Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Cremoso alla pera con inserto di composta di pere in monoporzioni

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: difficile
cremoso alla pera con inserto di composta di pere

Nota preliminare importante Sebbene, purtroppo, il potere di gelificazione delle gelatine che si trovano in commercio nei supermercati non è specificato, è importante saperlo. Il potere di gelificazione è indicato da un’unità di misura dettai Bloom. Un alto Bloom indica un alto potere gelificante. Ciascuna marca di colla di pesce o gelatina in commercio ha un diverso potere gelificante, quindi non è detto che 4g di gelatina Paneangeli corrispondano a 4 di gelatina Rebecchi o altra marca. E’ per questo […]

Montebianco dolce di castagne (Montblanc). Ricetta originale

Di: 6 commenti 6 Difficoltà: facile
montebianco dolce di castagne

Il montebianco è un dolce al cucchiaio di probabile origine francese e molto diffuso in Piemonte e Lombardia. Il nome di questo dessert pare sia stato coniato dal Ducato di Savoia e deve il suo nome alla forma con cui normalmente viene servito ovvero quella di un piccolo monte innevato.

Il dolce è composto da castagne lessate, sbucciate e poi cotte nel latte insieme a zucchero, vaniglia, un pizzico di sale ed eventualmente un goccio di rum fino a quando il latte è stato completamente assorbito. A questo punto le castagne vanno ridotte in una purea fine e poi passate attraverso uno schiacciapatate con cui si formano degli “spaghetti” che vengono depositati direttamente sul piatto da portata a formare un monticello. Il tutto si guarnisce poi con dei ciuffi di panna montata zuccherata.

Personalmente non amo i dolci con farina di castagne, men che meno il castagnaccio o le frittelle di castagne fritte, ma vado matta per il Montebianco.

In rete esistono diverse versioni di questo dolce di castagne, alcune particolarmente elaborate e che prevedono anche la meringa, ma personalmente amo la ricetta originale del Montebianco, a base solo di purea di castagne e panna. C’è chi alle castagne aggiunge anche del cacao amaro, ma io non amo fare questa aggiunta perchè a mio avviso copre il sapore delle castagne.

Preparare questo dolce di castagne è semplice, anche se sbucciare le castagne una volta bollite richiede un po’ di tempo e pazienza. Il risultato però vi ripagherà del lavoro.

Di seguito tutte le indicazioni per preparare la versione originale del Montebianco. 

La ricetta che ho seguito è tratta da un manuale di Fabbri editore del 1976 e l’ho presa dal blog Tavolartegusto, un blog molto ben fatto e affidabile.

Mignon di panna cotta al taleggio con chips di zucca e balsamico

Di: 2 commenti 2 Difficoltà: facile
mignon di panna cotta al taleggio

Da sempre il mio sogno è di preparare una cena a base di finger food, ma questo genere di preparazioni richiedono tempo e impegno e da sola con poco spazio come piani di appoggio non è semplice e quindi non mi sono mai avventurata in questo progetto; intanto però mi diverto a preparare dei piatti finger food mignon di tanto in tanto e magari, chissà, prima o poi prenderò il coraggio a due mani e riuscirò ad organizzare la cena dei mie sogni.

Ultimamente ho preparato diverse cosine che andrebbero bene per quell’occasione, ma che sono perfette anche da servire come aperitivo.
Quella di oggi è una ricetta buonissima e anche semplice e veloce da preparare. Delle mini pannacotte al taleggio con delle chips di zucca e balsamico tradizionale di Modena invecchiato 25 anni. Il contrasto tra la cremosità del taleggio, il croccante dolcino delle chips di zucca e l’acidulo corposo del balsamico è davvero un’esplosione di gusto.

Cannoncini salati con mousse di taleggio

Di: 4 commenti 4 Difficoltà: facile
cannoncini salati con mousse di taleggio

La ricetta di questi cannoncini salati è di Luca Montersino. Io ho fatto alcune variazioni sostituendo la granella di mandorle con la pellicina al parmigiano, per dare un pizzico di contrasto cromatico in più, lo scalogno al porro e il taleggio al gongonzola (perchè il gorgonzola non mi piace!).

Quando li ho visti sono rimasta incantata, perchè, chi mi conosce sa che impazzisco per le cosine piccole o più piccole di quella che sarebbe la loro dimensione standard.

E questi cannoli salati sono veramente mignon. 5cm di croccantezza e cremosità. Si mangiano in un unico boccone e sono meravigliosi da presentare a un aperitivo.

E’ sempre difficile rendere in foto a dimensione delle portate, ma spero si capisca quanto sono piccoli e graziosi. In bocca però creano un’esplosione di sapore.

Io li vedrei bene anche con dell’erba cipollina al posto di parmigiano o mandorle. Comunque sono assolutamente da provare.

Plumcake salati funghi ed Emmenthal

Di: 0 Difficoltà: facile
plumcake salato funghi ed emmenthal

Muffin salati o plumcake salati. Ero indecisa sul nome da scegliere, ma poi mi è sembrata più indicata la seconda opzione. In generale sono dei mini cake da servire come entree, magari facendoli un po’ più piccoli ancora o al posto del pane ad una cena.

Sono davvero gustosi e sfiziosi e si presentano bene.

Blinis, i pancake russi con salmone affumicato e panna acida

Di: 8 commenti 8 Difficoltà: facile
blinis russi

Preparare l’impasto per i blinis russi in una terrina mescolate le due farina e il lievito. Dividete il tuorlo dall’albume. In una casseruola unite il latte, il miele e il burro. Scaldate a fuoco basso finché il burro si sarà sciolto almeno in parte, quindi spegnere. Il latte deve intiepidirsi, non diventare troppo caldo. Una volta che il burro sarà completamente sciolto, aggiungete la panna acida, il tuorlo e il sale. Mescolate bene, quindi versate sulle polveri e mescolate ancora […]