Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Torcetti di Saint-Vincent

Di: 25 commenti 25 Difficoltà: facile
Torcetti di Saint-Vincent

Eccomi qua! Sono mancata per qualche giorno perché mi sono concessa un piccolo viaggetto a Marrakech...Tre giorni con tre mie amiche passati in giro per le strette stradine del Suk, il mercato all'interno della Medina, la zona centrale. 
Questi biscotti sono tipici della Valle d'Aosta, sebbene siano diffusi in altre regioni di Italia, con le loro varianti naturalmente...La particolarità dei torcetti di Saint-Vincent è che non contengono zucchero nell'impasto, dal momento che ne sono ricoperti...Pare che ne fosse ghiotta la regina Margherita, moglie di Umberto I di Savoia..I dolcetti sono leggeri e friabili e sono perfetti sia per la colazione che per uno snack pomeridiano....Con questa ricetta partecipo al We knead to bake di Aprile promosso da Aparna di My diverse kitchen.

Torcetti di Saint-Vincent

 

Scroll for the english version.

Ingredienti:
per circa 32 biscotti

100g di acqua tiepida (45° circa)
2g di lievito di birra secco
190g di farina 0 per pizza
1g di sale
40g di burro
buccia grattugiata di limone

zucchero semolato per guarnire

Preparazione:

sciogliete il lievito nell’acqua tiepida. Versate la farina e il sale nella ciotola dell’impastatrice. date una mescolata veloce a mano per amalgamare. Aggiungete ora il burro a tocchetti, montate il gancio a foglia (quello per la pasta frolla) e impastate per 2 o 3 minuti finché avrete ottenuto un composto sabbioso. Aggiungete ora l’acqua, sostituite il gancio con quello per impastare e impastate fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

Formate una palla con l’impasto e riponetelo a lievitare in un contenitore oliato finché sarà raddoppiato di volume o quasi. Quando sarà raddoppiato sgonfiatelo, rivestitelo con della pellicola e riponete in frigo per un minimo di un’ora e un massimo di 24 ore.

Togliete l’impasto dal frigo e stendetelo in un quadrato di circa 20cm di lato. Con una rotella per pizza tagliate il quadrato in quattro strisce e poi tagliate le quattro strisce a loro volta in altri 8 strisce in modo da ottenere tanti piccoli rettangolini. Mettete dello zucchero semolato in un piattino. Con ogni rettangolino formate dei cordoncini di circa 15cm di lunghezza, ripassateli nello zucchero in modo da ricoprirli tutti, attorcigliateli tenendo un capo in una mano e l’altro nell’altra e girando con la mano destra in avanti e quella sinistra indietro; uniteli come vedrete in foto.

Adagiate mano a mano i torcetti di Saint-Vincent così formati e un po’ distanti tra loro su una teglia ricoperta di carta forno. Copriteli con un canovaccio pulito e lasciate lievitare in un posto caldo e lontano da correnti per circa 20 minuti o finché saranno leggermente cresciuti. accendete il forno e portatelo a 160°. Infornate per circa 25-30 minuti o finché i biscotti saranno dorati e croccanti. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

Torcetti di Saint-Vincent

English version

Torcettini di Saint Vincent
(Adpated from A Baker’s Tour by Nick Malgieri)


Ingredients:

1/2 cup warm water, about 45C (110F)
1 1/4 tsp active dry yeast (or 1 tsp instant yeast)
1 1/2 cups all-purpose flour
1/4 tsp salt
1 tsp lime/ lemon zest or 1 tsp crushed anise seeds
40gm 2 1/2 tbsp unsalted butter, cold and cut into small pieces
about 1/3 cup granulated sugar for rolling the cookies

Method:

Dissolve the yeast in the warm water, in a small bowl and keep aside.
Put the flour and the salt in the food processor bowl (or a largish regular bowl if kneading by hand) and pulse a couple of times to mix. Add the butter pieces and pulse until the butter is well mixed and the flour-butter mixture looks powdery.
Add the yeast-water mixture and pulse till it all comes together as a ball. Do not over process or knead. Place the ball of dough in a oiled bowl, turning it so it is well coated with the oil. Cover the bowl, and let the dough rise quite a bit. This dough does not really double in volume, but it should look “puffy” after about an hour or so. When you pinch off a bit from the top you can see the interior looking a bit like honeycomb. Press down the dough and deflate it, wrap it in cling warp and refrigerate it for at least one hour or up to 24 hours.
When ready to make the cookies, take the dough out and lightly roll it out into an approximately 6” square. If the dough feels sticky, scatter a little sugar on it. Using a pizza wheel cut the dough into four strips of equal width. Cut each strip into 6 equal pieces, by cutting across, making a total of 32 pieces. The measurements are not very critical in this part because this just makes it easier to have 32 equal sized bits of dough, as compared to pinching of bits of the dough.
Roll each piece into a pencil thick “rope” about 5” long. Sprinkle a little sugar on your work surface and roll the “rope” in it so the sugar crusts the dough uniformly. Form the “rope” into a loop crossing it over before the ends.
Place the Torcettini on parchment lined baking sheets, leaving 1 1/2″ between them. Leave them for about 20 minutes or so till they rise/ puff up slightly. They will not “puff up” much, like bread, but the “puff” will be visible.
Bake them at 160C (325F) for about 25 minutes till they’re a nice golden brown. Cool the cookies completely, on a rack. Store them in an air-tight container at room temperature. Although, I found them best the day they were baked. This recipe makes 24 cookies.

Some tips that might make a difference to your Torcettini –

1.       For a variation on these biscuits, you can make them chocolate flavoured.  If making chocolate Torcettini, remove 2 tbsp all-purpose flour and add 2 tbsp unsweetened cocoa powder.  Also add 2 tbsp powdered sugar and replace the lemon zest with orange zest while making the dough.

2.      Once your Torcettini have been shaped, don’t let them rise for longer than 20 minutes. If you do, your Torcettini will more bread-like on the inside due to the extra “rise”.

3.      To make sure the Torcettini dough does not rise for more than 20 minutes, it’s a good idea to work on shaping the 2nd batch while the first batch is in the oven.

4.       If you do not want to use parchment paper, you can grease you cookie sheets and place the shaped Torcettini dough on them directly. Just remember to take them off the sheets while they’re still hot. You will need a spatula to the dislodge them, and do so carefully so they don’t break. Once they’re cool, the caramelised sugar on the Torcettini make them stick to cookie sheets and they become difficult to dislodge without breaking them!

Torcetti di Saint-Vincent

- Valuta questa ricetta -

3 (60%) 1 vote

Torcetti di Saint-Vincent
3

3

5 1
00 unknow 00 unknown
25 commenti

25 commenti sul post:
“Torcetti di Saint-Vincent”

  • Arianna Frasca ha detto:

    Bellissima Marrakech e il suo suk è spettacolare, ancora mi ricordo il caos, i colori, gli odori,… da perdersi!
    Buonissimi poi i torcetti, li ho sempre visti in giro ma non avevo idea di quale fosse il loro nome in verità ^^

  • Araba Felice ha detto:

    Li adoro, grazie di averne postato la ricetta.
    Quanto a Marrakech è splendida, hai fatto benissimo!

  • Licia ha detto:

    ho provato a farli una sola vlta,ma sono venuti malissimo,devo provare la tua ricetta,ciao!!

  • Non ho mai provato… con i tuoi suggerimenti è giunta l'ora di preprarli!
    Grazie

  • Aria ha detto:

    uh, li adoro…che bella ricetta!saprò farla?

  • Li adoro! Sono cresciuta con i torcetti, ogni merenda era scandita da questi biscottoni, che mio papà comprava una volta al mese a Torino per portarli a casa a Palermo, complice riunione di lavoro in sede casa madre! Li ho conosciuti per caso e me ne sono innamorata, ora da anni me li preparo, anche perchè a Palermo…nemmeno l'ombra…e papà ormai è in pensione! 😀
    Molto molto carino il tuo blog, un saluto!

  • Chiara c. ha detto:

    bentornata!
    che bel viaggio, immerse nei colori, profumi…nella magia di marrakech, hai fatto benissimo!!!
    e questi torcetti?! si vede fin qua quanto sono friabili e deliziosi..bravissima come sempre!!
    baci

  • @Arianna: eh sì, odori, puzze, profumi, caos, colori, tessuti, erbe, spezie..Un concentrato di vita! Prova i torcetti, sono buonissimi!

    @Stefania: era tanto che volevo visitare Marrakech e mi sono tolta lo sfizio..:Quanto ai torcetti…Se non li hai mai fatti, provali..:Sono buoni buoni…

    @Licia: la ricetta merita…provali

    @Le dolcissime creazioni: se li provi batti un colpo…:)

    @Aria: certo che sapèrai farli…:)

    @Caterina: ma dai che bello avere un dolcetto che ti ricorda dei momentoi belli della vita…:)

    @Chiara: voelvo chiederti dei consigli su Marrakech, ma poi all'ultimo non ho avuto tempo…:(

  • ma che bellini che sono!!! li adoro! gnammy

  • Chiara DAcunto ha detto:

    Adorabili questi biscotti e quanta invidia per il tuo viaggio!

  • Dalmatian Mom ha detto:

    Are they cruchy, or are they soft like puff-pastry? They look delicious. I'll get the kids to make them someday soon.

    1. Mine are crunchy because I prefere them to be so, but since it was the first time I made them I'm not really sure whether they should be crunchy outsides and bread-like inside or crunchy both outside and on the inside…..Those i have eaten one time where crunchy even on the inside, but this recipe calls for crunchiness outside and softness on the inside…

  • paola ha detto:

    ho preparato questi dolcetti molto tradizionali ed anche troppo buoni, un pò di anni fa, quando non avevo il blog, ma vanno rifatti grazie per averli ricordati e buona giornata.

  • Atuttopepe... ha detto:

    Che piacere vedere una ricetta valdostana… abito proprio in un paesino accanto a Saint-Vincent e non posso fare altro che farti tantissimi complimenti per questi torcetti… Bellissimi e sicuramente molto buoni!

  • Anonimo ha detto:

    Belli! Pensavo che fossero molto più carichi di burro, ma anche così sono venuti molto bene.

    Nico

  • terry giannotta ha detto:

    Mamma mia adoro i torcetti, me ne mangerei a kili!!

  • Che carini…
    Chissà che meraviglia i giorni di vacanza che hai fatto…

  • gwendy ha detto:

    complimenti Martina questi torcetti sono davvero stuzzicanti!!

  • Deliziosi, complimenti Martina!!!

  • sono molto carini:) e sicuramente saranno anche moolto buoni:) ti seguo con piacere…fallo anche tu se ti va;)

    http://dolci5stelle.blogspot.it/

  • Anonimo ha detto:

    Ciao,
    li ho fatti,sono assolutamente una bomba di bontà,complimenti!!!ho solo sbagliato la dimensione,forse li ho fatti troppo piccoli,e l'unica variante apportata è che ho formato i filoncini come per i gnocchi…per il resto,sono una goduria,Brava!
    Ginger

    1. Sono contenta ti siano piaciuti..Per la dimensione non è un problema…L'importante è che fossero buoni….Se hai fatto el foto mandamele

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)