Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Biscotti cocco e lime dedicati all’Aquila

Di: 16 commenti 16 Difficoltà: facile
Biscotti cocco e lime dedicati all'Aquila

Oggi sono passati due anni dal terremoto dell'Aquila e voglio approfittarne per fare un saluto e dare un incoraggiamento agli aquilani che sono stati colpiti due volte, una dal terremoto e una seconda dall'indifferenza che è seguita al clamore iniziale, quando la notizia faceva audience e il premier si faceva bello mostrando le nuove case ricostruite. Ora, se qualcuno non lo sapesse, le case sono state costruite intorno alla vecchia città mentre del centro dell'Aquila, della sua identità, della sua storia, non sono rimaste che macerie, che sono le macerie di vite spezzate, di ricordi sommersi dalla polvere dei crolli, di pezzi di vita che non verranno mai più recuperati e che lasceranno cicatrici indelebili in chi li ha persi. Non so se sapete che chi ha vissuto nelle tendopoli montate dalla protezione civile era sottoposto a un regime militare, doveva chiedere il permesso e dare una giustificazione per uscire. Guardatevi questo spezzone di Draquila, il film-documentario realizzato da Sabina Guzzanti:

E anche questo:

Mi faceva piacere ricordare questo evento e insieme colgo l’occasione anche per ricordare i terremotati giapponesi di cui quasi già non si parla più perché altrimenti si dovrebbe ricordare il disastro ambientale prodotto dalle centrali nucleari e in questo momento, in cui devono a tutti i costi convincerci che una centrale nucleare è il futuro dell’Italia, proprio non fa gioco forza. Certo il mio post non aiuterà nessuno, però secondo me è un segnale che aiuta a sconfiggere l’indifferenza, l’ignavia e l’egoismo e sono convinta che tanti piccoli gesti sommati possono cambiare il mondo.

I CARE

Questi biscottini al lime li dedico all’Aquila, al Giappone e a tutti quelli che soffrono

 

Biscottini cocco e lime

 

Ingredienti:

250g di farina 00
125g di burro
125g di zucchero
1 uovo
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (o i semi di una bacca)
scorza grattugiata di 1 lime
1 pizzico di sale
75g di farina di cocco disidratato
2 cucchiai di latte
1 cucchiaino di lievito istantaneo per dolci

farina di cocco per spolverare la superficie dei biscotti

 

Preparazione:

preriscaldate il forno a 180°. Nell’impastatrice con il gancio a frusta o con uno sbattitore elettrico, montate il burro con lo zucchero e l’estratto di vaniglia (o i semini di una bacca) fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungete l’uovo, il latte e il lime e continuate a sbattere finché si saranno amalgamati, dopodiché aggiungete la farina e il lievito setacciati e infine il cocco e il sale e mescolate con un cucchiaio di legno o nell’impastrice sostituendo il gancio a frusta con quello a foglia. Ricoprite una teglia con della carta forno. Formate con l’ìimpasto ottenuto delle palline di 3cm di diametro circa, appoggiatele sulla teglia e schiacciatele leggermente distanziandole di circa 2cm l’una dall’altra. Spolverate la superficie con la farina di cocco, premendo leggermente sulla superficie perché rimanga attaccato. Infornate per circa 13/15 minuti. Sfornate. Lasciate raffreddare per 5 minuti sulla teglia e poi trasferite i biscottini su una gratella fino al completo raffreddamento.

Vi lascio con questa canzone che mi emoziona sempre e che è l’esempio di come uniti si può fare qualcosa di buono:

NON C’E’ FUTURO SENZA LA MEMORIA DEL PASSATO

- Valuta questa ricetta -


Biscotti cocco e lime dedicati all’Aquila
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
16 commenti

16 commenti sul post:
“Biscotti cocco e lime dedicati all’Aquila”

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)