Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Gnocchi all’acqua al pomodoro e mozzarella

Di: 16 commenti 16 Difficoltà: facile
Gnocchi all'acqua al pomodoro e mozzarella

In attesa della disastrosa prova costume e di sperimentare gli gnocchi all'aria, intanto mi accontento degli gnocchi all'acqua, più leggeri di quelli di patate senza dubbio, ma altrettanto buoni. L'idea me l'ha data la mia amica Terry, solo che io ho provato una versione con farina di semola rimacinata.
In effetti, sono un'alternativa più veloce e più leggera dei loro cugini patatosi, ma garantiscono un gran risultato. Io ne ho fatto una versione pseudo sorrentina, con un sughetto leggero al pomodoro e mozzarella aggiunta all'ultimo minuto. Una buona soluzione per l'estate. Provateli.

- Ingredienti -

(per 2 porzioni)

  • 220g di acqua
  • 200g di semola rimacinata
  • sale
  • 200g di pomodori pelati
  • 1 mozzarella da 125g
  • olio extravergine di oliva
  • 1 scalogno medio

- Procedimento -

in una casseruola di dimensione medio piccola, portate a bollore dell’acqua dopo averla salata. Appena bolle, spegnete il fuoco e versate la farina tutta in una volta, mescolando velocemente con un cucchiaio di legno in modo da far amalgamare alla meglio il composto. Versate il tutto su un piano di lavoro. Lasciate raffreddare un paio di minuti, poi, facendo attenzione, lavorate con le mani fino a formare una palla omogenea. Tagliate un pezzetto di impasto e formate un cordoncino di circa 1 cm di diametro, poi con un  tarocco o con un coltello, tagliate dei tronchetti di circa 1,5cm. Passate i tronchetti su un riga gnocchi o in mancanza di quello sul retro dei rebbi di una forchetta o sul retro di una grattugia. Adagiate gli gnocchi all’acqua su un vassoio infarinato, mano a mano.
Una volta pronti gli gnocchi, dedicatevi al sughetto. Tritate finemente lo scalogno e fatelo rosolare in una padella antiaderente con l’olio. Quando lo scalogno si sarà ammorbidito e colorito, versate il pomodoro e con un cucchiaio di legno schiacciate i pelati. Salate e fate cuocere a fuoco vivo, aggiungendo dell’acqua calda di tanto in tanto quando dovesse attaccarsi. Quando il sugo sarà pronto, cuocete gli gnocchetti in acqua bollente e scolateli non appena verranno a galla per poi versarli nella padella con il sugo insieme a un paio di cucchiai di acqua di cottura.  All’ultimo momento aggiungete la mozzarella a cubetti e mescolate per farla sciogliere.

 

Prova anche:
– Gnocchi di miglio con pesto agli asparagi
– Gnocchi di patate al ragù di soia
– Gnocchi di patate viola alle zucchine

 

Gnocchi all'acqua

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Gnocchi all’acqua al pomodoro e mozzarella
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
16 commenti

16 commenti sul post:
“Gnocchi all’acqua al pomodoro e mozzarella”

  • Io li faccio spesso, ma con la farina di grano tenero, e in effetti sono buonissimi…però l'idea degli gnocchi all'aria piace un sacco anche a me! 🙂
    Buona prova costume (magari va meglio a te che a me)!!!

    1. quando avrò inventato quelli all'aria, modello popcorn, te lo dirò…:) Per la prova costume lasciamo perdere che è meglio……

  • Isabella ha detto:

    Questa associazione bellezza=magrezza non la condivido 😉 e' una associazione a delinquere 😀
    Io adoro gli gnocchi e per questo evito di farli 😉 un giorno pero' ho provato a fare gnocchi di patate e mi si sono sciolti in cottura :O
    Questi sono di sicura riuscita o rischio nuovo scioglimento?? Sono troppo golosi Marti sei forte;) Buona settimana 🙂

  • Arianna Frasca ha detto:

    Ogni volta che decido di fare gli gnocchi preferisco sempre i "cugini patatosi" ma domani mi metto all'opera con questi, promesso!

  • paola ha detto:

    da provare,brava

  • Anonimo ha detto:

    fatti e mangiati super veloci e gustosi. martina sei un mito

    maria grazia

  • Sabina ha detto:

    Come sembrano buoniiiiiiiiiiii

  • Ilaria Guidi ha detto:

    Adoro gli gnocchi! E questi non li ho mai provati…sembrano davvero fantastici! Li voglio provare al più presto! 🙂
    Complimenti di cuore per il tuo bellissimo blog!
    Un bacione
    Ila

    1. Tieni presente che rimangono un po' più consistenti rispetto a quelli di patate. Non so in questo caso cuocerli un po' di più, a differenza di quelli con le papate, li ammorbisce. Comunque in questo caso secondo me più consistenti sono buoni (mentre quelli di patate mi piacciono morbidi morbidi). Grazie per il complimento al blog!

  • Gina ha detto:

    Da quanto tempo che li voglio provare anche io!
    Le tue foto mi ispirano tantissimo!
    Quasi quasi li faccio domani, che dici? 😉

  • Anonimo ha detto:

    cara ma dopo aver versato la farina nell'acqua bollente…. l'impasto è granulosissimo …ho sbagliato o ci voleva altra acqua?
    Ele

  • li faccio da tempo, anch'io sostituendo alla farina come da ricetta originale la semola rimacinata, facilissimi, velocissimi buonisssimi e di sicura riuscita.
    Ciao Rosita

  • Daniela ha detto:

    …e anche con questa ricetta, successo! Seguo il blog anonimamente da un po’ di tempo, e con piacere ora rendo un doveroso omaggio alla cura con cui gli “ingredienti” del blog vengono impiattati: ricette non banali, spiegazioni complete e semplici allo stesso tempo, qualche trucco del mestiere rivelato, foto davvero belle, grafica rinnovata, leggera ed elegante nella cifra stilistica che ti e’ propria.
    Grazie per la condivisione di tanta maestria: quelli bravi riescono sempre a far sembrare semplice ciò che non lo e’.

    1. Martina Toppi ha detto:

      Oddio, sono arrossita!!!! Grazie davvero tanto!!! E’ sempre bello ogni tanto sentirsi dire queste cose, perché è vero che per me è una vera passione, ma è altrettanto vero che il fatto che qualcuno provi le mie ricette è la benzina che alimenta la mia passione e la voglia di condividere.
      Se hai piacere e lo usi, quando prepari un mio piatto, fotografalo e postalo su Instagram con l’hashtag #trattoriadamartina, così collezionerò le mie ricette fatte da voi lettori nella gallery!

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)