Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Tiramisù espresso con sifone per panna in 10 minuti ovvero come ti modernizzo il tiramisù

Di: 10 commenti 10 Difficoltà: facile
Tiramisù espresso con sifone per panna in 10 minuti ovvero come ti modernizzo il tiramisù

Tutti lo conoscono, tutti lo amano, eppure diciamocelo: il tiramisù fa tanto anni '80, un po' come la panna cotta, il cocktail di gamberi e le pennette alla vodka. Ma io ve lo devo confessare; a me gli anni '80 piacciono in tutta la loro kitchitudine e trashitudine, anzi, PROPRIO per questo. Musicalmente parlando non sono stata pazza per Simon le Bon, i Depeche Mode li ho sempre trovati deprimenti e i Simple Minds...che palle. In compenso ADORO la dance anni '80, consapevole della sua pochezza; ma che vi devo dire ... a me ricorda la mia adolescenza, la domenica in discoteca e poi è musica genuina, non pretenziosa e allegra. Beh, in compenso mi riscatto con l'amore per i Led Zeppelin, Rod Stewart, Steve Wonder e tanti altri.

Ma tornando al tiramisù. Fa tanto anni '80, dicevamo, ma quanto è bbono? E se io vi dicessi che anche il tiramisù si può svecchiare, proponendolo in una versione nuova e un po' diversa? Se poi vi dicessi che il tiramisù si può preparare in 10 minuti? E che è il più buon tiramisù mai assaggiato in vita mia? Lo provereste?

Andiamo di ricetta?

- Ingredienti -

(per 6 porzioni)

  • 125ml di panna fresca
  • 2 tuorli
  • 25g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • i semi di 1/4 di bacca di vaniglia
  • 100g di mascarpone fresco
  • 2 savoiardi* a persona (io questa volta li ho comprati, ma fatti in casa sono infinitamente migliori)
  • 2 caffettiere da 4 di caffè (o acqua più caffè liofilizzato)
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di liquore al caffè (opzionale)
per 6-8 persone

dosi per sifone da 500ml (potete anche raddoppiarle)

*savoiardi

- Procedimento -

se non avete l’abbattitore, preparate un bagnomaria di acqua e ghiaccio.
Questo tiramisù espresso ha come base una crema inglese che poi va unita al mascarpone. Ccome prima cosa preparate quindi la crema inglese un po’ più ricca di grassi. In questo caso invece di usare latte e poi panna in piccola percentuale, userete solo panna. Rompete le uova e dividete i tuorli dagli albumi. Mettete da parte gli albumi; non servono per la ricetta. Nella terrina con i tuorli, aggiungete lo zucchero, il pizzico di sale e la vaniglia. Mescolate con una frusta per far sciogliere un po’ lo zucchero, ma senza incorporare aria o montare il composto.

Versate la panna in un pentolino e ponetelo sul fuoco portando a bollore. Quando la panna avrà raggiunto il bollore versatela sui tuorli mescolando velocemente per impedire che si cuociano. Trasferite tutto di nuovo nel pentolino e rimettete sul fuoco. Abbassate la fiamma e fate cuocere fino a che raggiungerà gli 82°. Quando raggiunge gli 80 potete spegnere perchè nel tempo che la trasferite in una terrina intanto arriverà agli 82°.
Fate raffreddare velocemente la crema inglese, mettendo la terrina nel bagnomaria di acqua e ghiaccio.

 

Preparazione del sifone:

Mettete il mascarpone in mixer; quando la crema inglese sarà fredda, unitela al mascarpone e frullate a intermittenza fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi. E’ importante che qualsiasi cosa vada nel sifone sia priva di grumi; anche lo zucchero deve essere ben sciolto; granelli o grumi otturerebbero il sifone, compromettendolo.

Rimuovete la testa del sifone e montateci il beccuccio a forma di tulipano. Infilate un imbuto nel bicchiere del sifone e versateci la crema filtrandola attraverso un colino a maglie strette.
Chiudete il sifone avvitando la testa. Inserite la cartuccia di protossido di azoto (N2O) nel porta-cartucce e avvitatelo al sifone tenendolo un po’ inclinato a testa in giù. Avvitate lentamente e fino in fondo, fino a  quando sentire il soffio del gas che entra nel sifone. Svitate il porta cartucce; buttate via la cartuccia usata e ri-avvitate.

 

Scuotete il sifone come si fa con lo shaker per cocktail, per circa 5 volte. Riponete il sifone in frigo, tenendolo orizzontale e con il beccuccio rivolto verso l’alto. Lasciate riposare in frigo per minimo 1 ora.

 

Composizione del tiramisù espresso con sifone:

Preparate due caffettiere da quattro persone di caffè. Versatelo in una terrina; aggiungete lo zucchero e se volete, il liquore al caffè. Al momento di servire, inzuppate due savoiardi e posizionateli sul piatto. Prelevate il sifone dal frigo, shakeratelo nuovamente, poi tenendolo a testa in giù premete la leva erogando la spuma di mascarpone sui savoiardi.

Con un colino a maglie strette, spolverizzate un po’ di cacao amaro sul tiramisù espresso.

tiramisù espresso sifonato

 

Articoli su come usare il sifone:

alimentipedia

Teonzo

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 6 votes

Tiramisù espresso con sifone per panna in 10 minuti ovvero come ti modernizzo il tiramisù
5

5

5 6
00 unknow 00 unknown
10 commenti

10 commenti sul post:
“Tiramisù espresso con sifone per panna in 10 minuti ovvero come ti modernizzo il tiramisù”

  • stefano arturi ha detto:

    se avessi sifone… subito!! sifone: uno dei miei sogni da bambino: avere sempre la panna montata a portata di mano! quando avevamo il ristorante, volevamo comprarlo, ma qui in UK i sifoni professionali abbastanza costosi. Ho però alcune domande:
    è questa la tua ricetta solita per il tiramisù (con crema inglese e mascarpone) oppure una ad hoc per il sifone? nel senso che non conoscevo la versione con crema inglese (lo fai per cuocere i tuorli?)
    il fatto che la crema non riposi, come nel classico tiramisù (che di solito si fa riposare per alcune ore) lo rende in ogni modo il tuo preferito?

    mentre questa non è una domanda, ma una osservazione: io penso invece che i savoiardi fatti in casa per il tiramisù siano inferiori, dato che non raggiungono (a meno di aspettare giorni e giorni) quel grado di secchezza che per me essenziale in questo tipo di dolci a strati, ma ovviamente, come per la musica… de gustibus… ovvero.. ogni scaraffone è bello a mamma sua …(anche per me duran duran nu se potevano ascoltare per me, sempre preferito allegro pazzeggio dei wham, se proprio avessi dovuto scegliere…)
    comunque; direi: avanti con sifone mania! ottimi esperimenti e grazie per riportare frutti…. s

    1. Martina ha detto:

      Ciao Stefano, no non è la mia solita ricetta per tiramisù, ma è ad hoc per il sifone, sebbene ti dirò che sarebbe un’ottima soluzione anche per il tiramisù classico,visto che gli ingredienti sono quelli giusti e fare una crema inglese è un modo per pastorizzare le uova, quindi mi sembra perfetto. In realtà però la ricetta andrebbe studiata bene perchè in quel caso non essendoci l’effetto del sifone andrebbero aggiunti secondo me gli albumi montati a neve oppure andrebbe fatta la crema inglese solo con latte e riservata poi della panna da montare con il mascarpone.

      Questo è il più buon mascarpone mai assaggiato sia per la consistenza, simile a quella di una bavarese più soffice e spumosa, sia per il sapore, delicato e meno stomachevole.

      per i savoiardi, in effetti non avevo pensato all’aspetto di cui parli e forse hai ragione. Magari non andrebbero proprio ammollati come gli altri ma andrebbe versato un po’ di caffè sopra

  • stefano arturi ha detto:

    … a proposito di ricette leggere, dietetiche e salutari…..conosci la mousse di solo cioccolato fondente e acqua descritta da Bressanini…mi chiedo se una volta montata possa poi essere passata al sifone…?? ..magari tu dal fronte del sifone, puoi sperimentare 🙂 cia’

    1. Martina ha detto:

      la conosco sì, l’ho provata e c’ho fatto un post qui sul blog. Più che montarla prima direi che andrebbe montata a sifone semmai..:potrei fare una prova ma con il cioccolato bianco, che è tanto che volevo farlo…Semmai dovesse venire bene vedrai la ricetta qui sul blog…:)

  • Cinzia ha detto:

    Bellissima invenzione il sifone..! È una sorta di magia quella che compie ogni volta che si preme quella levetta li! Qualche anno fa, per un pranzo in campagna, non avendo il tempo materiale di preparare la torta, ho “inventato” la torta destrutturata: mi è venuta questa idea per salvarmi dalla figura di un dolce incompleto e l’ho trasformato nella possibilità di scelta dei miei commensali offrendo una chiffone cake intera, una crema pasticcera, una crema alla nocciola, caffè caldo e panna nel sifone: ha riscosso un successone perché ciascuno assaggiava la torta al gusto che preferiva, spruzzando la panna direttamente dal sifone, a piacimento!! Si sono divertiti e mi hanno chiesto dove acquistare il sifone.

    1. Martina ha detto:

      Anche una mia amica lo ha fatto con crema di mascarpone, panettone, caffè e cioccolato con grattugia….E’ un’idea proprio carina e ci si diverte, hai ragione!

  • Gaby ha detto:

    Martina buongiorno,vorrei provare questa ricetta ma non capisco il tuo sifone quanto tiene,io ho quello da 1/2l isi,le dosi che hai scritto vanno bene? per la cronaca è 2 anni che è nell’armadio e non ho mai osato usarlo….vergogna mia..buona giornata.gaby

    1. Martina ha detto:

      Cavolo, mi ero proprio detta che dovevo dare quell’informazione e poi mi sono dimenticata! Scusa! Ho usato il sifone da 1/2l.

      1. Gaby ha detto:

        Grazie ora provero’ a farlo…

        1. Martina ha detto:

          fammi sapere com’è andata..

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)