Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Ricetta brioche senza impasto pronta in 5 minuti

Di: 145 commenti 145 Difficoltà: media
Brioche senza impasto pronta in 5 minuti

La brioche senza impasto la vidi per la prima volta qui, dalla bravissima Tuki e siccome di solito le sue ricette sono molto affidabili, l'ho subito messa nella mia to do list.

Tuki a sua volta l'aveva presa da qui in un altro bel blog...Beh, dal momento che avevo già provato il no-knead bread o pane senza impasto per ben due volte, mi piaceva l'idea di poter applicare il metodo alla brioche.

Beh, ragazzi, il risultato è davvero strepitoso. Credo di non aver mai sentito una mollica tanto soffice, leggera ed eterea come quella di questa brioche, neppure il mitico e sofficissimo pane alla crema pasticcera, ve lo ricordate?

L'impasto della brioche senza impasto si prepara anche in meno di 5 minuti a dirla tutta, il resto del lavoro lo fa il frigo. La brioche infatti si lascia un paio di ore a temperatura ambiente per far partire la lievitazione e poi lo si lascia in frigo da un minimo di 24 ore fino a un massimo di 5 giorni (così dice la ricetta originale, ma io sono un po' scettica sui 5 giorni...). Io ho apportato alcune modifiche facendo delle pieghe all'impasto uscito dal frigo e aumentando la quantità di zuccheri.

- Ingredienti -

(per 10 porzioni)

  • 250g di farina Manitoba (io ho usato la Simec che si trova al Dico ed è ottima)
  • 100g di burro fuso freddo
  • 75g di acqua a temperatura ambiente
  • 2 uova medie a temperatura ambiente
  • 60g di miele chiaro di acacia (la ricetta originale ne prevede 50)
  • 20g di zucchero (la ricetta originale non lo prevede ma secondo i miei gusti senza rimane troppo insipida)
  • buccia grattugiata di 1/2 arancia
  • buccia grattugiata di 1/2 limone
  • la punta di 1 coltello di estratto di vaniglia naturale o i semi di 1/2 bacca
  • 2g di sale
  • 3g di lievito di birra secco*
  • uovo sbattuto con una noce di burro fuso freddo
  • granella di nocciole (la mia era quasi farina, ma la granella è ancora meglio)
  • zuccherini
per uno stampo da plumcake da 30x10x7h

*3g di lievito secco corrispondo a circa 11g di quello fresco..In questo caso iovi consiglio però l'uso del lievito secco perchè ci mette un pochino di più ad attivarsi.

- Procedimento -

per la brioche senza impasto ci vogliono davvero pochi minuti; procedete come segue: in un contenitore capiente mescolare le uova con il burro fuso, l’acqua, il miele, il sale e lo zucchero e gli aromi. Mescolare la farina con il lievito di birra secco e poi versare il tutto sul composto liquido.

Con una forchetta mescolare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Ci vorranno appunto 5 minuti. Coprire il contenitore con il suo coperchio o con della pellicola e lasciar riposare per due ore a temperatura ambiente; se in casa vostra non fa molto caldo, come da me che ci sono 19° fate lievitare la prima ora a temperatura ambiente; la seconda nel forno precedentemente intiepidito a 50° per 30 secondi e poi lasciano la lucina accesa.

Trasferire poi il contenitore in frigo nel ripiano più freddo e lasciarlo lì per minimo 24 ore e fino a 5 giorni (io 5 giorni non mi fiderei a lasciarlo, ma bisognerebbe fare una prova).

brioche senza impasto pronta in 5 minuti

Trascorso il tempo di lievitazione in frigo tirate fuori il contenitore, infarinate bene il piano del lavoro; spolverate di farina l’impasto e versatelo sul piano di lavoro.

Dividete l’impasto in 4 pezzi (risulteranno circa 4 pezzi da 150g); con le mani infarinate prendete ogni pezzetto di impasto e fate le pieghe del tipo II che consistono nel tirare un lembo di impasto e ripiegarlo verso il centro, girare l’impasto di qualche grado e ripetere l’operazione fino ad aver fatto il giro.

Ora invece fate le pieghe del tipo I, piegando l’impasto a portafoglio, formate un rotolino della larghezza dello stampo e posizionatelo nello stampo stesso, precedentemente ben imburrato e NON infarinato. Ripetete le operazioni per ogni pezzetto di impasto e posizionatelo.

Mettete ora lo stampo nel forno; posizionateci a fianco un pentolino con acqua bollente, in modo che si formi del vapore all’interno del forno.

Di tanto in tanto, quando l’acqua nel pentolino si sarà raffreddata fatela bollire nuovamente e rimettete il pentolino nel forno.

 

Cottura della brioche senza impasto pronta in 5 minuti:

Fate lievitare la brioche fino a quando raggiungerà il bordo. A questo punto sbattete un uovo con del burro fuso non caldo e spennellate la superficie della brioche. Cospargete poi con granella di nocciole e zuccherini e infornate a 180° per 20-25 minuti.

 

La brioche senza impasto è pronta; si mantiene per 3 o 4 giorni conservata in un sacchetto alimentare ben chiuso.

brioche senza impasto pronta in 5 minuti

brioche senza impasto pronta in 5 minuti

- Valuta questa ricetta -

Ricetta brioche senza impasto pronta in 5 minuti
4.3 (86.92%) 26 votes

Ricetta brioche senza impasto pronta in 5 minuti
4.35

4.35

5 26
00 unknow 00 unknown
145 commenti

145 commenti sul post:
“Ricetta brioche senza impasto pronta in 5 minuti”

  • Cristina ha detto:

    Ne voglio una fetta subitoooooooooooooooo

    😉

  • veru ha detto:

    Wow!!! CInque giorni in frigo mi pare troppo ma 24 ore se permettono di otteere un risultato del genere bastano! 😀

    1. cinzi ha detto:

      Ciao…ho impastato… l’aspetto dopo le 24 h quale dovrebbe essere? Perche il mio sembra ancora molto umido e morbido…é normale?
      Grazie mille

      1. Martina Toppi ha detto:

        Ciao Cinzi, mi sembra impossibile che rimanga identico. Un po’ rassodato dovrebbe esserlo dato che in frigo il burro si indurisce. Un pochino dovrebbe prendere consistenza l’impasto anche perché con la maturazione in frigo prende corda. Comunque non desistere e tu segui le indicazioni e vedi come viene.

  • Genny Gallo ha detto:

    ecco io questa l'avevo provata fatta daaltri ma non mi era piaciuta… boh… riproverò:DDD

  • Luca Monica ha detto:

    Questa ricetta è uno spettacolo…
    io faccio il pane, tipo ciabatte quasi senza impasto…ma la brioches…non ci avrei mai pensato…
    Devo provarla…poi ti dico..
    Bravissima!

    A presto
    Monica

    (fotocibiamo)

  • Marina ha detto:

    Fatta l'anno scorso, buonissima… mi hai fatto tornare la voglia di assaggiarla!

  • @Cristina: un mio amico l'altra sera se ne sarà fatet fuori 6 fette! 🙂

    @Veru: io ero scettia e invece devo dire che sono soddisfattissima, soprattutto della texture e della morbidezza

    @Genny: secondo me l'originale prevede troppo poco zucchero…Con le mie quantità e con gli aromi che ho messo non è dolcissima, ma soffice profumata…E' molto buona…

    @Monica:anche io ci ho fatto il pane, anche se non ne vado pazza, mentre la brioche mi è piaciuta un casino!

  • Morena ha detto:

    Ok mi hai convinta…è da un po' che devo provarla, ma ora non posso più aspettare..no no..guarda lì che meraviglia..!!

    1. Morena ha detto:

      Mi sono innamorata di questa brioches..sai che mi verrebbe da fare l'impasto e lasciarlo in frigo fino a lunedì?? che dici provo??

    2. Sì dai prova! C'è da dire che la mia in frigo praticamente quasi non è cresciuta…La crescita che ha fatto l'ha fatta in quelle due ore fuori frigo e poi in frigo è maturata…Infatti ero preoccupata che non avesse raggiunto il raddoppio, invece poi lievita che è uan bellezza..:Di sicuro dopo la cottura è quattro volte in volume rispetto a prima della lievitazione: è per questo che è così soffice….Si fa fatica a tagliarla!

    3. Morena ha detto:

      Ok..così poi vediamo in 3 gg che succede…!

    4. Aspetto di vedere il risultato!!!

  • SQUISITO ha detto:

    adatte per me se si preparano in 5 minuti…con gli impasti lievitati sono un disastro!
    bacio

  • Piovonopolpette ha detto:

    Quanto è soffice! Poi con tutti quegli zuccherini… Mmm buonissimo!!!

  • nunny ha detto:

    Semplicemente fantastica e poi adoro le brioche con gli aromi di arance e limoni …LA PROVO !!!

  • @Squisitito: è comodissima per chi ha uimpegni inoltre…Perchè al limite rimane qualceh ora in più in frigo e non succede niente!

    @Piovonopolpette: da quando la metti in lievitazione creasce tantissimo e anch ein cottura e quidni il risultato è di una sofficità incredibile…

    @nunny:anche a me piace tanto che si senta l'aroma di arancia e quello di limone..:A patto che siano naturali eh!

  • Mila ha detto:

    Martina il mio è in frigo da ieri mattina alle 7,40…. dici che è meglio che gli dia un'occhiatina (o meglio un'annusatina!!!?)

    1. L'hai fata anche tu??!! Sì, dai un'occhiata, ma non credo succeda niente di brutto…Il mio in frigo è cresciuto poco…In compenso matura e sviluppa sapore

  • senti che profumino!!!brava come sempre
    baci
    anna

  • Anonimo ha detto:

    ciao Martina, domanda tecnica: mi spresti dire la quantità del lievito fresco? grazie mimma

  • giuli ha detto:

    È una meraviglia e dato che per me il rito della colazione é sacro e irrinunciabile, non potrei mai farmi mancare una delizia del genere!!!!! Bravissima!

  • Genny Gallo ha detto:

    ecco per me era troppo asciuta…rifacciorifaccio!!

  • Terry ha detto:

    Va beh non te lo dico neanche che sto rinfrescando il mio lilì per fare il pan briosce … non mi crederesti!!
    Bellissimo e si vede quanto è morbido. 🙂

  • Lo Ziopiero ha detto:

    Di te mi fido ciecamente, lo sai. Quindi la farò! Seguirò il metodo ma… mi autorizzi qualche variante? :)))

  • Mary ha detto:

    Che meraviglia si vede anche se non spingi col dito quantè soffice.

  • Monica ha detto:

    Uhmmm…bene bene!!! Non vedo l'ora di rifarla….ho già l'impasto in frigo da due giorni,e…stasera gli tocca!!!!! Complimenti per le foto!!!!!

  • ma che delizia!!si vede proprio che è soffice ed è molto molto invitante!!a presto

  • Ely Valsecchi ha detto:

    Martina ma questa è una pura delizia!!!! Morbidissima, questa è assolutamente da fare! Un bacione!

  • Ely Mazzini ha detto:

    Ciao Martina, questa brioche ha una morbidezza quasi
    commovente:)) Fantastica!!! Bisogna assolutamente provarla!
    A presto:))

  • Ornella ha detto:

    Sìììììììììììììììììì.. l'ho fatta con le dritte di Paoletta! Anch'io ho aumentato lo zucchero, fatto pieghe e messo aromi.. La tua è uno spettacolo!!!!

    1. grazie Ornella!!! L'abbiamo pensata allo stesso modo! Tu quanto zucchero hai aggiunto? Adesso vado a vedere sul tuo blog…nel caso mi spingo ancora oltre la prossima volta con lo zucchero….100g sarebbe l'ideale epr i miei gusti, anche se così è già il top…

  • @Anna: eh sì…

    @mimma: 3g di lievito secco corrispondono a circa 11g di quello fresco…Considerando che una bustina di quello secco pesa 7g e corrisponde a un panetto da 25g di quello fresco si fa la proporzione 3:7 = x:25..:Si ottiene 10,7 e quidni si arrotonda a 11….Io però sono dell'idea che sia meglio usare quello secco perchè ci mette un po' di più ad attivarsi….

    @genny: ma tu hai seguito questa ricetta qui? Perchè questa rimane invece soffice e pastosa, come un panettone di quelli riusciti bene…

    @Terry: ma lo stavi già facendo o stai facndo questo qui convertito per pasta madre?

    @Piero: varianti autorizzatissime!! Anche io ne ho apportate, quindi…;)

    @Mary: mi fa piacere che se ne intuisca la sofficità, perchè è davvero incredibile!!

    @Monica: ah sì? Anche tu??? Aspetto di vedere il risultato allora!

    @Barbara: come dicevo a Mary sopra mi fa pacere che le fondo rendano giustizia alal sofficità di questa brioche perchè è veramente spettacolare…

    @Ely: sì, vale davevro la pena provarla!

    @Ely: ayhaha, quasi commobvente mi piace coem definizione…;)

  • Giovanna ha detto:

    complimenti per la tua creativita' sicuramente super golosiiiii

  • ehi Matina, dopo averti assegnato il mio personale premio di blog superaffidabile, adesso ti nomino anche blog che 'mi fa venire la voglia di impastare'.
    Da queste parti solo garanzie 🙂

  • Gaia ha detto:

    che sofficità che deve avere!
    ottima per colazione!

  • Terry ha detto:

    No Marty sto facendo il Pan de mie non questo … però anche questo mi attizza 😉

  • patatina ha detto:

    no vabbè! lo devo fare immediatamente!!! che voglia matta che mi è presa!

  • Lory ha detto:

    L'impasto sarà sicuramente da 5 minuti, ma la lievitazione richiede attenzione costante… Comunque, mi piace proprio il risultato finale e magari ci faccio un pensierino… ;o) Complimenti! :o)

    1. Ma come attenzione costante! No! Nessuna attenzione costante. Si lascia 2 ore fuori frigo, poi schiaffi in frigo e dopo 24, 48 ore o quando hai tempo la tiri fuori, la formi e via…

  • bellissima…quasi quasi ci provo subito,eppoi non avendo tempo di farla prima di domenica sera,testiamo i 3 giorni,grazie e complimenti!

  • elenuccia ha detto:

    Ommioddio che spettacolo!!! l'avevo vista poi me ne ero completamente dimenticata. La rimetto immediatamente al top delle cose da provare perche' la foto del tuo ditino che la schiaccia mi ha conquistato 🙂

  • alexli ha detto:

    Fantastica questa brioche Martina!

  • Annarita Rossi ha detto:

    ma sei da sposare…… anche questa me la segno. ciao a presto.

  • Anonimo ha detto:

    Ciao Martina!
    Un'informazione: il "composto liscio e omogeneo" di cui parli è morbido e appiccicoso o si appallottola facilmente? Sto facendo la brioche seguendo la tua ricetta e voglio capire se devo aggiungere un po' più di farina rispetto a quella che hai indicato.
    Grazie mille e complimenti!
    Eli

    1. é morbido e appiccicoso, una crema densa diciamo… MI spiace di risponderti solo ora…L'impasto poi solidificando in frigo diventa più compatto e lavorabile (ma comunque va infarinato)

  • Sar@ ha detto:

    Ce l'ho in lista da tanto, dopo aver visto la tua, la devo assolutamente provare… è uno spettacolo! Mi segno anche la tua versione, mi piace troppo! Grazie 🙂

  • Lo Ziopiero ha detto:

    Finito di impastare (vabbe', impastare si fa per dire…j'ho dato 'na smuscinata, come se disce aroma)
    Penso domani lo infornerò 😉

  • conoscevo questa ricetta… ma devo dire che la tua versione è particolarmente felice…

  • @Sara: fammi sapere se la farai

    @Piero: aspetto di vedere il risultato della brioche smuscinata…;)

    @giulia: 🙂

  • kiara ha detto:

    la devo fare assolutamente, non mi stancherò mai di dirti che sei sempre bravissima. buon week end ciao kiara

  • le adoro le brioche lievitate e questa versione veloce (nella preparazione, perché la lievitazione invece potrebbe mettere a dura prova la mia voglia di dolce!)la voglio provare 🙂

  • Sar@ ha detto:

    Sta già in frigo, aspetto qualche giorno… sono un pò indecisa su quanto tempo lasciarcela, ti farò sapere… speriamo bene!
    A presto Martina 🙂

  • Inco ha detto:

    Che ricetta curiosa e golosa!
    Come deve essere soffice la tua brioche.
    Guarda, Martina, mi hai davvero incuriosita 🙂
    Sai sempre come stupirci, con le tue ricette golose.
    Che buona, mamma mia!
    Non mi resta che provarla.
    Un abbraccio.
    Buona domenica ^_^
    Incoronata.

  • ann@... ha detto:

    ciao Martina, la delicatezza e la morbidezza di questa torta, traspare dalle foto… dev'essere squisita..
    la proverò..
    buona domenica

  • Claudia ha detto:

    il prossimo fonesettimana sarà mio! è fantastico, lo posso inziare prima e lasciarlo in frigor fino a sabato mattina, e poi se mi viene come il tuo buonissimo e soffocissimo!!!! mi complimento ancora per il bel blog, affidabile e pieno di spunti utili e praticabili!

  • Mila ha detto:

    Come ti avevo già detto sopra "Grazie per avermi ricordato la mia in frigo!!!"….
    Alla fine è rimasta là 3 giorni!!!! Ma dopo averla reimpastata prima di rilievitare ci ha messo un sacco di tempo (ed io in cucina ho 22°)….Ottimo il risultato, ma ho sbagliato qualcosa secondo te????

    1. Mila, io suggerisco di far lievitare in forno scoperta con accanto un pentolino di acqua bollente a fianco….A 22° è abbastanza prevedibile che ci metta un casino di tempo…

  • fumodalrobot ha detto:

    …si può evitare di fare le pieghe?che non sono pratica…..

    1. sembra una cavolata, ma le pieghe sono utilissime per la crescita e la buona riuscita della brioche…guarda qui, le foto dovrebbero aiutarti a capire coem farle:http://profumodilievito.blogspot.it/2007/10/le-pieghe.html

  • tennis a tavola ha detto:

    Abbiamo lasciato un pensiero per te.
    vieni a trovarci!
    T.A.T.

  • Amelie ha detto:

    Complimenti per il bellissimo blog!
    Amelie

  • LeCiorelle ha detto:

    complimenti per il blog innanzitutto!! e complimentoni anche per questo sofficissimo briochone!! adatto per la prima colazione, chissà con burro e marmellata! ti seguiamo! ciao!

  • Sugar ha detto:

    Ciao Martina, arrivo dal blog di Michela e ho fatto bene a fidarmi di lei! Da te si può solo imparare. Avevo già visto questa brioche da – la ciliegina sulla torta- e oggi mi è ritornata la stessa voglia di farla. E' stato davvero un piacere conoscerti. 🙂
    A presto, Ada 🙂

    1. Ciao Ada, piacere mio!! Prova questa brioche e mi farai sapere se ti è piaciuta..

  • Assunta ha detto:

    Ciao Martina, è veramente splendida!!!
    Vorrei avviarla stasera, però con il lievito madre, secondo te si può fare? E quanto lievito dovrei utilizzare?
    Grazie! 🙂

    1. Assunta sicuramente si può fare anche con il lievito madre…Tu hai la pasta madre o il lievito liquido? Comnque credo che 60g di lievito dovrebbero bastare…Penso che però sia il caso poi di lasciare la brioche 4 ore a temperatura ambiente o finchè vedoi che inzia a crescere un po' e che quindi la lievitazione è un po' avviata (visto che la lievitazione con il lievito madre è più lenta) e poi mettere in frigo per 24-48 ore…Bisogna fare un'esperimento…Fammi sapere come è andata!

    2. Assunta ha detto:

      Non ho licoli, sto per rinfrescare la pasta madre…sicuramente ti terrò informata!
      Grazie ancora!

    3. Bene dai, sono contenta che proverai con la pm…Se viene bene sarà buonissima!

  • Sar@ ha detto:

    Ciao Martina, l'ho appena pubblicata se ti va vieni a vedere!
    Grazie!

    1. E' venuta bene!!!! Sofficissima!

  • nunny ha detto:

    Ciao Martina , io la sto infornando e se viene buona e bella vorrei pubblicarla .Poichè l'ho conosciuta grazie al link che hai messo su fb vorrei mettere il link al tuo blog , spero non ti dispiaccia.

    1. Ciao nanny, scusami ma mi era sfuggito questo tuo link…Non mi dispiace affattpo se post la brioche..:Anzi, com'è andata poi? E' venuta bene?

    2. nunny ha detto:

      Diciamo un vero disastro!!!!Colpa del lievito,non è mai partita la lievitazione ,adesso ho appena fatto il licoli e vorrei provarla anche con quello, ti tengo aggiornata..Grazie.

  • Anonimo ha detto:

    Che dire? Squisita! E di una semplicità nella preparazione che lascia a bocca aperta. Unico grave difetto: finisce subito!!
    Grazie, Martina, credo che sia la prima volta che scrivo qui ma lo faccio volentieri per ringraziarti di questa splendida ricetta (ho messo anche nocciole macinate, nella copertura, ottima idea!) e farti i complimenti per il fantastico blog. Ci.

  • pagnottella ha detto:

    Non ce l'ho fatta…. Non sono riuscita ad aspettare le 24 ore sono arrivata a 20…. Troppo curiosa! Ora sta rilievitando E aspetto in religioso silenzio che cresca.speriamoooo

  • @Ci: grazie di aver provato la ricetta..:Mi fa piacere che sia riuscita bene e ti sia piaciuta!

    @Pagnottella: Ma sì, non importa….Fammi sapere com'è venuta!!!

    1. Anonimo ha detto:

      Buongiorno Martina. Grazie a te, ne ho appena infornata un'altra! 🙂 Ci

    2. Allora la prima ha avuto successo ed è riuscita bene!!! Mi fa un gran piacere!

  • Anonimo ha detto:

    oh sì! Mi sa che queste sono solo le prime di una lunga serie 😉 E non sono le prime ricette ispirate dal tuo blog… Bravissima, Martina, sei una sicurezza! Grazie. Ci

    1. Oh, mi fa un gran piacere quello che scrivi! Spero che ti troverai sempre bene!

  • Dolci Delizie ha detto:

    ciao Martina, sabato ho fatto questo emraviglioso panbrioche… che dire… stupendo, profumato, morbido e facile da fare, morbido ancora dopo 2 gg! una ricetta davvero azzeccata! complimenti. un abbraccio.

    1. Mi fa proprio piacere che sia riuscita bene..:E' davvero un abella ricetta questa che si adatta anche bene ai tempi di chi lavora! 🙂

  • Anonimo ha detto:

    Ciao Martina, ho visto questa delizia e ho deciso di provare a farla. Penso che usero' il succo d'arancia al posto dell'acqua. Hai mai provato? Grazie, Olga

  • Ahahah Martina. Ieri ho visto questa ricetta su La ciliegina sulla torta, e girando girando mi trovo qua!!! Ho visto in giro che l'hanno provata in tantissimi. La tua è venuta benissimo!!! Immagino la consistenza tra le dita.
    Io sono un po' preoccupato per la mia lievitazione, vediamo che esce fuori (è ancora il frigo la creatura).
    Ovviamente, dopo le tue dritte sulle pieghe dei panini McDonalds, le farò anche a questo impasto, anche se la ricetta di Tuki non le prevede.
    Incrociamo le dita e… speriamo bene

    1. Sì, le pieghe aiutano moltissimo la crescita verticale, eprchè il glutine si rinforza e tiene meglio…Non ti preoccuoare per la lievitazione,…In frigo a prescindere da quanto cresca, comunque matura e sviluppa sapore…Vedrai che viene bene…Incrocio le dita!

  • Brioche appena sfornata ed è venuta benissimo. Che lievitazione!!!! E poi è talmente leggera che quando l'ho sformata avevo paura di romperla. Mi dispiace solo non poterla tagliare subito visto che sarà un goloso regalo che domani farà felice qualcuno!

    1. Sì sì, infatti è così che deve essere..Talmente soffice che quando la sformi hai paura di schiacciarla…E' uan brioche fantastica!

  • L'ho già fatta due volte ed è stato un successone. E' davvero sublime.
    http://www.saltalapasta.com/2013/11/brioche-senza-impasto.html

    1. Sì, è vero, è buonissima e poco impegnativa!

  • loredana ha detto:

    Ciao Martina ,sono Loredana.Volevo dirti che questa ricetta mi aveva particolarmente incuriosita e l'ho voluta provare.Ma ,a differenza delle altre tue ricette(provate,andate a buonisssssssimo fine!) questa non è andata proprio bene…infatti la lievitazione non è partita proprio! Risultato:ho buttato tutto via con gran dispiacere. Eppure ho seguito passo ,passo i tuoi passaggi.Ma non è che il lievito secco lo sciogli prima d'inserirlo? e se volessi riprovarla col lievito di birra ,lo sciolgo nello stesso quantitativo di acqua?

    1. Ciao Loredana, eppure l'hanno provata in tanti ed è riuscita a tutti. No, il lievito non lo sciolgo in acqua prima…Mi viene da pensare che il leivito che hai usato fosse vecchio o disattivo, non so..E' possibile? Se il leivito è vivo, non può essere che la lievitazione non parta!

  • lina ha detto:

    Ciao Martina solo oggi ho scoperto il tuo blog..già lo adoro!!! vorrei fare questa tua ricetta ma con il lievito madre..puoi per cortesia dirmi quanti gr ne devo mettere? te ne sarei molto grata! complimenti!!

    1. smartyns ha detto:

      CiaoLina, scusami tanto, ma il tuo commento mi era sfuggito!!! Se per caso ripassi di que e non hai ancora fatto la brioche, io ti consiglio di usare all'incirca 40g di lievito madre.

  • Giovanna ha detto:

    Cara Martina,
    come stai? Spero che le ombre di qualche tempo fa si siano dissolte. Quando ho un po' di tempo libero mi intrufolo nel tuo bellissimo blog in cerca di ispirazione e questa volta, complice la voglia di sperimentare i lievitati, ho provato la tua brioche. Pur non avendo praticamente nessuna esperienza è venuta benissimo, alta, soffice e profumata!
    Ho seguito la tua ricetta con un paio di piccole varianti (ho sostituito il 50 grammi di manitoba altrettanta farina integrale e lo zucchero bianco con quello di canna) e il procedimento alla lettera, dopo 48 ore di riposo in frigo oggi ho infornato, non ti dico che soddisfazione veder crescere la mia prima brioche!
    Grazie mille per la ricetta ed i consigli (utilissimi) & auguri di buona Pasqua, alla prossima ricetta
    Giovanna

    1. smartyns ha detto:

      Ciao Giovanna, sì, va meglio….Mi fa un gran piacere sapere che abbia fatto la tua prima brioche con questa ricetta e che sia riuscita bene!! Se ti fa piacere e le hai fatte, puoi mandarmi le foto….:)

  • Miele ha detto:

    Ottima ricetta. Da provare. Grazie mille.

  • Gaijina ha detto:

    Ciao Martina, ci voglio provare! Le foto parlano da sole… Un'informazione: per ogni pallina fai prima le pieghe di tipo II e poi quelle di tipo I, o solo di un tipo? Non sono sicura di aver capito bene… Preparo adesso e se sono fortunata trovo la tua risposta domani quando è tempo di fare le pieghe…! Grazie!!!

    1. Gaijina ha detto:

      Altra domanda… scusa! Dovrebbe lievitare nel giro delle due ore? Il mio non si è mosso di un briciolo… mi aspettavo crescesse un po'… il lievito è nuovo… speriamo nella nottata in frigo…

    2. Martina Toppi ha detto:

      Gajina, per le pieghe sì, prima quelle di tipo II e poi anche quella di tipo I. il tempo di lievitazione dipende sempre da tanti fattori. Non necessariamente deve crescere iun due ore, anche perchè già ci vuole 1 1/2 ore per tornare a temp ambiente. Non avere fretta e aspetta che arrivi al bordo controllando però che non slieviti, perchè in quel caso meglio infornare prima che attendere che arrivi al bordo o ti verrà piatta e senza cupola.
      Giarda la superficie: deve avere un aspetto compatto, non molliccio e con delle bollicine perchè questi ultimi fattori indicano slievitazione

    3. Gaijina ha detto:

      ciao martina, grazie per la risposta, ma io intendevo la prima lievitazione. È in frigo da 36 ore e non è cambiata nulla, sembra una crema pasticcera densa, è normale?

    4. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Gajiina, il fatyto che non sia lievitato in frigo può starci tranquillamente. Il fatto che abbia la consistenza di uan crema densa mi insopspettisce un po' di più e mi fa pensare che l'impasto non abbia molta struttura. A questo punto comuqnue penso che avrai già proceduto con la ricetta. Fammi sapere come è andata

    5. Gaijina ha detto:

      Ho buttato tutto. Ho provato ad aggiungere farina ma non riuscivo neanche a tirarlo fuori dalla ciotola. Mi è venuto in mente che qui in america il lievito secco non è il 'Active Yeast', ma lo 'Instant Yeast', così ho rifatto tutto cambiando lievito. È ancora una crema densa!!! Non capisco, ho seguito le dosi alla lettera a parte lo zucchero che ho aumentato seguendo i tuoi consigli. Non so bene se insistere e aggiungere TANTA farina dopo il riposo in frigo o se è già chiaro che è da buttare di nuovo. Profuma divinamente, eppure….. 🙁

    6. Martina Toppi ha detto:

      No, non biuttare tutto! Comuqnue dipende molto anche dall'assorbenza che ha una farina…Ma la consistenza è così dopo il riposo in frigo? L'impasto comunque può anch essere molto molle, ma comunque deve avere la struttura elastica tale da poter essere lavorato con le pieghe, se lo tiri su con un dito e invece di estendersi ti rimane sul dito come se fosse una crema allora non va bene

    7. Gaijina ha detto:

      La consistenza è così prima del riposo in frigo, ma ho pensato fosse giusto visto che va mescolato con una forchetta, e ho letto tra i tuoi commenti che dovrebbe avere la consistenza di una "crema densa", e poi si sistema un po' in frigo. Ma la mia dopo il riposo in frigo era uguale, solo fredda!! Proverò con questa seconda se succede qualcosa di diverso…. Avrei dovuto aggiungere più farina da subito forse… Accidenti che nervoso!!!!

    8. Martina Toppi ha detto:

      Gaijina, se è prima del frigo è+ normale, perchè l'impasto non è loavorato e quindi il glutine non si è formato..:Durante il riposo in frigo l'impasto si compatterà e vedrai che divemterà anche elastico. Se nel primo esperimento hai usato il lievito istantaneo ovvero quello chimico è ovvio che non sia successo nientye perchè quello si attiva con il calore, non lievita spontaneamente

    9. Gaijina ha detto:

      Niente da fare, non è cambiato di una virgola. Con l'aiuto di tanta farina sono riuscita a dividerlo e a fare le palline, ma ha la consistenza sai di cosa? Dell'impasto per gli gnocchi di patate!!!! Insomma adesso è a lievitare ma non credo succederà nulla. Non so proprio perché non funzioni, e non saprei cosa farci per non buttarlo via

    10. Martina Toppi ha detto:

      Gajinia, male che va ci fai una sorta di ciambellone aggiungendo magari un po' di latte…Non mi spiego come mai non ti sia riuscito neanche questa volta…A questo punto penso che la farina che utilizzi abbai una scarsissima assorbenza, altrimenti non saprei…non vorrei che pensassi che la ricetta è farlocca: l'hanno fatta in tanti ed è riuscita…

    11. Gaijina ha detto:

      Alla fine è lievitato quasi fino al bordo e l'ho cotto, ma è venuta una mattonella secchissima, buttato tutto 🙁 Non saprei neanch'io, non so neanche perché mi sia impuntata tanto con questa ricetta, non mi piacciono neanche molto, le brioche! Ma figurati, martina, ma che scherzi?? La ricetta è dappertutto e sempre uguale, sembra riuscire a tutti tranne me. Io invece non vorrei che pensassi che sono un'incapace, con i miei tentativi falliti… Se dovessi rifare la ricetta, potresti aggiungere una foto dell'impasto appena amalgamato? Così almeno ho un'idea di come deve essere. Comprato nuova farina, ma per ora ci do un taglio…. 😉 Grazie mille per la disponibilità e buona Pasqua!!!

    12. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Gajina, ma che incapace!!! Succede che qualcosa non riesca. E' difficile poi, se non si individua il problema, risolvere, quindi non ti preoccupare! Scusa se ti rispondo così in ritardo!

  • Anonimo ha detto:

    Salve a tutte, credo che questa brioche sia simile al dolce nuvola di Como, anzi lo spero proprio perché è un dolce buonissimo ma non esiste una ricetta perché è fatto da una pasticceria che ne custodisce il segreto, ho già mescolato tutti gli ingredienti e ora lievita per due ore, dopo metto in frigo. Dopo tante prove ed esperimenti forse finalmente ho trovato la ricetta ..Salve Nicoletta e grazie per questa ricetta

    1. Martina Toppi ha detto:

      Buongiorno Nicoletta, questo blog appartiene solo a me, non ci sono altre persone…:)
      Non ho mai sentito parlare della ricetta di cui parli, ma spero che questa mi la ricordi e che si simile a quella. Fammi sapere come è venuta! Martina

  • Ale ha detto:

    ciao martina, ho albumi in avanzo… Posso usarli per questo impasto al posto delle uova intere?

    1. Martina Toppi ha detto:

      Potresti provare però tieni presente che sono i tuorli quelli che danno sapore

    2. Ale ha detto:

      grazie! hai ragione. Userò i bianchi per una dacquoise 🙂
      ciao!

  • carmela ha detto:

    Ciao Martina
    questa brioche l’ho fatta già tre volte. È ottima saporita profumata e morbidissima. Mi spieghi però perché la metto in forno bella gonfia e poi si appiattisce e non viene gonfia come la tua?

    1. Martina ha detto:

      Se si appiattisce vuol dire che è slievitata e quindi devi infornarla prima. Anche se magari non è arrivata al bordo, l’importante è che la superficie risulti solida e compatta e non tremolante e con le bolle. Al limite prova a usare una farina un po’ più forte

      1. carmela ha detto:

        Grazie Martina. Io uso la manitoba però è vero che quando la In forno ha le bolle ed è tremolante. Proverò a infornarla prima.

        1. Martina Toppi ha detto:

          Ecco, allora il problema è quello, però magari prova a usare una Manitoba più forte. Comunque delel due sempre meglio infornare un po’ in anticipo che un po’ in ritardo.

  • Marina Greco ha detto:

    Ciao Martina innanzitutto grazie per la ricetta, che salverò tra le ricette da provare assolutamente.
    Io non uso le uova e volevo chiederti se secondo sono necessarie per questa brioche.
    Se sì proverò a farla aggiungendo in sostituzione della lecitina di soia.
    Comunque ti farò sapere.
    Ancora grazie
    Marina

    1. Martina Toppi ha detto:

      L’unico dubbio che ho è la quantità di liquida, che mancando le uova mancheranno; quindi aggiungi latte o qualcos’altro…Fammi sapere

    1. Martina Toppi ha detto:

      E’ sofficissima e le ore di maturazione in frigo donano una maggiore complessità aromatica.

  • Rosaria ha detto:

    Ciao Martina, ieri sera ho finalmente fatto l’impasto ed eseguito alla lettera la tua spiegazione, tenendola fuori 2 ore prima di metterla in frigo, ovviamente cresciuta e fin qua tutto bene, ma stamane l’ho trovata tutta afflosciata! Pensi sia normale o c’è qualcosa che non sia andata come doveva? Grazie infinitamente

    1. Martina Toppi ha detto:

      Forse il tuo frigo non è molto freddo. Comunque tu prova a proseguire con la ricetta. Può darsi che vada tutto bene.
      D’estate con i lievitati bisogna sapersi regolare, perchè se c’è tanto caldo in casa forse è meglio non lasciarlo tute e due le ore a temp ambiente. Fammi sapere com’è andat apoi!

      1. Rosaria ha detto:

        Martina non credevo ai miei occhi!!! È venuta una brioche stupenda è cresciuta nonostante le poche aspettative!!! Grazie per le ricette che dai… Grazie a te sto migliorando con i lievitati che devo dire erano per me cosa irrealizzabile….

        1. Martina Toppi ha detto:

          Non sai come mi fa piacere sentirlo!! Ero un po’ preoccupata per la tua brioche e sono contenta che sia venuta bene!!!

  • Sara Medori ha detto:

    Posso usare questa ricetta per fare un danubio o una torta alle rose? 🙂

    1. Martina Toppi ha detto:

      Io direi di sì, più per un Danubio che pe runa torta di rose forse. Comunque prova!

  • Marzia ha detto:

    Qualcuno è a conoscenza che il medesimo risultato si possa ottenere anche con una farina per celiaci? Se si mi potete indicare le diverse proporzioni?

    1. Martina Toppi ha detto:

      Vorrei aiutarti ma non proprio risponderti… Mi dispiace…Solo una cosa però mi viene da pensare. le farine senza glutine di per sè sono farine che non serve impastare a lungo perchè non è che debbano sviluppare glutine, quindi non ha senso una ricetta del genere, nel senso che non credo abbia senso il riposo in frigo…A che pro?

  • IsaQ ha detto:

    Martina, finalmente ho provato la ricetta!Era da un pò che la tenevo lì ma non riuscivo a trovare il tempo. e complice un wk piovoso eccola fatta. Ho impastato sabato sera e cotto domenica. ed era eccezionale. Stasera pensavo di impastare nuovamente e lasciare lievitare almeno per 48H. Ossia spero di riuscire a coprire le colazioni di oggi, domani e mercoledì con il pan brioche che ho fatto.spero, perchè è buonissimo e sta andando a ruba.grazie per aver condiviso questa meravigliosa ricetta.sono una mamma con due bimbi che lavora, mi piace dar loro alternative ai prodotti industriali anche se non ho molto tempo. e tu mi aiuti sempre.grazie. posta pure altre ricette sul genere se ne hai, per noi mamme sprint e con poco tempo sono una risorsa 😉

    1. Martina ha detto:

      Ciao Isaq, sono felicissima di sentire che la ricetta è riuscita bene 1 e due che ai tuoi figli darai grazie alla ricetta qualcosa di genuino invece che la roba industriale! Qui sul blog trovi anche il pane senza impasto se per caso ti interessasse….Martina

      1. IsaQ ha detto:

        Si, il pano senza impasto l’ho già provato e ripetuto un sacco di volte. Cotto nella pentola di coccio è una bontà. forse troppo x la dieta

  • IsaQ ha detto:

    Martina, scusa se ti riporto a questo vecchio post ma avrei un desiderio. Sai quanto ho apprezzato questa ricetta di pan brioche per mamme sprint e con poco tempo come me. Mi piacerebbe utilizzare la ricetta per realizzare un pan brioche salato. Sono stata invitata ad una grigliata e mi piacerebbe portare un lievitato da servire con gli aperitivi. Avevo pensato a questa ricetta perchè in termini di tempo di realizzazione, richiede veramente poco. Ma non so come modificarla per renderla accattivante anche sul salato. Cosa tolgo e cosa aggiungo?Pancetta, olive, o pesto? Cosa mi suggerisci? E lo zucchero lo ometto del tutto?Aiutami!Impasterei stasera.

    1. Martina ha detto:

      Caio Isaq, scusa se ti rispondo ora! Ho visto che volevi impastare ieri sera. Eh, non è semplice risponderti perchè va riproporzionata tutta la ricetta, perchè togliendo gli zuccheri si sbilancia tutto, perchè viene a mancare una parte di secco e quindi poi i liquidi anche vanno ritarati. Il mio consiglio è quello di prendere una ricetta di pan brioche salato già esistente e prepararlo con questo metodo cercando di sfruttare l’esperienza e basandoti un po’ anche su questa ricetta qui. Poi nel ripieno puoi mettere quello che vuoi e sbizzarrirti

      1. isaq ha detto:

        Ho impastato. Ti dirò com’è andata la prossima settimana. Dovrei cuocerlo domenica. Se sarà venuto bene, ti scriverò le sostituzioni

        1. Martina ha detto:

          Bravissima allora!1!! Fammi sapere ok???

  • IsaQ ha detto:

    Eccomi a rapporto. Allora il metodo che ho seguito è quello della ricetta da te proposta. Queste sono le modifiche che ho fatto:
    250 gr di manitoba
    3.5 gr di lievito di birra secco
    2 uova intere
    100 gr di burro fuso a temperatura ambiente
    75 gr di acqua a temperatura ambiente
    50gr di parmigiano grattugiato
    10 gr di sale fino
    2 cucchiaini da tè di miele di tiglio
    Ingredienti caratterizzanti il pan brioche:
    2 mozzarelle di medie dimenisoni ma ben sode (di quelle che perdano il meno acqua possibile)
    60 gr di prosciutto cotto tagliato a striscioline sottili
    80 gr di olive nere denocciolate
    6 falde di peperoni secchi sott’olio.

    Io ho impastato tutto insieme e lasciato lievitare in frigo per 48 h prima di tirar fuori, far riprendere la lievitazione e cuocere. E’ venuto buonissimo ma la prossima volta farei due modifiche. Prima: gli ingredienti di “caratterizzazione” li unirei solo dopo la lievitazione in frigo (per 48 h ho avuto il terrore che qualcosa andasse acido!). Seconda modifica: gli ingredienti di caratterizzazione del pan brioche cercherei di sistemarli come se fossero un ripieno. Infatti io li ho amalgamati all’impasto del pan brioche, così facendo, cuocendosi c’è il rischio che qualche pezzetto di pomodoro secco o di oliva si abbrustolisca troppo in cottura. Per il resto era ben calibrato. Un sapore ben diverso dal classico plumcake salato.Alla grigliata alla quale l’ho portato ho esordito con la solita franchezza che mi contraddistingue, dicendo: E’ UN ESPERIMENTO ASSAGGIAMOLO MA SE FA SCHIFO NON ABBIATE TIMORE DI COMPIACERMI. BUTTIAMOLO.
    Non è avanzata nemmeno una briciola in meno di dieci minuti.
    Un abbraccio e grazie per aver stimolato e sorretto la mia fantasia culinaria.

    1. Martina ha detto:

      Ma grazie a te invece! Per aver sperimentato con successo e per aver anche indicato la ricetta che hai elaborato!! Bravissima..Prima o poi proverò!!!

      Immagino tu non abbia fatto foto vero? Altrimenti mandamele!

  • Isaq ha detto:

    No Martina nessuna foto. Nn ci ho proprio pensato!

  • Marica ha detto:

    Ne ho rifatta umilmente una mia versione per adattarla alla mia dieta, e che dire: spettacolo.
    Debitamente citata nel post: http://www.ricettefit.it/2017/08/brioche-senza-grassi.html
    Grazie!

    1. Martina ha detto:

      Sono andata a sbirciare e ti ho lasciato un commento sul blog. Sono contenta che ti sia venuta la passione per i lievitati. io li adoro e condivido quello che dici sulla magia di sentire l’impasto che si struttura tra le mani.

      Complimenti per la versione light di questo pan brioche riuscita benissimo! Come ti dicevo sul blog, ti scrivo anche qui. Potresti mettere il link cliccabile al mio blog? I link da parte di altri blog aiutano a crescere e sono utili anche a chi li mette perchè google favorisce chi genera connessioni. Grazie mille, Martina

      1. Marica ha detto:

        Grazie mille, e grazie anche per avermi fatto notare il fatto che il colore degli iperlink sul blog era troppo flebile per essere notato. 😀 Un abbraccio!

Hey, sei passato di qua? Lasciami un commento :)