Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

L’Angelica delle sorelle Simili rivista e corretta e il nucleare

Di: 31 commenti 31 Difficoltà: media
L'Angelica delle sorelle Simili rivista e corretta e il nucleare

No, non è una mia amica, ma una bella trecciona briochosa buonissima...la ricetta originale è delle Sorelle Simili, le famose gemelle panettiere bolognesi, ma io un po' per forza (mi mancava il latte) un po' per volere, ho cambiato qualcosa qua e là per renderla più vicina ai miei gusti...Il risultato è stato ottimo....Perfetta per la colazione...Ma se la fate la sera prima, fate attenzione....Rischiate che al giorno dopo non c'arrivi.
Ecco a voi la mia Angelica...Una bella ragazza no?

Angelica delle sorelle Simili

Ingredienti (in rosso sono indicate le mie modifiche e le mie aggiunte):

lievitino:
135 g farina Manitoba
13 g lievito di birra fresco (ne ho messi 7g)
75 g acqua

 

Impasto:
400 g farina Manitoba
75 g zucchero (io ne ho messi 120g)
120 g latte tiepido (io ho messo 140g di yogurt fatto in casa)
3 tuorli
1 cucchiaino di sale
120 g burro (io ne ho messi 100g)
1 cucchiaio di latte in polvere

 

Per la glassa:
4 cucchiai di zucchero a velo
1 chiara d’uovo

 

Per la farcitura:
75 g uvetta
75 g scorza d’arancia candita (io non l’ho messa)
40g pinoli
50 g burro fuso (non l’ho messo)

 

Preparazione:

in un bicchiere sciogliete il lievito nell’acqua. mettete la farina in una ciotola e versateci sopra l’acqua con il lievito e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio. Coprite e lasciate che raddoppi o quasi (ci vuole poco tempo, soprattutto d’estate). Poco prima che il lievitino giunga al raddoppio, versare la farina nell’impastatrice (o se lo fate a mano in una ciotola capiente), aggiungete lo yogurt, i tuorli d’uovo, il latte in polvere e lo zucchero.

 

Attivate l’impastatrice (o le mani) a bassa velocità finché gli ingredienti si saranno aggregati, poi aggiungere il burro ammorbidito. Impastare finché il burro si sarà amalgamato, poi aggiungere il lievitino e continuare a impastare finché i due impasti si saranno incorporati omogeneamente e avrete ottenuto un composto incordato ovvero omogeneo, semi-lucido non appiccicoso ed elastico. A questo punto ponete l’impasto in una ciotola, coprite con la pellicola e lasciate che raddoppi, quando sarà raddoppiato versatelo senza sgonfiarlo su una spianatoia infarinata e stendetelo in forma rettangolare e allo spessore di circa 3 mm con un mattarello.

 

Cospargete la superficie con l’uvetta e i pinoli e passate delicatamente il mattarello di nuovo in modo che pinoli e uvetta rimangano incollati. Arrotolate il tutto dal lato lungo, dopodiché incidete sempre per il lungo  con un coltello unto di olio o imburrato, lasciando uno o due cm uniti, come vedete in foto

Angelica delle sorelle Simili

Ora intrecciate i due cordoni di pasta lasciando la parte farcita verso l’alto e sovrapponendo prima il cordone di sinistra sul destro e poi il destro sul sinistro. Procedete così fino alla fine e poi unite gli estremi in un cerchio. Vi consiglio di fare tutta l’operazione su un foglio di carta forno in modo da spostare poi la trecciona senza problemi. Adagiate la treccia su una teglia di 28cm di diametro, coprite e lasciate lievitare per 30 o 40 minuti o finché sarà cresciuta e quasi raddoppiata. Infornate in forno preriscaldato a 200° per circa 20 o 25 minuti. Io ho fatto così ma secondo la mia esperienza è meglio cuocere per circa 30 minuti a 180°. In questo modo si rischia meno che la superficie si bruci e l’interno si asciuga meglio.
Per la glassa, mescolate bene con una frusta lo zucchero a velo con l’albume e non appena la treccia sarà pronta, sfornatela e spennellatene la superficie con questo composto. Re-infornate per 30 secondi e poi sfornate di nuovo.

 

E INFINE UN APPELLO:

ricordo a tutti che il 12 e 13 giugno si vota per il referendum. La cassazione ha dichiarato valido il quesito sul nucleare, quindi vi invito a partecipare numerosi, perché ritengo che sia civile e democratico garantire che si raggiunga il quorum per far sì che democraticamente sia il volere della maggioranza ad avere la meglio. Non trovo accettabile che ci sia astenga dal voto per non far raggiungere il quorum, perché è un modo per impedire a noi tutti di dire come la pensiamo. IO VOTERO’ 4 SI’!

 

COME LA PENSO SUL NUCLEARE

penso che anche chi è a favore del nucleare perché sostiene che se fatto in maniera adeguata è virtualmente una fonte energetica che non inquina, dovrebbe tenere conto di come siamo noi italiani. Abbiamo difficoltà a smaltire i rifiuti normali e lo smaltimento dei rifiuti tossici è in mano alle cosche mafiose, il cui unico interesse è il guadagno; inoltre l’Italia è un paese ad altissimo rischio sismico, di smottamenti, frane e alluvioni.

A chi sostiene che il nucleare costa meno del fotovoltaico rispondo che il fotovoltaico è una tecnologia che una volta istallata non ha più bisogno di altro. Una centrale nucleare va gestita, manutenuta e controllata: la gente che ci lavorerebbe va pagata. Anche lo smaltimento delle scorie avrebbe un costo. Inoltre, fattore più importante di tutti: la centrale nucleare per funzionare ha bisogno di uranio. NOI NON LO PRODUCIAMO, per cui a coloro che sostengono che la costruzione di centrali ci libererebbe dalla schiavitù da altre nazioni da cui importiamo energia rispondo che diventeremo schiavi di qualcun’altro per importare uranio.

Per ultima cosa aggiungo. Abbiamo una delle centrali nucleari PULITE più potenti del mondo: IL SOLE…Perché non usarlo? Ultimissima cosa: oltre al fotovoltaico esistono numerose altre forme di energia alternativa, tra cui l’energia geotermica.

- Suggerimenti -

Con il ripieno potete sbizzarrivi. Provate con:

- gocce di cioccolato e mandorle
- marmellata di arance e nocciole
- crema pasticcera e uvetta
- una crema fatta di burro e zucchero (come per la treccia russa)

- Valuta questa ricetta -

4.5 (90%) 2 votes

L’Angelica delle sorelle Simili rivista e corretta e il nucleare
4.5

4.5

5 2
00 unknow 00 unknown
31 commenti

31 commenti sul post:
“L’Angelica delle sorelle Simili rivista e corretta e il nucleare”

  • Mariabianca ha detto:

    Ciao,ti seguo con piacere.

  • Ciao Mariabianca! Benvenuta! Spero che ti troverai bene nella mia trattoria…;)

  • Letiziando ha detto:

    Approvo ogni singola tua modifica e poi l'Angelica è proprio un bel pezzo di figliola… quasi quasi la vorrei mordere sul collo, pardon sulla treccia 😉

  • Cranberry ha detto:

    MITICAAAAAAAAAAAAAAAAA, lo sai che ho visto questa ricetta! Volevo farla al prossimo week.end. Ne ho trovate tante e qnche questa delle SImili, l'unica cosa che un po mi dava fastidio…il tempo per il lievitino e el altre lievitazioni 🙁
    che pizze!La tua invece sembra meno grassa di quelle che ho trovato e anche se non ho l'impastatrice, mi aiuterà molto nella descrizione della preparazione 😀
    Anche se poi non so se userò la tua ricetta, è sicuro una preparazione fantastica! Adoro i lievitati, e ti è venuta benissimo ^_^

  • Anonimo ha detto:

    Davvero ANGELICA! La tua trattoria non è adeguata a chi deve dimagrire:)
    Nico

  • Barbara ha detto:

    Questo non è un semplice dolce, è una vera opera d'arte, complimenti!!

  • @Lety: Ciao!!! Era un po' che non ti leggevo…Devo trovare il tempo di passare sul tuo blog a farti un saluto, ma è un periodo che sono sempr eun po' di corsa…

    @Cranberry: lo so, le lunghe lievitazioni sono un po' una rottura, ma il sapore dei lievitati neguadagna immensamente, eprchè più a lungo lievitano più soffici e saporiti sono. Se dovessi provae questa ricetta fammi sapere se t'è piaciuta…

    @Nico: perchè esistono ristoranti e trattorie dietetiche? 😉

    @Barbara: mo grassie….(come mdirebber un bolognese)

  • Anonimo ha detto:

    Ciao, ma il lievitino in questo caso è un impasto compatto e non blobboso giusto?
    Evelyn

  • Marjlou ha detto:

    semplicemente splendida, complimenti!

  • titty ha detto:

    Martina che bella la tua amica ; ) riprovo a farla con le tue modifiche! ho cercsto di mandarti un mess all'indirizzo e mail sopra a destra ma mi dice errore, volevo chiederti un consiglio

  • @Evelyn: si esatto…Quello che intendi tu, ovvero l'impasto blobboso, è il poolish..Il lievitino è un preimpasto generalmente abbastanza sostenuto.

    @Marjlou: grazie!!!

    @Titty: rispova con la mail, forse hai sbagliato qualche lettera,….Ha sempre funzionato…Altrimenti, chiedimi pure qui, magari può essere utile anche a qualcun'altro.

  • vaniglialamponi ha detto:

    Ma quanto brava sei??Mi dai qualche lezione??

  • sulemaniche ha detto:

    bravissima, questo dolce è troppo buono, ed anche la versione salata non scherza…le simili sono le mejo!

  • grEAT ha detto:

    è veramente bellissima! complimenti.

  • Anonimo ha detto:

    condivido in pieno…marty…

    che bello il tuo dolce…deve essere superlativo…ciao tizzi

  • Evelyn ha detto:

    Fatta, sta lievitando.
    Stasera sono invitata a cena, la regalo come torta per la colazione di domani… vediamo se la mia ci arriva ; )
    Ti farò sapere

  • 1. La tua angelica é una figata (so che non é linguaggio da accademia della crusca ma e´il primo pensiero che mi é venuto)
    2. Sul nucleare completamente d'accordo.

  • lerocherhotel ha detto:

    sisi, proprio bella la tua Angelica!

  • @Vaniglialamponi: chiedi tutto quello che vuoi…sono qui a posta…;)

    @sulemaniche: hai ragione..L'ho provata anch esalata ed era buonissima!

    @gREAT: grazie!

    @Tizzi: ciaooo!!! Bene per i. nucleare! E grazie per la torta…;)

    @Evelyn: grande!!!! Sono curiosa di sapere com'è venuta! Spero che ripasserai per dirmelo…E se magari fai anche una fotina ti metto nel blog…

    @Glu.fri: non sarà linguaggio da accademia dela crusca, ma arriva dritto al punto…;) Grazie, anche per coem la pensi sul nucleare…;)

    @Lerocherhotel: hai visto che bel pezo di figliola in carne…Mica tutta ossa…;)

  • Passiflora ha detto:

    proprio bella la tua angelica.. e chissà che bontà!!! concordo con te sul nucleare e sul referendum: andiamo a votare

  • Brava buonissima e bellissima la trecciona ma soprattutto brava per i 4 SI !
    il quorum va raggiunto assolutamente perchè i quesiti sono tutti molto importanti: il leggittimo impedimento, l'acqua pubblica e il nucleare. Quello che la maggior parte della gente dice è "tanto ce ne sono tante di centrali in Europa " si questo è vero ma nessuno ha un territorio altamente sismico come il nostro. Hai avuto una bella idea perchè non cerchiamo di pubblicizzare i referendum per i 4 SI su tutti i nostri blog ? Passaparola

  • @La cucina di Esme: sono contenta che la pensi come me sul referendum e in aggiuntaa quello che dici a proposito di quello che pensa la gente. E' vero che le centrali le hanno i paesi a noi vicini, quindi se già siamo a rischio per quelle perchè aumentare il rischio ancora di più costruendole anche qui? E poi bisogna sempre fare i conti con il carattere di un popolo. Noi siamo approssimativi, da noi c'è la mafia e perdipiù non siamo un popolo lungimirante. guardiamo solo all'interesse momentaneo senza pensare alle conseguenze sul futuro…E poi se le case dell'Aquila le avevao costruite con la sabbia figurati se c'è da fidarsi su coem costruiranno le centrali! Io il referendum lo sto pubblicizzando con il bannerino sulla colonna di destra, che è il banner di un contest proprio nato per pubblicizzare il referendum e che si chiama non-contest No-cleare

  • Martina ha detto:

    Marti!
    l'Angelica delle Simili è mitica…l'ho provata in passato un paio di volte e l'adoro.
    Dovrò provare anche la tua versione riveduta!

    a presto
    Martina

  • Gianni ha detto:

    Ciao Martina….ho scoperto il tuo blog grazie a Cran…e lei ha occhio per questo! Non ho visitato tuto il tuo blog perché sono rimasto ammaliato da questa ricetta! Devo e voglio assolutamente provarla.
    Una domanda: al posto del latte in polvere cosa posso usare??

    Per il nucleare? Non sarò in Italia per il referendum…ma concordo pienamente con le tue idee….Evviva l'energia solare, eolica….e tutte quelle pulite!
    Un bacio

  • Ciao Gianni, benvenuto nel mio blog! Dunque, al posto del latte in polvere puoi mettere o latte condensato o magari un cucchio in più di yogurt…In quanto al nucleare ti lascio un link in cui viene spiegato come si può votare da fuorisede:
    http://iovotofuorisede.altervista.org/blog/?p=601

  • Gianni ha detto:

    Grazie per il link….ma mi ero dimenticato di dirti che sono in Brasile…e non credo che la cosa funzioni! In ogni caso confido nella vittoria! Baci

  • veronica ha detto:

    uhhhh la sto facendo anche io ora e nuovamente modificata ahahaahhaha buonissima e come sempre mi complimento per le tue splendide foto

    1. Spero ti piaccia…è buonissima: come l'hai modificata?

  • Anonimo ha detto:

    Ciao Martina, come va ?
    Volevo sapere se l'uvetta la metti tal quale o prima la metti in ammollo.
    Giulio

    PS La Putizza è finita …..

    1. Se è fresca e morbida no, altriemnti magari un'ammollatina in acqua calda dagliela…POi però asciugala ben bene….Evviva la Putiza..::)

  • Anonimo ha detto:

    Ciao.
    L'ho fatta. Hai ragione ci vuole più zucchero. In verità io m'ero proposto di non aggiungerlo all'impasto ma metterlo nel ripieno. Ma mi son dimenticato ………. Che testa che ho ! In verità ne ho fatte due (con la tua dose) una con ripieno cioccolato e uvetta, l'altra noci ed uvetta. Una l'ho congelata, cotta..
    Buona, ma ci voleva più zucchero ………..
    A proposito ho aromatizzato l'impasto con scorza di limone e vaniglia e ovviamente stante i problemi con il lattosio non ho potuto usare ne yogurt ne latte in polvere.
    Comunque è molto buona.
    Giulio (Putizza)

    PS
    Vista la nuova firma ?

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)