lunedì 16 dicembre 2013

Vellutata di cavolfiore arrostito

Buon lunedì..Il Natale si avvicina e ormai ho già fatto tanti panettoni e alcuni li farò in questi giorni da portare ad Ancona ai miei parenti. Ma siccome è un periodo che pubblico continuamente dei lievitati, questa volta voglio interrompere il trend pubblicando una ricetta che mi ha davvero sorpreso per la bontà...A una prima impressione forse l'idea che sia di cavolfiore può non suscitare entusiasmo, ma vi assicuro che è davvero saporita, gustosa e non ultimo, che non guasta, sana! E' l'ideale per le giornate invernali fredde da gustare con dei crostini di pane abbrustolito e un giro d'olio!
Che ne dite? La proverete?

Vellutata di cavolfiore arrostito





































Ingredienti per 4 persone:

un grosso cavolfiore
1 cipolla dorata di media grandezza
1l di brodo vegetale (io l'ho fatto con il mio dado granulare homemade)
100g di panna fresca liquida
sale
pepe nero
due fette di pane tostato
olio extravergine di oliva


Preparazione:

portate il forno a 190°. Lavate e tagliate il cavolfiore a pezzettini, lasciando qualche pezzettino integro. Tritate finemente la cipolla.
Unite la cipolla e il cavolo in una rostiera (io ho usato questa della Illa, che aveva la dimensione ideale) e condite con tre cucchiai di olio circa, sale e pepe, mescolando bene. Infornate e cuocete fino a che il cavolo risulterà abbrustolito. Mettete in forno delle fette di pane toscano in modo da tostarle...Se preferite ritagliate con un taglia biscotti delle forme dalla fetta di pane in modo da fare dei crostini decorativi.
Portate il brodo vegetale a bollore e unitevi i cavoli. Fate bollire per circa 5 minuti, poi togliete dal fuoco, unite la panna e frullate tutto con un minipimer in modo da ottenere una crema liscia. Se dovesse risultare troppo densa aggiungete acqua bollente o brodo per allungarla un po'. Se necessario aggiustate di sale, poi servite impiattando con un giro di olio extravergine crudo, dei crostini e una spolverata di pepe nero macinato al momento.

Vellutata di cavolfiore arrostito





































Per una cena tra amici e una presentazione davvero chic,  servitela su una cocotte Le Creuset come questa in monoporzione.

Non dimenticate di venirmi a trovare nella mia pagina Facebook! Vi aspetto numerosi!

Vellutata di cavolfiore arrostito in cocotte Le creuset
Cocotte Le Creuset

Vellutata di cavolfiore arrostito in cocotte Le creuset
Coccotte Le Creuset

15 commenti:

  1. Ma che idea super carina!!! Complimenti per la ricetta..mi piace molto!
    Mi unisco molto volentieri ai tuoi lettori fissi.

    Passa sul mio blog, mi occupo di cucina light, ma spero passerai lo stesso a trovarmi ;)

    A presto

    Roberta
    http://puperta-in-cucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Ecco un'altra versione da provare, giorni fa avevo fatto una vellutata simile con il cavolfiore non abbrustolito, ma perchè non cambiare?
    Un bacio!
    Tatiana

    RispondiElimina
  3. ma che bellina servita nelle cocotte blu! Bel contrasto! :D

    RispondiElimina
  4. Mi ispira tanta fiducia...secondo me e' una delizia!!!! Di' ai tuoi parenti che sono fortunati da morire a ricevere in dono i tuoi panettoni! Un abbraccio ;-)

    RispondiElimina
  5. ah, di te mi fido...la feci anche io l'anno scorso, panna e cavolfiore...buona davvero! buon natale se non riesco a ripassare, sono giorni così incasinati!!!

    RispondiElimina
  6. Mi piace moltissimo il cavolfiore ed in vellutata l'ho preparato spesso.
    Bellissime le tue foto! Ciao.

    RispondiElimina
  7. l'ho provata l'anno scorso...un po' amarognola ma buonissima!!

    RispondiElimina
  8. Altro che entusiasmo! Sto ancora ballando qui davanti!

    RispondiElimina
  9. Io la proverò sicuramente *.* sono innamorata del cavolfiore!

    RispondiElimina
  10. Cercando una ricetta per il pandoro ho trovato il tuo blog, mi sono subito iscritta tra i tuoi lettori, è molto bello sia graficamente che per i contenuti. Leggendo le tue ricette così chiare, forse imparo qualcosa anche io. Complimenti anche per le bellissime foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani e piacere di averti come "cliente" della trattoria..:se provi qualche ricetta fammi sapere..Buone feste

      Elimina
  11. Sicuramente buona e poi presentata in quella cocotte fa la differenza...bellissima!

    RispondiElimina
  12. Grazie.Visto che oggi mi levano un bruttissimo dente del giudizio e mi hanno già detto che a Natale...tutto morbido, già mi vedevo con pappette e budini, ma....ecco invece cosa mangerò :-)

    RispondiElimina
  13. Fatta mille volta...mai provata con questa tecnica, i cavolfiori sopravvissuti alla frittura della Vigilia mi sa tanto che faranno questa fine! Ben trovata e auguri cri

    RispondiElimina

Per lasciare un commento se non hai un account google o un tuo blog, clicca su Anonimo, ma poi ricordati di firmare!
Ogni commento è gradito ...anzi...auspicato!!!.....;)

Scarica l'App di Trattoria da Martina