lunedì 5 marzo 2012

Profiteroles

Diciamo che il profiterole non è proprio in linea con la mia nuova tendenza light, ma fare un bel dolce mi mancava proprio e ho approfittato del fatto che ieri andavamo a pranzo dalla madre dai suoceri ed eravamo 8 in tavola per dare sfogo al mio bisogno insoddisfatto...Approfitto di occasioni simili. L'unico accorgimento lighter che ho adottato è stato quello di usare panna hoplà anziché panna normale. Però, ma non lo dite a nessuno....shhhh, una pallina di profiterole l'ho assaggiata, giusto per poter giudicare se era venuto buono o no...Beh, buono lo era e molto e allora bando alle ciance e vi sparo la ricetta.















































Ingredienti:

per i bignè (circa 40 piccoli): 

125 ml. di acqua
50 g. di burro
2g di sale
6g di zucchero semolato
75 g. di farina 00 (la farina deve essere povera di proteine e quindi di glutine, perché il glutine dà elasticità e il bignè deve invece rimanere friabile, non gommoso)
2 uova a temperatura ambiente
zuccherini (per guarnire)
per il ripieno:
200g di panna da montare o hoplà

per la copertura:

200g di panna da montare o hoplà
160g di cioccolato fondente al 50%
15g di latte intero


Preparazione:

Bignè: in un pentolino antiaderente portare a ebollizzione l'acqua con il burro, lo zucchero e il sale. Quando il tutto raggiunge il bollore, spegnere il fuoco e versare la farina setacciata tutta in una volta. Mescolare bene e riaccendere il fuoco. Quando il composto farà un rumore simile ad un cri cri attendere altri due minuti e togliere dal fuoco...Lasciare raffreddare il composto e a questo punto inserire le uova una a una. Il secondo uovo va incorporato solo dopo che il primo è stato assorbito dall'impasto. A questo punto lasciar riposare una mezz'oretta il composto e poi metterlo nella sac à poche con una bocchetta liscia e un'apertura di un cm circa. Formare dei dischetti regolari e un po' distanti fra loro....dopodiché con la punta dell'indice bagnato abbassare la puntina che si sarà creata. Infornare in forno già caldo a 220° statico per 15 minuti  (prima di infornare i bignè spruzzare con dell'acqua le pareti del forno), poi continuare per altri 10 minuti abbassando la temperatura a 190° dopodiché spegnere il forno e infilare un cucchiaio in modo da lasciare una fessura nel forno e far uscire l'umidità per 15/20 minuti. Aprire poi lo sportello e far completare la raffreddatura. Per far sì che i bignè rimangano il più croccante possibile, fare un buchino su ognuno di essi con la punta di uno stecchino nella parte laterale bassa.
Montare la panna e riempire i bignè facendo un buco con una siringa da pasticcere sul fondo.
Preparare la copertura: aggiungete il latte alla panna in un pentolino e mettete su fuoco. Quando si sfiorerà il bollore spegnete e incorporate il cioccolato precedentemente tritato grossolanamente mescolando bene fino a che sarà completamente sciolto. 
Montaggio: Attendere che il cioccolato per la copertura si raffreddi un po' e si ispessisca, dopodiché trasferirlo in una ciotola non molto grande in modo che il cioccolato sia abbastanza profondo. tuffate i bignè a uno a uno affondandoli nella copertura e poi "recuperateli" con l'aiuto di due cucchiai adagiandoli poi su un vassoio per torte. procedete così formando una piramide.



21 commenti:

  1. Hummm...ces profiteroles toutes enrobé de chocolat sa donne envie de les dévoré, j'adore!

    RispondiElimina
  2. sublime! è il mio dolce preferito!

    RispondiElimina
  3. Stravedo per i profiterols. E questi hanno un aspetto cosi invitante! ;)

    RispondiElimina
  4. Ma nella panna vegetale non c'è una dose cospicua di grassi idrogenati? Se è ancora così -come l'ultima volta che ho controllato- .... bella ammazzata di colesterolo :-)

    Sai che odio i bignè, ma sono proprio belli!

    RispondiElimina
  5. Questa idea dello spettro di colori mi piace moltissimo... i profiteroles nemmeno te lo dico :o)

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Martina...ho provato a fare i profiteroles un mese fa per la prima volta e prima di allora pensavo fosse una cosa difficile da fare a casa! Invece che soddisfazione! Proverò anche la tua ricetta...solo una cosa...tu hai usato solo panna per il ripieno...io ho provato a farli con la chantilly anche se non sono rimasto soddisfatto del risultato...non ho ancora trovato una buona ricetta di crema chantilly come quella che si trova in pasticceria :(

    RispondiElimina
  7. @Luca: prova a usare la mia ricetta di crema pasticcera mescolata a più o meno la stessa quantità di panna...Io vado un po' a occhio....però la crema chantilly che ottengo mi soddisfa molto...Volendo puoi aggiungere del rum alla crema...

    RispondiElimina
  8. Che capolavoro Martina! Io li ho fatti una volta ma li ho ricoperti con del cioccolato della consistenza di una mousse... il gusto era comunque buonissimo, ma la presentazione era decisamente lontana dalla tua...

    RispondiElimina
  9. @Elle: sai che sono stata tentata anche io di ricoprirli con una copertura spumosa, tipo mousse? A me piace anche in quella versione là..Poi invece ho fatto questa...In effetti nell'altro caso non deve essere facile fare una presentazione ben fatta

    RispondiElimina
  10. caspita che bontà, le foto poi sono strepitose.

    RispondiElimina
  11. Bella l'idea della palette di colori abbinata alla ricetta. sono arrivata da te per la colomba con pm, io ho appena iniziato a farla...ciao Babette (La tavolda di Babette)

    RispondiElimina
  12. Mamma che bontà!!!
    Sapessi che sacrificio vedere dolci al cioccolato e non poterli mangiare a causa dell'allergia.
    L'unica cosa che posso fare è "guardarlo" e immaginarne il sapore.
    Un bacio Carmen

    RispondiElimina
  13. @il cucchiao magico! Grazie...Mi sa sempre piacere quando qualcuno apprezza anche le foto!

    @Seurasaari: Sono contenta che questa idea della palette colori piaccia! In bocca al lupo per la colomba!!! Ma stai facendo la ricetat che ho postato io qui?

    @Carmen: eh, lo so, è una sofferenza! Io per questo approfitto di fare questi dolci quando devo portarli a qualche cena così non ce l'ho in giro per casa...

    RispondiElimina
  14. Che adorabile "montagna" di cui sono sicura scalerei volentieri fino alla cima senza provar fatica ;-) Belle belle le foto, bucano lo schermo!

    RispondiElimina
  15. Ce n'è per tutti...allungate uan mano e prendetene uan pallina...;)

    RispondiElimina
  16. Bellissimi questi profitteroles!!
    riguardo alla "parola" non avevo capito niente..pardon! Cmq non ho impostato nulla io, è blogger che ha modificato le impostazioni nelle risposte ai commenti!!
    Ah..dimenticavo..passa da me se ti va che sei stata nominata :))!

    RispondiElimina
  17. Bellissimi, bella la foto in sè, forse anche buoni, ma boccio la panna vegetale che sa di gasolio!

    ps: ti ho incontrata da poco e non riesco a staccarmi dal tuo blog, una ricetta tira l'altra
    complimenti davvero

    Michela66

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...Quanto alla panna vegetale, in generale hai ragione, quasi tutte le amrche fanno schifo, ma la hoplà invece è buona! Comunque basta sostituirla con la panna vera...;)
      Mi fa piacere che il blog ti piaccia...Se provi delle ricette fammelo apere! Anz, meglio, fotografale e ti metto nella pagina delle "mie ricette fatte da voi"

      Elimina

Per lasciare un commento se non hai un account google o un tuo blog, clicca su Anonimo, ma poi ricordati di firmare!
Ogni commento è gradito ...anzi...auspicato!!!.....;)

Scarica l'App di Trattoria da Martina