Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Panna cotta al pistacchio con agar agar

Di: 23 commenti 23 Difficoltà: facile
Panna cotta al pistacchio con agar agar

ultimamente mi sono molto dedicata ai gelati e ho intenzione di continuare, quindi aspettatevi altri gusti in arrivo...Dal gelato al pistacchio mi è venuta l'idea di provare come poteva essere una panna cotta al pistacchio e il risultato è stato super! Buon lunedì a tutti!

- Ingredienti -

(per 4 porzioni)

  • 300g di panna fresca
  • 50g di latte fresco
  • 60g di sciroppo d'agave (o di zucchero bianco)
  • la punta di un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia in polvere (o i semi di mezza bacca)
  • 50g di pistacchi tostati non salati
  • 1 pizzico di sale alla vaniglia (o sale normale)
  • 1,5g di agar agar

- Procedimento -

se non sono già tostati, tostate i pistacchi per 10 minuti in forno a 160°.

Lasciateli poi raffreddare e cercate di togliere quanta più pellicina potete, dopodiché inseriteli in un mixer e tritateli fino ad ottenere prima una polvere; a questo punto continuando a tritare piano piano i pistacchi rilasceranno la loro untuosità e otterrete una pasta oleosa. ogni tanto con un lecca-pentole raschiate la pasta che si sarà attaccata alle pareti del mixer e riportatela al centro per poi riprendere a frullare finché avrete ottenuto una pasta liscia e omogenea. Mettete la pasta da parte.

In un pentolino mescolate con una frusta panna, latte, sciroppo d’agave, vaniglia, sale e agar agar e ponete sul fuoco. Non appena sfiorerà il bollore abbassate il fuoco e dopo poco spegnete. Aggiungete la pasta di pistacchi, riversate tutto nel mixer, o usate un mixer a immersione e frullate in modo da far sì che la pasta di pistacchi si sciolga completamente nella panna.

 

Versate ora il composto in 4 stampini, lasciate raffreddare e riponete per 1 oretta in frigo. Al momento di servire la panna cotta al pistacchio, passate un coltello sul bordo della panna cotta e scodellatela su dei piattini guarnendo con qualche pistacchio.
Panna cotta al pistacchio

Panna cotta al pistacchio

- Valuta questa ricetta -


Panna cotta al pistacchio con agar agar
3

3

5 5
00 unknow 00 unknown
23 commenti

23 commenti sul post:
“Panna cotta al pistacchio con agar agar”

  • Francesca ha detto:

    Stupenda..e poi io faccio largo uso dell'agar agar…Brava

  • Natascia ha detto:

    Ciao Martina, seguo il tuo blog da un po' di tempo, complimenti perchè mi piace molto. a proposito dell'agar agar l'ho provato diverse volte ma non mi viene. I composti mi restano liquidi. Ho provato anche ad aumentare la dose ma niente. C'è un procedimento particolare?

  • Ma che bella idea una pannacotta aromatizzata al pistacchio. Hai sempre delle idee stupende…

  • @Francesca: beh, allora prova anche questa panna cotta!!

    @Natascia: Natascia, lagar non va usato a freddo, ma va fatto bollire o quantomeno portato a 85°, solo a quel punto gelifica…Può essere che non hai riscalodato il composto con l'agar? Comuqnue tieni presente che l'agar è reversibile, nel senso che se vedi che ne hai messo troppo poco o la consistenza non ti soddisfa, puoi rimettere il composto sul fuoco, dopo aver aggiunto l'agar a freddo e riportarlo a più di 85°..

    @Limone e stracciatella: grazie!

  • Deve essere cremosa e deliziosa!
    Non ho mai usato l'agar agar, cosa cambia nell'usarlo?

  • Olga ha detto:

    Buonaaaaaaaaa, ne rubo un cucchiaio virtuale!! un bacio

  • Valentina ha detto:

    meravigliosa col pistacchio!!!

  • @Valentina: cambia nel fatto che l'agar agar solidifica a temperatura ambiente, quindi nel tempo che ci mette la panna cotta a raffreddarsi la puoi già servire, mentre con la colla di pesce ci vogliono delle ore…Cambia anche la consistenza…La colla di pesce dà una conistenza più gelatinosa e budinosa…l'agar invece rimane un pelo più consistente e cremosa..Io preferisco la consistenza che dà la colla di pesce, però l'agar è molto comoda e dando uan struttura un pelo più consistente permette anche di dare al composto forme diverse…Per dire, non sarei riuscita a fare dei cubi come nella panna cotta al cocco che trovi qui nel blog se avessi usato la colla di pesce.

    @Zio Piero: hai dato uan leccatina:..;)

    @Olga: vada per il cucchiaio virtuale, anche due…

    @Valentina: è molto buona…;)

  • raffy ha detto:

    la proverò sicuramente… è perfetta e golosissima per me che amo il pistacchio!

  • Slurpi slurpi… è davvero invitante!!!!

  • Letiziando ha detto:

    L'aspetto è davvero invitante e la granda del budino perfetta 🙂
    Proverò a farlo ma non so se sarò brava come te…

    Buon pomeriggio

  • @Raffy: allora poi dimmi se ti è piaciuta eh!

    @pannifricius: slurposissima!

    @Lety: perchè non dovrebbe veniri bene come la mia! E'ì semplice, non è difficile…Poi dimmi com'è venuta

  • sempre perfette le tue ricette! io non ho mai trovato l'agar agar, forse lo cerco nel posto sbagliato!

    1. l'agar lo trovi da naturasì marca Rapunzel…E' un piccolo barattolino

  • Simo ha detto:

    ho provato una volta ad usare l'agar agar ma mi è rimasto tutto un pò molliccio…visti i tuoi risultati mi hai spronato a riprovare! Anche io ho preso quella marca lì… 😉

    1. Simo, l'agar ha di bello che se sbagli la quantità, puoi aumentarne la quantità, rimettere sul fuoco e far di nuovo raffreddare…E' uan gelatina reversibile…Quindi quando vedi che ti viene una roba troppo molliccia, aggiungi ancora agar a freddo, rimetti sul fuoco e fai di nuovo raffreddare…

  • Ciao Martina, complimenti per le ricette e per il blog, semplice ma con degli accorgimenti a livello grafico deliziosi ^_^ Chiara

    1. Grazie! Piacere di conoscerti!

  • Arianna Morelli ha detto:

    Ciao Martina, grazie per la ricetta! Posso sostituire l'agar agra con altro? Colla di pesce o amido?
    Grazie, Arianna

    1. Sì, puoi sostituire con della colla di pesce

  • Valentina ha detto:

    Ciao Martina le tue ricette sono fantastiche! Volevo chiederti se hai mai fatto la panna cotta o la bavarese usando la farina di semi di carrube. Non mi piace il risultato che si ottiene con l’agar e la colla di pesce non mi convince perché e’ di origine animale, percio’ nonostante dia risultati ottimi preferisco non usarla più. Lo so sono complicata!! Comunque ho provato ad usare la farina di semi di carrube ma la panna cotta non si è addensata completamente forse la farina di semi di carrube era poca o forse perché ho usato meta’ latte e metà panna. Comunque se hai qual che consiglio ti ringrazio in anticipo.

    Vale

    1. Martina Toppi ha detto:

      Ciao Valentina, sì, l’agar dà una consistenza un po’ vetrosa alla panna cotta. Non ho mai usato la farina di semi di carrube, ma non credo sia indicata per addensare. Serve a dare cremosità al gelato e magari lega un po’, ma non addensa. Se vuoi ottenere una consistenza bella come quella data dalla colla di pesce, ma senza usarla, prova con l’albume. La ricetta è qui: http://www.trattoriadamartina.com/2016/04/panna-cotta-senza-colla-di-pesce/

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)