Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Brioche col tuppo siciliane

Di: 10 commenti 10
Brioche col  tuppo siciliane

Di solito non posto mai di pomeriggio, ma faccio un'eccezione perché è una settimana che non mi faccio viva e non pubblico una ricettina e poi sabato partirò. Non vi dico la destinazione, ma sappiate che la ricetta è un omaggio alla terra che mi ospiterò per 9 giorni, quindi penso che sarà subito chiaro a tutti in che parte di Italia mi troverete.

Non sono una di quelle che a ogni piè sospinto pubblica una foto del posto che sta visitando, ma questa estate, vorrei provare a tenervi compagnia con qualche foto mordi e fuggi su Instagram in modo che possiate viaggiare un po' insieme a me. Se poi quando sarò lì immersa nei profumi, nei colori e negli odori, me ne dimenticassi, abbiate pietà, non sono molto social, nel senso mediatico del termine e potrebbe succedermi. Ad ogni modo parto con tutte le buone intenzioni di riempire tutte le mie schede di memoria, quindi al limite si tratterà solo di aspettare un po'.

Intanto godetevi l'anticipo, magari con una granita al caffè e la panna, o con una pallina o due di gelato.

- Ingredienti -

  • 250g di farina di forza w400
  • 250g di farina 00
  • 200g di latte intero
  • 2 uova medie
  • 75g di burro
  • 100g di zucchero (normalmente si usano 80g di zucchero, ma io le preferisco più dolci)
  • 10g di lievito di birra fresco (circa 3,5g di quello secco)
  • 5g di sale
  • 1 cucchiaino di miele di Acacia
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia liquido o i semi di mezza bacca
  • un uovo + 1 cucchiaino di latte + 1 cucchiaino di zucchero a velo
per 12 brioche da 80g circa

- Procedimento -

setacciate le de farine all’interno della ciotola dell’impastatrice e aggiungete lo zucchero. Intiepidite il latte (se freddo di frigo), scioglieteci dentro il lievito e il miele. Versate il tutto nella farina e attivate l’impastatrice con il gancio a bassa velocità. Fate amalgamare un po’ l’impasto, poi unite le uova. Quando le uova si saranno amalgamate all’impasto, aggiungete il sale e portate a incordatura aumentando la velocità a 1,5 (ci vorranno all’incirca 20 minuti). Poi unite in più riprese il burro, se,pre senza perdere l’incordatura. L’impasto sarà pronto quando risulterà liscio, omogeneo ed elastico e si avvilupperà attorno al gancio dell’impastatrice staccandosi dalle pareti e dal fondo. Versate l’impasto su una spianatoia e formate una palla. Mettete a lievitare in un contenitore possibilmente trasparente e dalle pareti dritte, segnando a che altezza arriva l’impasto in modo da poter verificare con certezza il raddoppio di volume. Quando l’impasto sarà raddoppiato, versatelo su un piano e dividetelo in 12 pezzi da 80g circa. Pirlate ogni pezzo (vedi video qui per la pirlatura) e quando avrete finito, cominciando dal primo che avete lavorato, procedete a dividere la pallina in un pezzo di 1/4 e uno di 3/4, utilizzando il taglio della mano per fare la divisione, come si vede dal video.

Alla pallina piccola, il tuppo, conferite una forma conica da un lato e tenete da parte. Unite le punte di pollice, indice e medio della mano sinistra e infilatele al centro della pallina più grande , allargandole in modo da creare il posto per il tuppo.

Formatura delle brioche col tuppo

A questo punto infilate la parte conica del tuppo nello spazio ricavato con le dita e il gioco è fatto. Adagiate la brioche su una teglia coperta di carta forno e procedete così con le altre distanziandole in modo da lasciargli lo spazio di lievitare.

IMG_2436

Quando avrete formato tutte le brioche, coprite con un panno e poi con un pezzo di plastica, in modo da mantenere l’umidità ed evitare che la superficie si secchi. Ponete le brioche a lievitare nel forno precedentemente scaldato per 50 secondi a 50° e poi spento.
Attendete che le brioche raddoppino di volume; mescolate l’uovo con lo zucchero a velo e il latte e spennellate la superficie delle brioche abbondantemente. Informate in forno statico preriscaldato a 190° per circa 15 minuti o fino a doratura.
Sfornate e adagiate le brioche su una griglia fino a raffreddamento completo.

NOTA: se avete tempo, dopo aver incordato l’impasto e averlo messo nel contenitore a lievitare, lasciatelo per 1 ora a temperatura ambiente e poi trasferitelo in frigo, nello scomparto delle verdure (quello più freddo) fino al giorno seguente (dalle 6 alle 12 ore in frigo). Il giorno seguente, prelevate l’impasto dal frigo, lasciatelo tornare a temperatura ambiente per circa 1 ora e mezza, poi versatelo sul piano; fate le pieghe del tipo due, prendendo un lembo di impasto, tirandolo leggermente e portandolo verso il centro, poi proseguendo allo stesso modo (dopo aver ruotato l’impasto di 30° in senso antiorario), con la punta di impasto che si sarà formata a destra, fino a completare il giro. Capovolgete l’impasto in modo che le pieghe stiano sotto, poi lasciate riposare coprendo a campana dopo aver pirlato per 15 minuti. Proseguite poi come da ricetta dividendo l’impasto in 12 porzioni ecc…

 

Brioche col tuppo

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Brioche col tuppo siciliane
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
10 commenti

10 commenti sul post:
“Brioche col tuppo siciliane”

  • ATTENZIONE: PER SBAGLIO HO CANCELATO TUTTI I COMEMTNI A QUESTO POST E NON C'E' MODO DI RECUPERARLI. LI REINSERISCO QUI DI SEGUITO COME FILE DI TESTO:

    Anna Rita Granata07 agosto 2014 16:58

    Ciao Martina!! Sai cosa ti dico? Che hai ragione a dire che potresti dimenticare di essere troppo sociale..dopotutto vai in uno dei posti più belli al mondo! E dove si mangia anche troppo bene! Sono del sud anche io è so quanto sia gustosa la cucina del meridione :p queste brioche sono deliziose e immagino di sentirne già il sapore in bocca e il profumo in casa…
    Buone vacanze e ti auguro di goderne appieno! Un abbraccio,
    Anna

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:31

    Grazie Anna! Mi sa che in Sicilia si mangia davvero in maniera subloiminale. Qualsiasi persona a cui abbia detto che vado in Sicilia, mi ha detto coem prima cosa che si mangia da dio!

    Nicol – Col kitchen and photos07 agosto 2014 17:06

    Mai stata in Sicilia, ma mi sono ripromessa di andarci presto.
    Buone vacanze allora!!
    Nel frattempo io mi segno la ricetta 😉

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:33

    Grazie…Io è la prima volta che vado…

    Aria07 agosto 2014 17:45

    fantastiche Martina…la Sicilia è una terra meravigliosa e le sue brioche con gelato altrettanto…ma secondo me le tue non saranno da meno! tornando ai nostri discorsi…ho preso l'aereo due anni fa solo per andarci, e mi è costato taaanto, taaanto, ma la sicilia mi è rimasta nel cuore. In questi giorni ho visto un'altra ricetta di queste brioche ma con l'uso dello strutto, che volevo evitare! quindi proverò le tue, sembrano perfette!

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:34

    Anche io ho visto diverse ricette con lo strutto, ma sinceramente in grandi quantità mi fa un po' senso usarlo, anche se dicono ceh uno strutto di qualità è meglio di un olio di oliva di scarsas qualità…A parte tutto a me il sapore del burro piace da impazzire e quindi ho sostituito lo strutto con quello…

    Roberta Morasco07 agosto 2014 18:01

    Ma che spettacolo Martina!!!
    Io ho mangiato qls di simile lo scorso anno alle Eolie, una libidine!!
    Mi tocca segnarmele e provare a farle!!
    Buone vacanze allora!!! Fai tante foto e racconta che io poi segno!! In Sicilia non ci siamo mai stati!!
    Un bacione!!

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:35

    Sono già male intenzionata, nel senso che sono intenzionata a fare una sbaraccata di foto…Poi magari ne farò un reportage…

    Pamy07 agosto 2014 18:22

    Ma che meraviglia….bellissimo anche il video….brava…come sempre e buone vacanze!!

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:36

    Grazie Pamy!

    Ely07 agosto 2014 20:05

    Sono veramente bellissime e non ti nascondo che provo un po' di sana invidia per la meta delle tue vacanze… non l'ho mai visitata e da sempre sogno di abitarci. Sono strana ehh?? 😀 Eppure non ne posso più di freddo, grigiore e pioggia. Sono nata per stare al soleeee! Complimenti, Martina. Sono perfette!

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:37

    Ciao Ely, io è la prima volta che vado in Sicilia. Spero che mi piacerà tanto!

  • Giorgia07 agosto 2014 20:07

    Bellissime, mi sa che tra un po' dovrò mandarti anche questo link… Buon Trentino allora:) Buone vacanze e riposati!

    Trattoria da Martina07 agosto 2014 23:37

    Ahahaha…:)

    Rubina Rovini08 agosto 2014 08:41

    Che buone queste brioches… Ultimamente sto leggendo più di una ricetta di questa tipica colazione del sud, ma la tua, con pochissimi grassi (75 grammi di burro su 500 gr di farina), sembrano perfette per me.
    La mattina non amo molto sapori "burrosi", per cui credo che questa tua ricetta faccia proprio al caso mio.
    Buone vacanze!

    Trattoria da Martina08 agosto 2014 15:04

    Ah quindi ce ne sono di più grasse? Beh, mi fa piacere che l amia versioen ti abbia convinta e spero ti piacerà! Se hai tempo prova a utilizzare il riposo in frigo…L'impasto ne guadagnerà.

    SeV a colazione08 agosto 2014 08:57

    Ciao Martina, saranno sicuramente vacanze stupende e chissà quanto idee ti porterai a casa per le prossime ricette!
    Questa è già un portento, la prossima volta invece di fare il mio solito pan brioche la provo!

    Trattoria da Martina08 agosto 2014 15:06

    Spero di riuscire a scucire qualche bella ricetta in Sicilia! Se provi le brioche fammi sapere

    Norma08 agosto 2014 09:08

    Mamma mia Martina, quanto sono belle!
    Devono essere una delizia, non penso ci riuscirò mai a farle con la farina glutei free.
    Buona vacanza
    Ciao
    Norma

    Trattoria da Martina08 agosto 2014 15:07

    Eh, con la farina gluten free non saprei..Non sono pratica, ma in effetti mi sa che è difficle

    Eleonora Dallan08 agosto 2014 09:21

    Buongiorno Martina.
    che belle queste brioche! ultimamente ne ho viste varie realizzazioni in giro, e chissà, prima o poi mi deciderò a provarle. Non le conosco proprio, mai mai mangiate.
    Come devono essere? soffici ma meno burrose e umide di altre brioche? vedo che non c'è molto burro.
    e i liquidi? forse hai scordato il latte negli ingredienti(poi lo vedo nominato nel procedimento)?
    comunque,foto davvero invitanti!!!!
    buonissime vacanze…la Sicilia dev'essere molto bella. ciao!

    Trattoria da Martina08 agosto 2014 15:10

    Eleonora, grazie…Sì, avevo dimenticato il latte tra gli ingredienti! Ora l'ho aggiunto…Le brioche sono tipo quelle pe ril gelato. Le hai presente? Sono soffici e mediamente umide.

    cucinaincontroluce08 agosto 2014 11:30

    Il mese scorso in Sicilia non sono riuscita a mangiarne nemmeno una, ma grazie a te me le farò in casa… e finalmente vai di granita e brioche! Ovviamente il girovita ringrazia… 🙂
    Un bacio!

    Trattoria da Martina08 agosto 2014 15:11

    Il mio girovita ha un conto aperto con me già da anni…:)

    Angela Dolcinboutique08 agosto 2014 17:16

    Sono splendide davvero, hai proprio le mani magiche tu Martina…..ne ho viste in giro ma così….:). il tuppo si è attaccato alla perfezione con la forma a cono e poi sono liscissime, perfette. Buonissime vacanze , la Sicilia è una terra meravigliosamente accogliente, appena ci metti piede ti abbraccia completamente…a me ha sempre fatto questa impressione.

    Chezuppa08 agosto 2014 17:24

    WOOOOOW ti stai preparando alla grande, chissà quante cose buone mangerai in vacanza! CIAOOO E grazie ancora!

    dani09 agosto 2014 19:16

    Che coincidenza….le ho appena fatte anch'io e la ricetta è simile alla tua, ma devo ancora assaggiarle con il gelato. Buone vacanze!!!

    Letizia in Cucina10 agosto 2014 23:43

    wow sono davvero stupende, complimenti!

    Chiara c.13 agosto 2014 17:35

    un meraviglioso omaggio ad una terra splendida!!!!
    sto viaggiando con te 🙂 grazie x bellissime foto!

    Trattoria da Martina15 agosto 2014 19:32

    Grazie Chiara!!!! Detto da te che sei un vate dei viaggi è un gran bel complimento. Sono contenta di farti un po' viaggiare insieme a me!!! Un grosso abbracci

  • Anonimo ha detto:

    Se l'impasto stenta a raccogliersi intorno al gancio, posso aggiungere farina? Grazie. Simona

    1. Sì, ma giusto un cucchiaio,…Delle due è megli che tieni mezzo bicchiere di acqua da parte e la aggiungi solo se vedi che l'imapsto la prende piusstosto che aggiungere farina se l'impasto non incorda. Se l'imapsto fa fatica a incordare puoi fare uan pausa di 10 minuti e riprendere o tenere l'impasto al fresco per 10 minuti

  • pastaenonsolo.it ha detto:

    anche io ho fatto questa ricetta ed è molto buona, volendo trasformarla con il lievito madre, mi sapresti dire se 100 g vanno bene? grazie

    1. potresti provare anche con 50, ma con 100 vai più liscia

  • Anonimo ha detto:

    Ciao Marina, complimenti per il blog ma soprattutto x la tua bravura in cucina…sei veramente super!!! È la prima volta che faccio queste stupende brioche e spero andrà bene…Ho lasciato riposare l'impasto in frigo per tutta la notte (wooow l'impasto è quadruplicato!!) Ho fatto le pieghe e la pirlatura…ora il mio dubbio è se dopo aver diviso l'impasto in 12 parti devo rifare la pirlatura x ogni pezzettino….grazie in anticipo…baci
    mary

    1. Martina Toppi ha detto:

      Cavolo Mary, questo tuo messaggio mi era sfuggito! Mi dispiace! Spero che ti siano venute bene comunque! E, sì, comunque la pirlatura va rifatta

  • mariella ha detto:

    È possibile fare queste fantastiche brioche impastando a mano

    1. Martina Toppi ha detto:

      Non capisci se la tua sia una affermazione o una domanda ma immagino sia una domanda. Sì, sì possono fare a mano se sei pratica di come si incorda un impasto a mano. Nella sezione video tutorial del blog trovi un video su come si incorda a mano con la tecnica slap and fold

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)