Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

La crescentina fritta bolognese

Di: 46 commenti 46 Difficoltà: facile
La crescentina fritta bolognese

Si chiama "crescentina fritta" a Bologna, "gnocco fritto" nella provincia di Reggio Emilia, "pinzino" in quella di Ferrara (anche se è molto meno diffuso di quanto no sia questa pietanza a Bologna)...Comunque la/lo chiamiate si tratta di una impasto simile a quello di una pizza lievitato e fritto che si mangia accompagnato da affettati, sott'olio e crescenza, squacquerone o stracchino....Non sono buone, di più, quando sono fatte bene bene...I primi tempi che ero sbarcata a Bologna per fare l'università avevo assaggiato le crescentine sfoderando un pollice verso, perché se non sono bene fatte sanno di fritto e sono unte e pesanti...Poi le ho assaggiate in posti che le fanno bene, complice Mauro, che è bulgnais original e mi sono piaciute anche troppo....Di versioni di crescentina credo ne esistano tante quante sono le persone che le fanno. La ricetta che vi do io me l'ha gentilmente passata una signora che abita qui vicino a me e secondo me è davvero ottima.

- Ingredienti -

(per 5 porzioni)

  • 250g di farina 0 per pizza
  • 5g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di vino bianco
  • 65ml di panna liquida
  • 1 dito di bicchiere abbondante di acqua gasata (più altra se necessaria)
  • 1 dito di bicchiere abbondante di latte
  • 7g di sale
  • olio di arachidi per friggere (la  tradizione vorrebbe che si usasse lo strutto)
per circa 40 crescentine

- Procedimento -

sciogliere il lievito nel latte insieme alla panna.

Mettete in una ciotola la farina e il sale e mescolateli bene con le mani. Versate il latte con la panna e il lievito sulla farina, aggiungete l’olio, l’acqua gasata, il vino e impastate bene finché avrete ottenuto un impasto liscio, omogeneo ed elastico (ci vogliono 15-20 minuti circa). Se l’impasto dovesse essere troppo asciutto aggiungete acqua o latte…Oliate un contenitore e metteteci l’impasto a lievitare fino al raddoppio, coprendo con il coperchio.

Al raddoppio, sgonfiate l’impasto della crescentina, ritagliatene una fetta, infarinatela su ambo i lati e passatela nella sfogliatrice alla prima tacca, massima la seconda. Dalla striscia ottenuta ricavate dei rombi. Lasciate riposare 5 minuti. Portate l’olio a temperatura e quando sarà bollente adagiate le crescentine e fatele divenire di colore ambrato su ambo i lato, dopodiché scolatele e adagiatele su un vassoio coperto di carta assorbente.

Servitele con prosciutto, salame, coppa e pancetta arrotolata, con sott’olio e con crescenza, stracchino o squacquerone. Se avanzano, conservatele coperte e il giorno dopo dategli una scaldate e fateci merenda.

La crescentina fritta bolognese

La crescentina fritta bolognese

- Valuta questa ricetta -

3 (60%) 4 votes

La crescentina fritta bolognese
3

3

5 4
00 unknow 00 unknown
46 commenti

46 commenti sul post:
“La crescentina fritta bolognese”

  • Marinuccia scrive:

    Ammett di non averle assaggiate.. ma sicuramente proverò a farle attenendomi alla tua ricetta!! hanno vrmnt un bell'aspetto!!!:-)

  • 6manincucina scrive:

    uh mammaaaa……..adoro questo tipo di fritto, potrei fare indigestione!Appena torno le provo.Zia Caua

    1. Ehehe, sono di un buono, impiastrate di stracchino e ricoert di prosciuttino!!!

  • Any scrive:

    Io ho assaggiato le crescentine e mi sono subito innamorata. E poi con gli affettati che hanno a Bologna sono uno spettacolo!

  • MissWant scrive:

    buonissimeeeee! le adoro…

  • Mamma mia, ci potrei morire di crescentine *_*

  • Chezuppa scrive:

    Martina sono splendide! Ogni volta che vengo a Bologna le devo mangiare e poi mi ingozzo 😀 Beh tu sai che sono un mangione!!!

    1. Ahaahh, so troppo bbbone!!!

  • Michela scrive:

    Ancora mi ricordo il loro sapore: un viaggio a Bologna scarrozzata da un mio amico, e piadina e crescentine fritte mangiate in una bettolina per strada. Che sapore! Indimenticabile…
    Mi piacerebbe rifarle, mi salvo la ricetta.
    Un bacione Marty!

    1. Provale MIchy, sono buonissime..

  • Araba Felice scrive:

    Le conosco…le ho mangiate proprio a Bologna.
    Le tue sono perfette!

  • Lo gnocco fritto lo feci anni fa e mi venne benissimo, poi non so il perchè ma l'ho dimenticato in un angolo… è proprio una ricetta da riesumare perchè è squisito!
    Grazie per avermela rammentata!!!
    Bacioni, Tatiana

  • Marina scrive:

    Dici benissimo: sembrano facili ma in realtà se sono fatte male sono immangiabili… Come sempre bisogna saper fare :) Mi fido di te e alla prima occasione tenterò di farle. Qui da noi c'è solo un ristorante che le propone e sono buonissime, leggere, soffici e per nulla unte! Un abbraccio grande

    1. Ecco, esatto! Alcune sono grondanti di unto e sanno di oliaccio vecchio da far schifo…Ma quelle fatte bene…..

  • Arianna Frasca scrive:

    Ma sai che non ho mai provato a farlo??? O farla, o farli ^^
    Comunque li chiami sono sempre buoni!

  • io lo amo e qui da noi si chiama gnocco fritto!!
    l'ho fatto qualche giorno fa e presto posterò anche io la ricetta…nel caso mi farebbe piacere sapere che ne pensi!
    a presto!

    1. Volentieri…Avvisami quando la pubblichi

  • le conosco sono fantastiche e a te sono venute perfette!!!!
    buona serata
    Alice

  • Sta ximo scrive:

    Sono perfette! e grazie per averle portate alla ribalta :o)
    Per me le crescentine sono ancora più tipiche dei tortellini! Soprattutto la versione "street-food": formato più grande, tondo o rettangolare, piegate a metà e farcite con salumi. Tipiche delle feste paesane o parrocchiali… ma, come scrivi tu, non tutti le sanno fare bene.
    Ciao,
    Simona

    1. Hai ragione, sono persino più tipiche dal momenot che i tortellini ormai si trovano in tutta italia..La crescentina invece si fa solo da queste parti…Ma tu sei diBologna?

  • Anonimo scrive:

    l'imapsto doivesse
    da uno che è un vero pasticcione
    grazie per la ricetta da amante del gnocco fritto
    dino

    1. Dino cosa intendevi sopra con l'impasto doivesse?

    2. Anonimo scrive:

      sono sempre troppo sintetico…sta nella tua ricetta..correggi

      Dino

    3. Dino, sono un po' gnucca, ma non ho ancora capito…:/

    4. Anonimo scrive:

      nella ricetta hai scritto imapsto doivesse
      tutto qui

  • LeCiorelle scrive:

    non le ho mai assaggiate! se dovessi provarle sicuramente seguirei la tua ricetta!!!!

  • Lara Rainbow scrive:

    Io emiliana doc le faccio circa come te, buonissimo!! Io lo chiamo gnocco fritto, da noi le crescentine sono le tigelle 😉 Ciaoo!

  • Ciao martina!! che buone….molto versatili 😉 bravissima!

  • Aria scrive:

    a ferrara si chiamano pincini, e sono famosissimi, te lo dice una ferrarese doc 😉 a parte la panna nell'impasto che è davvero una stranezza che proverò, ti sono venute molto bene, complimenti!

  • Anonimo scrive:

    ieri ero a un pranzo di beneficenza come aiuto, "sotcaldera, e c'era anche il gnocco fritto. Nell'olio di cottura mettevano una mezza patata pelata. A domanda rispondono che serve per assorbire l'olio bruciato. In effetti quando la sostituivano era dura e nera come la pece. Provare per credere.
    ciao
    Dino

  • @Aria. grazie! Io su wikipedia avevo letto "pinzino" ma se lo dice una Ferrarese mi fido..:Quindi pinCino, non pinZino…Vado a correggere…La ricetta in effetti è abbastanza anomala credo..:me l'ha data una signora e vengono davvero buone…Tieni presente che la panna sì è una stranezza, ma di ricette di crescentina ne esistono tante…Ogni ristorante secondo me elabora la sua ricetta…

    @Dino: buono a sapersi, grazie della dritta. La prossima volta provo!

  • Aria scrive:

    beh, dai, pinzino è più erudito, i ferraresi più "fashion" forse lo chiamerebbero così, noi della provincia, più alla buona, lo chiamiamo così….in effetti è vero che ogni ristorante ha la sua ricetta e anche ogni nonna, ma non lo dicevo affatto per screditare, anzi..stranezza nel senso che magari si rivela un buon trucco, insospettabile…quindi lo proverò, anche perchè le tue ricette sono una garanzia come sempre. Ciao!!!

    1. Non l'avevo preso come una critica sai! Non ti preoccupare…:)
      Credo che la panna conferuisca morbidezza…
      Ok anche per pinzino allora? 😛

  • Anonimo scrive:

    Gnammm…Da noi a Piacenza si chiama gnocco fritto! con i salumi è una goduria… Paola

    1. Ah ecco, come nella provincia di Reggio Emilia…

  • Anonimo scrive:

    Ciao sono Hillary ,io ho mangiato le crescentine circa 10 anni fa fatte da una amica bolognese ,le tue sono buone come le sue ,penso che per il comply di mia figlia le metterò in tavola,grazie per avermi fatto affiorare bei ricordi…

    1. Grazie a te per esser passata di qua!! Se le provi fammi sapere

  • Anonimo scrive:

    ma il vino a cosa servirebbe?

    1. dà sapore e croccantezza

    2. Anonimo scrive:

      ah ok grazie le ho fatte e sono venute buonissme!!!

    3. Bene dai!! Sono contenta!!!

  • Anonimo scrive:

    Fatte oggi
    Ottime! Anche se ho dimenticato il vino bianco

  • Marco scrive:

    Parli di vino bianco negli ingredienti, ma poi nella ricetta non usi questo ingrediente.

    E' uno scherzo?

    1. Martina Toppi scrive:

      No, nessuno scherzo…E' una umana dimenticanza…Ora l'ho aggiunto nella descrizione

  • Anonimo scrive:

    la panna e essenziale mia moglie le cucina qui a firenze ha una ricetta tutta sua che non dice a nessuno le abbiamo proposte a una sagra con un stand e stanno facendo sfracelli già da qualche anno le proponiamo vuote con affettati o tonde farcite e ripiegate con ripieni vari tipo salsiccia e stracchino- lardo e pecorino- prosciutto e fontina – etcc oppure dolci tipo nutella e mascarpone devo dire che pur essendo toscani mia madre le ha sempre fatte avendo origini dell appennino tosco emiliano. poi mia moglie ha elaborato la sua ricetta penso molto simile ha questa

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)