giovedì 28 aprile 2011

Nidi di patatine ripieni di bocconcini di pollo alle verdure

Che soddisfazione quando si assaggia qualcosa che ci piace al ristorante e si riesce a riprodurlo in casa! A me è successo con questi nidi di patatine con il pollo....Li prendo sempre quando vado a cena al ristorante cinese...Non hanno un gusto esotico...Potrebbero tranquillamente essere un piatto italiano, quindi credo possano piacere anche a chi detesta la cucina cinese...L'unico ingrediente della cucina cinese che compare è la salsa di soia....Per il resto in merito alle considerazioni sulla cucina cinese vi rimando a questo post.
Per fare questi nidi ci vuole un attrezzino apposito, costituito da due colini, l'uno più grande e l'altro più piccolo di cui io non avevo mai sentito parlare...ero convinta che avrei fatto una gran fatica a trovarlo e invece....Ieri ho chiamato ben tre posti qui a Bologna e ce l'avevano tutti e ne parlavano anche con naturalezza, come fosse un oggetto di uso quotidiano...Mah...L'oggettino comunque è questo qui:












Le patatine vanno tagliate a julienne o a spaghetto e con quelle ci si fodera il fondo del colino più grande, poi si chiude quello più piccolo sopra e si immerge il tutto nell'olio bollente, ma questo lo spiegherò sotto.




































Ingredienti per circa 8 cestini:

2 patate grandi
fecola di patate o amido di mais
300g di petto di pollo
1 o 2 carote
1 o 2 gambi di sedano croccante
1 porro
2 o 3 cucchiai di salsa di soia
sale
olio di soiao di arachidi
farina 00
olio di arachidi o di soia per friggere


Preparazione:

tagliate le patate a julienne facendo però delle striscioline lunghe. Meglio ancora se avete l'attrezzo per fare gli spaghetti di patate: io ho usato questo, ma poi ho tagliato gli spaghetti in segmenti di 10cm circa. Immergete mano a mano le patate tagliate nell'acqua fredda e quando avrete finito, sciacquatele più volte, agitandole nell'acqua con le mani e scolandole nello scolapasta per poi ri-immergerle nell'acqua fredda e così via. Fatelo per un po' di volte finché l'acqua sarà cristallina e non ci sarà più traccia di amido delle patate.
Scolate molto bene le patate e adagiatele su uno strofinaccio e fatele asciugare molto bene. In un recipiente mettete della fecola di patate e con questa "infarinate" le patate togliendo poi l'eccesso. Mettete da parte. Mettete a scaldare l'olio per friggere: mettetene in abbondanza perché l'olio dovrà sommergere completamente le patate una volta sistemate nell'attrezzino apposito.
Mentre l'olio si scalda tagliate carote e sedano a dadi di circa 1cm di lato. Tagliate il petto di pollo a pezzettini di 2cm di lato e poi passateli nella farina 00. Togliete bene la farina in eccesso e adagiateli in un piatto. Tritate finemente un pezzo di porro. Scaldate un wok (io uso sempre il mio fedelissimo wok Kit-zen con cui mi trovo molto bene) con dentro due o 3 cucchiai di olio di soia e soffriggeteci brevemente il porro. Aggiungete le verdure e infine il pollo. Rosolate il pollo e come vedete che comincerà ad attaccarsi versate la salsa di soia e dell'acqua: si formerà una cremina. Continuate ad aggiungere acqua, quando necessario, e portate a cottura il pollo. Le verdure devono rimanere croccanti. Assaggiate e se necessario aggiustate di sale. Spegnete il fuoco e cominciate a fare i cestini di patate. Immergete il colino per qualche secondo nell'olio caldo, poi foderate il fondo del colino più grande dell'attrezzo e richiudete quello più piccolo sopra di esso. Immergete il tutto nell'olio per qualche minuto finché le patate saranno dorate e croccanti. Normalmente il cestino rimarrà "incollato" sulla parte superiore dell'attrezzo (sul colino più piccolo). Basterà fare un pò di pressione sui lati con un coltello e si staccherà. Appoggiate il cestino sulla carta assorbente, dopodiché riempiteli con il pollo (se si fosse raffreddato scaldatelo brevemente) e servite su una foglia di insalata. La ricetta è veramente gustosa e la presentazione è davvero carina...Perfetta se invitate a cena qualcuno.
Se non vi è chiaro il procedimento per formare i cestini guardate qui: in questo link di Giallo Zafferano è spiegato bene, anche se usano patatine tagliate molto più grandi mentre io ho usato degli spaghetti di patate sottili. Spero che vi piaccia...Alla prossima ricetta....

22 commenti:

  1. Davvero curiose ed invitanti: quell'attrezzino mi manca, come ho potuto farne a meno sino ad oggi? ;-)) Brava!

    RispondiElimina
  2. ...che delizia!! L'attrezzino manca a me e a dire il vero anche io pensavo fosse introvabile...dovrò dare un'occhiatina in giro, mi piace un sacco!!

    RispondiElimina
  3. Che carino!!! Bellissima idea davvero.. io però quell'aggeggino lì non l'ho mai visto.. ma ha un nome?? ^_^

    RispondiElimina
  4. Molto particolare questa ricetta di sicuro effetto, non ho mai visto quell'aggeggio....proverò a vedere!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. L'attrezzino non so se abbia un vero e proprio nome...Provate a chiedere "attrezzo per fare i cestini di patate". Io ho detto così per poi spiegare che è composto da due simil colini, uno più grande e uno più piccolo ecc.... ecc...ma mi hanno sempre bloccato prima perchè lo conoscevano già...neanche io l'avevo mai visto prima, ma a quanto pare per gli esperti del mestiere è uin oggetot noto, almeno qui a Bo....Comunque si trova anche su internet..Io l'ho pagato 14 euro...Su internet ll'ho visto anche più caro ma forse bisogna cercare meglio

    RispondiElimina
  6. MA che cariniiiiiii!!! Ho sempre voluto questo attrezzo, ma non l'ho mai realmente cercato, forse è ora che inizi! Sono bellissimi questi cestini!! :DDD

    RispondiElimina
  7. Attrezzo mai visto! i tuoi nidi sono una goduria!

    RispondiElimina
  8. Wao!!! troppo sfiziosi!!! bravissima, baci, Olga

    RispondiElimina
  9. Sicuramente non solo belli da vedere ;-)

    RispondiElimina
  10. Ho beccato questo blog per caso e non posso fare a meno di farti i miei complimenti;è bello e interessante.Buona giornata.

    RispondiElimina
  11. Grazie Allegra...Se ti interessa seguiee tutte le mie ricette puoi iscriverti alla newsletter sulla colonna di destra e le riceverai direttamente sulla tua mail....Grazie del passaggio!

    RispondiElimina
  12. Ciao Martina, quando hai cercato su internet (trovando l'attrezzino in vendita) che parola hai usato per trovarlo? Così lo cerco e lo compro :) grazie e buon lavoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non mi ricordavo affatto? Però mi sono copiata il nome dell'immagine sopra, l'ho ricercata eh...tatan!!! Si chiama colafritti. Puoi prenderlo qui:
      http://www.amazon.it/Paderno-Colafritto-in-inox/dp/B0037RFGCK

      Elimina
  13. ciao sono Rossella,
    i nidi sono fantastici li proverò e ti farò sapere sicuramente grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piacciono tanto e li prendo spesso al ristorante cinese..:)

      Elimina
  14. bellissima pagina..interessanti i cestini di patate,,,,spero do trovare i colini...grazie trovo questa pagina molto istruttiva nel campo ..culinario

    RispondiElimina
  15. e vero che gli spaghetticon le vongole anno bisogno di attenzione..io faccio lo stesso procedimento

    RispondiElimina
  16. c,è qualcuno che a la ricetta della pastiera napoletana...a benevento la fanno senza sfoglia....non usano il grano...ma il riso....grazie

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia!
    Sei bravissima, ricette ottime e bellissime foto
    Amo la cucina cineseeee!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta....Anche io amoi la cucina cinese!! A ottobre terrò un cordo di cucina cinese qui a Bologna...Se sei di queste parti, partecipa!

      Elimina
  18. SCUSA POTRESTI DIRMI IL NOME DELL'ATTREZZO PER FARE I CESTINI?GRAZIE

    RispondiElimina

Per lasciare un commento se non hai un account google o un tuo blog, clicca su Anonimo, ma poi ricordati di firmare!
Ogni commento è gradito ...anzi...auspicato!!!.....;)

Scarica l'App di Trattoria da Martina