Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Margherita di pane al kamut con semi di papavero, sesamo e girasole

Di: 17 commenti 17 Difficoltà: media
Margherita di pane al kamut con semi di papavero, sesamo e girasole

Buon lunedì a tutti. E' da un po' che non pubblicavo qualche ricetta di pane e quindi è giunta l'ora di rimediare. In realtà l'occasione di pubblicarla nasce dal fatto che partecipo a un contest indetto dal molino Grassi. Ho avuto modo di provare queste farine e di visitare il molino l'anno scorso in occasione di un corso sulla panificazione del maestro Giorilli e ne ho potuto apprezzare le meravigliose caratteristiche, per cui è stato con piacere che ho partecipato.
La farina che ho utilizzato è la Kamut ® e ci ho realizzato una margherita di pane ai semi di girasole, sesamo e papavero, che spero vi piaccia.

- Ingredienti -

(per 7 porzioni)

  • 250g di farina Kamut® molino Grassi
  • 140g di acqua
  • 6g di lievito di birra fresco
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 5g di sale
  • 2g di malto in polvere
  • circa 1 cucchiaio di semi di papavero
  • circa 2 cucchiai di semi di sesamo
  • circa 2 cucchiai di semi di girasole

- Procedimento -

nella planetaria versate la farina di kamut, il malto e il lievito sbriciolato, poi versate 3/4 dell’acqua e azionate la planetaria alla velocità minima. Aggiungete la restante acqua a poco a poco e aumentate la velocità a medio bassa (1,5 sul Kenwood e sul KitchenAid). Lasciate impastare finché otterrete un impasto liscio e omogeneo e a questo punto unite prima il sale e poi l’olio poco alla volta. Portate l’impasto a incordatura (ci voglio generalmente all’incirca 20 minuti): dovrà risultare liscio, omogeneo, semi lucido e molto elastico.
Riponete l’impasto in un recipiente oliato con le pareti perpendicolari al fondo in modo da poter verificare l’effettiva crescita dell’impasto. Attendete il raddoppio, poi sgonfiatelo e dividetelo in 7 pezzi di eguale peso. Con ogni pezzo di impasto formate una pallina e pirlatela seguendo le indicazioni del mio video qui.

Bagnate completamente due fogli di carta assorbente, sovrapponeteli e adagiateli su un piatto, dopodiché disponete all’incirca un paio di cucchiai di ciascun seme (ne basta 1 per i semi di papavero) su tre piatti diversi. Prendete una pallina dalla parte che tocca il piano di lavoro e tamponate delicatamente la superficie liscia superiore, sul foglio di carta assorbente roteandola in modo che si inumidisca anche sui lati, poi “intingetela” sui semi.  Su una teglia coperta di carta forno, disponete al centro la pallina con i semi di papavero e attorno le altre 6 palline alternando quelle con semi di girasole a quelle con i semi di sesamo. Distanziate le palline esterne di circa 1/2cm da quella centrale e di 1/2 cm tra loro.
Fate lievitare fino al raddoppio coprendo con un canovaccio e poi con na busta in modo da mantenere l’umidità ed evitare che si secchino in superficie.
Al raddoppio infornate a 180° per circa 30-35 minuti. Sfornare e lasciate raffreddare su una gratella.

Con questa ricetta partecipo al contest di Molino Grassi:

 

- Valuta questa ricetta -


Margherita di pane al kamut con semi di papavero, sesamo e girasole
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
17 commenti

17 commenti sul post:
“Margherita di pane al kamut con semi di papavero, sesamo e girasole”

  • Monica Giustina scrive:

    Martina è bellissima, perfetta da metter in tavola nei giorni di festa, o da sbocconcellare in attesa del lauto pasto. Vorrei tanto provarla!

    1. Martina Toppi scrive:

      Provala, è molto sempolice come preparazione….In effetti è proprio carina da preparare per Natale coem centrotavola..

  • rossella scrive:

    mamma quanto è invitante! :) (io poi sto davvero in fissa coi semi, in questo periodo. Semi e lievitati, è come spara' sulla croce rossa con me ;-))

    1. Martina Toppi scrive:

      Evvai di semi allora!! 😛

  • Carlotta C. scrive:

    Cavoli davvero bellissima Martina!!
    Quasi quasi per i giorni di festa….!!
    Io oggi invece ho messo sul mio blog i tuoi biscottini di albumi senza olio e senza burro….e senza latte! Li adoro! Sei una certezza!
    Grazie!!
    Carlotta

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Carlotta…Vado subito a vedere i boiscottini!!! Poi ti metto tra le mie ricette fatte da voi

  • Luci scrive:

    Nemmeno al ristorante ti danno un pane così, ottima ricetta la proverò appena possibile!!

    1. Martina Toppi scrive:

      Semmai fammi sapere!!!

  • Anonimo scrive:

    complimenti!bellissima questa margherita!il malto in polvere si può sostituire con il malto d'orzo (simil miele)?

    1. Martina Toppi scrive:

      Sì sì, puoi usare anche quello!

  • Nieves MR scrive:

    Bellissima Martina!!=P

  • Luci scrive:

    Nemmeno al ristorante ti danno un pane così, complimentissimi la proverò sicuramente mi ispira troppo!!

  • andreea manoliu scrive:

    Ho trovato il tuo blog per caso guardando nel blolog e sono venuta a curiosare leggendo di questa margherita. Infatti è molto bellissima e una delizia per il palato. Mi sono unita ai tuoi membri con piacere perché mi piacerebbe seguirti. Complimenti per il blog e per le belle ricette ! A presto ! Claudia

    1. Martina Toppi scrive:

      Ciao Claudia, benvenuta nel mio angolino!!! Grazie per esserti iscritta!

  • Anonimo scrive:

    Ciao Martina. Mi piacerebbe fare questo pane, usando però la pasta madre. Che dici, ci provo? Per le quantità farei: 60g di pasta madre, 210g di farina, 120g di acqua. Potrebbe andare secondo te? Grazie per l'aiuto.
    Mafi

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)