Chiudi questo messaggioPer offrirti la migliore esperienza utente possibile questo sito utilizza cookies per memorizzare le tue preferenze e per monitorare il funzionamento del sito.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy.

Caviale di mirtillo rosso

Di: 19 commenti 19 Difficoltà: media
Caviale di mirtillo rosso

Eh sì, ci dovevo provare, perché ormai l'avrete capito che mi piace sempre provare cosette strane, particolari, nuove, in una parola....originali. E allora quando ho visto queste sferette trasparenti prima qui, e poi qui, non ho potuto fare a meno di provare a farle! Ettepareva! Io però ho voluto provare a farle con il mirtillo rosso e sono venute fuori delle piccole sferette che ricordano un po' il caviale rosso e così come simpaticamente ha fatto Manine in pasta, qui, presentando le sferette agli agrumi come fossero uova di pesce in un sushi dolce, non sarebbe male presentare anche queste fatte da me che so su delle tartine fatte con del pan brioche splamato di mascarpone o yogurt così che appaiano come tartine salate al burro e caviale...Che ne dite?

Caviale di mirtillo rosso

 

Cosa vi serve:

50g di sciroppo di mirtilli rossi*
50g di acqua
2 cucchiaini di zucchero
100g di olio di arachidi
1,5g di agar agar
un bicchiere lungo e stretto tipo flut
una siringa senza ago

 

 

Preparazione:

riempite il bicchiere di olio di arachidi e mettetelo nel surgelatore per circa mezz’ora o 2 ore nel frigo. Deve essere molto freddo perché quando andremo a farci cadere le gocce di sciroppo queste subiscano subito uno shock termico e rimangano compatte e sferiche.
in un pentolino versate lo sciroppo, lo zucchero e l’acqua e scioglieteci l’agar agar. Mettete il pentolino sul fuoco, portate a ebollizione e fate bollire per circa 3 minuti. Spegnete e lasciate riposare il composto per 10 minuti.
Tirate fuori il bicchiere dal frigo o dal surgelatore. Con una siringa aspirate il composto di mirtillo rosso e poi premete lo stantuffo in modo da far uscire delle piccole goccioline dentro l’olio. Praticate dei movimenti circolari in modo da poter “sganciare” le gocce velocemente senza che queste si sovrappongano. Agite abbastanza velocemente altrimenti il composto con l’agar si solidificherà nel pentolino. Quando avrete terminato, rovesciate il bicchiere su un colino a maglie strette e sciacquate poi le perle sotto l’acqua fredda per ripulirle dall’olio. Il gioco è fatto!

*Lo sciroppo di mirtilli rossi io l’ho preso all’ikea, ma credo che ce l’abbiano anche da Naturasì. Per ottenere l’effetto rosso però potete usare anche ad esempio lo sciroppo di melograno o di fragola.

Caviale-mirtillo-rosso-5330

 

Con questa ricetta partecipo al Contest a colori di Profumi e sapori

 

- Valuta questa ricetta -

1 (20%) 1 vote

Caviale di mirtillo rosso
1

1

5 1
00 unknow 00 unknown
19 commenti

19 commenti sul post:
“Caviale di mirtillo rosso”

  • Passiflora scrive:

    che stregoneria! meraviglioso, sembra davvero caviale!

  • cuoca gaia scrive:

    Conoscevo già questa tecnica e devo dire che tu l'hai saputa sfruttare al meglio. Effettivamente il risultato è strepitoso!

  • Anonimo scrive:

    Carinissimo, sei la solita casinara geniale:-)

    Nico

  • Manine in pasta scrive:

    Un'idea davvero geniale 😛
    Scherzi a parte grazie dei link e complimenti per le bellissime foto.
    Sai dove le vedo bene io come gusto? Su del pan-brioches si, ma spalmato di patè di foie gras…piace?

  • Mirtilla scrive:

    che gustosissima sciccheria!!!
    secondo me buonissimo su un roos beaf!

  • @ Passiflora: sì, vero?

    @cuoca gaia: grazie!

    @ Nico: wooow, che bel complimento…mi piace questa definizione…;)

    @Manine….Originale vero….l'avevi mai visti? Hihihi. Per i link non devi neanche ringraziare…è d'obbligo….;) Il foie gras purtroppo proprio non mi piace e poi comuqnue sono contrria a mangiarlo perchè so che inchiodano mani e piedi alle oche per poi mettergli un'imbuto in gola e ingozzarle per fargli ingrossare il fegato….Non trovi che sia una cosa terribile…Non tutti lo sanno. A parte questo però in effetti ce lo vedo bene anche io coem accostamento….

    @Mirtilla: chissà, forse anche con il roast beef starebbero bene…Magari con della rucola e dell'aceto di lamponi…

  • Manine in pasta scrive:

    Si è una cosa orribile, non l'unica per la verità, ma capisco. Facciamo cosi: patè di fegato di germano reale non ingrossato artificialmente (costa un occhio ma si trova anche in italia, in francia è quasi facile)

  • Manine in pasta scrive:

    Ah dimenticavo…il grazie è d'obbligo…perché capita che qualcuno se ne dimentichi…o se capita….basta che divento acido.
    Grazie ancora!

  • @Manine in pasta: hai ragione succede e fai bene a diventare acido….A proposito come ti chiami?

  • Anonimo scrive:

    Martina, il tuo non è solo un blog di cucina … ma di estro e novità continue…
    bravissima
    Linda

  • Wowo Linda! Che bel complimentone!!! Ti ringrazio tanto tanto!!!

  • Stefania scrive:

    Ma che bello!!! Non conoscevo questa preparazione! Mi incuriosisce molto! Grazie!!!
    Stefania

  • Eleonora D scrive:

    sei una fonte di informazioni incredibile! avevo in mente di provare una gelatina di caffè da mettere sopra un semifreddo a base di cioccolato-mascarpone-caffè…ma volevo fare palline…
    e ho detto "boh, proviamo da martina "…ed ecco pronot un post ad hoc!
    sei incredibile, spazi dai lievitati alla carne alla pasticceria!!! :-)

    ora però nont i salvi dalle domande:
    – dove trovo l'agar agar?
    – si può usare come addensante nelle marmellate?
    – può sostituire la colla di pesce in bavaresi-semifreddi,…?
    – posso farci le geleè di frutta?
    – in questa preparazione, è necessario olio o si può provare con acqua (l'olio viene via bene dalle perle?)?

    grazie! ciao!

    1. Allora:

      l'agar agar la troovi da Naturasì, marca rapunzel..Ultimamente l'ho vista anche da Esselunga.
      Sì si può usare come addensante per le marmellate…Leggiti qusto post:
      http://fiordilatte-appuntidicucina.blogspot.it/2010/02/gelatina-di-vino-pectina-vs-agar-agar.html
      e questo
      http://fiordilatte-appuntidicucina.blogspot.it/2010/06/marmellata-di-ciliegie-in-due-versioni.html

      Sì, può sostituire la colla di pesce nelle bavaresi.
      Puoi farci le geleè di frutta

      e NO, in questa preparazione l'olio serve, ma non devi preoccuparti, perchè poi viene sciacquato via completamente…

    2. Eleonora D scrive:

      gentilissima! e grazie dei link. mi piace davvero quando oltre a eseguire ricette si impara qualcosa di nuovo! e il tuo blog in questo è una vera forza!

      cercherò l'agar agar…la frutta estiva mi ispira per mille preparazioni, e tra queste spiccano gelatine e marmellate! :-)

    3. Eleonora D scrive:

      fatto!!!!!
      sono volata dopo lavoro al naturaSì.
      per ora ho fatto perle di gelatina al caffè.
      e sto pensando di usarle sopra un dessert freddo.
      carine!
      grazie dell idea e delle dritte!
      (magari ti mando foto quando le userò)

    4. Sììì!!! Potresti metterle sopèra una bavarese al tiramisù! Boh, la butto lì..Sì, manda pure una foto quando le userai

  • Ehi, sei passato di qua? Lasciami un commento :)