Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

I Dorayaki di Doraemon ripieni di Anko

Di: 5 commenti 5 Difficoltà: facile
I Dorayaki di Doraemon ripieni di Anko

I Dorayaki sono dei dolcetti giapponesi che ricordano i pancake sia nella consistenza che nella forma e che si mangiano accoppiati a due a due e ripieni normalmente di Anko, una crema dolce a base di fagioli rossi, che ricorda nell'aspetto e anche nel sapore la marmellata di marroni.

Questi dolcetti sono anche la merenda preferita di Doraemon, il gattone blu dell'omonimo cartone animato giapponese. Ve lo ricordate?

Provate questi dolcetti per una colazione salutare e genuina! I vostri bambini vi ringrazieranno!

Dorayaki ripieni di Anko

 

Ingredienti per l’Anko:

1 bicchiere di fagioli rossi Azuki secchi

1 bicchiere di zucchero

3 bicchieri di acqua

 

Ingredienti per i dorayaki:

per circa 14 dorayaki singoli

2 uova

40g di zucchero

30g di miele millefiori

100g di farina 00

5g di lievito chimico per dolci

60ml di acqua

 

 

Preparare l’anko:

mettete i fagioli in una ciotola e copriteli con abbondante acqua fredda. Lasciateli in ammollo tutta l notte. Il giorno successivo scolateli e trasferiteli in una casseruola;

aggiungete 3 bicchieri di acqua, mettete la casseruola sul fuoco e portate rapidamente a bollore. Scolate l’acqua, rimettete i fagioli nella casseruola, versateci sopra altri 3 bicchieri di acqua fredda e lo zucchero. Portate nuovamente a bollore, poi abbassate la fiamma e lasciate sobbollire a fuoco basso per circa 2 ore. Di tanto in tanto, quando l’acqua si sarà consumata, aggiungete dell’acqua bollente.

Quando i fagioli saranno morbidi e ben cotti, trasferite il tutto in un frullatore e frullate alla massima velocità fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi; in questa fare aggiungete acqua bollente quanto serve a creare una crema spalmabile. Trasferite in una ciotola e fate raffreddare. Ora dedicatevi alla preparazione dei dorayaki.

 

Preparare i dorayaki:

rompete le uova in una ciotola e sbattetele con lo zucchero finché quest’ultimo si sarà completamente sciolto. Unite il miele e mescolare con la frusta per farlo disciogliere. Versate ora la farina setacciata con il lievito e mescolate bene fino a che non ci saranno più grumi.

Versate nell’impasto 30g di acqua, mescolate e poi lasciate riposare 10 minuti. Trascorso questo tempo, unite la restante acqua e mescolate di nuovo.

 

Cottura dei dorayaki:

Scaldate una padella antiaderente tipo crepiera e ungetela con dell’olio, togliendo l’eccesso con un foglio di carta assorbente in modo da lasciarne solo un velo impercettibile.

Versate due cucchiai di impasto nella padella e lasciate cuocere finché cominceranno a comparire delle bolle sulla superficie; a questo punto fate scivolare una spatola sotto il dorayaki e capovolgetela. Lasciate cuocere per qualche secondo, poi prelevate il pancake e adagiatelo su un piatto coperto da un foglio di carta assorbente. Continuate così fino ad esaurimento del composto.

La parte esterna del dorayaki deve risultare ben dorata, mentre la parte interna deve risultare un po’ più chiara.

 

Composizione e riempimento del dorayaki:

prendete un dorayaki, spalmatelo con l’anko, lasciandone una porzione un po’ più generosa al centro. Richiudete con un’altro dorayaki e premete sui bordi per sigillarli.

 

Il ripieno di anko è il più tradizionale, ma questi pancake giapponesi possono essere farciti anche con cioccolato o con crema di castagne.  A differenza dei pancake americani possono essere conservati fino a 2-3 giorni in un sacchetto alimentare senza subire cambiamenti.

 

Se cerchi un’altra ricetta giapponese prova anche il mio Kasutera cake, con le istruzioni e il tutorial per realizzare lo stampo di carta di giornale in cui va cotto tradizionalmente!

E se provi i dorayaki taggami su instagram! #trattoriadamartina!

Dorayaki di Doraemon

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

I Dorayaki di Doraemon ripieni di Anko
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
5 commenti

5 commenti sul post:
“I Dorayaki di Doraemon ripieni di Anko”

  • erika ha detto:

    Ma non ci credo!!!! Sono favolosi!! Ricetta segnata!! Bravissima!

    1. Martina Toppi ha detto:

      Grazie! Se li provi taggami su instagram!

  • Andreea ha detto:

    Ho una ricetta da tanto tempo pronta per essere provata, ma ancora non sono riuscita. Che belli e invitanti sono i tuoi. Prima o poi li proverò anche io ! Buona serata !

  • Claudia Varriale ha detto:

    Ciao,Marty!Ho trovato gli azuki verdi.Possono andar bene lo stesso???grazie

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Claudia, non saprei, ma ho paura di no…:(

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)