Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Veneziane alla crema

Di: 48 commenti 48 Difficoltà: media
Veneziane alla crema

Per i maschietti che dovessero collegarsi attratti da qualche fantasia erotica su fantomatiche veneziane tutte curve ricoperte di crema pasticcera, purtroppo devo deludervi...sempre di qualcosa di attraente e voluttuoso si parla, ma non di avvenenti donne bensì di briochine alla crema, goduriose e ricche.


Scherzi a parte provate queste splendide brioche perché meritano davvero. La ricetta viene da qui ed è perfetta! Le ha fatte anche Morena di Menta e cioccolato, qui.

Veneziane alla crema

 

Ingredienti:

per 7 veneziane da circa 67g

 

125g di farina di Manitoba
125g di farina 00
25g di zucchero
5g di Stevia (facoltativo)
40g di burro fuso ma non caldo
1 uovo
6g di lievito di birra fresco
90g di latte
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di 1/2 limone

per la crema:

1 tuorlo (tenete l’albume per spennellare le veneziane prima di infornare)
30g di zucchero
12g di Maizena o amido di mais
1 pizzico di sale
buccia grattugiata di mezzo limone
i semi di mezza bacca di vaniglia o la punta di un cucchiaino di estratto di vaniglia naturale in polvere
250g di latte intero

zuccherini

 

Preparazione:

in un bicchiere sciogliete il lievito nel latte tiepido. Versate le due farine,  gli zuccheri e il sale nella ciotola dell’impastatrice e mescolate. Versate il latte e l’uovo e aggiungete il burro e la scorza di limone. Mescolate a bassa velocità fino ad amalgamare tutti gli ingredienti poi aumentate a 1,5/2 e portate a incordatura. L’impasto sarà incordato quando si staccherà dalle pareti e dal fondo dell’impastatrice e diventerà liscio, elastico e semilucido.
Se impastate a mano, guardatevi questo mio video su come incordare a mano.
Oliate un recipiente e metteteci l’imapsto a lievitare in un posto caldo e lontano da correnti d’aria fino al raddoppio.
Nel frattempo preparate la crema: montate il tuorlo con lo zucchero e il sale. Aggiungete la Maizena e mescolate bene. Portate il latte a sfiorare il bollore con dentro la buccia di limone e la vaniglia. versate a poco a poco il latte sulle uova mescolando bene con una frusta. Trasferite il composto in un pentolino e cuocete a fuoco medio basso fino a che comincerà ad addensarsi. Spegnete il fuoco e con una frusta mescolate energicamente la crema per farla raffreddare velocemente, dopodiché copritela con la pellicola direttamente a contatto.

Veneziane alla crema

Al raddoppio prelevate l’impasto, dividetelo in 7 pezzi e formate con ognuno di essi una pallina seguendo questo mio video sulla pirlatura.
Adagiate le palline ben distanziate su una teglia coperta di carta forno. Copritele con un panno e poi con un sacchetto di plastica e attendete che raddoppino di volume.
Quindici minuti prima di infornare portate il forno a 180°.

Spennellate la superficie della veneziana con l’albume sbattuto con un cucchiaio o due di latte. Praticate un tagli a croce sulle veneziane. Mettete la crema in una sac a poche e riempite la croce della veneziana con abbondante crema. Spolverate la crema con gli zuccherini. Informate per 20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

Veneziane alla crema

- Valuta questa ricetta -

Veneziane alla crema
4.4 (88.89%) 9 vote[s]

Veneziane alla crema
4.44

4.44

5 9
00 unknow 00 unknown
48 commenti

48 commenti sul post:
“Veneziane alla crema”

  • Mary ha detto:

    sono ottimi li feci tempo fa!

  • SQUISITO ha detto:

    erotica…è una parolona…le trovo cmq molto sensuali le tue veneziane!!!
    un bacio

  • manineinpasta ha detto:

    Davvero molto sexy queste veneziane 🙂

  • Dolci Delizie ha detto:

    che meraviglia!! sabato le faccio!
    A proposito… il tuo pane con senza impasto con farina integrale è uno spettacolo!
    un caro saluto.
    Elena

  • Roberta Morasco ha detto:

    Ma che belle!!! Adoro le veneziane alla crema, mangiate un sacco di volte ma fatte mai e lo scorso anno mi sono persa il post di Patty..grazie Martina per l'ennesima splendida ricetta!
    Buona giornata!
    Baci, Roby

  • Ely Mazzini ha detto:

    Ciao Martina, bellissime queste veneziane, un'altra ricetta riuscitissima!!!!
    Bacioni, a presto :))

  • Morena ha detto:

    Sono bellissime Martina..hai sentito quanto buone sono?? Mi piacciono da matti..decisamente la ricetta di Patrizia è stupenda!

  • Julia ha detto:

    martina che buone!!!!! che fame!!!!

  • Emma Mon ha detto:

    Che buone, sono senza parole, yammy. Buon San Valentino! :*

  • fidicins ha detto:

    Complimenti! Bellissimo blog, faremo un sacco di ricette tue. Grazie,
    Fidicins

  • loulou ha detto:

    καλησπέρα! Μόλις ανακάλυψα το μπλογκ σου και μ'αρέσει πολύ! Υπέροχες φωτογραφίες! και ενδιαφέρουσες συνταγες!
    καλό απόγευμα!

  • Federica Simoni ha detto:

    Martina sei sempre Bravissima!!!!

  • Silvia ha detto:

    Buonissime e da fare!!!!…ho fatto le castagnole con la crema…la crema e' da 10 e lode!!!!…l' ho usata anche oggi per farcire una torta per mio marito!!…brava brava brava Martina!!!!!!…un abbraccio Silvia

  • Valentina ha detto:

    mi fai quasi svenire dalla voglia!!!

  • Anonimo ha detto:

    Da brava veneziana sono sempre state una delle mie merende preferite quando ero piccola! A Venezia però non ci mettono la crema e se posso fare la parte della rompi, andrebbe incisa una croce pizzicando la parte superiore con le forbici in modo che in cottura spuntino le punte ( che ai bimbi piace tanto mordicchiare!!!!)
    Baci, Laura

  • @Mary: sì, la ricetta è molto valida!

    @Squisito. sensualissime direi…;)

    @manineinpasta: hai visto ceh sex appeal…;)

    @Elisa: l'hai provato? Mandami una fotina!

    @Roberta: provale Roberta perchè meritano davvero

    @Ely: grazie!

    @Morena: anche a me sono piaciute un botto!!! Buonissime!

    @Julia: sono da favola!

    @Emma: buon S. Valentino anche a te!!

    @Fidicins: grazie! Aspetto di vedere le mie ricette fatte da voi!

    @loulou: grazie!! Mi fa piacere che il blog ti sia piaciuto!

    @Federica: grazie fede!

    @Silvia: la ricetta della crema è davvero ottima, hai ragione…ormai è supercollaudata…

    @Valentina: provale, sono davvero buonissime

    @Laura: non sei rompi! Anzi, mi fa proprio piacere sapere i trucchetti e coem vengono fate davvero! Pensa che la ricetta in efeftti diceva di usare le forbici e non le ho usate pensando ceh il aglio sarebbe venuto in evidenza…e invece è proprio così che doveva essere! O_o! Grazie dell'info…:)

  • Arianna Frasca ha detto:

    Molto meglio queste delle fantasie erotiche maschili!
    Decisamente tutte curve e cremose. Buone, ma buone buone!

  • fumodalrobot ha detto:

    Ciao, posso usare 10g di lievito madre secco antico molino rosso?e per fare la crema al cioccolato?aggiungo il cacao in polve alla tua crema o sciogo il cioccolato?

  • mmmmmmmmmmmmmmmmh ..goduriose!da provare prima o poi!

  • @Arianna: concordo…:)

    @fumodalrobot: per la crema al cioccolato io non amando il caco aggiungerei del cioccolato fondente fuso alla crema evitando di mettere la buccia di limone e semmai aggiungendo quella d'arancia se vuoi…Per il lievito secco della Molino Rossetto non ti so dire perchè non l'ho mai usato…

    @Daniela: provale, sono così buone!!!

    1. lallina87 ha detto:

      adorabili!!!

  • nicole ha detto:

    Caspita che leccornie! E che foto!

  • Lara Bianchini ha detto:

    Io adoro le veneziane alle crema… ma se ne faccio 7 – 10 – 15… insomma le mangio tutte e questo non va bene. Sono bellissime!!!

  • Letiziando ha detto:

    Mi piacciono tantissimo ma con i livitati io ho qualche difficoltà….

    buona serata

  • fumodalrobot ha detto:

    Grazie Martina, ti consiglio di provare il lievito madre secco della Molino Rossetto FANTASTICO!

  • pagnottella ha detto:

    Uniamo l'Italia, sono siciliana E non conoscevo questa delizia ma adesso non posso esimermi dal provarle. E poi, le tue ricette sono sempre una garanzia. Complimenti

  • Mila ha detto:

    beh, mi ripeto troppo se ti dico che sei stata grandiosa?…. SEI DAVVERO BRAVA!!!!
    Pensa che quando sono venuta a vivere in veneto è stato uno dei primi dolci che ho mangiato (e da allora sono passati quasi 18 anni), ma ancora non mi hanno stancato!!!!
    Un abbracciotto

  • @Nicole: mi fa piacere che ti piacciano sia la ricetta sia le foto

    @Lara: idem!

    @Leti: non ci credo dai! Queste sono semplici…provale…

    @Fumodalrobot: io ho il leivito madre sia liquido che in panetto, quindi non mi serve il lievito secco, comunque grazie…Ho sentito dire però che quel lievito abbia uno starter per far partire la lievitazione, non credo sia lievito madre puro..

    @Pagnottella: sì, provale, in barba alla Lega!…Sono buone buone!

    @Mila: sì infatti non stancano perchè nonsono stomachevoli, non sono tropo dolci e sono soffici!

  • LeCiorelle ha detto:

    scriverti che sei brava è scontato, ma tu sei proprio divina in cucina, ti riesce bene tutto!!! :))))

  • Violetta ha detto:

    Ci risiamo!!!
    Altra ricetta super gustosa e quindi niente dieta.
    Vabbè, intanto vado a vedere se ho gli ingredienti in casa…

    Violetta.

  • Patrizia ha detto:

    Con un pò di ritardo, eccomi qui a complimentarmi con te per l' ottima riuscita delle mie Veneziane che chiunque le ha provate ne è rimasto soddisfatto!! Davvero buone e da rifare…grazie! Un bacione!

    1. Grazie di essere passata e grazie della ricetta che è davveor ottima! Sono buonissime

  • Giorgia ha detto:

    Questo sito è splendido! stamattina ho provato la tua ricetta delle veneziane… a dir poco eccezionali !! E’ la prima volta che preparo questo dolce e il risultato mi ha davvero stupito e soddisfatto. Buonissime! GRAZIE!

    1. Martina ha detto:

      Sono molto contenta che il mio sito ti piaccia e che le veneziane ti siano riuscite bene! Spero che continuerai a seguirmi e a provare le mie ricette!

  • Monia ha detto:

    Ciao Martina
    Ho provato la ricetta con il tumore di un insuccesso e delusione invece mi sono dovuta ricredere sono eccezionali morbidissime e profumate davvero eccezionali grazie presto proverò la ricetta col tuppo non ho mai assaggiato una brioche con il gelato e mi incuriosisce tanto ancora complimenti ❤️

    1. Martina ha detto:

      Ciao Monia, mi fa davvero piacere che ti siano riuscite bene. Sono davvero buonissime. Fammi sapere come va con le brioche col tuppo! In Sicilia le mangiano appunto con il gelato, ma anche con la granita al caffè, per colazione 🙂

  • Alice ha detto:

    Ciao Martina,
    Vorrei preparare le tue veneziane per colazione, vorrei però informarle la mattina di modo da averle ancora fresche.
    Come posso fare? Le congelo dopo la seconda lievitazione e le tolgo dal freezer la sera prima tipo verso le 22? Le lascio a tostatura ambiente?
    Grazie mille!!!

    1. Martina ha detto:

      Ciao Alice, scusa il ritardo. Io fossi in te le cuocerei, magari lasciandole leggermente indietro di cottura (che siano cotte ma magari pallidine), le farei freddare e le congelerei, poi tirerei fuori al mattino quelle che mi servono e le metterei a 180° in forno per 5 minuti circa. In questo modo risulterebbero praticamente come appena fatte

      1. Alice ha detto:

        Grazie infinite Martina!! Farò così!
        Poi ti faccio sapere 🙂

        1. Martina ha detto:

          Ok, buon lavoro!!! 🙂

  • Lucy ha detto:

    Geniale anche per apprendisti

    Salve Martina, mille grazie per la ricetta e i tutorial per la pirlatura e la incordatura. Perfetti.
    Non trovo in Germania facilmente la farina di manitoba, posso sostituirla con amido o qualche alternativa, patate?
    un solo piccolo inconveniente, la croce e la crema: una volta lievitati per la seconda volta, ho fatto la croce e messo la crema. nel cuocere le veneziane sono lievitate e la crema non é rimasta localizzata come nella tua foto, Forse xché avrei dovuto fare la croce prima della seconda lievitazione e poi mettere la crema?
    Un lato positivo del corona… tempo per surfare e trovare il tuo sito…
    Grazie!

    1. Martina ha detto:

      Ciao Lucy, benvenuta nel mio blog! Per la Manitoba purtroppo no, non ci sono soluzioni se non aggiungere glutine a una farina normale, però è strano che non trovi la Manitoba. Magari non ha quel nome, ma la chiamano farina di forza oppure in un altro modo. Comunque puoi regolarti anche con la percentuale di proteine della farina. Le farine di forza hanno 13-14g di proteine per 100g di farina. prova a controllare le confezioni e vedi se ne trovi una.
      Per la veneziana, forse hai fatto il taglio a croce troppo piccolo e quindi si è creato uno spazio troppo piccolo per contenere la crema? O forse la crema era troppo liquida? Faccio ipotesi. 🙂

      1. Lucy ha detto:

        Ciao Martina, partendo dal presupposto che sono molto molto apprendista 🙂 , le proteine (13-14 g) della farina, intendi nelle informazioni nutrizionali sugli ingredienti?
        Nella sequenza temporale del prcedimento, la croce , va fatta dopo la seconda lievitazione o prima cosí che lievitando si allarga e si puo mettere la crema?
        Comunque Martina, grazie mille, erano fantastiche.

        1. Martina ha detto:

          Ciao Lucy, sì, la quantità di proteine la leggi nelle informazioni nutrizionali, dove sono indicate le calorie, i carboidrati ecc..La croce va fatta dopo la lievitazione e appena prima di infornare. Due sforbiciate veloci con la punta delle forbici (che siano ben taglienti). Sono contenta che fossero buone. Anche a me piacciono tanto!

    2. Stefania ha detto:

      A me è successa la stessa cosa! Bucando la pasta lievitata la crema bella soda in cottura è andata ovunque 🙁
      Forse bisognava prima cuocere le veneziane e poi ripassarle in forno con la crema.
      Risultato non soddisfacente.

      1. Martina ha detto:

        ho preso la ricetta né io abbiamo avuto questo problema. Devi capire cosa puoi aver sbagliato. O la crema troppo liquida, o la cottura troppo violenta (ogni forno cuoce in maniera diversa. Se la temp è troppo alta quindi pastafa subito la pellicina in cottura e la parte centrale che rimane cruda più a lungo nel cuocersi sviluppa vapore che spacca la pasta e fa effetto vulcano), oppure la lievitazione era troppo avanti e quindi il taglio si è aperto più del dovuto perchè l’impasto ha perso forza.

        1. Stefania ha detto:

          Ciao martina, non mi sono data per vinta!! Lievitazione più breve ed è andata alla grande

          1. Martina ha detto:

            Era una delle ipotesi infatti, che fossero un po’ slievitate e quindi avessero perso il “tono” 🙂 Sono contenta che siano venute bene

Lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: