Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Gelato alla stracciatella a modo mio

Di: 33 commenti 33 Difficoltà: facile
Gelato alla stracciatella a modo mio

Dopo un po' di tempo eccomi qua che torno di nuovo con una ricettina di gelato, questa volta alla stracciatella visto che tempo fa l'avevo promesso e molti di voi l'aspettavano. il mio gelato alla stracciatella ha un qualcosina in più; infatti io aggiungo un pochino di rum alla base perché ci sta davvero benissimo e gli dà quel quid in più, chè, altrimenti, la stracciatella secondo me non ha un gran sapore...A quelli che l'hanno assaggiata è piaciuta molto...Spero piccia anche a voi...Provatela e fatemi sapere...

- Ingredienti -

(per 5 porzioni)

  • 600ml di latte fresco intero
  • 60ml di panna
  • 70g di zucchero bianco (saccarosio)
  • 60g di destrosio
  • 10g di sciroppo di glucosio
  • 3,6g di farina di semi di carrube
  • 30g di latte scremato in polvere
  • la punta di 1 coltello di estratto di vaniglia naturale in polvere o 1/2 bacca di vaniglia fresca
  • 100g di cioccolato fondente al 50% (o se vi piace più amaro anche al 70%)
  • 2-3 cucchiai di rum

- Procedimento -

In una pentola capiente versate il latte intero, gli zuccheri, la farina di semi di carrube e la vaniglia e mixate con un minipimer e portate a bollore. Spegnete il fuoco e fate raffreddare velocemente la crema così ottenuta inserendo la pentola nel lavello che avrete riempito con acqua fredda e mescolando continuamente. Aggiungete la panna liquida.

Quando il composto sarà raffreddato riponetelo in frigo per almeno quattro ore (meglio ancora se riuscite a farlo la sera prima e lasciarlo in frigo per 12 ore). Trascorse le quattro ore o più, versate la crema nella gelatiera e lasciate mantecare per 30 minuti circa e 15 minuti prima della fine aggiungete il rum. A due minuti dalla fine della mantecatura aggiungete il cioccolato fondente tagliato a pezzettini piccoli al coltello, dopodiché versate il gelato alla stracciatella in un tupperware (o meglio ancora in un contenitore di quelli in polistirolo che hanno i gelatai) e chiudete ermeticamente. Riponete in freezer per due o tre ore. Se avete la gelatiera autorefrigerante potete anche servirlo immediatamente.

Destrosio | preso da Tibiona
Farina di semi di carrube | Rapunzel (io l’ho presa da Naturasì)
Sciroppo di glucosio | Tibiona 

Gelato alla stracciatella

- Valuta questa ricetta -


Gelato alla stracciatella a modo mio
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
33 commenti

33 commenti sul post:
“Gelato alla stracciatella a modo mio”

  • Paola Caratto ha detto:

    devo decidermi a prendere la gelatiera…
    buona la stracciatella, decisamente uno dei miei gusti preferiti 😉

  • Mmmmhhh… credo che il nome del mio blog parli da sé: io ADORO la stracciatella! Sto disperatamente cercando dove posso reperire destrosio e farina di semi di carrube qui in Svizzera perché voglio provare le tue versioni di gelato che rimangono cremose anche post-congelatore, perché nei miei si formano i granelli di ghiaccio.

  • iulia lampone ha detto:

    bellissima ricetta! Proverò al più presto! 🙂

  • elenuccia ha detto:

    Siiiii una coppa per me grazie!!! e' proprio ora di merenda 🙂

  • Marina ha detto:

    Marti te l'ho detto che mia mamma ha comprato la gelatiera?! e adesso che è diventata anche tecnologica (ha seguito un corso di computer quest'inverno) le ho già girato via mail un paio di ricette per il gelato… Unisco anche questa, soprattutto per il tocco di rum 🙂

  • caspita avete tutte la gelatiera… la voglio anche io!!!

    1. Io presa usata su internet a un prezzaccio…Prova a vedere su Subito.it (Io ho preso una Gaggia)

  • @Paola: sepuò esserti utile io ho preso una Gaggia usata su internet che va benissimo..Su mio consiglio anche una mia altra lettetrice ne ha presa una ad un prezzaccio coem me e anche lei si è trovata benissimo….Io l'ho rpesa a 45€

    @Limone e stracciatella: in effetti il nome tradisce l'amore per questo gusto…In Svizzera non so se esista Naturasì…Io la farina di semi di carrube l'ho presa lì, mentre il destrosio mi hanno detto che si può comprare o eventualmente ordinare in farmacia (mi pare che lo chiamino destrosio o glucosio monoidrato). In alternativa perchè non rodini su internet? Io il destrosio l'ho preso da Tibiona e lì trovi anche la farina di semi di carrube marca Rapunzel…

    @iulia lampone: fammi sapere se ti è piaciuto eh!

    @elenuccia: va bene anche per un dopo cena? Sono arrivata un po' lunga per la merenda…:)

    @Marina: grande Mari che sponsorizzi le mie ricettine…Se tua mami fa il gelato con lemmie ricette fammi sapere se vi è piaciuto!!! Mi raccomando eh!! A proposito, che gelatiera ha preso?

  • mi lasci sempre senza parole. mi piace anche l' idea del rum nel gelato!!
    questo week end gelaterò pure io! e proverò la farina di semi di carrube….
    un bacione cara!!

    1. In bocca al lupo per la gelatata allora!! Vedrai che con la farina di semi di carrube verrà bello cremoso…importante è anche il destrosio, perchè ha un potere anticongelante più alto del saccarosio (ovvero dello zucchero bianco comune)…Poi fammi sapre i risultati…
      Quanto al rum, secndo me aggiunge una nota "carismatica" a una base che in fondo troppo saporita non è…(intendo il comune fiordilatte alla base della stracciatella)

  • Chiara ha detto:

    grazie per esser passata da me :))
    sai che il post sui germogli me l'avevo perso :((
    le foto sono meravigliose!!!
    e i germogli…quanti tipi!!! bellissimi!!!
    complimentissimi!

    1. Hai visto quanto sono bellini? Sono tenerini tenerini…..Grazie ate per essere passata!

  • Passiflora ha detto:

    ho appena avuto un attacco e mi sono mangiata direttamente dal barattolo un bel po' di vanilla ice cream with cookie dough di ben & jerry's…. delizioso anche se credo che il tuo gelato artigianale sia ancora meglio!

  • Anonimo ha detto:

    ottima la ricetta….ma il gelato si mantiene cremoso nel tempo o ghiaccia? ho provato con qst dosi alla fine il prodotto ottenuto era cremoso ma lasciato 2-3 gg nel freezer di casa a -12° si è ghiacciato. grazie della risposta

    1. Beh, il freezer di casa di solito fa -18°, non -12, altrimenti i cibi non si manterrebbero.Il gelato però dovrebbe stare a -14°, quindi è normale che dopo 3 giorni nel frezzer di casa, troppo freddo, diventi duro, però la caratteristica di un buon gelato fatto in casa non è tanto che non ghiacci quando è in freezer, ma che una volta tenuto fuori frigo una ventina di minuti ritorni morbido e cremoso e non granuloso al palato.

  • Michela ha detto:

    Martina, bella mia, vorrei provare a fare questa stracciatella. Però non ho il destrosio e la farina di semi di carrube. Mi daresti qualche suggerimento sostitutivo? o pensi che non si possa fare senza?
    :))
    Baci e grazie come sempre!

    1. Michi, tutto si può fare però in questocaso io ti suggerisco di reperire gli ingredienti prima di provare qusto gelato, perhè il destrosio è un anticongelante e serve a far sì che il gelato rimanga cremoso e non faccia i ghiacciolini e la faria di semi di carrube aiuta la cremosità e la densità. Il destrosio al limite può essere sostituito dal glucosio. La farina di semi di carrube al limite si può non mettere o sostuire con guar o con agar agar

    2. Michela ha detto:

      Il glucosio ce l'ho. Domani vedo se, nel negozio dove l'ho preso, hanno per caso anche il destrosio.
      Vediamo cosa riesco a fare.
      Grazie mille!

    3. Michela ha detto:

      Ciao bella. L'ho provato, ma non mi è venuto bene purtroppo. Dentro si sentivano come dei pezzetti di ghiaccio fastidiosissimi.
      Però io ho usato il glucosio e non il destrosio.

      vabbé…mica può riuscire sempre tutto :-/

      Almeno adesso potremo dire che una cosa che ho fatto presa da te non mi è venuta bene, visto che mi riusciv sempre tutto 😀 ahahahah

      Ti bacio

    4. Michela, ma hai usato la gelatiera? Quella ad accumulo o quella autorefrigerante? Mi spiace che non sia riuscito bene…Di solito i ghiacciolini sono anche il risultato di un congelamento troppo lento…Pù il gelato si forma velocemente e più i granelli di ghiaccio si riducono..Con la gelatiera quella ad accumulo il gelato rimane più liquido e poi si addensa di più nel congelatore, solo che il congelatore ci mette tanto e quidni si formano granelli di ghiaccio più grossi. Riprova con il destrosio…

    5. Michi, la ricetta è affidabile, giuro! cerac di capire cos'è che può essere andato storto…;)

    6. Michela ha detto:

      Marty, io uso la gelatiera kenwood che è ad accumulo. Finora ho provato le creme e sono venute molto bene. Questa invece no….forse per il motivo che dici tu. probabile che le creme siano venute molto bene perché hanno una struttura diversa (con uova ecc).
      Solo una riflessione: finora i gelati li ho messi a congelare nella ciotola della gelatiera stessa, che era già ghiacciata e quindi aiutava a refrigerare prima. Quindi forse non è nemmeno questo il motivo, non saprei. Non sono ancora così brava coi gelati, ma se capisco meglio, ti faccio senz'altro sapere, come sempre 🙂 grazie intanto :*

    7. Michi, mi dispiace…Certamente le uova aiutano la cremosità….Questi gelati a base bianca rimangono un pelo meno cremosi, però i ghiaccioli non so perchè siano venuti…:/

  • Anonimo ha detto:

    Grazie per le ottime ricette di gelato. Finalmente un gelato migliore della gelateria.
    Ho fatto anche questa ricetta, ma come fai a ottenerlo bianco se i tuorli sono gialli….??
    Dino '47

    1. Dino, nella ricetta qui sopra le uova non ci sono! Le uova ci vanno nelle ricette dele creme come nocciola, pistacchio e bacio, ma nella stracciatella no…Ecco eprchè è bianca!

  • Anonimo ha detto:

    ieri 17/03 ho provato a fare il gelato al limone, modificando una ricetta a base di latte e panna. Per ottenere la cremosità delle tue ricette, ho tolto metà dello zucchero bianco sostituendolo col destrosio. Aggiunto 3 g di farina di semi di carrube, e 30 gr di latte in polvere. Il succo di due limoni circa 145 g.
    Risultato ottimo. La prossima volta volta userò questa ricetta sostituendo il cioccolato con il limone e il rum con il lemoncino.
    Così tolgo il gusto della panna un po troppo evidente nella prima ricetta.
    P.S. : meno male che tra i cimeli di famiglia ho una bella vecchissima bilancina da orologiai, che mi permette di pesare anche il mezzo grammo.
    Perchè sono importanti 3,6 o 3,2 …g, in base a cosa quantifichi la farina di semi di carrube ?? Peggio di una medicina
    Dino

    1. Ciao Dino, bella idea quella di provare con le scorzette di limone e il limoncello…Sicuramente viene buono..Quanto alal farina di semidi Carrube è un'indicazione prestabilita…Se ne usano tot grammi all'etto..Gli addensanti vanno dosati con molta precisione…Con l'agar agar ad esempio un poco di più o un poco di meno cambiano la consistenza da cremoso a budinoso…

  • Anonimo ha detto:

    ciao martina..leggo smepre il tuo bellissimo blog,volevo chiederti un consiglio..provrò a fare i gelati alle creme ,in primis quello al pistacchio(la mia grande passione :)..volevo chiederti se è possibile non mettere 4 tuorli,magari metterne uno solo o addirittura mettere solo un uovo intero.perchè il sapore dele uova nel gelato non mi piace e ho payra che così si sneta troppo,visto che sono tuorli soprattutto,così vorrei fare anche per il gelato nocciola e altri creme 8metetre solo un uovo9dici che viene lo stesso?cremoso e denso?grazie mille e complimenti
    vale 85

    1. Ciao Valentina, di solito in paticceria e in gelateria ci si deve attenere abbastanza scrupolosamente alel dosi perchè altriemnti si sbilancia il tutto..I tuorli comunque costituiscono parte dei grassi contenuti nel gelato quindi contribuiscoo sicuramentyealla cremosità..Io ti sconsiglio di toglierli..Il pistacchio e la nocciola poi sono gusti molto forti e quindi secondo me coprono l'odore/sapore delel uova..Magari per una volta prova con la ricetta così come l'ho postata..Se vedi che non ti piace a quel punto fai degli esperimenti e risuci le uova…

  • Anonimo ha detto:

    grazie mille,proverò prestissimo e ti farò sapere 😉
    vale85

  • Michele Torazza ha detto:

    Ciao Martina sono nuovo del tuo blog. Bellissimo,complimenti! Una domandina: ho fatto questa ricetta ma portando a bollore il composto mi si è bruciata la pentola sul fondo (come se fossero caramellati gli zuccheri). Risultato: la crema è giallina e con retrogusto di caramello. Dove ho sbagliato? Fiamma troppo alta?

    1. Martina Toppi ha detto:

      Sì, la crema deve sfiorare il bollore ma non è che deve arrivarcvi i pochissimo tempo. Devi arrivare al bllore ma con fiamma media e magari mescolando frequentemente specie quando la temperatura si avvicina a quella del bollore

    2. Michele Torazza ha detto:

      Grazie mille! Riproverò! A presto!

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)