Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Peperoncini ripieni di tonno sott’olio: il rosso che conquista

Di: 17 commenti 17 Difficoltà: facile
Peperoncini ripieni di tonno sott'olio: il rosso che conquista

E' la seconda volta che faccio questi peperoncini. Dopo la prima volta mi ero ripromessa di non farli più, perché in effetti pulirli e una gran rottura di zebedei. Hanno tanti di quei semini dentro che non si ha un'idea. Poi non ho resistito. Li ho visti lì, belli, rossi, erotici e affascinanti, sul bancone del fruttivendolo e li ho presi. È stata una palla sì, pulirli, ma tutto sommato me lo ricordavo peggio (forse anche perché stavolta ne ho fatto 1/2 kg, mentre la prima volta il doppio). Fatto sta che nonostante la palla di pulirli, vale la pena farli. Sono gustosissimi e ti salvano la cena quando non hai voglia mezza di metterti ai fornelli. 3 o 4 peperoni, una fetta di pane tostato, un'insalatina e via. Provateli!

- Ingredienti -

(per 6 porzioni)

  • 1kg di peperoncini rossi piccanti calabresi
  • 450g di tonno in scatola all'olio di oliva
  • sale
  • 30 capperi
  • 1l di aceto bianco
  • 1l di vino bianco fermo
per 1kg di peperoncini

- Procedimento -

mettetevi un paio di guanti in lattice perché prima di essere cotti questi peperoncini sono di una piccantezza micidiale! Credetemi, li ho puliti una volta senza guanti e i piccante mi entrato nelle ossa. Non c’è stato verso di toglierlo per diverse ore!

Togliete il gambo ai peperoncini praticando un’incisione con un coltellino attorno a esso e poi svuotateli completamente dai semini.

Portare a ebollizione il vino e l’aceto;  tuffateci i peperoncini puliti e lasciateli bollire per 3 minuti. Scolate e mettere i peperoni a testa in giù ad asciugarsi e nel frattempo tritate finemente i capperi e mescolateli al tonno che andrà schiacciato con una forchetta in modo da ammorbidirlo (meglio non frullarlo per evitare di rompere le fibre) e aggiustate di sale (se necessario).

Riempite i peperoni con il tonno preparato. Scaldate i vasetti per 10 minuti a 100° nel forno oppure bagnateli e passateli al microonde alla massima potenza per due minuti in modo da sterilizzarli, poi riepiteli con i peperoni, incastrandoli il più possibile. Una volta che i vasetti saranno stati riempiti completamente, irrorate con olio extravergine di oliva fino a coprire completamente i peperoni. Attendete poi qualche minuto e, se serve, rimboccate l’olio. Chiudete bene con il tappo e conservate al riparo dalla luce diretta.

 

- Valuta questa ricetta -


Peperoncini ripieni di tonno sott’olio: il rosso che conquista
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
17 commenti

17 commenti sul post:
“Peperoncini ripieni di tonno sott’olio: il rosso che conquista”

  • Giorgia scrive:

    Questa il mio fidanzato non deve assolutamente vederla!!! Sono anni che me li chiede! Ma per la gran rottura di balle che è pulirli, ho sempre fatto finta di niente. Però sono buonissimi :)

    1. Sccc, allora, stiamo zitti zitti e fischiettiamo così non se ne accorge…;)

  • Carlotta C. scrive:

    Cavoli Martina come ti capisco, anche in casa mia si facevano ed è proprio una rottura.. poi sti semini che si appiccicano sui guanti.. e guai a sfiorarsi gli occhi o il naso dopo averli fatti…. :-)
    Però confermo la bontà!!!
    Buona giornata!!

    1. Esatto, infatti mi hai fatto venire in mente che è il caso che specifichi che è NECESSARIO usare i guanti!!!

  • Anonimo scrive:

    Buonissimi!!!
    Li ho fatti per parecchi anni (quelli coltivati nel mio orto).
    Per alcui anni non ho avuto problemi,in seguito ho dovuto buttarli perché fermentavano e non ho mai capito perché!?!?!?!

    Ora mio marito li fa senza tonno , solo con oliva, cappero e acciuga: sono buoni, ma io preferisco di gran lunga gli altri.
    Complimenti per il blog lo consulto spesso e ne approffitto delle tue favolose proposte!
    Ciao Vilma

    1. Il problema della fermentazione lo avevi solo con il tonno? Con le alici non succede? Chissà se magari a lungo andare i peperoncini dell'orto se non vengono trattati in un certo modo sviluppano qualcosa ceh li fa fermentare, non saprei…

    2. Anonimo scrive:

      Abbiamo provato tutte le variabili possibili: cambiato, tonno, cambiato alici, olio …….dispensa, cantina………. probabilmente sono proprio i peperoni dell'orto
      pazienza quelli che facciamo ora vanno bene comunque!!!!!!!!!!
      Ciao

    3. Infatti il duvbbio è proprio che magari fossero i peperoncini!

  • Immagino la faticaccia ma che risultato!!! In dispensa quelli del market non mancano mai..ma in effetti dovrei cimentarmi anch'io..tengo in memoria il procedimento 😉

    1. Prova con mezzo kg dai…Passa abbastanza bene…:)

  • Ok. Mi hai convinta. Pregherò mia madre per la pulizia dai semini e io proseguirò alla farcitura! 😀
    davvero un rosso che conquista al primo sguardo!
    Buona giornata Martina! un abbraccio,
    Anna

  • Mereció la pena el esfuerzo de la preparación para luego disfrutar de un rico bocado.
    Saludos
    Blanca de JUEGO DE SABORES

  • Anonimo scrive:

    Buonissimi!!! Mia mamma li fa ogni anno…e ogni anno c'è la lotta per mangiarli! Lei però mette anche le acciughe..sono una delizia!! :)
    ps: complimenti per il sito! Ho già provato un paio di ricette e sono una bomba!!

    1. Ciao, io non metto l'acciuga perchè non mi piace, ma c'è anche chi li fa con oliva e acciuga….:) Grazie per i complimenti al blog….

  • Mamilu scrive:

    Ciao Martina che voglia questi peperoncini…qst anno per via della stagione ballerina l'orto ha fruttato meno in questo senso, ma lo scorso anno mi sono divertita a prepararla con mia mamma…a lei ho riservato la "pulizia" :)))…poi io li mangio insieme al maritino perché adesso siamo gli unici a tollerare i "decibel" di superpicccantezza ;)!!! Ciao ciao Luisa

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)