Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Ciambelle di mosto marchigiane

Di: 38 commenti 38 Difficoltà: facile
Ciambelle di mosto marchigiane

Ogni bambino marchigiano nel periodo della vendemmia ha il piacere di farsi delle buone merende a base di ciambelle di mosto tagliate a metà e farcite con una buona crema alla nocciola (in genere Nutella, che è pessima da un punto di vista nutrizionale; molto meglio ripiegare su creme di cioccolato senza olio di palma e con più nocciole)
Quasi tutti...Io no!

Io sin da piccola era un po' cicciottella e mia madre particolarmente fissata con sta cosa, quindi a casa mia la merenda a scuola era una mela e quando proprio mi andava grassa un sandwichino striminzito con una fettina di prosciutto...

Che poi uno si chiede...Non è che poi se ingrassi è perché ti viene il tarlo di mangiare cosine porcosette come tutti gli altri bambini? Certo che vedere il tuo vicino di banco che si gusta una ciambella soffice e profumata mentre tu addenti una mela gialla, sana sì, che una mela al giorno toglie il medico di torno, ma appetitosa mica tanto, non è che sia proprio uno dei desideri reconditi di ogni bambino.

E siccome da piccola io le ciambelle di mosto le mangiavo solo a casa della mia migliore amica e con un certo sadismo dispettoso e godurioso nei confronti di mia madre, adesso che vivo da sola, me le preparo in casa, tiè! La ricetta viene da qui, ma io l'ho cambiata molto aumentando lo zucchero e l'idratazione.
Queste ciambelle sono soffici soffici, profumate di anice verde di Castignano, che ho avuto il piacere di recuperare durante il tour Enogastronomico Eating Piceno. L'anice verde veniva coltivato in maniera intensiva a Castignano sin dall'800, ma ad oggi la sua coltivazione stava quasi scomparendo, non fosse stato per un progetto di Sergio Corradetti in collaborazione con l'Assam, che sta cercando di ricostituirne la coltivazione grazie anche all'appoggio di alcuni coltivatori diretti.

Ciambelle di mosto marchigiane

Ingredienti per il poolish:

75g di farina 0 comune
75g di acqua tiepida
10g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele

 

Per l’impasto:

poolish
250g di farina di forza W 330 (io Molino Rossetto, ma va bene anche una del supermercato)
275g di farina 00
315g di mosto crudo*
115g di zucchero + 1 cucchiaino di Stevia (facoltativo)
70g di olio di semi di arachidi
un pizzico di sale
2 cucchiai di semi di anice verde di Castignano (o anice verde comune)

*il mosto crudo si ottiene schiacciando gli acini di uva zuccherina da tavola (meglio se riuscite a trovare unva zuccherina da vino) e filtrandone il succo. Se non lo usate subito fatelo bollire in modo da impedire la fermentazione.

 

Preparazione:

mescolate gli ingredienti del poolish in un piccolo contenitore, coprite e lasciate raddoppiare.
Una volta che il lievitino sarà raddoppiato, versatelo nell’impastatrice insieme al mosto, lo zucchero e impastate insieme a metà della farina. Unite l’olio e la restante farina e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Aggiungete ora il sale e portate a incordatura. L’impasto dovrà risultare liscio, semilucido ed elastico e dovrà staccarsi dalle pareti e dal fondo dell’impastatrice avviluppandosi attorno al gancio.

Di tanto in tanto capovolgete l’impasto e riprendete a impastare. Una volta che l’impasto sarà incordato aggiungete i semi di anice e impastate a bassa velocità per farli amalgamare in maniera regolare nell’impasto, poi riponete in un contenitore oliato, coprite con il coperchio o con della pellicola e lasciate raddoppiare.

Ciambelle di mosto

 

Al raddoppio dividete l’impasto in quattro parti uguali.

Formate con ogni pezzo di impasto una pallina, dopodiché bucatela al centro con il pollice e allargate l’impasto in modo da formare una ciambella di circa 10-12cm di diametro esterno. Adagiate le ciambelle su una teglia coperta di carta forno, coprite con un panno e poi con una busta di plastica e lasciate lievitare fino al raddoppio in un luogo caldo.
Quando saranno raddoppiate informate a 180°-190°  per circa 20-25 minuti.
Sfornate e fate raffreddare su una gratella. Una volta fredde tagliatele a metà nel senso orizzontale e farcitele con una buona Nutella homemade.

Fetta di ciambella di mosto

- Valuta questa ricetta -

4.17 (83.33%) 6 votes

Ciambelle di mosto marchigiane
4.17

4.17

5 6
00 unknow 00 unknown
38 commenti

38 commenti sul post:
“Ciambelle di mosto marchigiane”

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)