Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Pane senza impasto con farina tipo2, farina integrale e semi di girasole

Di: 36 commenti 36 Difficoltà: facile
Pane senza impasto con farina tipo2, farina integrale e semi di girasole

Lo so che anche l'ultimo post riguardava un pane senza impasto, ma mi sono talmente galvanizzata del risultato che ho voluto subito provare lo stesso pane ma in versione integrale e con i semini di girasole...Risultato: splendido anche questo e l'esperimento è riuscito anche usando circa 1/3 di lievito di birra! Ho aggiornato il post precedente indicando che potete usare 5g di lievito invece che 12 e il pane va lo stesso che è una meraviglia...Che ne dite?

- Ingredienti -

(per 10 porzioni)

  • 300g di farina tipo 2 (io marca Ecor presa da Naturasì)
  • 200g di farina integrale (Io Mulino Chiavazza)
  • 380g di acqua tiepida
  • 5g di lievito di birra
  • 10g di sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 5g di malto in polvere o in crema
  • 1 pugno di semi di girasole

- Procedimento -

in un contenitore capiente (che abbia il suo coperchio e sia trasparente possibilmente) mescolate le due farine e il sale. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida insieme al malto e versatelo sulla farina, unite l’olio e i semi e mescolate con una cucchiaio fino ad amalgamare il tutto e a idratare tutta la farina, ma senza impastare. Chiudete il contenitore con il coperchio e riponete il tutto in frigorifero da un minimo di 12 ore a un massimo di 24..Io l’ho tenuto 22 ore circa. Trascorso il tempo di riposo in frigo, infarinate abbondantemente la superficie di lavoro e versateci l’impasto senza sgonfiarlo troppo. Infarinatevi le mani e schiacciate l’impasto a formare un rettangolo, poi fate le pieghe del tipo 1 che consistono nel tirare e piegare il lato destro del rettangolo verso il centro, per poi sovrapporgli il lato sinistro (pieghe a portafoglio). Ruotate l’impasto di 90° e ripetete le pieghe. Capovolgete l’impasto in modo che le pieghe stiano sotto e adagiate la pagnotta in uno strofinaccio bene infarinato…Infarinate anche la superficie della pagnotta e chiudete lo strofinaccio ripiegando tutti i lembi verso il centro..Lasciate la pagnotta riposare nello strofinaccio per 1 1 1/2 ora.

No-knead bread integrale

Venti minuti prima di infornate, portate il forno al massimo (250°) mettendo al suo interno una pentola con il suo coperchio. L’ideale è usare una pentola in ghisa…Io ho usato la mia casseruola Le creuset da 24cm di diametro, dopo aver svitato e rimosso il pomello (che sostiene al massimo 190°)  e chiuso il buco con un pezzetto di carta stagnola. Se non avete una pentola in ghisa usatene una in pyrex, in terracotta o se proprio non ne avete una in acciaio (meglio una in alluminio pressofuso antiaderente). Quando il forno sarà arrivato a temperatura, togliete momentaneamente il coperchio alla casseruola, aprite i lembi dello strofinaccio, appoggiate la mano destra a fianco alla pagnotta e con la sinistra aiutandovi con lo strofinaccio, capovolgetela sulla mano in modo che ora la parte con le pieghe sia verso l’alto.

Adagiate la pagnotta di pane nella casseruola, chiudetela con il coperchio e lasciate cuocere per 25 minuti, dopodiché, rimuovete il coperchio e continuate la cottura per altri 10-15 minuti.

Sfornate e fate raffreddare il pane su una gratella.

- Valuta questa ricetta -

4 (80%) 2 votes

Pane senza impasto con farina tipo2, farina integrale e semi di girasole
4

4

5 2
00 unknow 00 unknown
36 commenti

36 commenti sul post:
“Pane senza impasto con farina tipo2, farina integrale e semi di girasole”

  • Anche questo ha un aspetto FAVOLOOOSOOO !! E bellissimo, e quasi immagino il gusto. Oggi e giorno di spesa, e domani mi sa che si prova con dei nuovi tipi di farina. :)) Grazie per aver di nuovo tirato fuori quest'argomento che non dovrebbe mai essere dimenticato. 🙂 No knead 4 ever ! :)))

  • Guarda, non vedo l'ora di sbizzarrirmi con la farina e meno lievito. Magari dovrei aggiungere anch'io che bastano soli 5 g di ldb… 🙂

  • Ana, grazie a te per la ricetta…Aspetto di vedere i tuoi nuovi esperimenti!

  • Patty Patty ha detto:

    No, questa è troppo complicata, nun gliela fò!! Ogni tanto pizzico e rubo, ma questa volta passo la mano! un bascio Marti e complimentissimi, sei sempre sorprendente!

  • Ale ha detto:

    è bellissimo, ti è venuto perfetto !

  • SQUISITO ha detto:

    i tuoi impasti sono sempre originali ed innovativi mia cara…bravisisma!
    bacio

  • Terry ha detto:

    Insomma alla fine bisogna che lo provi stò pane … guarda che crosta!!! Ora non ho tempo ma appena posso ci provo, magari con lievito liquido. Bacio

  • Anonimo ha detto:

    fantastico, io faccio il pane con la mdp, ma questo WE vado a comprare una pirofila da forno per provare la tua ricetta; un quesito: io faccio il pane con 100% di farina integrale, secondo te potrebbero esserci problemi di lievitazione, visto l'integrale è di suo "più pesante"? Valeria

  • Cristina ha detto:

    Ma è meravigliooosoooo! Non è che si può vedere anche una fotina della fetta? 🙂

  • Chiara c. ha detto:

    e anche questo è una meraviglia!!!!
    Martina probabilmente questa sera inizio con i cavallucci, visto il freddo/gelo che fa da queste parti non resta che cucinare 🙂
    baciii

  • Ely Mazzini ha detto:

    Ohh mamma, un pane più bello dell'altro!!!!!
    Questo con la farina integrale ancora più gustoso!!!
    Brava Martina!!!
    A presto :))

  • giovanna ha detto:

    Un pane così non lo avevo mai visto. E' uno spettacolo, complimenti.

  • Roberta Morasco ha detto:

    Che bello questo pane Martina!! Io me le segno le tue ricette chissà che 'un giorno' riesca a farle!!
    Un bacione, Roberta

  • @Patty: complicata???? Ma se devi solo dare uan girata agli ingredienti e poi schiaffare in frigo! O_O Le pieghe ti assicutro che sono semplicissime da fare!

    @Ale: grazie…La ricetta base che ho usato modificando un po' per adattarla alla farina integrale (che assorbe di più e necessita più acqua) è infallibile…

    @Squisito: grazie!!!

    @Terry: sì devi provarlo Terry perchè è uan bomba! Provalo con lilì…

    @Valeria: l'unica cosa ceh potrebbe sserci è che magari devi aggiungere un pochhino di acqua in più se vedi che è troppo compatto (deve risultare non molle, ma neacnhe duro..Deve essere denso ma giranbile con una forchetta). Se lo provi voglio vedere il risultato! 🙂

    @Cristina: ti ho accontentata! Ho messo la fetta!

    @Chiara: uffi stasera non posso farli, però almeno avrò la tua guida se riuscirò a farli!

    @Ely: grazie

    @Giovanna: non sai quant'è che sognavo una crosta così!!! Questa ricetta (che poi è una variante di quella che ho postato ieri) è da incorniciare!

    @Roberta: questo pane qui val bene un tentativo anche perchè non ti prende per neinte tempo..

  • LeCiorelle ha detto:

    Complimenti perchè oltre ad aver fatto una bellissima foto hai fatto un pane di tutto rispetto, è proprio fantastico!!
    buona serata
    Ely

  • Priya R ha detto:

    wow perfect bread 🙂

  • Cristina ha detto:

    Grazie!
    E' proprio bello, devo devo devo provare a farlo 🙂

  • BRava, per me sei diventata la regina della panificazione. Io sono già entrata in crisi nel passaggio della cottura della casseruola, perchè mi manca: 1) la casseruola che va in forno, 2) il coperchio.
    In ogni caso noi non mangiamo pane quindi il problema è risolto 🙂

  • Martina grazie delle dritte, sono andata a vedere il video ed effettivamente le pighe sono facili. Ora devo trovare un contenitore con coperchio e ci provo.
    Grazie ancora!
    Alice

  • Ciao Martina, sei bravissima!!! Dopo 2 pani così, ho davvero voglia di provare!

  • Teresa De Masi ha detto:

    Assolutamente da provare… stupendo!!! Dopo natale, avrai mie notizie. 🙂 Buona giornata!

  • Anonimo ha detto:

    Ciao sono Andrea, quello della focaccia pugliese. Facciamo che d'ora in poi mi firmerò Maffio, che è il soprannome con cui mi conoscono tutti. Ho provato a fare questo pane, ed era la prima volta che provavo questa tecnica. Se ti va, ho caricato 2 foto, la pagnotta e una sezione, sul mio profilo facebook (Andrea Maffiolini), nell'album Lievitati salati. Alcuni dati: ho fatto lievitare in frigo per 24 ore, quindi 1,5 ore a 26°C dopo i due giri di pieghe e ho cotto in una pirofila di pirex da 22cm. Il sapore è a dir poco fantastico, ma ci sono parecchie cose da sistemare, cosa non facile se non capisco che è che ho sbagliato. La mollica risulta essere molto bagnata: si appiccica al coltello rendendo pressochè impossibile il taglio. E poi è come se mancasse una vera e propria struttura (vedi quelle rotture nella foto della sezione?), come se il glutine non si sia ben sviluppato. Si potrebbe pensare che è molto bagnato perchè ho spento il forno quando era ancora crudo. Il fatto è che ho usato la tecnica che ultimamente uso sempre e mi sta dando ottimi risultati. A cottura quasi ultimata (nello specifico dopo 43 minuti) misuro la temperatura al cuore, con un termometro a sonda: a 98°C il pane è cotto. Così ho fatto con questo (tempo di cottura: 52 minuti), eppure…Dove sta l'errore? Che è successo al glutine che non sembra più in grado di trattenere i liquidi? Le ipotesi che avanzo io sono: per la farina che uso, 24 ore in frigo è troppo. Dovrei quindi provare a ridurre il tempo a 12. Ho usato una farina integrale in realtà già scaduta: le sue caratteristiche quindi potrebbero essere fortemente deteriorate. Oppure: ultima lievitazione troppo lunga, in realtà quindi il pane è passato di lievitazione. Oppure: il mio forno fatica a scaricare l'umidità. Quando tolgo il coperchio dovrei mettere il forno in fessura. Idee? Dimmi di sì, ti prego. Comincio a demoralizzarmi un po'! Credo che proverò il pane con farina tipo 0, così tolgo la variabile farine. A presto. Ciao. Maffio

    1. Ciao Maffio allora…Sono andata avedermi il pane…Dunque, io non sono un'esperta di panificazione, anche se me la cavo un po' con i lievitati. Sono andata rileggere una pagina su un libro di Anna Gennari che parla di pane perchè mi ricordavo che parlasse del difetto di cui ha sofferto il tuo pane e ti scrivo quello che dice: "Alevoli grandi non sono sintomo di buona lievitazione, anzi sono considerati un difetto in tipi di pane a pasta dura o media che non li prevedono normalmente. Questo può essere dovuto all'utilizzo di una farina di forza non adeguata, nel caso di lunghe lievitazioni; se inoltre l'impasto viene tenuto per un periodo al freddo e non si prendono gli opportuni accorgimenti, possono svilupparsi sia alveoli grandi sia grossi spazi vuoti sotto la crosta". Direi ceh il problema quindi dovrebbe essere la farina…Evidentemente le farine che hai usato erano farine un po' deboli epr rapporto alla lunga lievitazione che hanno dovuto sostenere..:Quanto all'umidiità interna direi ceh se la farina è debole in genere ha anche una scarsa capacità di assorbenza e quindi nel tuo caso non è riuscia a sostenere l'umidità…

    2. Anonimo ha detto:

      Ciao. Che ne pensi se provo il pane senza impasto con la farina 00 del Molino Rossetto con W 330? Dovrebbe tranquillamente reggere 24 ore di lievitazione in frigo. O è addirittura troppo forte? Conosci il W (o la % di proteine) della farina che usi tu? Altra domanda: "e non si prendono i dovuti accorgimenti…" Sai che intende? Che sono questi accorgimenti? Ciao. Maffio

    3. La 00 della Rossetto è la Manitoba? Per reggere se ha quelò w penso non abbia problemi…Prova! Quealò degli accorgimenti non l'ho capita neanche io…Forse magari potrebbe essere ad esempio mettere un po' più sale, che rallenti la lievitazione…boh…Di farine ne uso diverse..:Come MAnitoba in genere la Rossetto o la Simec (che trovi al Dico: non costa niente ed è molto buona)..Anche la Farchioni se la trovi è buona…sia come 0 che come Manitoba…(le avevano da Dico, ma ora l'hanno sostituita con la Simec).

  • Francesca ha detto:

    Ciao Martina!
    dopo averla studiata perbene questa ricetta alla fine l'ho fatta!!
    eccola (senza aver cambiato una virgola)
    http://colazionedafrankie.blogspot.it/2013/04/25-aprile-1985.html
    che ne pensi?
    un saluto
    Francy

    1. Grazie di averlo provato! Sono andata a vedere e mi pare sia venuto bene!!! Spero ti sia anche piaciuto…Ti metto tra le mie ricette fatte da voi! Un bacio

  • marifra79 ha detto:

    Grazie Martina per la ricetta del pane integrale! Dopo averlo fatto una prima volta secondo le indicazioni del libro di Jim, ho provato la tua versione, cambiandola leggermente, ed è venuto un pane più bello!! Un abbraccio

    1. Woow..Mi fa davvero piacere!

  • Patrizia Monica ha detto:

    Martina il tuo pane è eccezionale. Ma secondo te posso fare la stessa proporzione con il lievito madre? Io sul mio blog ho una ricetta di pane ma è un pò lunga….mi devo organizzare per resalizzarlo.
    Buona domenica
    Patrizia di Cucina con Dede

    1. Ciao PAtrizia, sì, si può fare con leivito madre, ma bisogna cambiare il rocedimento..L'ha fatto, ma con farina bianca una mia amica…Dai un occhio: http://blog.cookaround.com/ipasticciditerry/pane-senza-impasto-con-lievito-naturale-2/

  • Nada ha detto:

    Ciao …ho provato un po’ di volte questa ricetta e riesce molto bene!….stamattina però ho preparato l’impasto e l’ho messo in frigo e non sta lievitando..ed il problema penso sia dovuto al fatto che ho riscaldato troppo l’acqua dove ho scoilto lievito e malto (già una volta infatti mi era capitato non riuscisse)….posso recuperare in qualche modo?
    Grazie
    ciao
    Nada

    1. Martina Toppi ha detto:

      Prova ad aggiungere del nuovo lievito…

  • Calvari Daniela ha detto:

    Ciao ho fatto questa ricetta più volte …….piace tantissimo alla mia famiglia mi da grandi soddisfazioni l unica cosa è che rimane un po’ umido dentro ,la mollica intendo , ho provato a lasciarlo anche dentro al forno sulla griglia fino a raffreddamento ma è uguale ……cosa può essere ? Grazie

    1. Martina Toppi ha detto:

      prova appena sfornato a fare dei buchi sul fondo in modo che esca l’umidità. Se lo fai raffreddare fuori dal forno, mi raccomando su una gratella in modo che sotto passi dell’aria e poi rimetterlo nel forno spento con lo sportello a fessura.

      Altra cosa, prova a a cuocere più a lungo abbassando per quel tempo ulteriore la temperatura

      1. Calvari Daniela ha detto:

        Grazie la prossima volta ci provo e ti faccio sapere !

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)