Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Le cartucce napoletane

Di: 33 commenti 33 Difficoltà: facile
Le cartucce napoletane

Sembrano davvero delle cartucce, di quelle da caccia e sono così carine da vedere e così particolari che me ne sono innamorata a prima vista, ma questi dolcetti sono particolari anche nella preparazione perché richiedono gli appositi cannelli e le apposite cartine specifiche per "cartucce napoletane".

Mi ero interessata su internet per trovare gli strumenti del mestiere, ma niente...Amici napoletani non ne avevo e quindi ci avevo rinunciato. Senonché un giorno facendo un giro in un emporio di quelli traboccanti di roba che c'è qui a Bologna cosa ti trovo? I cannelli per cartucce..Li guardo, li giro tra le mani, li studio e sì, sono proprio loro!
Ne compro 8 (sbagliato! Se avete la fortuna di trovarli compratene di più.

C'ho messo mezza giornata a cuocere la 50ina di cartucce in circa 7 infornate!). Ora però rimaneva da trovare le cartine e non avrei saputo davvero come fare se non fosse stato per Assunta, l'autrice del blog La cuoca dentro, che vi consiglio caldamente di andare a visitare (se ancora non lo conoscete!) perché è davvero ben fatto e pieno di  ricette accurate e splendidamente realizzate. Beh, dicevo, Assunta è stata così carina, generosa e altruista da proporsi di inviarmi le cartine apposite e non solo! Mi ha anche allegato un un piccolo coccio dipinto a mano davvero delizioso (e senza sapere che adoro le cosine miniaturizzate!). Quindi è a lei che dedico questi meravigliosi dolcetti! La ricetta è di Elisabetta Cuomo.

- Ingredienti -

(per 12 porzioni)

  • 200 gr di farina di mandorle
  • 100 gr di farina
  • 50g di fecola
  • 200g di zucchero
  • 160g di burro morbido
  • 20g burro sciolto
  • 3 uova medie(60g circaa) + metà uovo sbattuto (30g circa)
  • 1 pizzico di ammoniaca
  • 1 pizzico di sale
  • mezza fialetta di aroma di mandorla amara (o 3 gocce di estratto di mandorla amara)
  • la buccia di 1 limone grattugiata
per circa 55 cartucce

- Procedimento -

mescolate la farina di mandorle con 2 uova sbattute e gli aromi, fate riposare a temperatura ambiente per 1 ora.
Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero e l’ammoniaca, unite il composto di uova e farina di mandorle, un cucchiaio alla volta, alternando con l’altro uovo e 1/2 precedentemente sbattuto; mescolate con un cucchiaio e unite il burro fuso, ma non bollente; infine unite le due farine setacciate, poco per volta. Alla fine dovrete ottenere un impasto tipo plumcake. Fatelo riposare per 1 ora a temperatura ambiente. Trasferite l’impasto in una sache a poche con bocchetta liscia di 1 cm di diametro. Spremere il composto nei cannelli foderati con le cartine riempendoli fino a circa 1mm sotto il bordo del cannello perché in cottura lievitano.

 

Cartucce napoletane

Infornare a 170° per 10 minuti poi abbassare a 160° e continuare per altri 8/10 minuti.

Regolatevi in base al vostro forno  (magari infornatene solo un paio e vedere in quanto tempo si cuociono; a fine cottura devono rimanere chiare, togliendo la cartina e leggermente più colorite sulla capocchietta. Togliete le cartucce napoletane dal cannello tirandole delicatamente dalla cartina.

Rotolatele su carta assorbente per eliminare l’unto che trasuda sulle cartine.

 

Cartucce napoletane

- Valuta questa ricetta -


Le cartucce napoletane
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
33 commenti

33 commenti sul post:
“Le cartucce napoletane”

Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)