Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Ricetta crostata alla crema pasticcera

Di: 10 commenti 10 Difficoltà: facile
Ricetta crostata alla crema pasticcera

Personalmente preferisco la crostata anche alle più elaborate, cioccolatose e pannose delle torte. La pasta frolla rimane a mio gusto una delle preparazioni più versatili e più buone che esistano. Se poi ci metti che si prepara in 5 minuti, che devi stare attenta a non finirla da cruda, perchè è quasi più buona che da cotta e che ci fai le più disparate delle crostate, ma anche un serie infinita di biscotti e biscottini, che puoi farla più o meno friabile, o morbida e che come per magia la sua consistenza varia a seconda dell'ordine con cui mescoli gli ingredienti, è davvero una base della pasticceria preziosa e di cui non potrei fare a meno.
Sono meravigliose le crostate alla frutta, fresche ed estive, ma allo stesso modo una crostata alla crema pasticcera è un qualcosa di veramente libidinoso. Ho preparato questa crostata perchè domenica scorsa sono stata ad un corso alla Cast alimenti di Brescia e a fianco c'è il negozio che vende tutti i prodotti professionali per la pasticceria. Roba che per un foodblogger è il paradiso in terra. E' che poi quando sei lì devi contenerti perchè le attrezzature professionali sono anche costose, ma vorresti comprare tutto!

Io comunque me ne sono uscita con un anello per crostate e un tappettino in silicone microforati, che sono specifici per far cuocere la pasta frolla nel migliore dei modi e quindi ero impaziente di provare il risultato; ne ho approfittato quindi per testarlo con la ricetta delle crostata alla crema pasticcera, dove secondo me questi nuovi strumenti acquistati potevano dare il meglio di sè. In effetti la crema inumidisce la frolla che quindi rischia di rimanere crudina e l'anello e il tappetino, permettendo una migliore circolazione dell'aria garantiscono una cottura migliore e quindi scongiurano questo problema.

Ma vediamo allora come ho preparato questa crostata alla crema pasticcera

Crostata alla crema pasticcera

 

Ingredienti:
per una crostata di 19cm di diametro

 

200g farina 00 debole per dolci
80g di burro di buona qualità (preferite un burro tedesco a uno italiano. Da Eurospin hanno quello dei colli bavaresi che è ottimo e costa poco)
80g di zucchero a velo (per una consistenza più vellutata e liscia della frolla)
40g di uovo
buccia grattugiata di 1/2 limone
un pizzico di sale
4 uova di crema pasticcera (in questo caso ho sostituito metà della farina con amido di riso)

 

 

Preparazione della crostata alla crema pasticcera:

in una ciotola versate la farina e il burro freddo di frigo a pezzetti. Con la punta delle dita lavorate farina e burro velocemente fino ad ottenere un composto sabbioso, quindi unoite lo zucchero a velo, l’uovo, il pizzico di sale e la buccia di limone e impastate velocemente, giusto il tempo necessario a compattare il tutto e a renderlo omogeneo.

La pasta frolla infatti va lavorata il minimo indispensabile per impedire al glutine di formarsi e al burro di sciogliersi: il glutine conferisce elasticità, mentre dalla pasta frolla ci aspettiamo friabilità.

Formate una palla con la frolla, schiacciatela e copritela con della pellicola; riponete in frigo per minimo mezz’ora, meglio un’ora.

Mentre la pasta frolla riposa in frigo, preparate la crema pasticcera, seguendo le indicazioni della ricetta qui. Fate raffreddare velocemente la crema versandola su un piatto e distribuendola in modo che formi uno strato basso e poi coprendola con la pellicola a contatto.

 

Quando la crema pasticcera sarà completamente fredda, prelevate la frolla dal frigo, infarinate abbondantemente un piano di lavoro e stendetela allo spessore di 4-5mm.

Ricavatene quindi un cerchio della dimensione della base del vostro stampo e poi una striscia di circa 2,5cm di altezza che distribuirete sul bordo, facendolo aderire in basso alla base. Bucherellate il fondo della frolla con i rebbi di una forchetta (per impedire che la frolla si gonfi e per fare in modo che il calore penetri meglio e cuocia meglio il fondo).

 

Prelevate la crema e frullatela per qualche secondo con un minipimer per ridarle lucidità e renderla fluida. Versate la crema sulla base della frolla e livellatela. Con la frolla rimanente formate 6 striscioline di circa 1,5cm di larghezza e distribuitele a formare una griglia sulla superficie della crema, premendo leggermente sui bordi in modo che aderiscano.

 

cottura della crostata alla crema pasticcera:

infornate in forno statico a 180° per 35-40 minuti (ma regolatevi con il vostro forno). Sfornate e fate raffreddare prima di sformare

Crostata alla crema pasticcera

 

- Suggerimenti -

- Con questa stessa ricetta, aggiungendo 1 barretta di cioccolato fondente o al gianduia alla crema ancora calda, puoi ottenere un'ottima crostata al cioccolato!
- puoi evitare di decorare la crostata con le strisce di pasta frolla, cuocere la frolla in bianco, senza la crema dentro e una volta cotta e fredda, riempirla con la crema fredda e decorarlra con della frutta fresca per ottenere un'ottima crostata di frutta

- Tips & Tricks -

- utilizzate o un anello di inox e un tappetino di silicone microforati o eventualmente uno stampo di quelli con il fondo removibile, ma alto almeno 3,5cm.

- Valuta questa ricetta -

3.71 (74.29%) 7 votes

Ricetta crostata alla crema pasticcera
3.71

3.71

5 7
00 unknow 00 unknown
10 commenti

10 commenti sul post:
“Ricetta crostata alla crema pasticcera”

  • Erika scrive:

    Bellissimo post (e ricetta ovviamente). Sono con te in tutto.. anche io preferisco di gran lunga le crostate e trovo un ottimo burro anche al lidl!!! Questa con la crema… che dire… senza parole! Bravissima!

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Erika, sì è buono anche il MIlbona del Lidl, però non so perchè ma è molto scioglievole e poco plastico come se avesse una percentuale di acqua maggiore, non so..Mi trovo meglio con quello di Eurospin: provalo! Grazie per la crostata!

  • Serena scrive:

    Martina che meraviglia questa crostata, in effetti con quel tipo di attrezzatura ti viene subito voglia si sperimentare e l’esperimento è risultato molto ben riuscito direi.. Concordo con te sulla versatilità della pasta frolla un prodotto da paticceria straordinario. Un saluto

    1. Martina Toppi scrive:

      Sì, io appena compro qualcosa devo subito metterlo all’opera! :)

  • flore laura scrive:

    Ciao Martina, complimenti per questa meravigliosa crostata alla crema…è una vera golosità sublime !!!
    Un caro abbraccio e dolce notte!
    Laura<3<3<3

    1. Martina Toppi scrive:

      Grazie Laura!!!! Sì, questa crostata è davvero buonissima (meglio farla raramente altrimenti, perchè quando ce l’hai lì è difficile resisterle!)

  • LAURA scrive:

    Ciao Martina!! Ieri approfittando delle temperature non proprio estive.. mi sono fatta tentare da questa crostata stupenda e l’ho preparata!! Le tue spiegazioni sono sempre così precise che posso dire di aver fatto davvero un buon lavoro!! E’ squisita, davvero una goduria e poi mi è venuta bella come la tua! Una soddisfazione…!! L’unica cosina che non è venuta perfetta (ma tu l’avevi detto…!!!) è stata la base che è rimasta in effetti un po’ più morbida e invece a me sarebbe piaciuta un po’ più croccante come il bordo.. forse poteva rimanere qualche minuto in più in forno, magari sul ripiano più basso, ma a me piace quel colorino appena dorato e avevo paura di cuocerla troppo! Per la prossima volta seguirò il tuo consiglio, voglio acquistare l’anello e il tappetino di silicone, ho adocchiato la crostata frangipane e non vedo l’ora di provarla!!
    Sei sempre stupenda, bravissima e io come vedi non smetto di seguirti! Un abbraccio e buon inizio settimana!!
    Laura

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Laura, troppo gentile!! mi fa piacere che la crostata sia riuscita bene bene!!! E’ una crostata goduriosissima. Vedrai che con il tappetino di Silpat e l’anello verrà ancora meglio…La crostata sotto “respira e si cuoce uniformemente

  • Provata…buonissima! Grazie per la ricetta Marti, sei sempre una garanzia quando cerco qualcosa :*
    Bacio

    1. Martina Toppi scrive:

      Grazie a te fi averla provata e di averla fatta bellissima!

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)