Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Ragù in polpo-sition dello zio Piero ovvero ragù di polipo

Di: 10 commenti 10 Difficoltà: facile
Ragù di polipo

Era da un po' che mi frullava per la testa l'idea di provare questo ragù seguendo le indicazioni dello zio Piero. Ma vuoi perché non trovavo il polpo al banco pesce, vuoi perché il polpo era troppo grosso gira e brilla è passato un sacco di tempo, ma alla fine ce l'ho fatta! L'avessi fatto prima! E' davvero buonissimo....Ho apportato solo piccole modifiche (perché non amo usare la passata, proprio non ce la faccio e perché non avevo pomodorini freschi in casa, quindi tutta polpa!). Ho anche aggiunto una piccola spolverata di aglio in polvere che secondo me ci stava bene..
L'aglio io lo metterei pure nel gelato..;) Allora lo volete vedere sto ragù in polpo-sition? Lo zio Piero mi aveva suggerito di scriverlo polpo-siscion, ma mi è venuta la para che si potesse pensare che non so scriverlo bene e non l'ho messo, anche se sarebbe stato ancora più divertente.

- Ingredienti -

(per 4 porzioni)

  • 320g di spaghetti
  • 1 polpo da 600g (io da 500g)
  • 200g di polpa di pomodoro
  • cipolla
  • aglio in polvere
  • vino bianco
  • sale e pepe

- Procedimento -

indicazioni dello zio: in una casseruola mettete un dito di acqua e aggiungete il polpo. Coprite con un coperchio e fate cuocere per 30 minuti a fuoco medio basso controllando di tanto in tanto che l’acqua non si sia consumata completamente. In questo modo il polpo si cuocerà nella sua acqua.
Tritate finemente la cipolla. Tritate il polpo a piccoli pezzettini di circa 3mm di diametro tenendo da parte le parti terminali dei tentacoli in modo che ce ne sia almeno uno per piatto.

ragù di polipo

Mettete a scaldare l’olio in una pentola. Io ho usato la mia cocotte le creuset che è in ghisa smaltata e distribuisce il calore in maniera uniforme e anche con poco olio le pietanze non si attaccano. Aggiungete la cipolla all’olio e fatela soffriggere brevemente fino a farla imbiondire, quindi aggiungete il polpo e fate rosolare brevemente. Sfumate con il vino e quando il vino sarà evaporato aggiungete la polpa di pomodoro, salate e pepate e lasciate cuocere per circa 30 minuti a fuoco medio alto girando spesso. Aggiungete una spolverata di aglio verso la fine. Poi, io non l’ho fatto, ma lo zio Piero suggerisce di passare i polipetti o, nel mio caso, le parti terminali dei tentacoli in una padella per 15 minuti con aglio e olio.

Condite gli spaghetti con il ragù di polipo e sistemate un polipetto in ogni piatto come decorazione.

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Ragù in polpo-sition dello zio Piero ovvero ragù di polipo
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
10 commenti

10 commenti sul post:
“Ragù in polpo-sition dello zio Piero ovvero ragù di polipo”

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)