Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Chi vuole un bacio? Gelato al bacio homemade

Di: 28 commenti 28 Difficoltà: facile
Chi vuole un bacio? Gelato al bacio homemade

Buon inizio settimana. Cosa avete fatto di bello questo week end? Beh, noi ci siamo fatti la solita domenica a pranzo dai genitori di Mauro e così ne ho approfittato per sperimentare un bel po' di gusti gelato da portare a pranzo con, indovinate cosa? La nuova (vecchia) gelatiera autorefrigerante che mi è arrivata giusto giusto venerdì...L'ho presa usata ad un prezzaccio formidabile su internet, usata. E ora chi mi ferma più!? Con questa posso sfornare gelati a ripetizione, cosa che, con la gelatiera ad accumulo, non è possibile.. E così ieri ho fatto pistacchio, crema petroniana, stracciatella e bacio...La stracciatella sarà oggetto di un nuovo post..per oggi vi do un bacio? Che ne dite?

Gelato al bacio

 

Ingredienti:

600ml di latte fresco intero
4 tuorli
60ml di panna fresca (la prossima volta ne metto anche meno, tanto ci sono i grassi del cioccolato che bilanciano)
70g di zucchero bianco
60g di destrosio
10g di sciroppo di glucosio
30g di latte in polvere
3,2g di farina di semi di carrube
150g di cioccolato fondente al 60%
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
2 cucchiai di pralinè

Ingredienti per il pralinè:

100g di nocciole pelate e tostate(o 50g di nocciole tostate e 50 di mandorle tostate)
100g di zucchero
1/4 di bicchiere d’acqua
1/2 cucchiaino di sciroppo di glucosio (se lo avete)

 

Preparazione:

innanzitutto preparare il pralinè. La ricetta l’ho presa qui. In una casseruola mettere lo zucchero, l’acqua e il glucosio. Il glucosio non è indispensabile, serve solo a non far cristallizzare lo zucchero, quindi se lo mettete potete poi mescolare il composto senza che lo zucchero cristallizzi. Se invece non mettete il glucosio, non appena mettete il composto sul fuoco non mescolatelo più e lasciate sul fuoco medio finché non diventa caramello di colore ambrato. A questo punto aggiungete le nocciole tostate (se non sono tostate tostatele voi temendole 10 minuti nel forno ventilato a 150°) e mescolate bene.
Il composto diventerà in breve tempo sabbioso e le nocciole si attaccheranno tra loro. Continuate a cuocere e lo zucchero pian pianino si scioglierà di nuovo. Quando si sarà sciolto completamente (fate attenzione in questa fase a non bruciare troppo lo zucchero o diventerà troppo amaro) versatelo su una teglia coperta di carta forno e livellatelo con una spatola. Lasciatelo raffreddare e poi rompetelo in piccoli pezzi e frullatelo in un mixer. Inizialmente si formerà una polvere. Continuate a frullare e mano a mano si crerà una pasta cremosa e oleosa. Il pralinè è pronto! Ecco come si presenta:

Ora preparate la base per il gelato. Montate i tuorli con zucchero bianco, destrosio e glucosio  e la farina di semi di carrube e
montare fino a quando
saranno bianchi e spumosi,. Versate il latte in
polvere nel latte.

Portate il tutto a
sfiorare il bollore, dopodiché versate a poco a poco il latte nelle
uova mescolando bene (altrimenti le cuocerete).
Versate il composto
in un pentolino capiente e portate a 85°, dopodiché spegnete e fate
raffreddare rapidamente la crema mescolando continuamente e immergendo
la pentola nel lavello riempito di acqua fredda.

Quando la crema sarà fredda riponetela in frigo per minimo due ore (meglio se 12). Trascorse le due ore fate sciogliere il cioccolato fondente nel microonde per circa 2 minuti a 800w ( oppure scioglietelo a bagnomaria) e versatelo nella crema. Aggiungete il cacao amaro e il pralinè. Frullate tutto con il mixer. Se avete la gelatiera ad accumulo riponete il gelato ancora un po’ in frigo in modo che sia ben freddo, altrimenti accendete la gelatiera autorefrigerante per 5 minuti, poi versate il gelato, impostate il timer su 30 minuti e accendete le pale.
In 20/30 minuti il gelato è pronto. Volendo aggiungete nocciole tostate, altrimenti versate il gelato in un contenitore di quelli in polistirolo che hanno i gelatai o in un tupperware.
Se avete usato la gelatiera ad accumulo lasciate riposare il gelato per un paio d’ore in frigo prima di servirlo. Se invece usate quella autorefrigerante potete anche servire subito.

Destrosio |  Tibiona
Farina di semi di carrube | Rapunzel (io l’ho presa da Naturasì)
Sciroppo di glucosio | Tibiona

—————————————————
NOTA

il pralinè si può usare anche per aromatizzare creme con cui farcire bignè o torte, per farcire cioccolatini o preparare bavaresi.
Si conserva 2/3 mesi in frigo se tenuto in vasetti di vetro. Si può sostituire il 50% delle nocciole con delle mandorle tostate.

- Valuta questa ricetta -

5 (100%) 1 vote

Chi vuole un bacio? Gelato al bacio homemade
5

5

5 1
00 unknow 00 unknown
28 commenti

28 commenti sul post:
“Chi vuole un bacio? Gelato al bacio homemade”

  • Mary scrive:

    e che bacio sia …una goduria!

  • Anonimo scrive:

    Sei grande,grandissima!!!!!
    E anche questo finisce dritto nella cartella GELATI.
    Aspetto il post sulla stracciatella,e spero continuerai!!!!
    Sono Simona ti avevo già scritto sul post del gelato al pistacchio,voglio dirti che non ho mai fatto foto al cibo,però se capiterà l'occasione te l'invierò.
    Ti rinnovo i complimenti per tutto.
    Di te davvero mi fido,sai?
    Buona giornata.
    Simona.

  • bacio, il mio gusto preferito, baci

  • luby scrive:

    Destrosio?
    E dove lo pesco in un micro paese in cui vivo???
    Idem lo sciroppo di glucosio, trovato una volta e lo provai solo per farci decorazioni di cristalli, se non lo dosi bene e' amaro 😛

    Amo i gelati piu' naturali, aspetto quelli di frutta 😀
    Che quelli alle creme non mi fanno per niente impazzire.
    Ma devo dire che il cono che presenti invoglia:)

    Qua piove a dirotto da una settima e ho dovuto rimettere i maglioncini!
    Altro che gelato!
    Io ancora gli do di brodi e tisane calde calde 😉
    Voglio il soooooleeeee!

  • Zonzo Lando scrive:

    Uhm che bontà!!!! Me ne prenoto un pochetto se avanza :-)

  • Cucina da lu scrive:

    Il caldo dell'estate non mi piace, però dei gelati sì.
    Il tuo mi sembra una bontà.
    Già ti seguivo su google+ ed adesso te seguo pure su FB.
    Un bacione
    Lu

  • Elvira Coot scrive:

    Mamma mia che delizia questo gelato!! Anch'io ho appena comprato la macchina del gelato, é stato un vero affare ma devo trovare il tempo per poterla usare :) E fa anceh rima!! Copio la ricetta.

  • girucca scrive:

    Sembra buonissimo.. il bacio è uno dei miei gusti preferiti :)

  • MIKI scrive:

    Buono!oggi cercherò di farlo o al massimo domani!confermo che il destrosio si trova in farmacia!grazie per le dritte e per queste meravigliose ricette di gelato!LI VOGLIO PROVARE TUTTI!!

  • Francesca scrive:

    Oramai a te Grom ti fa un baffo:-) Tornando al bacio,sono qui con le labbra protese^_^…voglioooooo

  • Letiziando scrive:

    Mi hai fatto sognare sul quel cono…. eccome se mi và questo bacio :-)

    Buona giornata

  • @Stefania: bacio in arrivo!!!

    @Mary: smack! :)

    @Simona: ti ringrazio davvero mtantissimo per le parile sempre splendide che mi scrivi! Dai davvero un senso a questo mio blog!

    @2amiche in cucina: bacio..:)

    @Luby: prossimamente posterò il gusto amarena…Non so se ti piace…destrosio e glucosio li trovi online…Il destrosio puoi anche ordinarlo in farmacia…

    @Zonzo Lando: finito…;)

    @Cucina da Lu: se ti fa piacere mi puoi seguire anche qui sul blog! puoi iscriverti sulla colonna di destra e volendo puoi anche iscriverti alla mia newsletter

    @Elvira coot: anche tu fresca fresca di acquisto! Dai, provala, anche per vedere se funziona!

    @Girucca: perchè non lo provi allora?

    @Miki: aspetto di sapere coem èvenuto e se ti è piaciuto! Fotografalo che poi ti metto qui nel blog…

    @Francesca: baci(n)o in arrivo!

    @lety: un bacio anche a te allora!

  • OMG son qui con la bavetta che scende..il pralinè è qualcosa di spettacolare!! e questo te lo posso rubare! sai che quand'ero piccola mamma ci faceva sempre il gelato..poi la gelatiera ha iniziato a fare le bizze e io qualche anno fa con i punti del super ho preso quella di topolino..ahahahah insomma ad arrivare ai tuoi livelli ce ne vuole!!

    1. io avevo la gelatiera ad accumulo, prima una girmi, poi l'accessorio del kenwood e infine mi si è illuminata una lampadina e mi è venuta l'idea di cercare su internet se c'erano gelatiere autorefrigeranti usate e…tata! Ne ho trovata una a 45€ ed è stata mia!

  • Commis scrive:

    è da un pò che non lascio un commento, ma passo sempre volentieri :) Magari di fretta, ma non mi perdo nessuno dei tuoi post!

    E per il gelato guardo e mangio con gli occhi.. non potrei mai comprare una gelatiera, sarebbe la mia fine!!!!

    1. Eheheh, Commis, hai ragione, poi la tentazione di "gelatare" tutti i giorni sarebbe troppa vero? Però è divertente sperimentare sempre gusti nuovi e perfezionarli….

  • i tuoi gelati mi piacciono da morire.
    questo lo rifarò, giuro. con quel pralinè poi….
    ecco, come dire…. bacio! bacio! bacio!!!

  • Anonimo scrive:

    Complimeti per le tue ricette! :-)
    Solo una domanda sulla panna: va messa liquida o va montata? Ho questo dubbio esistenziale 😉
    Buona giornata!

    Eli

    1. @Eli: hai ragioen forse dovevo specificarlo! Va messa liquida!

  • Anonimo scrive:

    a proposito dello sciroppo di glucosio, inserito dalle industrie da quando lo zucchero è aumentato di prezzo.
    qui un estratto dal
    http://seiciochemangi.blogspot.it/2011/05/parliamo-di-sciroppo-di-glucosio.html

    troppi interrogativi. Troppe ricerche che si contraddicono continuamente. E, senza dubbio, il problema dell'obesità e del diabete che oltreoceano è davvero una piaga dal risolvere.
    Di certo non dico che lo sciroppo di glucosio-fruttosio è il male assoluto. Non causa diabete e sovrappeso più di quanto faccia già lo zucchero. Ma il suo processo di produzione è senza dubbio intriso di interrogativi scomodi: negli USA, ad esempio, hanno trovato alcuni campioni del famigerato dolcificante positivi al mercurio contaminati, probabilmente, da processi produttivi veloci e poco costosi (fonte: MSNBC).

    qui non ne facciamo una questione di prezzo, anzi per cui nel dubbio
    EVITIAMOLO ! nelle nostre/ tue ricette

    Dino

    1. Azz, ogni giorno se ne sente una nuova…Ormai non si può più mangiare nulla con tranquillità….Io per quello che posso cerco di fare il più possibile a casa, ma alcuni prodotti non sono fattibili in casa….Per caso quindi anch eil destrosio è coinvolto in questa cosa, che tu sappia? Perchè in fondo il destrosio è una forma di glucosio….Però in alternativa al destrosio a sto punto non saprei proprio cosa usare e comuqnue anche lo zucchero è molto dannoso, quindi non rimangono molte alternative….

  • Anonimo scrive:

    da quello che leggo, WIKIPEDIA in primis, il destrosio e il glucosio sono la stessa cosa. Quello che fa male deriva dal processo industriale con cui i prodotti vengono ricavati, non in quanto tali. Sono i residui di lavorazione.
    Lo zucchero è dannoso per i diabetici. Ma per loro il problema della scelta del dolcificante non esiste, non dovrebbero mangiare il gelato o i dolci in generale.
    il glucosio/destrosio non fa male come prodotto.
    Se ricordi anche il caffè senza caffeina può far molto male, se usano solventi per togliere la caffeina.
    una sola regola : moderazione
    cominciamo a essere OT , fuori argomento
    ciao
    Dino

    1. In realtà molti dicono che glucosio e destrosio siano la stessa cosa, ma da quello ceh ho capito io il destrosio è una tipologia di glucosio ma non viceversa…Comuqnue sì, se il problem è la raffinazione ovviamente osno dannosi entrambi allo stesso modo..A questo punto però non rimane quasi niente da utilizzare…Io lo zuccheor e il destrosio li uso solo nei gelati e nei dolci, mentre nel the metto la stevia (e anche lì, la stevia di epr sè è uan pianta e non farebbe male, ma quella commercializzata è lavorata e unita a eritritolo che non so se sia dannoso o se vemga raffinato e quindi dannoso lo diventi), mentre nel caffè uso lo sciroppo di agave, che è uno zucchero che dolcifica bene senza alterare i sapori come fanno di solito i dolcificanti e senza alzare la curva glicemica..Ormai comunque mangiare sano è diventato quai impossibile, aimè…

  • Anonimo scrive:

    quello che ne deduco io, il destrosio non esiste, è un metodo di misura
    http://it.wikipedia.org/wiki/Destrosio_equivalenza
    http://it.wikipedia.org/wiki/Glucosio
    Il nome destrosio è dovuto al fatto che una soluzione di D-glucosio ruota il piano della luce polarizzata verso destra (ossia in senso orario).
    della serie
    l'apprendere è come remare contro corrente: se ci si ferma si torna indietro
    forse anzi senza forse è meglio tornare a parlare di ricette
    Dino

  • Grazie della delucidazione Dino..E' complicato analizzare queste cose, almeno per me e interpretare quello cehleggo in giro…spero che la tua non fosse una polemica con me quando parli dell'apprendere e del remare contro corrente, perchè io non volevo assolutamente mettermi in cattedra e anzi sono ben disposta ad accettare consigli per migliorare…

  • Anonimo scrive:

    nessuna polemica, solo una doverosa precisazione.
    la frase la riporto per incitare tutti, me per primo , a studiare sempre a qualsiasi età. Niente è per me più coinvolgente dell'apprendere
    scusa se mi sono espresso male.
    Dino

    1. No ero sicura che fosse una polemica, per quello ti ho chisto…Mi era sorto il dubbio e ho preferito fugarlo…Sono d'accordo con te sul fatto che bisogna sempre progredire nella conoscenza..:)

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)