Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Risotto di orzo perlato al pomodoro con feta marinata

Di: 9 commenti 9 Difficoltà: facile
Risotto di orzo perlato al pomodoro con feta marinata

Come vi rapportate voi rispetto ai libri di cucina? Io ormai ho una biblioteca fornitissima di libri, tutti bellissimi e tutti rigorosamente con foto bellissime. Li amo tutti, ma la predilezione va ai libri di cucina etnica e, per essere ancora più precisa a quelli di cucina mediorientale; per due ragioni. Una perchè a me affascinano da morire la cultura araba sia da un punto di vista architettonico sia culinario e due perchè i libri di cucina di quella parte del mondo sono tutti....wooow!!! Nel senso che sono bellissimi e affascinanti. Tra i vari libri di cucina mediorientale che vi consiglio ci sono sicuramente quelli di Yotam Ottolenghi, uno chef israeliano, di Gesuralemme la cui cucina consiste in un matrimonio di sapori tra la cucina israeliana e quella mediterranea, mediorientale e asiatica.
I suoi piatti sono sempre ricchi di colori, spezie e sapori. Quello che vi propongo oggi è un risotto fatto di orzo perlato al pomodoro, arricchito con spezie tra cui limone e paprika affumicata e servito con della feta marinata con carvi, olio di oliva e origano.
Se amate le spezie e i sapori forti provatelo. E' un piatto che potrebbe sembrare pesante e invece le spezie gli conferiscono un gusto fresco ed estivo. Provare per credere!

- Ingredienti -

(per 2 porzioni)

  • 100g di orzo perlato
  • 15g di burro
  • 1 gambo di sedano
  • 1 piccolo scalogno
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 rametti di timo (o timo secco per un sapore meno forte)
  • 1 cucchiaino da caffè pieno di paprika affumicata
  • 1/2 foglia di alloro
  • 2 strisce di buccia di limone bio
  • 1 pizzico di peperoncino in fiocchi (o fresco)
  • 350g di pelati in barattolo (compreso il loro succo)
  • 450g di brodo vegetale
  • 1/2 cucchiaio di semi di carvi
  • 150g di feta fresca
  • 1/2 cucchiaio di origano in foglie (o secco)
  • 350g di pelati in barattolo (compreso il loro succo)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.

- Procedimento -

prima di dedicarvi alla preparazione del risotto di orzo, preparate un brodo vegetale: ve ne serviranno circa 450g.

in un secondo momento, lavate il sedano e sbucciate gli scalogni e gli spicchi di aglio. Tritate tutto finemente. In una padella capiente e dai bordi alti, versate due cucchiai di olio extravergine di oliva e il burro; aggiungete il trito di aglio, sedano e scalogno e fate soffriggere a fuoco moderato per 5 minuti o il tempo necessario a far ammorbidire il tutto.

 

Preparazione del risotto di orzo perlato

Nel frattempo, sciacquate accuratamente l’orzo perlato sotto l’acqua fredda e mettete da parte; quando aglio, sedano e scalogno si saranno ammorbiditi, aggiungete l’orzo perlato, le bucce di limone, il timo, la paprika, il peperoncino e l’alloro. Aggiungete il pomodoro, il brodo vegetale e 1/2 cucchiaino da the di sale; portate  a ebollizione; abbassate quindi la fiamma e fate sobbollire per 45 minuti. Mescolate spesso, soprattutto quando il sugo comincerà a restringersi per evitare che tutto si attacchi al fondo della padella.

 

Preparare la feta marinata:

Mentre il risotto di orzo perlato cuoce, versate mezzo cucchiaio di carvi in un mortaio e pestatelo finemente, lasciando da parte qualche seme intero.

In una terrina sbriciolate grossolanamente la feta; conditela poi con il carvi e i due rimanenti cucchiai di olio extravergine di oliva.

 

Trascorsi i 45 minuti di cottura del risotto di orzo perlato, il sugo si dovrebbe essere asciugato quasi completamente. Aggiustate di sale, se necessario. Disponete quindi il risotto in due piatti e conditelo con la feta marinata. Spolverate poi con dell’origano fresco e guarnite con un goccio di olio.

 

Qualche informazione sul carvi:

il carvi è una spezia molto usata nell’Europa del nord,  per aromatizzare pane, cracker ecc.. in particolare quelli fatti con farina di segale. Anche in Alto Adige questa spezia si usa allo stesso modo. Il suo sapore è un misto tra quello dei semi di finocchio e di anice, e l’aroma che ricorda vagamente il limone dato dagli oli essenziali in esso contenuti, ovvero il limonene e il carvone.

 

In erboristeria il carvi è noto per le sua capacità di favorire la digestione e ridurre il meteorismo e i gonfiori addominali.

L’utilizzo del carvi in questo risotto d’orzo, dona un gusto fresco e tonificante, oltre a renderlo digeribile e gustoso.

Risotto d'orzo perlato

Risotto d’orzo perlato

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 5 votes

Risotto di orzo perlato al pomodoro con feta marinata
5

5

5 5
00 unknow 00 unknown
9 commenti

9 commenti sul post:
“Risotto di orzo perlato al pomodoro con feta marinata”

  • IsaQ ha detto:

    Ciao! Ammetto il carvi non lo conosco ma ahimè nemmeno la paprika affumicata.Pensavo che la differenza fosse solo fra dolce e piccante!Dovrò provvedere. Ah dimenticavo, nella descrizione della ricetta, nella prima parte, parli di aggiungere il FARRO anzichè l’orzo al trito di sedano ecc
    😉

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ups, grazie…Confondo sempre il farro e l’orzo, anche perchè sono molto simili. Sì, prova a cercare queste due spezie e sentirai che bontà!

  • Sara ha detto:

    Che meraviglia di foto e di ricetta!

    1. Martina Toppi ha detto:

      Grazie Sara!

  • Laura ha detto:

    l’insieme di spezie che hai usato , vista la provenienza della ricetta, può essere lo zaatar? questa miscela me la sono procurata in un viaggio in Israele incuriosita dalle ricette del blog”Labna” ma devo ancora trovare il modo di usarle! grazie! Laura

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Laura, no, lo zaatar in realtà dovrebbe essere un misto di timo, maggiorana e origano, dico dovrebbe perchè in realtà può contenere anche semi di finocchio e altro…Non dovrebbe però esserci l’alloro credo…Comunque sicuramente puoi metterlo…Comunque lo zaatar usalo pure per aromatizzare focacce o pani particolari o magari per la pizza la posto del solo origano

  • Laura ha detto:

    grazie mille!!!

  • LaWood ha detto:

    La ricetta mi incuriosisce e sicuramente la proverò. Solo un dubbio: metto il brodo tutto in una volta? Non devo aggiungerlo a poco a poco come per un normale risotto? Mescolo? Copro? Scopro?

    1. Martina Toppi ha detto:

      Si tutto in una volta. E poi mescoli di tanto in tanto x non far attaccare

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)