Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Tonno di coniglio

Di: 23 commenti 23 Difficoltà: facile
Tonno di coniglio

Il tonno di coniglio è una ricetta tipica della tradizione piemontese che fino a poco tempo fa non conoscevo...Poi mi ci sono imbattuta e allora mi sono ripromessa di farlo perché mi piace provare cose nuove, perché mi piace preparare piatti tradizionali regionali e perché mi ispirava un casino...Oggi ve ne do la mia versione...E' una simpatica idea anche da regalare a Natale in un cesto regalo insieme ad altre idee golose...Date un occhio QUI per altre idee.

- Ingredienti -

(per 8 porzioni)

  • 1/2 coniglio a pezzi
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla dorata media
  • 1 pezzetto di porro (5cm circa)
  • qualche grano di pepe nero
  • 2 chiodi di garofano (io lo aborro e ho evitato di metterlo)
  • 2 foglie di alloro
  • 2 spicchi di aglio
  • timo
  • rosmarino
  • sale
  • olio extravergine di oliva
per due vasetti medi da 250g

- Procedimento -

lavate e pulite le verdure e mettetele in una pentola capiente. Coprite abbondantemente con acqua fredda (l’acqua dovrà coprire di un paio di cm il coniglio quando lo immergerete), aggiungete i grani di pepe, l’alloro e il sale e portate a bollore. Fate bollire per 10 minuti, dopodiché lavate bene la carne di coniglio per pulirla da eventuali tracce di sangue e tuffatela nell’acqua.

Fate bollire per 1 ora coprendo con un coperchio. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il coniglio all’interno dell’acqua. Nel frattempo sterilizzate i vasetti: fateli bollire qualche minuto in acqua bollente e poi asciugateli bene oppure sciacquateli sotto l’acqua e poi metteteli bagnati nel microonde alla massima temperatura per 3 minuti.

Quando la carne sarà tiepida, quasi fredda, prelevatela dall’acqua, fatela scolare bene e poi disossatela sfillacciandola in pezzettini. Mettete un goccio di olio di oliva sul fondo dei vasetti, introducete qualche grano di pepe intero e qualche fettina di aglio, poi aggiungete uno strato di coniglio, condite con un pizzichino di sale, con qualche ago di rosmarino, del timo e qualche altra fettina di aglio, irrorate con poco olio, mettete un altro strato di coniglio e continuate così fino ad arrivare quasi al bordo, poi coprite con dell’olio e infilate un cucchiaino sui lati in modo che l’olio scenda. Coprite di nuovo con olio, rosmarino, timo, pepe e aglio. Chiudete i vasetti.

Se pensate di mangiare il tonno di coniglio a breve, riponetelo in frigorifero e non mangiatelo prima di un giorno o due in modo che i sapori abbiano il tempo di amalgamarsi.
Se invece volete conservarlo, immergete i vasetti in abbondante acqua fredda, che li ricopra abbondantemente e fate bollire per 40/60 minuti, poi spegnete e lasciate che si raffreddino all’interno dell’acqua e conservateli per 5 o 6 mesi al massimo.

Posso mettere altri aromi?

Sì, c’è chi nei barattolini mette dragoncello,  salvia, alloro….Sbizzarritevi e usate le spezie che più vi piacciono.

E il brodo che rimane? Che faccio, lo butto?

No!!! Il brodo che rimane è molto saporito e perdipiù molto leggero, per niente grasso! Filtratelo e usatelo per fare una minestra, un risotto o quello che più vi piace, ma non buttatelo assolutamente.
Tonno di coniglio

Tonno di coniglio

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Tonno di coniglio
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
23 commenti

23 commenti sul post:
“Tonno di coniglio”

  • Ma che bella ricetta, il coniglio è rimasto bianco e poi non si butta neanche il brodo!!!!! Mi piace la voglio provare, metto tra i preferiti.

  • Pola M ha detto:

    Da provare! Avevo sentito che si puo' fare una cosa simile anche con il maiale….

  • Michela ha detto:

    Non ne avevo mai sentito parlare..ma che spettacolo!!!
    Sei piena di risorse 😀
    Un bacino

  • rattoluna ha detto:

    Ma chissà che buono che deve essere 🙂 Questa me la segno proprio 😉

  • SQUISITO ha detto:

    conoscevo questa ricetta, ma non ho mai provato a farla!
    oggi mi hai dato l'imput!
    buona serata!

  • @Mariangela: sì, è una ricetta proprio buona…Poi se fai bollire i vasetti si conserva anche a lungo e quindi la puoi tenere pe rle emergenze e quando non hai voglia di cucinare o come antipasto per uan cena…

    @Pola: sì, io in un libro ho uan cosa simile col maiale.::Anche col maiale deve essere parecchio buono!

    @Michela: grazie!!! Ricambio il bacino

    @rattoluna: Sì, è sfiziosetto…

    @Squisito: se la provi poi fa sapere se ti è piaciuta

  • tictacblu ha detto:

    Complimenti, presenti sempre ed anche in modo eccelente delle stupende ricette!Ti seguo sempre

    1. Grazie del complimento!!! Mi fa davvero piacere!

  • giovanna ha detto:

    Una preparazione nuova, ma apprezzatissima, Ciao.

  • giulia ha detto:

    non ho mai provato ne sentito di questa ricetta…ma dev'essere saporitissimo! e mi piace lo non spreco!

  • Beata ha detto:

    Ieresante e buono. Devo provare!

  • Anonimo ha detto:

    Interessante.. e col pollo come lo vedi?

    Michela66

    1. Secondo me sta bene anche con il pollo…Perchè no…

  • Alessandra ha detto:

    Proprio bella come idea, anch'io ti chiedo se si può provare con altre carni perchè i miei figli non amano il coniglio? Buon inizio settimana

    1. Sì, puoi provare con pollo o con maiale..

  • Laura Fulcheri ha detto:

    pensa che l'ho visto fare a quella debosciata della Parodi e mi è venuta voglia di provarlo.
    Inutile a dirsi, il tuo non ha eguali!

  • Passiflora ha detto:

    l'ho assaggiato per la prima volta ad alba quest'anno, davvero buono.. terrò presente la ricetta per provare a farlo!

  • Anonimo ha detto:

    Cara Martina, ricetta splendida come sempre 🙂
    L'ho fatto ieri! Ho sterilizzato il vasetto prima di riempirlo ma non ho poi rifatto la procedura perché ho intenzione di consumarlo entr breve. Mi chiedo solo quanto possa durare in frigo. Sai entro quanti giorni è bene consumarlo? Grazie mille! Margherita

  • Giorgia ha detto:

    Ciao Martina, innanzitutto tanti tanti tanti complimenti per questo bellissimo blog, ho cominciato leggendo una ricetta e sono arrivata a quella dell' 8 giugno 2010 senza accorgermene… Una vera droga! Ma come fai? E' tutto perfetto! Un po' ti odio per questo 🙂 Seconda cosa, la ricetta che cercavo era proprio questa, e domani la proverò, e poi se mi dai il permesso la pubblicherò! Un saluto!

    1. Ciao Giorgia, grazie per averl lasciato il segno del tuo passaggio e grazi epr i complimenti al blog..:E' sempre un piacere leggere che venga apprezzato e ancora di più che qualcuno replichi le mie ricette..Certo che mi fa piacere se lo pubblicherai….metetndo il link alla mia ricetta, però, per favore…Aspetto di vedere il risultato…Un abbraccio!

  • questa ricetta mi sembra deliziosa . Grazie

  • Lara ha detto:

    Una volta l ho assaggiato al piomonte e sentivo il limone é possibile?

    1. Martina Toppi ha detto:

      Può darsi! Per gli aromi ci si può sbizzarrire.

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)