Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Tempura di funghi champignon e gamberi

Di: 19 commenti 19 Difficoltà: facile
Tempura di funghi champignon e gamberi

Oggi andiamo in Giappone, solo virtualmente, purtroppo. Per alcune informazioni sulla tempura e sulle sue origini vi rimando a questo mio post, dove trovate anche una ricetta alternativa da fare con le erbe aromatiche e le zucchine (buonissima e croccantissima!). Oggi invece vi propongo una tempura mari e monti, la chiamo così, perché è fatta di funghi e di gamberi. L'abbinamento può sembrare strano, ma è molto buono. Provate e fatemi sapere. Se invece vi siete svegliati con il piede storto e volete farvi un paio di risate, leggetevi il mio post di ieri.

Tempura di funghi champignon e gamberi

Ingredienti:
per due persone

 

per la pastella

200ml di acqua frizzante freddissima (con l’aggiunta di ghiaccio e tenuta in frigo fino al momento di utilizzarla)
100g di farina 00

 

per la tempura

6 funghi champignon di medie dimensioni
10 gamberi rossi


Gli “ingredienti” fondamentali per una buona tempura sono

– usare acqua frizzante freddissima
– mescolare poco la farina con l’acqua, lasciando la pastella grumosa
– la temperatura dell’olio deve essere vicina ai 170° e non superare mai i 180°
– friggere pochi pezzi per volta per non abbassare troppo la temperatura e mantenerla costante

 

Preparazione:

se i funghi non sono molto sporchi puliteli con un panno umido dopo aver tagliato la parte in fondo del gambo; se invece fossero molto sporchi, lavateli molto velocemente sotto un getto di acqua potente in modo da togliere velocemente la terra ed evitare che il fungo si gonfi di acqua. Tagliate i funghi a fette in verticale. Rimuovete la testa ai gamberi e poi il carapace, lasciando però la coda, che sarà utile per immergerli nell’olio. Mescolate brevemente la farina con l’acqua frizzante ghiacciata, lasciando la pastella poco omogenea e leggermente grumosa e mantenetela dentro una ciotola contenente ghiaccio o acqua ghiacciata in modo che non si scaldi. Portate l’olio a temperatura (tra i 170 e i 180°) in una casseruola dai bordi alti in modo che sia profondo. Quando l’olio sarà a temperatura, immergete le fette di fungo nella pastella, con l’aiuto di una pinza. Dondolateli un po’ in modo che perdano la pastella in eccesso e poi tuffateli nell’olio. Cuocete per pochi minuti attendendo che la pastella diventi semi trasparente, scolate bene e adagiate su un piatto coperto di carta assorbente o carta paglia. Procedete allo stesso modo con i gamberi. Salate e servite ancora caldi.

Seguitemi anche sulla mia pagina facebook, sul mio canale YouTube e se vi va scaricate la mia app sull’App store!

 

tempura di gamberi e funghi

tempura di gamberi e funghi

 

 

- Valuta questa ricetta -


Tempura di funghi champignon e gamberi
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
19 commenti

19 commenti sul post:
“Tempura di funghi champignon e gamberi”

  • Carlotta C. ha detto:

    Slurp! Sento la croccantezza solo guardando le foto Martina!!
    Io con questa pastella faccio anche i fiori di zucchina per esempio 🙂
    Buona giornata!
    In attesa di un altro post come quello di ieri hihi
    Carlotta

    1. Con i fiori di zucchina non ho mai provato, ma immagino che sia super!

  • cincia del bosco ha detto:

    Si evince una gran croccattezza, si sostetta una gran prelibatezza!!!
    E' una super accoppiata eseguita alla perfezione, bravissima.
    ciao Su

    1. Grazie!! In effetti sta accoppiata mari e monti ci è piaciuta

  • Che bella idea Martina!! Semplice semplice ma di grande effetto! Brava!
    M.

  • Isabella ha detto:

    Paio di risateee???? Ho le lacrime agli occhi sto piangendo dalle gran risate e mio figlio mi ha guatdata e mi ha appena detto " Ma sei scema??"! Marti sei troppo forte,non so nemmeno dirti quale mi e' piaciuta di piu' 😀 😀
    Questa tempura e' uno spettacolo! Ho bisogno di fare una domanda a te che hai l'essiccatore e sei la number one nell' home made: che dici se ( dato che sto per andare in ferie) essicco il basilico e ne faccio una polvere? Mio marito dice che e' una stupidaggine invece dato che ne ho una quantita' industriale secondo me e' una bella idea per poterlo utilizzare anche in inverno.Grazie per i tuoi consigli,per le tue ricette e per questo mare di risate :******

    1. Certo, puoi farlo..e non è nemmeno necessari che poi tu riduca in polvere…però le erbe aromatiche da secche hanno un sapore dievrso che da fresche,m quindi un'altra soluzione è queklla di frullare il basilico con dell'olio di oliva, metterlo in uno di quei recipienti pe rfare i cubetti di ghiaccio, farlo ghicciare e poi quando i cubetti sono beklli ghiacciati, toglierli dal contenitore e metetrli in una bustina…Così poi li usi quando serve…Oppure puoi anche congelare direttamentele foglie di basilico..

      Sono contenta dki averti fatto fare uan belal risata!!! 🙂

  • Isabella ha detto:

    Grazie Martina del bel consiglio,sei brava e simpatica 😉

  • Giorgia ha detto:

    La ricetta della pastella te l'avevo già rubata per i fiori di zucchina, ed è perfetta! Mai pensato di abbinare gamberi e champignon in frittura, a naso direi no, ma di te mi fido 🙂

    1. Prova e dimmi! Magari a te non piace, non so

    2. Giorgia ha detto:

      Preso i gamberi al mercato stamattina, adesso mi procuro i funghi e nel pomeriggio ti dico. Una manciata di frittura oggi ce la possiamo permettere 🙂

    3. Sììì!!! Che bello! Mi raccomnado…Fondamentale che l'acqua sia il più fredda possibile…Proprio ghiacciata…

    4. Giorgia ha detto:

      Rieccomi! Non volevo sporcare troppo e quindi ho fritto 8 gamberi e 8 champignons. Tutti in una volta. E ce li siamo mangiati direttamente in cucina tipo ciliegie! E' un accostamento delizioso. Il mio fidanzato ha storto il naso quando gli ho detto cosa avrei preparato… un po' come me all'idea di unire gamberi e funghi… E invece… Ulteriore conferma che non faccio bene a fidarmi di te, di più!!! Non avevo il ghiaccio ma ho messo qualche minuto l'acqua in freezer. Le foto la prossima volta (tanto ce ne sarà presto una!).

    5. Oh, che belli sono proprio contenta che ti dia piaciuto l'accostamento! !!!

  • Carolina Romano ha detto:

    Io provo molte verdure, per esempio i fiori di zucchina, o proprio il pesce… Insomma, diverse cose fritta con la tempura – anche perché penso tu abbia capito un pochino che amo il Giappone – però la preparo esclusivamente con la farina di riso, data la mia celiachia. E' davvero superba! La farina dà quella bella consistenza leggera ma il segreto è davvero l'acqua frizzante e G H I A C C I A T A!
    Bellissimo piatto, bellissime foto, bellissima ricetta. Un saluto Martina.

    Un consiglio vorrei chiederti: come la vedi se utilizzassi anche la farina di mais, anche un 40% sulla ricetta? Voglio provare da un bel po' ma ho sempre rimandato…

    1. Secondo me puoi provare con il mais. Non penso ci siamo problemi o puoi provare anche con la fecola di patate

  • Anonimo ha detto:

    … quando (non troppo spesso) faccio qualche fritto e penso alla tempura è sempre troppo tardi e mi sbrigo a fare una pastella ..
    Bisogna proprio tenere in frigo una bottiglia di acqua frizzante…
    🙂
    besos
    Linda

    1. Infatti anche io devo comprarla apposta ogni volta, perchè non la usiamo….:) Grazie del passaggio Linda!!! :*

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)