martedì 13 maggio 2014

Filetto di trota salmonata alla pizzaiola in cartoccio di carta fata

Filetto di trota salmontata alla pizzaiola in cartoccio di carta fata
Griglia in ghisa Le Creuset

Che io non mangio pesce lo sapete no? Mauro non è che sia un grande estimatore di pesce dal canto suo, ma ci sono due o tre tipi di pesce che invece gli piacciono davvero tanto. La trota salmonata è uno di questi; sono fortunata. Mauro si pappa tutti i miei esperimenti senza fare uan piega. Non gli faccio mai un filetto di trota salmonata uguale a quello precedente. Ogni volta mi sbizzarrisco in esperimenti, che manco posso assaggiare, ma che lui apprezza sempre. L'esperimento di ieri è questo. Una trota salmonata al cartoccio, condita alla pizzaiola e cotta in un cartoccio di carta fata su una griglia di ghisa. Io ho una griglia liscia, della le Creuset, molto comoda per questo tipo di cose, dato che può essere usata in forno, non avendo manici di legno.


Se non avete una griglia in ghisa utilizzabile in forno potete mettere i cartocci direttamente sulla leccarda.
L'idea dei cartoccini in carta fata è carina e si presta bene a essere presentata a una cena tra amici, dove ciascuno può scartarsi la sua caramella.



Ingredienti:
per 1 persona

1 trota salmonata
2 cucchiai di polpa di pomodoro (non troppo liquida)
1 cucchiaino pieno di capperi in salamoia
olio extra vergine di oliva
1/2 spicchio di aglio
origano
sale
pepe


Preparazione:

mettete la griglia a scaldarsi nel forno, portandolo a 210° con funzione statica. Tagliate un foglio di carta fata e al centro versate due gocce di olio extra vergine. Adagiateci il filetto di trota, a cui avrete precedentemente rimosso le spine con una pinzetta.

Filetto di trota salmontata alla pizzaiola in cartoccio di carta fata

Salate la trota in superficie. In una ciotola versate la polpa, cercando di prendere soprattutto i pezzi, conditela poi con olio, sale e origano e versatela sulla trota. Spolverate ora con del pepe macinato al momento, ancora un po' di origano e aggiungete dei pezzettini di aglio e i capperi. Chiudete la carta fata a caramella.
Quando il forno sarà a temperatura, abbassate a 200°e adagiate il cartoccio sulla griglia. Cuocete per 20 minuti circa, poi prelevate il cartoccio e servitelo chiuso direttamente sul piatto. Fate attenzione quando lo aprite perché rischiate di scottarvi con il vapore. Scostate la carta fata sui lati e mangiate!

Seguitemi anche sulla mia pagina facebook, sul mio canale YouTube e se vi va scaricate la mia app sull'App store!  

9 commenti:

  1. Ecco la famosa griglia liscia! Adesso ho capito :D

    RispondiElimina
  2. Qui tutti come te pesce zero invece piace abbastanza il filetto di spigola che pensi se uso questa ricetta per prepararlo? Buona giornata :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo..:seconodo me va benissimo! Ci puoi fare anche il persico o il merluzzo, quello che preferisci...Se provi fammi sapere

      Elimina
  3. Che bella questa ricetta! Gustosissima!!! E poi questa piastra non la conoscevo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La piastra è uanfigata perchè va anche in forno ed è liscia...:)

      Elimina
  4. Bellissima ricetta, a me il pesce piace molto tutto tranne la trota, salmonata o no, penso che la proverò con una bella orata.
    Ma dove la trovi la carta fata?
    Può essere sostituita dai sacchetti per la cottura in forno tipo "saccoccio"?
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il "saccoccio" è fatto di simil carta fata..Il problema è che "Carta Fata" è un marchio registrato, quindi in teoria non si può usare commercialmente a meno di non essere quelli che hanno registrato il marchio, ma allo stesso tempo è diventato il termine lato per indicare quel tipo di carta. La carta fata comunque io la trovo in uno store che si chiama MOP e solo lì, ma penso che sia difficile da trovare altrove. Si può acquistare su internet

      Elimina
  5. Bella 'sta trotona!!!! Giustappunto (oh come parlo bene oggi...) questa settimana le trote salmonate sono in offerta e già l'idea di farne scorta mi frullava nella capoccia: di solito le cuocio al vapore mettendo gli aromi solo nell'acqua, ma quasi quasi cambio menu....anzi, se hai altre ricette pesciose sono ben accette....

    RispondiElimina

Per lasciare un commento se non hai un account google o un tuo blog, clicca su Anonimo, ma poi ricordati di firmare!
Ogni commento è gradito ...anzi...auspicato!!!.....;)