Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Vitel tonnè light senza maionese

Di: 26 commenti 26 Difficoltà: facile
Vitel tonnè light senza maionese

Ormai vi siete abituai no alle mie ricette "senza"? Ultimamente va così, sono in vena di esperimenti e ricette light. Spero che non vi siate rotti di questa nuova tendenza.
Tornerò anche con qualche torta meno leggera approfittando di qualche cena o pranzo a cui portarla, ma per il resto va così...Oggi beccatevi questo vitel tonnè light...Io non sono una fan del vitello tonnato ma Mauro sì e siccome volevo evitare la maionese ho ottenuto una salsa tonnata alternativa, ma buona come quella classica!

Vitel tonnè light senza maionese

 

Ingredienti per la salsa tonnata:

20g di lecitina di soia
70g di acqua
1 decina di capperi
240g di tonno
brodo vegetale q.b.
sale, pepe

Ingredienti per il vitello:

500g di girello o magatello
1 carota
1 cipolla
1 costa di sedano
qualche grano di pepe
1 foglia di alloro
qualche ago di rosmarino secco
350g di vino bianco
sale
acqua q.b.

Preparazione:

per la salsa: preparate un brodo vegetale nel bicchiere del mixer versate i 70g di acqua con la lecitina e lasciate riposare per 5 minuti, dopodiché frullate con il mixer fino ad ottenere una salsa abbastanza densa. Ora unite il tonno, i capperi e il sale e frullate di nuovo fino ad avere una crema liscia e omogenea. Aggiungete quindi tanto brodo quanto basta  a rendere la salsina più fluida. Lasciate riposare la salsa in frigorifero per far amalgamare i sapori.
Per il vitello: adagiate il vitello in una pentola abbastanza stretta e alta, aggiungete la carota, la cipolla tagliata a metà, il sedano, il pepe, l’alloro (io l’alloro non l’ho messo) e il sale. Versate a questo punto il vino bianco e poi l’acqua fino a sfiorare la carne coprendola completamente. Portate a bollore e poi abbassate la fiamma e fate sobbollire per 1 1/2 ora. Trascorso questo tempo prelevate la carne, lasciatela raffreddare completamente e poi tagliatela a fette sottili.* Volendo potete aggiungere un po’ di fondo di cottura del vitello (che si sarà ristretto molto) alla salsa. Tagliate il vitello a fettine sottili – circa 2mm – e poi adagiate le fettine su un vassoio. Salatele leggermente in superficie e poi copritele con la salsina e decorate con qualche cappero…

* P.s: per la preparazione del vitello mi sono affidata alle indicazioni di Giallo zafferano, perché era la prima volta che facevo un vitello tonnato e pensando che fosse affidabile,  ma una mia lettrice mi ha suggerito che per far venire una carne migliore è più indicato far bollire l’acqua e il vino con gli odori e solo a questo punto aggiungere la carne. Poi, aggiungo io, la carne va fatta raffreddare nel brodo di cottura.

Per due persone.

- Valuta questa ricetta -

2.5 (50%) 2 votes

Vitel tonnè light senza maionese
2.5

2.5

5 2
00 unknow 00 unknown
26 commenti

26 commenti sul post:
“Vitel tonnè light senza maionese”

  • che meraviglia! da mangiare con gli occhi! complimenti 🙂

  • che piatto raffinato!ti faccio i miei piu' sinceri complimenti!!ti seguo con piacere..buona giornata!

  • Stefania ha detto:

    Io, invece, qualche giorno fa, ho preparato un'arista al latte. Quando l'ho servita a mio figlio, notoriamente schizzinoso, mi ha chiesto cosa fosse quella salsa giallina … senza pensarci su gli ho detto che stava per mangiare carne con tanta maionese!!! Certo, non sapeva di maionese, ma alla fine ho ottenuto ciò che desideravo, cioè che mangiasse qualcosa di nuovo. Tu, invece, fai esattamente il contrario …. Ognuno si arrangia con quello che ha …

  • Tery B ha detto:

    Molto, molto interessante questo vitel tonnè senza maionese!!!! Da provare!!!!

  • My salvation: per me che odio la maionese, o meglio non la digerisco proprio, è superfantastica questa ricetta!
    grazie

  • luby ha detto:

    Non mi piace il sapore della carne e cosi' sia mia madre che mia suocera me la servono cosi',bella camuffata da quintali di salsa…
    Solo che dovrei evitare come la peste la maionese quindi gli rigiro subito la tua ricetta!!!!
    Se proprio me la devono propinare che almeno sia light 😉

  • Letiziando ha detto:

    Questo filone a me piace un sacco e lo trovo particolarmente intelligente. Non lo vedo affatto come un "ricette senza", ma casomai come "ricette sane e gustose in barba ai grassi" 🙂

    Buon week end

  • Beth ha detto:

    Un vrai délice, j'aimerais bien être ta voisine!

  • @Claudia: grazie!

    @le ricette di Ninì: ciao! Piacere di conoscerti!

    @Stefania: eheeh…beh in questo caso potresti dirgli che è vitel tonnè classico omettendo che manca la maionese…;)

    @Tery: è un'ottima soluzione per mangiare un vitel tonnè senza ingolfatrsi di grassi

    @Ingegnere in cucina: sì, in effetti è ottima anche per chi non puà o non vuole mangiare uova o grassi in genere

    @Luby: eheeh, il vecchio barbatrucco…In genere i piatti pasticciati nascono o per riciclare o per coprire il sapore di qualcosa…;)

    @Lety: sì, hai ragione…Mi fa piacere che apprezzi il filone…;)

    @beth: grazie Beth, sempre carina!

  • Sara ha detto:

    Ma ne sai una piu del diavolo :DD! molto invitante davvero…mi devo procurare la lecitina di soia..ho voglia di sperimentare 😀

  • Simo ha detto:

    quando si tratta di ricette leggere e soprattutto senza uovo crudo, mi trovi in prima linea!
    Anche io devo trovare la lecitina di soja…ma al super la trovo?

  • @Sara e Simo: la lecitina di soia la trovate tranquillamente al supermercato…Vi consiglio di prenderla da Dico o all'eurospin dove costa la metà…(magari controlalte che non sia ogm)

  • Pola M ha detto:

    Ho fatto anche io il vitel tonne' l'altro giorno e avevo pensato anche io di farlo senza… poi ho ceduto…. Ma magari la prossima volta provo…

    1. Pola, tu prova magari a fare l asalsa tonnata con al lecitina…Se poi non ti piace non la sprechi con il vitello e la tieni così solo coem salsa…Comunque assaggiata lì pe rlì secondo me la lecitina si sente, ma dopo un po' che sta in frigo i sapori si amalgamano e non si sente più..Io lì per lì infatti non ero soddisfatta del sapore, poi l'ho messa in frigo pensando di utilizzarla per qualcos'altro e quando l'ho riassaggiata mi è sembrata super!

  • Marina ha detto:

    I miei occhi li hai fregati all'istante, sembra un "classico" vitel tonnè 🙂 Io non mi stanco degli alleggerimenti, no no!

  • Zonzo Lando ha detto:

    Davvero interessante! Ma davvero è simile il sapore con la lecitina di soia? Son proprio curiosa 🙂 Ciao a presto

  • @Marina: eheeh…Sì, l'aspetto è identico e il sapore quasi identico…Bisogna però che la salsa riposi in frigo così che i sapori si amalgamino. Infatti all'inizio mi sembrava che la lecitina si sentisse troppo, ma dopo il riposo in frigo …perfetto!

    @Zonzo Lando: lì per lì se la assaggi subito un po' di lecitina dsi sente, mapoi dopo il risposo in frigo non più…

  • Paprika&Paprika ha detto:

    Ciao! Ma come che ti scopro solo adesso???!!
    Bellissimo blog ,complimenti.Foto strepitose!
    A presto,
    Aniko

  • Hai avuto in'ideona!!! A me piace molto questo piatto, ma non lo mangio mai perchè mi fa sentire troppo in colpa verso il mio fegato. Ora mi hai dato la soluzione :o)

  • @Paprika: ciao! Piacere di conoscerti! Grazie per i complimenti alle foto..!

    @Ritroviamoci in cucina: sì, infatti è un'ottima soluzione per gustarsi questo piatto senza mettere ko il fegato..;)

  • Passiflora ha detto:

    le ricette light sono sempre ben accette! un'altra idea poteva essere fare una specie di maionese come dice la parodi -che sicuramente avrà copiato da qualcun altro, ma cmq non importa- ovvero con latte di soja e olio di semi, ma quella non è che sia poi tanto light, più che altro è utile per i vegetariani o chi non ama/non può mangiare uova. l'aspetto del tuo esperimento è ottimo!

    1. Sì, però se tanto devo comunque avere il sapore della soia e in più l'olio forse è preferibile questo metodo qui…Grazie dell'imput! Un bacioe buon we…

  • Alessandra ha detto:

    Sono incantata dalle palettes di colori che alleghi alle ricette!! INCANTATA!!! *o*

    1. Sono contenta che ti piacciano
      !

  • Gina ha detto:

    Martina, come faccio? Ormai ho segnato tantissime ricette. Il tempo non basta a provarle tutte! Questa però è sicuramente una di quelle che proverò ben presto. È una goduria!

    1. Beh dai, almeno sai cosa fare per i prossimi 365 gionri…;)

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)