Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Pancarrè al formaggio spalmabile a lievitazione naturale

Di: 28 commenti 28
Pancarrè al formaggio spalmabile a lievitazione naturale

Buon lunedì! Come è andato il week end? E da voi com'è il tempo? Qui ancora ballerino, con le temperature che oscillano....Classico tempo di quelli che c'è da vestirsi a cipolla e sfogliarsi a strati quando si va fuori ed è troppo caldo.
Il balcone è il mio termometro...Mi vesto, esco in balcone, se ho freddo aggiungo strati, se ho caldo li tolgo...:)
Ormai la colazione l'avrete già fatta quindi vi propongo una fetta di questo sofficissimo pancarrè per la colazione di domani. La ricetta l'ho presa da qui, ma l'ho completamente riproporzionata per lo stampo da 30cm e riadattata per le mie esigenze.

Pancarrè al formaggio spalmabile a lievitazione naturale

 

Ingredienti:

per uno stampo 30x10x10

 

per il lievitino:

280g di farina di Manitoba
183g di acqua
75g di lievito madre liquido

per l’imapsto finale: 

tutto il lievitino
147g di farina di Manitoba
38g di zucchero
75g di uova
75g di formaggio spalmabile (io mascarpone)
20g di burro
4g di sale (secondo me se ne può mettere di più, 9g per esempio)

 

Preparazione:

rinfrescare il lievito liquido 3 ore prima e attendere il raddoppio (se non raddoppia in almeno 3 ore vuol dire che non è abbastanza maturo). Prelevare 75g di lievito e unirli ai 280g di farina e ai 183g di acqua nell’impastatrice..Impastare per circa 5 minuti fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Mettere l’impasto in un contenitore trasparente e con le pareti dritte in  modo da poter verificare facilmente il raddoppio. Lasciate raddoppiare in un posto tiepido e lontano da fonti di calore (il forno con la lucina accesa va benissimo). Al raddoppio, mettete il lievitino nell’impastatrice e aggiungete le uova, lo zucchero e parte della farina (una parte dei 147g)…Impastare a bassa velocità con il gancio a foglia, poi aggiungere la restante farina e quando si sarà amalgamata il mascarpone, il sale e il burro morbido. Fate amalgamare a bassa velocità e quando l’imapsto comincerà a prendere consistenza montate il gancio per gli impasti, dopodiché aumentate la velocità a media e incordate. L’impasto sarà incordato quando si staccherà completamente dalle pareti dell’impastatrice e dal fondo, si attorciglierà intorno al gancio e diverrà liscio, semilucido e molto elastico. Tirate un pezzetto di impasto tra due dita: dovrà stendersi diventando sottile e trasparente senza spezzarsi. Mettete l’imapsto a lievitare fino al raddoppio, dopodiché dividetelo in 3 pezzi di pari peso, infarinate la spianatoia, schiacciate con le mani ogni pezzo in modo da formare un rettangolo sommario e arrotolatelo procedendo verso di voi, poi ruotate il rotolino di 90°, schiacciatelo di nuovo e riarrotolate in modo da formare dei cilindretti della larghezza dello stampo. Posizionate i 3 rotolini distanziandoli (posizionatene uno al centro e due ai bordi), infilate lo stampo in una busta trasparente in modo da tenere d’occhio la crescita e mettete a lievitare nel forno con la lucina accesa. Quando l’impasto avrà quasi raggiunto il bordo infornate a 190° per 25 minuti circa.

Non hai il lievito madre e non sai come fare?
Qui trovi una lista di tutti gli spacciatori di lievito madre in Italia…cerca quello più vicino alla tua zona e contattalo!
pancarrè al formaggio spalmabile: la fetta

pancarrè al formaggio spalmabile: la fetta

Provate anche:

pancarrè con il metodo Tang Zhong
– pancarrè classico
pane alla crema pasticcera

- Valuta questa ricetta -


Pancarrè al formaggio spalmabile a lievitazione naturale
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
28 commenti

28 commenti sul post:
“Pancarrè al formaggio spalmabile a lievitazione naturale”

  • Che soddisfazione il pan carrè fatto in casa! Il tuo è perfetto e poi quant'è bello non sentire quell'odore di alcool!!!!!

  • Anonimo scrive:

    Mamma come si piega, dev'essere soffice da paura! Si sente il mascarpone?
    Nico

  • Claudia scrive:

    Bellissimo questo pancarrè.. interessante il formaggio spalmabile al suo interno! baci e buon lunedì

  • Federica scrive:

    L’aspetto di quella fetta non lascia ombra di dubbio sulla sofficità piuma di questo pan carrè :) Dopo il tuo panbrioche alla crema pasticcera (ormai quasi routine ^_^), è un’altra ricetta da non perdere.

  • Mariangela: hai ragione!! Quelli che si comprano hanno sempre l'alcool dentro!!

    @Nico: no, il mascarpone non si sente…

    @Claudia: buon lunedì anche a te!

    @Federica: sì provalo e dimmi cosa ne pensi…Io propendo per quello con la crema perchè è più dolce e in efeftti è un panbrioche…Questo invece è più neutro coem sapore, nè dolce nè salato.

  • Terry scrive:

    Direi davvero un gran pan carrè, bravissima Martina.

    Sono contenta che ti sei messa a usare i tuoi lieviti naturali; mi pare che tu li usassi solo per i lievitati natalizi e pasquali, sbaglio? Ti ho fatto venire voglia io? Io non riesco più a usare il ldb…

  • Marina scrive:

    Mi piace, soprattutto perché quello delle buste come dice Mariangela ha sempre un forte puzzo di alcool… Un abbraccio e buon lunedì!

  • Anonimo scrive:

    Che bello questo pane!
    Se volessi farlo con il lievito di birra come devo procedere???
    Grazie mille per l'aiuto!
    Paola

  • coccoecannella scrive:

    Mi piace molto fare il pancarrè ed ogni volta lo preparo con una ricetta diversa!! copio anche la tua!! grazie!! ti è venuto moooltoo bene!
    Buon Lunedì :-)!
    Elisa

  • @Terry: grazie Terry!! Boh, non so se mi hai ispirato tu o cosa…Mi è presa la voglia di tornare a paciugare con il lievito madre….Sì, ultimamente lo usavo solo per panettoni e simili…:)

    @Marina: sì, infatti

    @Paola: sostituisci ai 75g di lievito naturale 4-5g di leivito di birra e procedi come da ricetta…

    @coccoecannella: Grazie Elisa…Anche io ne ho provati un po'…Nel blog ne trovi anche altroi, anzi adesso metto i link va!

  • SQUISITO scrive:

    uno spettacolo questo pane!
    complimenti!
    alla prossima!

  • Pola M scrive:

    Ma come ti viene sempre perfetto il pancarre'! Devo provare questa ricetta!

  • carmencook scrive:

    Semplicemente fantastico!!
    Morbidissimo come piace a me!!!
    Un bacione Carmen

  • Anonimo scrive:

    Grazie mille Martina!
    Provo col lievitod i birra e ti farò sapere!
    un bacione
    Paola

  • @Squisito: grazie!

    @Paola: se la provi poi dimmi com'è

    @Carmen: :) un bacioen anche a te…

    @Paola: ok!

  • Anonimo scrive:

    Martina, mi sa che ho capito: il sale. Mi sembra pochissimo, ce ne vorrebbero 9 gr.
    Potresti anche provare a rifarlo con una biga molto asciutta (45%) a partire dal lilì.
    Nico

  • Mamma Papera scrive:

    Martina questo pan carrè è fantastico, brava come sempre, mi chioedevo ma 183 gr di acqua lo hai segnato due volte, con la dicitura lievitino, quindi ci va una sola volta o due volte?

  • Tery B scrive:

    Martina….solo una cosa: che spettacolo!!!!

  • UnaZebrApois scrive:

    che idea meravigliosa usare il formaggio spalmabile!!! copio la ricetta perchè adoro il pancarrè e i prossimi toast li voglio con questo pane qui!!!

  • @Nico, forse hai ragione per il sale..: per la biga che vantaggio avrei?

    @Mamma papera: una volta sola….Infatti sopra ho scritto a fianco ai 183g che sono quelli epr il loievitino…Però ero indecisa su coem scriverlo…magari provo a scriverlo in modo che sia più comprensibile

    @Tery: grazie!

    @UnaZebrApois: fammi sapere poi com'è venuto!

  • Anonimo scrive:

    Con la biga avresti un impasto più resistente. Una delle caratteristiche del lievito liquido è che distrugge non poco gli impasti, mentre generalmente la biga fa il contrario e rafforza la struttura del glutine, sia in fase di impastamento sia in fase di lievitazione. Con un glutine integerrimo ti verrebbe la pettinata che tanto ci piace :-)

    Nico

    1. Proverò la prossima volta…Comqunque il lievitino non era poi così molliccio…

  • Sandra scrive:

    Un pancarrè perfetto, direi. Bellissimo il tuo blog e quante idee!! Senti ma… io che uso la pm solida, che dosi dovrei usare secondo te per provare questo pancarré?
    Grazie!!

  • Anonimo scrive:

    Bellissimo il pancarre' vorrei provare ma il lievito madre liquido come lo faccio?
    Io ho il lievito madre "normale" devo solo aggiungere acqua?
    urgono consigli
    Grazie
    Lara

  • @Sandra e Lara: per ottenre il lievito liquido a partire dalla pasta madre, mescolate 10g di pasta madre con 30g di acqua e 40 di farina…Lasciate fermentare 8 ore o fino al raddoppio se ci mette di più e poi rinfrecate di nuovo dopo aver buttato una parte di lievito. Rinfrescate ogni 8-12 ore finchè il lievito raddoppierà in 3 ore: a quel punto è maturpo e può essere usato…: ci vogliono al massimo un paio di giorni.

  • ANGELA scrive:

    L’ho fatto stasera. Adoro il panbauletto e ne ho provate varie di ricette, comprese quelle col metodo tao, ma questa tua ricetta è sublime e soffice come nessun panbauletto prima. É lievitato in frigo tanta era forte la biga!! Grazie per la ricetta!

    1. Martina Toppi scrive:

      Sono felice che ti sia piaciuto Angela!!! Grazie di averla provata

      1. ANGELA scrive:

        Grazie a te per postare queste prelibatezze!! Mi sto attrezzando per provare il panettone al pistacchio!!

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)