Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Trattoria da Martina- About me -

Quando avevo ancora pochi mesi, forse un anno, mia madre mi trovò sotto il tavolo della cucina di mia nonna che succhiavo avidamente l’osso del cane. orrore a parte, fu chiaro a tutti sin da subito che non sarei stata una di quelle bambine per le quali bisogna ingegnarsi con spettacolini vari per spingerle a mangiare.

Fu altresì chiaro sin da subito che piuttosto il problema era quello contrario e ne fu testimonianza il primato che mi guadagnai all’asilo (e ne è testimone anche la foto qui sotto) per il record di polpette mangiate: sette.

Myself

Il primato è rimasto mio fino a pochi anni fa quando un altro bambino mi strappò il titolo con ben undici polpette, garantendosi il podio per lungo tempo a venire. Tutto questo per dire che il mio amore per la buona tavola ha radici molto “antiche”, per quanto possano definirsi antiche le radici di una trentaseienne trentottenne. L’origine del mio amore per il cucinare, si perde anch’esso nella notte dei tempi, quando, grazie a una nonna piuttosto sportiva e permissiva, pastrocchiavo con farina e uova componendo improbabili dolcetti, fino a quando la tecnologia arrivò in casa mia sotto forma di un dolce forno Harbert, regalatomi da un mio caro zio che purtroppo non c’è più da qualche anno. Ecco, tutto deve aver avuto inizio da lì, dalle prime crostatine immangiabili cotte al calore della lampadina del dolce forno Harbet.

Poi finché ho vissuto con i miei gli esperimenti culinari si sono limitati a qualche torta fatta in occasione dei compleanni delle mie amiche fino a quando mi sono trasferita a Bologna per l’università. Qui ho avuto modo di sbizzarrirmi tra i fornelli organizzando cenette tra amici e piano piano sono arrivata fin qui e ora coltivo con passione questo mio angolino nato un po’ per caso in una giornata annoiata di 5 anni fa.

 

Trattoria da Martina nasce nel giugno del 2010, quasi per gioco. Per qualche mese è rimasto solo un guscio vuoto, fino a  quando poi un giorno, ho preso il coraggio a  due mani e ho postato la mia prima ricetta. Da quel giorno ad oggi ne è passata di acqua sotto i ponti. Spesso mi capita che qualcuno mi scriva per sapere dove si trova la Trattoria, pensando che io abbia un locale fisico. Trattoria da Martina invece è la mia trattoria virtuale, dove pubblico le mie ricette che cucino, fotografo e descrivo, cercando di essere il più esaustiva possibile e di chiarire bene tutti i passaggi.

Le ricette che trovate in questo blog spaziano dai classici della tradizione italiana alle ricette di altre culture e paesi dal nordafrica al medioriente, alla Cina, all’India seguendo sempre la stagionalità e utilizzando sempre prodotti di qualità.

 

A giugno 2014 Trattoria da Martina è diventata partner del Gruppo RCS e del portale Oggi.it, e fornisce ricette per lo Speciale Oggi Cucino, rivista mensile monografica dedicata alla cucina.

A novembre 2015 ho collaborato con la Sorma Spa  realizzando due video per dimostrare l’utilizzo del loro Dumpling cube, un utensile per la realizzazione di ravioli dolci e salati.

 

Riconoscimenti:

– nel 2014 il mio blog ha vinto i Foodblog awards indetti dalla Malvarosa Edizioni, nella categoria Cooking blog. 

– a giugno 2015 sono stata madrina del nuovo robot da cucina, il Cuisine Companion della Moulinex partecipando a una delle tappe della sfida #ricetteimpossibili indetta da Moulinex Italia, con una mousse al cioccolato con coulis di fragole e lamponi.

 

Per info e collaborazioni:

smartyns76@gmail.com

66 commenti

66 commenti sul post:
“About me”

  • Anonimo scrive:

    ciao,
    complimenti x il sito!
    Mi piacerebbe linkarti nelle news del nostro sito…se non ti dispiace.
    Se non lo credi opportuno non ci sono assolutamente problemi,

    ciao
    http://www.mangiotipico.it

    1. Ciao scusami tantissimo, ma il tuo messaggio qui mi era proprio sfuggito. Se non ci sono obblighi a me farebbe piacere essere linkata da voi…Ho dato un'occhiata alla pagina news del vostro sito. Dove mi inserireste? in news dal web? Giusto per sapere…;) Grazie per aver pensato a me

  • Anonimo scrive:

    Mi riconosco in pieno in tutto quello che hai descritto di te e del tuo appetito.. Non ho mai azzannato l'orso del cane ma le polpette me le spolveravo volentieri, ai tempi, mentre ora non mangio più carne da un bel po' di anni. Complimenti per ricette, foto e ironia!
    Silvia

    1. Eheeh, siamo colleghe allora…;) Grazie ate per essere passata! Scusa il ritardo con cui ti rispondo ma ho visto solo ora il messaggio

  • Anonimo scrive:

    Ovvio che era l'osso ma il correttore automatico mi ha fregata di nuovo….

    1. Sì sì, avevo capito…;)

  • Anonimo scrive:

    sei spettacolare!mi piacciono moltissimo le tue ricette, sono molto curate, sia negli ingredienti che nella presentazione!per non parlare delle foto, veramente molto belle!!ti seguirò tantissimo 😀 😀 😀
    Martina

    1. Grazie!! Abbiamo anche il nome in comune!! Mi fa piacere che il mio blog ti piaccia!

  • Zia Laura scrive:

    Il tuo blog è meraviglioso…congratulazioni…

    1. Grazie! Sei molto gentiloe! Se ti fa piacere puoi unirti ai miei sostenitori e se non vuoi perdere neanxche una ricetta puoi anche iscriverti alla newsletter inserendo il tuo indirizzo mail nell'apposito spazio nella colonna di desgtra…Grazie per essere passata!

  • Ciao! Il 27 Ottobre si organizza la Parmigiano Reggiano Night, la prima cena web 2.0 della storia. Per iscriversi basta cliccare su: http://www.parmigianoreggianonight.com. Vi disturbo solo per chiedervi di aiutarci a far conoscere questa iniziativa e magari sperimentare il Risotto Cacio e Pepe, ideato da Massimo Bottura http://youtu.be/iJMOGSRWe6w – Se mi scrivete a parmigianonight [at] tribecommunication.it vi mando qualche dettaglio in più 😉

  • Nanà invita scrive:

    Complimenti Martina,Ho scoperto il tuo sito per caso,ma l'ho già messo tra i preferiti! Proponi ricette che si possono realizzare senza impazzire e appagano l'occhio! Pur essendo io una Buona forchetta,desidero sempre portare sulla tavola pietanze "belle"!
    Ora scrivo qualche ricetta e nei prossimi giorni le proverò,poi ti farò sapere!
    A presto,Nanà

    1. Ciao Nanà, grazie di essere passata! Aspetto di vedere qualceh mia ricetta realizzata da te!

  • Anonimo scrive:

    ciao e complimenti!
    Ho scoperto il tuo sito navigando qua e lá, alla ricerca di qualche facile ricetta da realizzare con la mia nuova impastatrice.
    ho poco tempo, scarsa abilitá in cucina e mi sei di grande aiuto per sfamare le mie piccole belvette e !!!

  • pagnottella scrive:

    Che bella che sei Martina, trasudi un entusiasmo contagioso per la cucina E per tutto ciò. Che e' bello… Complimenti per il blog, davvero interessante, solo che se continuo a provare le tue ricette, fra l'altro tutte riuscite, tra un po'. Ti metto in conto il dietologo….;) Ciao E grazie

    1. Ciao PAgnottella, scusa se ti rispondo con due mesi di ritardo, ma il tuo commento me l'ero perso! grazie per le parole! Sono contenat che la mia passione ep rla cucina traspaia!! Dal dietologo ci andoiamo insieme e magari ci fa lo sconto? :)

  • art Carto scrive:

    Workshop di fotografia & foodstyling
    Firenze, 9 febbraio 2013
    orario 11,30 – 17/17,30
    interessato? info artcarto73@gmail.com

  • Anonimo scrive:

    Ciao! !sono silvia. Complimenti per le ricette che hai messo sono davvero tante e tutte da provare! !anche io ho una grande passione per la cucina e gli esperimenti,!! Volevo chiederti se hai una valida ricetta per i kraphen alla crema,!! Grazie e a presto! !!

    1. Ciao Silvia, perdona se non ti ho risposto, ma il tuo commento mi era sfuggito!!! Purtroppo non ho uan ricetta per i kraapfen, ma è mia intenzione farli un giorno di questi…una volta lòi avevo fatti con lievito madre, ma non so più quale fosse la ricetta: so ceh erano i più buoni mai assaggaiti in vita mia!!

  • Stefania Zecca scrive:

    ciao Martina, passo da te per la prima volta e voglio farti davvero tantissimi complimenti perché lavori davvero bene! Foto nitide, ricette presentate in maniera impeccabile e grande padronanza della cucina! Bravissima :)

    1. Ti ringrazio tanto per quello che dici. E' uan gran soddifazione quando il proprio "lavor" viene apprezzato e ricompensato con parole belel coem le tue! Grazie!

  • Anonimo scrive:

    Ciao Martina, sei proprio brava. Mi hai trasmesso l'amore per la panificazione. Sto facendo un po' di esperimenti ma tu sei insuperabile.. Paola

    1. ma ch ecosa bella!!! Sapere di aver trasmesso la mia passione a qualcuno è davvero il miglior risultato che potessi ottenere con il mio blog!!! Quando proverai qualche ricetta mi raccomando fammi sapere com'è venuta!!

    2. Anonimo scrive:

      Già fatto, ho provato la focaccia al 101% di idratazione e il pane senza impasto. Ho anche già fatto le veneziane. Ho comperato il trita verdure che taglia a spaghetto. Mi sto documentando per la pasta madre..
      Sto apsettando che ti cimenti a fare il kranz così ti copio a ruota. Praticamente ogni mattina sei la prima persona che "vedo". Quando sono affranta studio un po' le tue ricette perchè cucinare mi rilassa e mi tira su il morale. Tanti baci. Paola

  • Rosa Arciuolo scrive:

    Il tuo blog, le tue foto, le tue ricette . . .uno S P E T T A C O L O ! Davvero complimenti, sei da venerare! Rosa

  • Anonimo scrive:

    Bellissimo il tuo blog….mi aiuti ogni giorno con le tue ricette! Grazie

    1. lo scopo di un blog è proprio questo, quello di condividere le ricette con gli altri e dare qualche idea su cosa preparare…MI rende davvero felice sapere che ti sono di aiuto!

  • Anonimo scrive:

    Ciao Martina complimenti per il tuo blog, è davvero ECCEZIONALE! grazie alle tue ricette, e al mio bimbo che fa il bravo, ho ripreso a pastrocchiare in cucina!!! Ho già sperimentato le polpette di vitello&zucchine e gli sformatini di Topinambur, e stasera va in scena la mousse al limone :)
    Franci

    1. Ciao Francesca: non sai quanto mi ha fatto piacere leggere che il mio blog ti è stato da stimolo per ricominciare a cucinare! L'obiettivo di ogni blogger dovrebbe essere proprio quello di condividere le ricette con gli altri e se le mie ricette piacciono e sono da stimolo per indurre qualcuno a preparare cose genuoine in casa io sono davvero fiera!!!

  • Anonimo scrive:

    ciao, scopro solo oggi il tuo blog nooo…perchè non prima! Bello, pulito, preciso, ricette fantastiche e con un occhio light che apprezzo moltissimo!! stasera ovviamente in tavola avrò una tua ricetta! Sara

  • I have just come across your blog, you are so funny cute, describing yourself as a child. By the way, lovely picture.
    Thank you for the lovely recipes you have for all of us to salivate as we read them. I will probably be maki8ng your poppy seed cake, as well as your fried turnovers.

    1. Thank you so much!!! I willl be happy to see the result of the recipes you want to try!!! let me know!

  • Anonimo scrive:

    I wish you would have a link where you post the recipe quantities separate.

  • Claudio Negri scrive:

    Un sito troppo bello e curato per non avere una traduzione almeno in inglese!
    Non sarebbe bello avere una ricetta al mese tradotta?!
    Vista la qualità del tuo blog (solo le tue foto mi hanno semplicemente fatto venire una fame?!) e che lavoro per una agenzia di traduzione di Milano potremmo fare qualcosa insieme no?!
    Ciao

    Claudio Negri
    (webmanager @transeditgroup.com)

    1. Ciao, grazie pe rla proposta..In realtà sono laureata in lingue (inglese e tedesco) quindi potrei farmi la traduzione da sola, però sono pigra. In effetti fare la traduzione non è immediato se non lo si fa per lavoro, per quello mi impigrisco e non lo faccio, però dal momento che non guadagno con il blog non posso permettermi di spendere soldi per delle traduzioni…:)

  • Ciao, Martina,
    complimenti per il sito.
    Da poco è aperto un negozio di cibo giapponese e coreano a Bologna: Japan Korea Market
    http://japankoreamarket.wix.com/japankoreamarket
    Speriamo che ti serva a trovare qualche ingrediente particolare.
    Saluti

  • Anonimo scrive:

    Grande!!!! Donatella ciao

  • Daniele Alario scrive:

    Salve,
    avrei piacere a segnalarti un'iniziativa sostenibile ma non trovo un indirizzo mail!
    Daniele

  • lu scrive:

    …trovato per caso il tuo blog…e mai più lasciato!!! interessanti le ricette. e le foto: spettacolo.davvero stimolante leggerti e…. cucinarti!!!!

  • Ciao Martina, ti ho scoperto su Pinterest…….il tuo blog mi piace e che dire di tutte le golosità che prepari????Ti seguo con piacere http://lapasticceriadichico.blogspot.it/

    1. Ciao Federico, piacere di conoscerti..Sono contenta che il blog ti piaccia..:)

  • Claudio Pari scrive:

    Ciao. Ho provato a fare il panettone a lievitazione naturale con la ricetta postata il 25 novembre. Tutto ok sino al secondo impasto che era molto morbido ma ben incordato. Alla pirlatura ho fatto la figura del pirla, gira gira gira ma non ha mai raggiunto la "compattezza" della palla. Io ho versato negli stampi e adesso prego. Dove ho sbagliato?

    1. Il discorso è che ogni farina ha la sua assorbenza e quidni con l'esperienza si riesce ad imparare quando bisogna aggiungere o magari togliere un pochino di acqua ispetto alle indicazioni della ricetta..probabilmente la tua farina aveva un'assorbenza inferiore alla mia e quidni l'impasto risultya più morbido..:La pirlatura all'inizio non è semplicissima da imparare…L'imapsto deve fare attrito sul piano di lavoro in modo che quando lo ruoti l'imapsto venga tirato e il glutine si rinforza…Sebbene la pirlatura sia importante, se hai fatto bene l'imapsto vedrai che il panetotne verrà bene

  • Claudio Pari scrive:

    Ti so dire domani mattina! L'ho appena finito di cuocere ma ho diviso l'impasto in 2 perché avevo dei pirottini bassi da 750 gr. Io ho usato la 00, dici che la Manitoba è più indicata per un impasto del genere? Purtroppo il w nelle farine da banco non è menzionato.

    1. Non è che la Manitoba è più inidcata, è FONDAMENTALE! Non si può fare un panettone con una 00 per dolci comune! Purtroppo il panettone è uno degli impasti più difficili in assoluto e bisogna avere una certa dimestichezza con certi concetti e sapere le differenze tra le varie farine prima di cimentarsi; nella ricetta c'è scritot che bisogna usare una farina di forza con un w alto…Lo so che il w spesso non viene indicato nelel confezioni..I valori generalmente sono indicati nelle farine specifiche che si acquistano presso alcuni Molini…

  • Non solo bamboo scrive:

    Addirittura "antiche"..sei giovane…mica dell'era mesozoica…cmq complimenti…belle creazioni, scritte bene e belle foto (cosa che invidio)…ti seguirò

    ciao

    L

    1. Eheheeh, beh, sì, era per ridere un po'…:)

  • Linda scrive:

    Martina, sai che per me il venerdì del dopo ufficio diventa “il venerdì del villaggio” (dal più famoso sabato del Leopardi ih ih). E in relax, girovagando in rete, stasera chi ti trovo? Il tuo nuovo sito! Intanto sicuramente ti faccio i miei complimenti per il lavorone che stai seguendo con il tuo amico … anche se mi manca il “calore” e il tocco artigianale che mi sembrava trasparisse in precedenza..
    Diciamo che questo mi sembra più “asettico”, posso?
    Ma la tecnologia è tiranna e dobbiamo darle credito, quindi bando alle ciance.. d’altronde “dietro” a queste pagine ci sei sempre tu, quindi buon proseguimento di lavoro, e tanti auguri per successi sempre maggiori… Ciao
    Linda

    1. Martina Toppi scrive:

      Sì, capisco cosa intendi e in effetti forse hai ragione, però io amo molto lo stile minimal e ho voluto un po’ assecondare questa mia cosa. Secondo me si tratta comunque anche di farci un po’ l’abitudine. I cambiamenti sono sempre un po’ destabilizzanti, anche per me…:)

  • percia scrive:

    Je suis française .sono francese
    Comment traduire ces belles recettes merci Joëlle

    1. Martina Toppi scrive:

      Hi Percia, sorry, I can’t speak french so I will answer in English. To have a quick translation of a recipe, you can use Chrome as a browser and just right click on the screen and select “translate in french”.
      Otherwhise, write me at my email address (smartyns76@gmail.com) and I will be happy to deliver you an automatic translation of the recipe you are interested in.

  • Ylenia scrive:

    Ciao e complimenti per le tue ricette stupende che ho trovato per caso cercando quella del dado fatto in casa con l’essicatore (che devo ancora acquistare perché ce ne sono mille modelli e non so quale prendere tu cosa mi consigli?)Ho visto anche che usi il licoli per delle ricette di lievitati sia dolci che salati,per caso hai una ricetta valida per farselo in casa da zero il lievito madre liquido?Io ci ho provato un sacco di volte ma niente da fare !!!
    Grazie e complimenti ancora
    Ylenia

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Ylenia. Partendo dall’inizio (grazie per i complimenti): per l’essiccatore io ho lo Stöckli ed è fatto molto molto bene, solido e ben costruito, davvero un ottimo prodotto quindi te lo consiglio vivamente. Ne esiste anche uno di marca italiana, orizzontale, che fa bene il suo lavoro, ma mi pare che costi di più e comuqnue l’ho visto dal vivo e secondo me la qualità costruttiva lascia proprio a desisderare, oltre ad essere più ingombrante perché è un parallelepipedo. Lo stöckli invece è un cilindro verticale con un diametro di circa 32cm. Ti socnsiglio di prendere un essiccatore di quelli da 50€: ne ho avuto uno e onestamente non è proprio il massimo.
      Per il lievito liquido, ti rimando a questo articolo di un miuo amico sul forum di cookaround dove trovi tantissime informazioni e dove all’inizio viene spiegato come far partire il lievito da zero: http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=126458.
      Ciao, Martina

  • Marco scrive:

    Ciao, scusa se ti disturbo ma ho letto che usi (o usavi) una impastatrice kenwood e utilizzi il gancio a spirale (non quello ad uncino). Posso sapere che modello hai di kenwood (o meglio ancora se sai se è montabile su una KMM060)?

    Grazie
    Marco

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Marco, io avevo prima una km040 e ora ho il KCC, quello che cucina. Non so dirti con certezza se il tuo modello può montare il gancio a spirale, ma secondo me sì. Comunque devi verificare se la tua planetaria monta il motore Ankarsrum, perché il gancio va bene solo con quel tipo di lì. A vedere il tuo ken comunque mi sembra identico al km020 che è una di quelle che aveva quel motore, quindi secondo me si dovrebbe adattare anche alla tua.

      1. Marco scrive:

        Grazie.
        Mi hai convinto!!!

        Marco

  • Palma scrive:

    Ciao Martina…..anzi no ricominciamo…..GRAZIE MARTINA!!!!Ho trovato il tuo blog per caso ( cercavo disperatamente una ricetta fattibile per il crumble con la crema ) e ti ho trovato,da allora ho provato altre tue ricette di dolci ( tarte al cioccolato fondente con frolla al cacao ecc.ecc.) e non ne posso piu’ fare a meno.Mio marito non la smette di fare complimenti , non ci posso credere, sei bravissima e precisa nelle tue spiegazioni.Praticamente un mito.Grazie ancora.

    Palma

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Palma, ultimamente tante persone mi ringraziano per il fatto che le ricette sono sempre affidabili e non sai quanto mi faccia piacere! E’ un lavoro impegnativo scrivere la ricetta in maniera puntuale e accurata e vedere che lo sforzo è ricompensato e che tante persone provano le mie ricette è davvero una grande soddisfazione! Grazie!

  • Palma scrive:

    E ti diro’ di piu’….anche mia figlia di 2 anni quando ha assaggiato la tarte al cioccolato fondente mi ha detto ” Mamma e’ bona la torta BRAVA “….be’ che altro dire …..condivido con te questo meraviglioso ,sincero e spassionato complimento,il merito e’ anche tuo.
    Un’ ultima cosa , ho letto una tua ricetta sugli spaghetti con le cozze e i relativi post, sai io sono tarantina e ti diro’ ,a differenza di tanti altri puristi del mitile , la tua ricetta l’ho trovata perfetta….ma ti svelo un segreto , la prossima volta aggiungi alle cozze anche dei pomodorini ( ciliegino, pachino fai tu…basta che li tagli a pezzi ) e la spaghettata verra’ ancora piu’ succosa . A e chiedi le cozze di Taranto , sono le migliori!!!
    Un abbraccio e ancora mille grazie.

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Palma, grazie delle dritte per gli spaghetti alle cozze. In effetti è buonissima anche con i pomodorini anche se forse io preferisco la versione tutta bianca. Quanto a cozze, lo so che quelle di Taranto sono buonissime, ma io, pur vivendo a Bologna, sono marchigiana e anche noi abbiamo i “moscvioli di Portonovo” che sono buoni buoni anche loro…:)

  • Federica scrive:

    Ciao Martina! Io e Massimo, mio marito, abbiamo seguito passo passo la tua ricetta dei bignè e ci sono venuti benissimo fin dalla prima volta!!! Da quel momento sei diventata la nostra “guru” in cucina!!! Grazie di esistere! Un abbraccio. Federica e Massimo

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Federica! Sono contentissima che la ricetta vi sia riuscita bene!!! Grazie di avermi dato fiducia! Spero che continuerete a seguirmi! Saluta anche tuo marito!

  • Mi sono imbattuta per caso nel tuo sito.. È tutta l’ammirazione possibile ne è’ scaturita!!! Condivido la tua passione, ed essendomi trasferita in America da qualche anno ho aperto anch’io un blog sulla cucina italiana per avvicinare ai nostri sapori anche chi di cibo poco ne Conosce e se ne interessa… Sarei onorata se ti andasse di visitare il mio blog (www.italiangoodness.net) e magari lasciarmi qualche consiglio per migliorarmi e magari ottenere un po’ più di visibilità!!! Ti anticipo già che per prima cosa farò la tua torta mimosa, e con il tuo consenso (e ovviamente richiamando il tuo blog), la posterò in uno dei miei prossimi post. Grazie mille. Sei un esempio e un’ispirazione. Silvia

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Silvia, scusa se ti rispondo in ritardo ma questi giorni ho un po’ trascurato il blog perché ero impegnata in altre cose. Grazie per l’ammirazione! Verrò sicuramente a vedere il tuo blog. Quanto a visibilità quello che ti consiglio io è 1 di essere sempre onesta e sincera, di curare le ricette e pubblicare solo quelle riuscite veramente bene, curare la fotografia ed essere sempre chiara nelle spiegazioni, poi crearti na pagina facebook, un profilo instagram ecc.. e curarrli giornalmente.
      Per la torta mimosa certo che hai il mio consenso. Se metti il link non c’è neanche bisogno di chiedere! Ciaoo!

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)