Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Biscotti secchi da colazione

Di: 11 commenti 11 Difficoltà: facile
Biscotti secchi da colazione

Per una colazione leggera e senza sensi di colpa, questi biscotti sono perfetti. Friabili da paura, gustosi seppure con pochissimo burro e senza uova e perfetti per l'inzuppo. Li ho visti fatti da Eva e mi avevano ispirato da subito; li avevo messi nella ti do list e ieri finalmente li ho preparati. Sono velocissimi da fare e vi pentirete di averne fatti troppo pochi perchè finiscono troppo presto.

Non ho provato, ma trovo che siano perfetti anche per fare la base della cheesecake!

- Ingredienti -

(per 36 porzioni)

  • 500g di farina 00 debole
  • 125g di zucchero a velo (io ne ho messi 160g)
  • 110g di burro
  • 130g di latte intero
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 8g di lievito chimico per dolci
  • 1 pizzico di sale

- Procedimento -

setacciate la farina con il lievito , poi unite lo zucchero, il burro a cubetti, il latte e la vaniglia. Impastate con la punta delle dita o, se usate la planetaria con il gancio a foglia, fino ad ottenere un composto sabbioso.

Compattate con le mani il tutto fino a formare un impasto omogeneo e uniforme e dategli la forma di una palla.

Portate il forno a 180° in modalità ventilata e mentre il forno arriva a temperatura formate i biscotti.

Infarinate il piano di lavoro e l’impasto, poi stendetelo con il mattarello allo spessore di circa 3mm e ricavatene dei biscotti con il taglia biscotti della forma che più desiderate. Se avete lo stampino tipo oro saiwa o petit beurre secondo me è l’ideale, ma qualsiasi forma andrà bene.

Mano a mano che ritagliate i biscotti, disponeteli su una teglia ricoperta di carta forno. Re-impastate brevemente i ritagli e stendete di nuovo l’impasto per ricavare altri biscotti.

Biscotti secchi

 

Cottura dei biscotti secchi:

Infornate la prima teglia per 10-15 minuti, poi sfornate e fate raffreddare su una gratella; controllate la cottura dei biscotti dal fondo perchè non essendoci l’uovo i biscotti coloriscono poco. Infornate la seconda teglia e poi fate raffreddare anche questi biscotti.

Abbassate il forno e portatelo a 70-80° e quando avrà raggiunto la temperatura, re-infornate i biscotti per circa un’ora; frapponete un cucchiaio di legno sulla porta  in modo che rimanga aperta a fessura e permetta all’umidità di uscire. Se, nonostante questa seconda cottura dovessero risultare ancora molto pallidi, portate il forno a 150° sempre ventilato; cuoceteli ancora 10 minuti per farli colorire.

Lasciate raffreddare i biscotti secchi su una gratella; poi conservateli in una scatola di latta o in una busta di quelle alimentare ben chiusa.

 

Biscotti secchi

 

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Biscotti secchi da colazione
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
11 commenti

11 commenti sul post:
“Biscotti secchi da colazione”

  • Mazzà Marty, sono perfetti!!! Alla faccia che spettacolo … Senti ma non serve mettere l’impasto in frigo prima di formare i biscotti?

    1. Martina scrive:

      Grazie Terry! No, non serve perché non essendoci l’uovo non si dilatano in cottura

  • Linda scrive:

    Belli, è all’incirca come la ricetta dell’Artusi che faccio ogni tanto.
    Hai provato con l’ammoniaca per dolci anziché il lievito? Vengono ancora più leggeri.

    1. Martina Toppi scrive:

      Allora, non ho provato ma quando li ho fatti, ho proprio pensato di usarla, poi siccome era la prima volta che li facevo non ho osato, ma avevo pensato proprio che secondo me con l’ammoniaca vengono ancora più friabili

  • IsaQ scrive:

    Posso farti una domanda che poco centra con la ricetta? Anzi la faccio anche a tutte le tue lettrici. in tantissime ricette leggo “lasciate il forno leggermente aperto con in mezzo un cucchiaio di legno o uno strofinaccio”: ma solo io ho il timore di rovinare con il calore che esce dal forno il pensile sopra il forno???Mi spiego: ho una di quelle cucine con elettrodomestici da incasso ed il forno alto ha immediatamente sopra (nel senso che è una colonna) un pensile con anta in legno.Ma voi non avete paura di rovinarvi i mobili???Ho aspettato 5 anni di matrimonio prima che mio marito si decidesse a comprarmi la Veneta Cucine dei miei sogni e mi spiacerebbe rovinarla per preparare qualche prelibatezza!Voi che fate?Perchè a lungo andare temo ci sia questo rischio e le ricette che consigliano questo tipo di cottura sono + frequenti di quello che uno possa immaginare.Grazie a chi vorra rispondere.

    1. Martina Toppi scrive:

      allora, io in effetti ho un forno a incasso su una colonna, ma sopra non c’è un pensile. Una soluzione potrebbe essere quella di mettere in qualche modo un cartone tra il forno e il pensile, in modo che il calore non vada verso l’alto ma rimanga al di sotto del forno. Ad ogni modo la fessura del forno deve essere di pochi millimetri, quindi non immaginarti un flusso d’aria aperto verso l’alto. Non penso che rovinerebbe niente

      1. IsaQ scrive:

        Ok, capito!grazie!!!

        1. Martina Toppi scrive:

          di nulla, figurati!

  • patalice scrive:

    buoni sempre.
    a colazione, a merenda, anche se ti svegli la notte ed hai voglia di una coccola che ti rimetta a dormire…

  • arianna scrive:

    Ciao Martina, ma che buoni questi biscotti. Li farò senz’altro. Ma come hai fatto a dargli quella bella formina: sono più belli di quelli comprati! Che meraviglia! Io adoro i biscotti home made con la forma delle “marie”….Ho anch’io lo stampino ma questi sono specialissimi! Bravissima

    1. Martina Toppi scrive:

      è lo stampino che è bellissimo..In realtà aveva la scritta petit beurre al centro, ma io l’ho coperta con dello scotch in modo che non venisse impressa.

      Purtroppo lo stampo lo presi al cake show, una fiera che fanno qui a Bologna in contemporanea con “il mondo creativo”, una fiera dell’hobbistica e quindi non saprei neanche dirti dove si può trovare.

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)