come al salato e sono quindi anche perfetti per un buffet, magari facendoli di pezzatura più piccola. Sono ottimi anche per farci degli hot dogs.
Noi ce li siamo mangiati per pranzo con del crudo e sono buonissimi. Il latte e il latte in polvere li rendono davvero leggerissimi e con una mollica cotonosa ed eterea. A noi sono piaciuti da matti..Provateli e mi direte che ne pensate.

La ricetta viene dal gruppo Facebook della Confraternita della pizza, pubblicata da Dany Bina.

- Ingredienti -

(per 8 porzioni)

  • 300g di farina w 320 (io ho usato una w330, va benissimo lo stesso)
  • 133g di acqua
  • 50g di latte
  • 7g di lievito di birra
  • 50g di licoli o di pasta madre
  • 20g di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di miele
  • 15g di latte in povere
  • 30g di burro
  • 8g di sale
  • 1 uovo + 2 cucchiai di latte per spennellare la superficie dei panini
per 8 panini da circa 75-78g l'uno

- Procedimento -

per prima cosa, prima di iniziare a impastare i parker house rolls, pesate il burro e lasciatelo a temperatura ambiente per 1 oretta in modo che si ammorbidisca per quando sarà il momento di utilizzarlo.

Versate tutti gli ingredienti nell’impastatrice ad eccezione del burro, del sale e dell’uovo e dei due cucchiai di latte.

Azionate l’impastatrice a velocità minima e portate a incordatura. Quando l’impasto risulterà tenace e cioè quando tirandone un pezzo tra due mani farà resistenza e si spezzerà a fatica, inserite il sale e il burro a pomata.

Portate a incordatura; l’impasto dovrà avvilupparsi attorno al gancio e risultare tenace, elastico e semi-lucido/satinato. Tirandone un pezzetto tra due mani dovrete riuscire ad assottigliarlo senza che si rompa facilmente.

Formate una palla con l’impasto e mettetelo a lievitare in un contenitore leggermente oliato che abbia le pareti perpendicolari. Schiacciate bene l’impasto sul fondo e segnate a che livello arriva, in modo da poter verificare l’effettiva crescita.

Mettete a lievitare nel forno caldo (ma verificate che la temp non salga troppo). Se avete una cella di lievitazione mettete a 28 gradi. Ci vorranno circa 1 ora e mezza/ 2 ore affinché l’impasto raddoppi.

Una volta raddoppiato prelevate l’impasto e dividete il suo peso per 8, in modo da ricavare 8 pezzi tutti dello stesso peso. Prendete ciascun pezzetto e stendetelo con il mattarello in un ovale o un rettangolo, quindi arrotolate abbastanza stretto dal lato corto.

Disponete ciascun rotolino, con la parte della chiusura rivolta verso il basso e distanziateli di circa 3 cm gli uni dagli altri. Io ho utilizzato una rostiera da 22x30cm facendo due file di 4 panini messi per il lungo e dal lato lungo.

Coprite la rostiera con della pellicola e mettete a lievitare a 28°. Va bene anche nel forno con la lucetta accesa purché abbiate verificato preventivamente che la temperatura non sale oltre i 28. Io ad esempio ho un forno con le luci alogene che scaldano un casino e la temperatura sale molto oltre i 28 se le lascio accese.

Attendete che i panini raddoppino di volume.

parker house rolls

 

Cottura dei parker house rolls

Portate il forno a 180° in modalità statica.

A questo punto sgusciate l’uovo in una terrina, aggiungete 2 cucchiai di latte, mescolate con una frusta e poi spennellate i panini con questo mix.

Infornate per circa 25 minuti sul secondo ripiano dal basso. I panini si uniranno tra loro in cottura, ma anche un po’ in lievitazione.

Il fatto di essere vicini li aiuta a crescere in verticale.

Sfornate e trasferite i parker house rolls su una gratella a raffreddare, poi divideteli a mano.

Questi panini sono sofficissimi e sono adattai sia ad essere mangiati con qualcosa di dolce che con il salato.

parker house rolls

- Valuta questa ricetta -

Parker house rolls – come addentare una nuvola
5

5

5 10
00 unknow 00 unknown
12 commenti

12 commenti sul post:
“Parker house rolls – come addentare una nuvola”

  • Maria Cristina Melis ha detto:

    Ciao piccole’ volendolo fare solo con lievito di birra quanto ne metto? E poi dove si legge il valore w330? Grazie

    1. Martina ha detto:

      Ciao Cri, puoi usare solo lievito di birra aumentandolo a 8-10g e sostituendo il licoli con 25g di farina e 25 g di acqua da aggiungere alla farina e all’acqua totali previsti dalla ricetta. Il valore w della farina purtroppo non è indicato quasi in nessuna delle farine del supermercato purtroppo. Al supermercato potresti trovare la Molino Rossetto w330, altrimenti io compro online. In questo caso ho usato la farina soft per brioche del Molino dalla Giovanna.

    2. Gabriella ha detto:

      ciao, come posso sostituire il latte in polvere?

      1. Martina ha detto:

        ti ho risposto sotto

  • Vincent ha detto:

    Ciao Martina, sono bellissimi !!! Anche io, come nel commento di Maria Melis volevo sapere se si ottiene un risultato simile con il lievito di birra. Non credo avrò mai il lievito madre o il licoli, e altre volte sono ricorso alle tabelle di conversione su alcune ricette per la proporzione tra l.m. e ldb . Pensi che si possa fare con questa ricetta dando risultati buoni? Un salutone.

    1. Martina ha detto:

      Ciao Vincent, si, puoi omettere il licoli aggiungendo 25g di farina e 25 di acqua al totale di acqua e farina previsti dalla ricetta. Il licoli restituisce un prodotto più profumato e duraturo, ma anche con solo lievito di birra otterrai un buon risultato. Aumentalo a 8-10g. Ciaooo!!!

  • Gabriella ha detto:

    ciao, come posso sostituire il latte in polvere?

    1. Martina ha detto:

      Non è sostituibile, semmai omettilo, però serve a dare morbidezza all’impasto

  • Angelica ha detto:

    Buonissimo impasto. Ho dovuto fare tipo plum cake perché era impossibile formarlo. Troppo idratato. Ho fatto un po’ di pieghe ma…..niente

    1. Martina ha detto:

      e allora o hai usato una farina poco assorbente oppure hai inserito l’acqua troppo velocemente

  • patrizia ha detto:

    Li ho preparati una sola parola stupendi una piuma

    1. Martina ha detto:

      Sì, spettacolari! 🙂 Sono contenta che ti siano piaciuti!

Lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: