Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Crostata con caramello e arachidi

Di: 12 commenti 12 Difficoltà: facile
crostata con caramello e arachidi

E fu così che mi venne voglia di crostata, d'estate, con i proverbiali 35° bolognesi che come percezione sono 45, per via dell'umidità. Vi ho mai detto di quando in autobus a fianco ad un ragazzo di colore, mi lamentavo del caldo e rivolgendomi a lui dissi:" mamma mia, è un caldo africano". E lui, di tutta risposta, sconvolto: "Noooo, in Africa il caldo è secco, si sta molto meglio!". Che ridere. Questo per dire il livello di insopportabilità del clima bolognese. Una disgrazia. Ebbene, proprio con questo caldo a me viene voglia di fare un dolce che prevede l'utilizzo del forno. Pensando a una pasta frolla con un tenore di grassi saturi un po' inferiore, ho voluto provare la ricetta di pasta frolla all'olio che ho trovato sul sito della Kenwood, fatta da Monica Bianchessi. L'dea era di fare un dolce fresco, ma poi sono finita con il fare una crostata con caramello e arachidi, che di fresco ha ben poco, ma è una vera goduria!

La pasta frolla all'olio secondo me sta bene in questo caso perché ha un sapore meno deciso di quella al burro, che forse avrebbe reso troppo saporita e carica di sapore la crostata. In effetti per comodità ho parlato di caramello, ma in realtà quello che ho realizzato per la crostata è un fudge al caramello, ovvero un caramello che viene decotto poi con burro e panna per creare una sorta di mou irresistibile.

Ma bando alle ciance, passiamo alla ricetta

- Ingredienti -

(per 8 porzioni)

  • 300g di farina 00 debole per dolci
  • 100g di zucchero di canna tipo Demerara
  • 1 uovo 
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino di lievito chimico per dolci raso
  • 1 pizzico abbondante di sale
  • 1/2 bacca di vaniglia*
  • 100ml di olio di semi di arachidi
  • 100g di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di acqua
  • 130ml di panna fresca
  • 30g di burro
  • 140g di arachidi tostate, non salate
PER UNO STAMPO DA CROSTATA DA 20CM DI DIAMETRO

* sul sito della Kenwood utilizzano lievito vanigliato, ma io preferisco utilizzare della vaniglia naturale. Da quando la uso, il sapore della vanillina lo trovo insopportabile.

- Procedimento -

Preparare la pasta frolla all’olio per la crostata con caramello e arachidi

preparare la pasta frolla all’olio per la crostata con caramello e arachidi è molto semplice. Se avete un mixer, potete inserire tutti gli ingredienti secchi insieme e frullare a intervalli per farli amalgamare; quindi unire l’uovo intero, il tuorlo e l’olio di arachidi. Frullate di nuovo, sempre a intervalli per non far scaldare la frolla; frullate fino a che vedrete che gli ingredienti cominciano ad aggregarsi. A questo punto versate gli ingredienti su una spianatoia e lavorate a mano fino a formare una palla. Se gli ingredienti dovessero faticare a stare insieme, aggiungete un po’ di acqua. Una volta formata la palla, ricopritela con della pellicola trasparente, appiattitela e riponete in frigo per almeno 30 minuti.

Trascorso il tempo di risposo portate il forno a 180° in modalità statica; prelevate la frolla dal frigo; lavoratela in modo da renderla di nuovo plastica. Tagliate un foglio di carta forno e con un mattarello stendete la sfoglia su di esso  in modo che abbia un diametro abbondante rispetto a quello dello stampo, quindi, aiutandovi con la carta forno trasferite la frolla nello stampo; se lo avete, utilizzate uno stampo di quelli con il fondo removibile.

Fate aderire la frolla anche alle pareti, quindi passate il mattarello in orizzontale sul bordo dello stampo in modo da ritagliare la frolla in eccesso.

Prendete il foglio di carta forno su cui avevate steso la frolla e inumiditelo, quindi accartocciatela; riaprite la carta, asciugatela con un panno e ricoprite con essa la frolla. Versate quindi dei ceci secchi oppure delle lenticchie o dei fagioli secchi sulla crostata coperta di carta. Questa tecnica si chiama “cottura in bianco” e serve a cuocere il guscio di frolla quando la farcitura della frolla non necessita a sua volta di cottura come in questo caso.

Cuocete per circa 20 minuti, quindi rimuovete la carta forno con i legumi e cuocete la frolla altri due minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.

 

Preparare il fudge al caramello

in una casseruola dal fondo spesso, versate lo zucchero con due cucchiai di acqua e ponete su fuoco medio. Senza mai mescolare fate caramellare lo zucchero. Mentre lo zucchero cuoce, scaldate la panna in un pentolino fino ad arrivare quasi a bollore. Quando lo zucchero avrà un colore ambrato, unite il burro e mescolate vigorosamente; quindi unite la panna a filo, sempre mescolando energicamente. All’inizio il caramello si raggruma, ma poi mano a amano si scioglie e si amalgama a burro e panna. Cuocete ancora qualche minuto per fare addensare un po’ il caramello. Rimuovete dal fuoco e fate intiepidire.

Spargete le arachidi sul fondo della crostata; quando il caramello avrà una consistenza cremosa, ma non eccessivamente densa da non riuscire a colarlo, versatelo sule arachidi e livellate con una spatola.

La crostata con caramello e arachidi è pronta. Non vi resta che gustarla

Prova anche:

Crostata con crema di ricotta e amaretti

crostata con caramello e arachidi

- Valuta questa ricetta -

Crostata con caramello e arachidi
5 (100%) 3 votes

Crostata con caramello e arachidi
5

5

5 3
00 unknow 00 unknown
12 commenti

12 commenti sul post:
“Crostata con caramello e arachidi”

  • Serena ha detto:

    Ricetta super golosa .

    Ti capisco, non so perché, ma in estate sembra non riesca a lasciare il forno spento. E nonostante il burro soffra il caldo quasi quanto me, in Salento arriviamo anche ai 40°, mi viene un irrefrenabile voglia di far crostate.

    1. Martina ha detto:

      Eh, qui ci sono 35, anche 37, ma con un’umidità pazzesca, invivibile! 🙂

  • Nadia ha detto:

    Che meraviglia, Martina, mi vien voglia di farla subito, nonostante anche qui a Roma accendere il forno non é proprio la cosa ideale
    Solo una domanda, perché mi sembra di non averne trovato indicazioni: di che dimensioni è lo stampo?
    Grazie in anticipo

    1. Martina ha detto:

      Cavolo hai ragione. Mi sono dimenticata di specificarlo. Ora lo inserisco subito. Stampo da 20cm!

  • E’ da svenimento… a vedere quella fetta appena tagliata con lo strato bello cicciottoso e ricco di calorie… mi hai stesa!
    Un bacio 🙂 (Salvo la ricetta, prima o poi ci provo…)

    1. Martina ha detto:

      IN effetti è parecchio goduriosa….Se la provi fammi sapere! 🙂

  • Maria ha detto:

    Bella!! Da provare anche con le temperature alte!!

    1. Martina ha detto:

      Eheheeh…:)

  • Giorgia ha detto:

    Ciao Martina splendida la tua torta! Volevo chiederti se posso preparare la sera prima per il giorno successivo e se con questo caldo sarebbe meglio metterla il frigorifero. Grazie infinite! Giorgia

    1. Martina ha detto:

      Puoi tranquillamente prepararla il giorno prima. Io l’ho tenuta fuori frigo però se vuoi essere più tranquilla mettila in frigo e magari tirala fuori 1 ora prima di servirla

  • Ricordo benissimo questo aneddoto sul ragazzo di colore, lo lessi in uno dei primi post che avevo scoperto sul tuo blog! 🙂 Provo a indovinare: era la ricetta del ciambellone?? Ora posto il commento poi vado a vedere… 🙂

    1. Martina ha detto:

      In effetti, dopo aver pubblicato mi sono ricordata che avevo già scritto sta cosa…Perdonami, è l’età…MI sto rincoglionendo!! 😉

Lasciami un commento :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: